Jump to content
Sign in to follow this  
Leviathan

Carri armati russi

Recommended Posts

Nella guerra del golfo stando a "cavaleria corazzata" di Tom Clancy e anche ad alcune discussioni qui nel forum è saltato fuori che gli abrams sono quasi invulnerabili ai cannoni del T-72 iracheni.

Secondo voi questa regola è valida anche per i nuovi T-80 e T-90.

Poi ho letto su www.paginedidifesa.it che un tenente generale ( 3 stelle) afferma che un T-90 può reggere a due colpi HEAD saparti da direzioni opposti senza subire alcun danno.

è possibile?

Share this post


Link to post
Share on other sites

HEAT, non HEAD.

 

La precisazione "da direzioni opposte" mi fa ridere.

 

Grazie che resiste da direzioni opposte... non a caso le cariche HEAT oggi sono in tandem e si infilano nello stesso buco...

I proiettili di solito hanno la spiacevole abitudine di arrivare dalla stessa direzione, e non di girare attorno al carro...

 

Comunque, il 125 mm russo fa molto male, ma la corazza degli Abrams è molto efficace (è progettata per resistere proprio al 125 mm russo...) e altrettanto il sistema di sopravvivenza interno.

Per questo i russi utilizzano anche particolari missili a testata HEAT sparabili attraverso la canna del 125 mm, proprio per ovviare a questo problema.

 

Per quanto riguarda la resistenza alle cariche HEAT, la regola è sempre una sola:

 

una carica cava ha la capacità di perforare da 3 a 5 volte il proprio calibro (per quelle moderne possiamo tranquillamente prendere in considerazione il valore 5) nei confronti di una corazza in acciaio.

 

Un proiettile da 120 mm HEAT può quindi perforare 600 mm di corazza di acciaio omogeneo. Praticamente non c'è carro che abbia una corazza così spessa.

 

Però le corazze moderne non sono in acciaio omogeneo: l'uso di strati di materiali a diversa densità, l'uso di corazze ERA, l'uso di spaziature, possono drasticamente ridurre la capacità di penetrazione di una testata HEAT sparata da un cannone di medio calibro o da un lanciarazzi, fino ad azzerarla.

 

Ma una testa HEAT di tipo molto moderno, installata su un missile anticarro medio pesante, se ne frega.

 

Tanto per dirne una, un missile TOW-2A con la sua doppia testata è in grado di oltrepassare qualsiasi corazza ERA e di penetrare 1000 mm (un metro...) di corazza DIETRO la ERA.

Non c'è carro che tenga, nemmeno il T-90.

Share this post


Link to post
Share on other sites

però in iraq anche qualche M1 è stato penetrato da RPG, quando colpito in punti vulnerabili (tipo vicino ai cingoli), immagino cosa possa fare un HEAT da 125mm...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una precisazione:

da direzioni opposte voleva dire colpito contemporaneamente da destra e da sinistra con 2 colpi HEAT sparati da diversi cannoni.

 

Solita propaganda russa allora.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per Easy: il punto è che un RPG lo spari da distanza ravvicinata, per cui puoi permetterti di mirare ai cingoli.

 

Nel combattimento tra carri (che di solito è frontale) spari a 2000 metri di distanza e non esiste che miri ai cingoli.

Si spara contro la torretta perchè è la parte che più risalta, al massimo lo scafo.

Spari sulla sagoma, insomma, e quindi è quasi impossibile che becchi un cingolo.

E non vuoi beccarlo!

 

Infatti il tiratore di RPG può ritenersi soddisfatto di aver danneggiato la cingolatura e immobilizzato il carro.

 

Il tiratore di un carro armato, invece, ha poco da essere soddisfatto se spara e colpisce il cingolo del carro nemico.

Il carro nemico, immobilizzato o no, gli sparerà un istante dopo un bell'APFSDS...

Share this post


Link to post
Share on other sites

quanti mm perfora un colpo all'uranio impoverito?

Comunque l'uranio impoverito oltre che dagli usa e usato da altri paesi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
gli sparerà un istante dopo un bell'APFSDS...

 

sarebbe un APFSDS... (qualche parolaccia russa o cinese???)

Share this post


Link to post
Share on other sites

é il nome dei dardi all'uranio impoverito sparati dagli abrams.

attendo risposta

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'attuale proiettile APFSDS sparato dall'Abrams, denominato M-829E3, ha un potere di penetrazione pari a oltre un metro di corazza a 2000 metri di distanza ed è considerato la munizione più potente esistente al mondo (nel campo dei cannoni, ovviamente).

 

sabot_120mm.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

I proiettili ad uranio impoverito sono un armamento standard della NATO e sono usati anche dai russi e da molti altri paesi.

