Jump to content
Sign in to follow this  
Dominus

Raaf

Recommended Posts

Comprendo che la prima è una domanda strana ma mi è venuta in mente quando ho visto gli F111C Australiani in azione, davvero degli aerei stupendi da vedersi (anche perchè ancora facevano il dump and burn :okok: )

Ma mi chiedo perchè la RAAF adottò questi aerei americani invece del nostro Tornado, davvero una strana scelta visto che l'aereo europeo poteva averlo nell'ambito Commowealth e, mi sembra, che abbia un rapporto costo-efficacia maggiore.

La seconda domanda c'entra poco con questa sezione ma non voglio aprire 3000 topic: come diavolo fanno gli australiani a permettersi il 737 AEW&C quando i nostri generali, che hanno un budget di difesa molto più alto, riescono solo a sognarlo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come ho detto più volte, l'Italia ha un numero incredibile di grossi programmi (non solo aeronautici, ma anche terrestri e spaziali) da finanziare, e alla fine si finisce per rinunciare a cose che probabilmente sarebbero più necessarie (come, appunto, un aereo AEW).

 

Per quanto riguarda l'F-111, bisogna considerare che esso è stato ottenuto dagli USA a prezzi stracciati.

 

Inoltre l'F-111, anche se molto più anziano del Tornado, è un aereo che ha delle capacità, in termini di autonomia, carico bellico e velocità, molto superiori.

 

Infine, occorre ricordare che il Tornado inizialmente non aveva una capacità autonoma di utilizzare illuminatori laser, che invece gli F-111 avevano a disposizione.

 

Ma più di tutto, l'F-111 è un bombardiere che è a metà strada fra i tattici e gli strategici (anzi, gli FB-111 che pure sono stati venduti alla RAAF che li chiama tutti F-111C erano dei veri e propri velivoli strategici) mentre il Tornado è decisamente più tattico.

 

Per le esigenze australiane, che erano e sono quelle di coprire una vastissima aerea del Pacifico meridionale, l'F-111 è decisamente una scelta azzeccata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

I piloti della RAAF notarono che l'apertura per l'espulsione di emergenza di carburante si trovava vicino ai due motori, quindi espellendo il carburante con in regime AB questo si incendia e dovrebbe confondere i missili a guida IR oltre che creare uno spettacolare effetto coreografico, infatti nelle manifestazioni aeree in australia fino a pochi anni fa si poteva vedere questa "performance", sono stato molto fortunato a vederla sia di notte che di giorno (di notte è fantastica)

Share this post


Link to post
Share on other sites
I piloti della RAAF notarono che l'apertura per l'espulsione di emergenza di carburante si trovava vicino ai due motori, quindi espellendo il carburante con in regime AB questo si incendia e dovrebbe confondere i missili a guida IR oltre che creare uno spettacolare effetto coreografico, infatti nelle manifestazioni aeree in australia fino a pochi anni fa si poteva vedere questa "performance", sono stato molto fortunato a vederla sia di notte che di giorno (di notte è fantastica)

Dici dell' F-111C? Quindi gli australiani furono i primi a notare questa effetto su questo aereo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

skusate la mia ignoranza..ke differenza c'e tra tattiko e strategiko??

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, qualche pilota Australiano (magari dopo una bella bevuta ;) ) ha avuto l'idea di espellere carburante con gli AB accesi e ha notato questo simpatico effetto. Pochi anni dopo qualche altro pilota si è ritrovato con mezzo aereo in fiamme mentre si divertiva in questo modo....

 

@Carlo Il tornado era progettato per l'impiego sul campo di battaglia in europa contro le forze sovietiche, gli FB111 possono essere usati come bombardieri strategici a lungo raggio, soprattutto configurati con armi antinave, utilizzo molto utile per la RAAF.

Share this post


Link to post
Share on other sites
si è ritrovato con mezzo aereo in fiamme mentre si divertiva in

:rotfl::rotfl: ..... <_<

 

 

 

 

 

@Carlo Il tornado era progettato per l'impiego sul campo di battaglia in europa contro le forze sovietiche, gli FB111 possono essere usati come bombardieri strategici a lungo raggio, soprattutto configurati con armi antinave, utilizzo molto utile per la RAAF.

aahh...kapittoo...

