Jump to content

Carri armati russi


Leviathan

Recommended Posts

ho appena letto che il sistema israeliano TROPHY ASP verrà istallato su di una versione modificata della stryker,denominata sheriff,appositamente progettata per il combattimento urbano.

questo veicolo oltre al suddetto sistema di difesa attivo avrà il sistema di guerra elettronica WOLFPACK (vorrei sapere cosa è) ed il GUNSLINGER,un arma a tiro rapido studiata per scoprire ed ingaggiare,in maniera autonoma, i cecchini.inoltre avrà,un sistema di rilevamento acustico ed un arma a microonde,in grado di provacare una spiacevole sensazione di bruciore alle forze nemiche (e su quest'ultima i pacicomunisti troveranno pane per i loro denti :P )

 

paralando di lav,vorrei anche sapere il perchè dell'assenza di programmi di migliotramento di corazzatura per i lav dell' usmc.questa scelta è dovuta a questioni di peso o di denari?????

Link to comment
Share on other sites

I marines ci tengono molto (ed è logico) alle doti anfibie, e le corazzature non vanno molto d'accordo con la galleggiabilità.

 

Il Wolfpack è un sistema particolare: esso si compone di alcuni piccoli sensori che vangono disseminati nell'area di operazioni, e questi sensori intercettano qualsiasi comunicazione elettronica del nemico.

Non solo sono in grado di spiare, ma più che altro sono in grado di jammare.

Esso dovrebbe impedire le comunicazioni al nemico e inabilitare i radiocomandi delle bombe.

Link to comment
Share on other sites

ti ringrazio ;) ,ineffetti,vedendo le eaak sugli amatrack non ci avevo pensato (daltronde l'amatrak ha una galleggiabilità molto più spinta del lav).pensavo al contrario che l'aumento di peso lo avrebbe reso intrasportabile dal super stallion.

quindi in fin dei conti i lav se la vedono maluccio anche contro un 14.5 perforante???? :(

Edited by vorthex
Link to comment
Share on other sites

ti ringrazio ;) ,ineffetti,vedendo le eaak sugli amatrack non ci avevo pensato (daltronde l'amatrak ha una galleggiabilità molto più spinta del lav).pensavo al contrario che l'aumento di peso lo avrebbe reso intrasportabile dal super stallion.

quindi in fin dei conti i lav se la vedono maluccio anche contro un 14.5 perforante???? :(

Un 14.5 perforante, specialmente a distanze di ingaggio non elevate, è in grado di mettere in seria difficoltà quasi qualunque mezzo blindato ruotato .... e anche moltissimi di quelli cingolati.

Edited by Gianni065
Link to comment
Share on other sites

La controparte Russa del .50 BMG è il 12,7x109, il 14,5 non ha controparti anche se la FN aveva sviluppato un cannone/mitragliatrice da 15,5, non adottato, che era paragonabile.

 

Quanto alla resistenza dipende molto, il Bradley con protezioni aggiuntive un 20-30 nell'arco frontale dovrebbe accettarlo, anche la nostra centauro è corazzata globalmente contro il 14,5 ma nell'arco frontale resiste al 25 mm e la nuova centauro 120 avrà una corazzatura nell'arco frontale che probabilmente resisterà anche al 40 mm bofors APFSDS.

Diciamo che se un mezzo resiste al 20mm può considerarsi corazzato, anche se la definizione è quantomai nebulosa vista anche la crescita di resistenza delle corazze, infatti solo 25 anni fa un corazzato era quello che resisteva al .50 BMG (si diceva che la differenza tra blindato e corazzato andava a cavallo di una browning).

Link to comment
Share on other sites

Infatti.

 

Anche sui mezzi corazzati e blindati, ricordatevi sempre che quello che dicono i costruttori, o meglio quello che trovate sulle schede tecniche, è solo una parte della realtà.

 

Quando si dice "resiste fino al 20 mm" bisogna vedere:

 

1) a che 20 mm si riferisce

2) a che tipo di munizionamento si riferisce

3) su che arco si riferisce

4) a quale distanza si riferisce

 

Sparare con un cannoncino o una MG pesante da 100 metri è cosa ben diversa che farlo da 500 metri.

 

Quindi tutti i dati vanno presi con le pinze, e occorre sempre tenere presente le regole base:

 

1) solitamente gli MBT hanno una protezione totale almeno fino ai cannoni da 30 mm, ma già un 40 mm in certi settori può far danni, e una protezione frontale fino ai grossi calibri (105 mm e oltre) ma non a distanze ravvicinatissime.

 

2) solitamente i blindati garantiscono una protezione totale contro il fuoco delle armi leggere ma una protezione parziale contro il fuoco delle mitragliatrici pesanti e ben poca protezione contro il fuoco dei cannoni a partire dal 20 mm in su.

 

3) le blindo pesanti, come la Centauro, hanno una protezione intermedia tra i due tipi di sopra.

Link to comment
Share on other sites

Verissimo.

 

La parte posteriore dei carri armati è sempre molto esposta.

Quando parlavo di protezione, però, mi riferivo comunque alla capacità di resistere a una penetrazione in grado di colpire l'equipaggio.

 

Il motore dell'Abrams, nella parte posteriore, è esso stesso elemento di protezione. Ovviamente a spese del motore stesso. (Nel Merkava è il contrario: il motore è anteriore e contribuisce alla protezione della parte anteriore dello scafo).

 

Comunque c'è un vecchio detto tra i militari che dice:

 

"Non c'è nulla di più preciso del fuoco amico"

Link to comment
Share on other sites

piuttosto sono rimasto deluso da alcune fonti che riportano le capacità di perfrazione dei proiettili da 120-125 intorno ai 600-700mm di rha.

a me sembra davvero poco,se confrontato con missili come il kornet,il milan e l'hot (nelle ultime versioni) ed i javelin.........infatti queste armi,hanno capacità quasi doppie.se questi dati fossero veri,un carro come un abrams,che ha un rha frontale di circa 1400 o un bmp-t (la versione da combattimento urbano del t-72,un veicolo bellissimo) con il suo 1200,sarebbero invulnerabili ad un proiettile e non ad un missile,anche se pesante.

ora mi chiedo.......chi è che mente???:D

anche perchè come sapete....non c'è miglior caccia-carri del carro stesso

Link to comment
Share on other sites

Dipende che munizioni, comunque i dati mi sembrano sbagliati.

Se si parla di APFSDS allora non è che sono sbagliati, sono totalmente inattendibili visto che un penetratore in tungsteno o DU buca anche due T-72 in fila a 2000 m (non lo dico così, è successo davvero)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...