 

Tenete conto che al mondo ci sono ben 18 nazioni che producono munizioni ad uranio impoverito, quindi procurarsele non è un grosso problema.

 

L'Italia, che io sappia, non usa munizioni con penetratore in uranio ma quelle con penetratore in tungsteno (che sono comunque molto efficaci).

 

Le corazze in uranio, invece, che io sappia, sono utilizzate solo sui carri Abrams.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gli sparerà un istante dopo un bell'APFSDS...

 

sarebbe un APFSDS... (qualche parolaccia russa o cinese???)

;) Armor Piercing Fin Stabilised Discarding Sabot

Share this post


Link to post
Share on other sites
I proiettili ad uranio impoverito sono un armamento standard della NATO e sono usati anche dai russi e da molti altri paesi.

 

Tenete conto che al mondo ci sono ben 18 nazioni che producono munizioni ad uranio impoverito, quindi procurarsele non è un grosso problema.

 

L'Italia, che io sappia, non usa munizioni con penetratore in uranio ma quelle con penetratore in tungsteno (che sono comunque molto efficaci).

 

Le corazze in uranio, invece, che io sappia, sono utilizzate solo sui carri Abrams.

da quel che ne sono solo americani e russi le utilizzano, tutti gli altri usano il tungsteno (almeno nel mondo occidentale)

Share this post


Link to post
Share on other sites

No Easy, ce ne sono molti altri... come Cina, Inghilterra, Israele, Pakistan ecc...

sono decine e decine.

 

Guarda che i proiettili a DU (non quelli americani) sono in commercio come normalissime munizioni e pertanto chiunque può comprarli.

 

Per non parlare poi dei proiettili DU utilizzati da cannoni di aerei ed elicotteri e dai sistemi antimissile: in questo caso la lista si allunga di moltissimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

c'è una tabella che ti dice la conversione tra materia e acciaio rha?

Tipo 20 centimetri di cholbar è uguale a 400 centimetri di acciao RHA?

 

Cmq x me tutti dovrebbero avere la corazza in DU... è un materiale utile per le corazze...

Share this post


Link to post
Share on other sites

io sapevo che gli inglesi il DU lo usano solo dei 30mm e 20mm dei phallanx, gli israeliani so che lo usavano ma poi hanno smesso

Share this post


Link to post
Share on other sites

No, anche il British Army ha i suoi APFSDS al DU.

 

Si tratta del proiettile L27 CHARM-3 , introdotto nel 1999, che ha sostituito l'L26 CHARM-1, anche quello in DU.

 

Gli inglesi, comunque, continuano ad usare anche proiettili convenzionali, come il proiettile L23 in tungsteno o il proiettile L31 a carica HESH (di cui gli inglesi sono strenui sostenitori), nonchè proiettili fumogeni L34 che contengono 4,2 kg di Fosforo Bianco (per la gioia di Staffo...)

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'HESH è spesso sottovalutato, ma è una munizione molto efficace.

Un colpo da 105 o da 120 HESH è in grado - se non di distruggere - quanto meno di mettere fuori combattimento qualsiasi carro armato, per l'effetto "trauma" che induce all'interno.

 

Per questa ragione se si dispone di un cannone che ormai non è in grado di tirare un APFSDS o APDS con la velocità sufficiente per assicurare la penetrazione di un carro moderno (è il caso dei cannoni rigati da 105) oppure se si deve fare un tiro molto lungo (in cui l'APFSDS cala troppo di velocità ed è inutile), un buon HESH è la soluzione ideale.

Infatti gli HESH conservano la stessa letalità qualunque sia la distanza di ingaggio (e lo stesso dicasi per le HEAT).

 

Lo svantaggio delle munizioni HESH è che sono lente: intorno ai 700-800 metri al secondo, o anche meno.

Questo significa che è più difficile mettere a segno un colpo, specialmente a grande distanza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma l'esplosione ha effetto solo sul carro o anche sugli occupanti?

Di certo comunque un carro lo immobilizza, solo che a 7-800 metri al secondo non sò se riesce a funzionare accoppiata ai sistemi di controllo tiro moderni....

La munizione è efficace anche contro altri bersagli, tipo bunker ecc?

Share this post


Link to post
Share on other sites

La carica Hesh è in pratica un'esplosivo al plastico.

 

Quando impatta, si spalma sua vasta area del bersaglio ed esplode.

 

Difficilmente riesce a penetrarlo, ma induce una serie di vibrazioni che, oltre a scuotere parecchio il carro (e quindi a compromettere gli apparati più delicati, come i sensori ecc...) è idonea a provocare il distacco di frammenti della corazza interna della torretta (è una specie di onda d'urto che attraversa la corazza e la spella all'interno), frammenti che si staccano con tale forza e velocità da poter uccidere o ferire gravemente gli occupanti, oltre a provocare seri danni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...