 

 

 

kmq..

allora il dump and burn lo faccio espellenso carburante e nello stesso tempo inserire l'A/F,no??ma lo fa solo l'F-111 o kosa??o lo fanno anke gli altri sto effetto ma sull'F-111 e piu.....''fiko'' ?? :ph34r:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non mi risulta che lo facciano altri aerei, l'F111 per qualche motivo ha l'espulsione di emergenza del carburante proprio tra i due turbofan creando effetti come questo

 

RIVERFIRE_DUMP___BURN_copy.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

quell'effeto si crea lasciando aperto l'otturatore della macchina fotografica per diverso tempo,a occhio nudo non vedrai mai niente del genere

Share this post


Link to post
Share on other sites

apposta, mi sembrava strano che si potevano vedere queste dose a occhio nudo , dopo ci sono i trucchi... lol

Share this post


Link to post
Share on other sites

....bellissimo.... :mellow:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi il dump & burn è solo un effetto che si fa con l'A/B e l'espulsione del carburante.

Io avevo capito dalla foto che l'aereo aveva preso fuoco.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Si, qualche pilota Australiano (magari dopo una bella bevuta ;) ) ha avuto l'idea di espellere carburante con gli AB accesi e ha notato questo simpatico effetto. Pochi anni dopo qualche altro pilota si è ritrovato con mezzo aereo in fiamme mentre si divertiva in questo modo....

 

@Carlo Il tornado era progettato per l'impiego sul campo di battaglia in europa contro le forze sovietiche, gli FB111 possono essere usati come bombardieri strategici a lungo raggio, soprattutto configurati con armi antinave, utilizzo molto utile per la RAAF.

Io sapevo che la strategia era per vincere la guerra e la tattica era per vincere la battaglia... o forse era l'incontrario?!

Share this post


Link to post
Share on other sites

In via teorica Rekap, è più o meno come hai detto.

 

Strategia significa condotta generale di un conflitto, mentre tattica significa condotta di una battaglia, di uno scontro di piccole dimensioni.

 

Le due cose tendono a confondersi, nella realtà pratica.

 

Ricorrendo a un esempio banale, la battaglia delle Midway fu una battaglia, quindi tutto sommato potremmo definirla uno scontro tattico, ma in realtà la sua importanza era strategica.

 

Oggi si preferisce utilizzare questi due termini nel senso che tutto ciò che riguarda il campo di battaglia e le sue immediate adiacenze, è tattico.

Tutto ciò che è ben dietro il campo di battaglia, è strategico.

 

Un'arma nucleare da 20 KT è tattica, se lanciata contro un battaglione in avvicinamento, è strategica se lanciata contro una città nemica.

 

Per gli aerei, si definiscono tattici quegli aerei che hanno un raggio d'azione massimo che non supera i 1000 - 1500 km, mentre gli aerei con raggio d'azione che arriva a superare i 3000 km sono certamente strategici (e fra i due si collocano i pre-strategici o intermedi).

 

In realtà la cosa non è nemmeno precisa, perchè bisogna vedere cosa sei in grado di trasportare a quelle distanze (il carico bellico), con quale precisione, in che condizioni (ognitempo o no) ecc...

 

Inoltre il rifornimento in volo può tranquillamente dare un significato strategico anche a un velivolo tattico, ed infine, dipende dal contesto: in una piccola aria come il Medio Oriente, ad esempio, anche un F-16 può essere considerato un aereo strategico, mentre in un teatro intercontinentale come quello della Guerra fredda tra USA e URSS, strategici erano solo i grossi bombardieri (e gli F-111 si collocavano ben oltre un Phantom ma ben sotto un B-52).

 

Sta di fatto che gli USA misero a punto una versione dell'F-111, la FB-111, con autonomia maggiorata e avionica modificata, che era considerata come un vero e proprio bombardiere strategico nucleare.

 

Gli FB-111 furono poi ridesignati F-111G e in buona parte comprati dalla RAAF.

 

Vorrei anche precisare che di solito l'impiego antinave è un impiego tattico.

 

Certamente se si ha la capacità di coprire geograficamente un'area di 5000 km di diametro con aerei armati di missili antinave, si può dire che si è in possesso di una capacità strategica.

Share this post


Link to post
Share on other sites
skusate la mia ignoranza..ke differenza c'e tra tattiko e strategiko??

Per convenzione, la strategia è il modo in cui si dovrebbe agire (teoria) per ottenere una vittoria, la tattica è l'insieme di azioni (pratica) con le quali la strategia si realizza e viene portata a termine.

Colpire un colonna di carri non ha lo stesso effetto della distruzione di una fabbrica, un porto, un ponte, una città, una centrale elettrica ecc.. ma non per questo i primi sono meno importanti, se si ripensa alla definizione. Questo esempio, comunque, non è vero in senso assoluto; una colonna di carri, così come una batteria contraerea ad esempio può trovarsi in una posizione tale da ricoprire un'importanza vitale per l'esito di una strategica e quindi di un conflitto, in questo caso ricopre un importanza strategica. E' chiaro dunque come tutto è relativo, non esistono assolutamente bersagli di tipo "strategico" o "tattico", definirli in questo modo è possibile solo in via molto generica o, come ho detto, per convenzione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Gianni!! :adorazione:...insomma è tutto relativo!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Sembra essere l'unica discussione sull'RAAF, perciò piazzo qui:

 

www.aviatonweek.com

 

 

 

 

Boeing’s 737-based airborne early warning and control (AEW&C) aircraft has received its supplemental-type certification (STC) from FAA, marking the first time one of the company’s larger battle management platforms has received this commercial approval rating.

 

“It’s a big milestone for us,” Boeing AEW&C business development senior manager Egan Greenstein says. The STC, received May 11, is an amendment to the 737-700IGW (increased gross weight) certification and means the substantially modified aircraft meets all FAA standard airworthiness requirements.

 

Approval also means pursuing international sales and deliveries will be considerably easier, and comes as Boeing awaits the outcome of an independent study into the aircraft’s Northrop Grumman-developed multirole electronically-scanned array (MESA) radar. Commissioned by the Australian government, the MIT Lincoln Laboratory study is evaluating the baseline architecture of the MESA surveillance system and its abilities.

 

The report was prompted by a series of long-running delays to the program, which was launched with a development contract in 2000 by the Royal Australian Air Force (RAAF) for its Wedgetail AEW requirement. The first pair of six Wedgetail 737s are now slated for delivery in November, roughly three years later than originally planned.

 

If the study returns a negative verdict, Australian reports suggest this could give the RAAF a legitimate reason to cancel the program. But Greenstein expresses confidence and notes significant re-engineering two years ago. “We feel confident about our foundation, and that we’re on the right path, and that there are no weaknesses in the system,” he says. “We have been implementing fixes to improve performance.”

 

Boeing is currently working through acceptance tests on the radar and continues to introduce periodic software drops as the program moves toward first deliveries. “Any changes we’re doing now are minor fixes,” Greenstein says, adding that the early development phase faced issues with radar tracking and integration. “In 2000, when we started, the maturity of the radar system was not as far along as we’d have hoped,” he concedes.

 

Boeing and the RAAF also are working through initial data collected from the aircraft’s first realistic operating exercise. Wedgetails took part in a military operational utility demonstration called Arnhem Thunder from late April to last week, based out of Darwin in the Northern Territories. Working with air, ground and sea forces, the aircraft’s crew controlled multiple engagements over six sorties.

 

Developmental test and evaluation work also is under way on the first of four Turkish Peace Eagle AEW&C aircraft at Boeing Field. Deliveries of the Turkish aircraft are expected to begin in 2010, while the first of four South Korean Peace Eyes are due to enter service in 2011. The remaining three Korean aircraft are scheduled for delivery by the end of 2012. Negotiations, meanwhile, continue with the United Arab Emirates over the potential sale of from two to four AEW&C aircraft, while Boeing has also responded to a request for information from India.

Share this post


Link to post
Share on other sites

beati loro... noi un AEW&C come quello non lo vedremo nemmeno col lanternino... :(

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...