Jump to content
Sign in to follow this  
marco9023

L'italia ha armi per sole 2 ore di guerra intensa?

Recommended Posts

Come da titolo, l'Italia ha armi per sole 2 ore di guerra?

Il professore di religione in qualche modo è arrivato a parlare dell'esercito italiano affermando che l'italia in caso fosse attaccata avrebbe solo 2 ore di munizioni continue, inoltre non avremmo molto carburante per far volare gli aerei.

Io non mi sono espresso in quanto in quel momento non ero certo ma la cosa mi ha sconcertato, è possibile?

Edit: credo si fosse riferito a munizioni di grosso calibro (contraerea, artiglieria, sam...)

Edited by marco9023

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chiacchere da bar, detto così non vuol dire niente

Si è un pò generale ma diceva che in caso di attacco avremmo avuto armi per difenderci 2 ore, quindi immagino armi antiaeree o comunque di grosso calibro, sarebbe veramente strano se fosse vero.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso si riferisse in caso di Terza Guerra Mondiale, solo che adesso non abbiamo più nemici alle porte. Ma a che periodo si riferisce il professore?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso si riferisse in caso di Terza Guerra Mondiale, solo che adesso non abbiamo più nemici alle porte. Ma a che periodo si riferisce il professore?

Ad oggi, dice che non ci sono soldi e che la nostra portaerei finirebbe senza gasolio in poco tempo, così come gli aerei.

Per quanto riguarda le munizioni ha detto 2 ore...boh secondo me ha sparato la cavolata del secolo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Professore di religione .... sacerdote o laico ?

 

O, forse, nelle scuole la "materia" religione non viene più trattata dai sacerdoti ?

 

Mi sa tanto di essere rimasto un pò indietro .... :blushing:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Professore di religione .... sacerdote o laico ?

 

O, forse, nelle scuole la "materia" religione non viene più trattata dai sacerdoti ?

 

Mi sa tanto di essere rimasto un pò indietro .... :blushing:

No professore, poi di religioso ha ben poco dato che, poche volte comunque, partono bestemmie a metà.

Non so se sia realmente informato su questa cosa ma se ha detto una delle solite robe di affidabile c'è poco ma un pò di credibilità l'ho data visto che sembrava fosse un pò informato ma sul fatto delle 2 ore mi ha lasciato spiazzato, chissà dove l'ha letto, magari su un sito pacifista di quelli ben disinformati :okok:

Se fosse vero però ci sarebbe ben poco da ridere, se in 2 ore si rimane scoperti allora è veramente un problema.

Diceva poi che manca il gasolio per far avere un'ampio margine di operatività ai caccia e alle navi, boh a me sembra assurdo ma magari è la triste realtà.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tranquillo amico, dì pure a quello scioperato a spese nostre di insegnare la religione (se la conosce) e non dire 'ste cazzate. Già il concetto di "munizioni per due ore" è una sminchiaggine immensa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tranquillo amico, dì pure a quello scioperato a spese nostre di insegnare la religione (se la conosce) e non dire 'ste cazzate. Già il concetto di "munizioni per due ore" è una sminchiaggine immensa.

Ok sembrava anche a me un'enorme stronzata, daltronde facciamo parte della nato e se fosse così non penso che avremmo avuto i requisiti :okok:

Share this post


Link to post
Share on other sites

in realtà non è un dato totalmente falso ed è concettualmente giusto.

in casa di conflitto col PdV, si sapeva che le scorte di munizioni sarebbero terminate in breve tempo (io ricordo una settimana di autonomia, facendo una media tra le scorte dei paesi NATO), se non adeguatamente riforniti dagli Stati Uniti o dalle fabbriche scampate ai bombardamenti.

 

d'altro canto, tanto per farsi un idea, nella campagna contro la Libia (sicuramente non un conflitto ad alta intensità), è andata perduta una consistente fetta del munizionamento di precisione in mano ai "volenterosi", tanto che si parlava di trasferimento di munizioni da altri paesi. quindi si, in caso di terza guerra mondiale, rimarremmo a secco in breve tempo, se non adeguatamente riforniti e preparati.

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che all'epoca della guerra fredda, in caso di attacco del PdV sulla soglia di Gorizia, si stimava che le nostre forze armate avrebbero potuto resistere tra le 24 ore e una settimana al massimo da sole....... forse si riferiva a questo il tuo professore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

beh...io ci andrei piano con le due ore...un prof. di religione non è di certo un ministro della difesa!....e già uno che parla di aerei che volano a Gasolio mi pare già poco preparato....

 

in ogni caso come è vero che sarebbe difficile resistere a lungo ad una terza guerra mondiale è altrettanto vero che è difficile che questa scoppi!

 

certamente non siamo preparati ad una vera e propria guerra ma nel caso ce ne fosse il timore sono sicuro che il tuo prof. sarebbe già stato licenziato per pagare il rimpiazzo di qualche JDAM o altro....

 

poi ai prof. piace dire certe cose per rendere più interessante la lezione anche a costo di inventarle....pensa che una mia prof di storia sosteneva che l' USAF in Vietnam lanciava Napalm e... piccole bombe nucleari ( testuali parole) sui civili.....inutile dire che era una Hippy convinta :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

beh...io ci andrei piano con le due ore...un prof. di religione non è di certo un ministro della difesa!....e già uno che parla di aerei che volano a Gasolio mi pare già poco preparato....

 

in ogni caso come è vero che sarebbe difficile resistere a lungo ad una terza guerra mondiale è altrettanto vero che è difficile che questa scoppi!

 

certamente non siamo preparati ad una vera e propria guerra ma nel caso ce ne fosse il timore sono sicuro che il tuo prof. sarebbe già stato licenziato per pagare il rimpiazzo di qualche JDAM o altro....

 

poi ai prof. piace dire certe cose per rendere più interessante la lezione anche a costo di inventarle....pensa che una mia prof di storia sosteneva che l' USAF in Vietnam lanciava Napalm e... piccole bombe nucleari ( testuali parole) sui civili.....inutile dire che era una Hippy convinta :rolleyes:

Vabbè avrà scambiato bombe nucleari per l'agente orange...che insomma bene non faceva :okok:, un errore di poco conto :rotfl:

Diceva oltre a questa storia delle 2 ore che anche se abbiamo una portaerei quest'ultima rimarrebbe senza carburante molto presto così come gli aerei.

Mah io volevo dire che anche se ci mancano soldi non siamo proprio sprovveduti ma poi magari si rivelava vero :pianto:

Vabbè avete capito che è pacifista al massimo livello o devo metterlo per esplicito? :rolleyes:

Edited by marco9023

Share this post


Link to post
Share on other sites

Due ore di fuoco continue di una mitragliatrice M3 per capirci sono circa 100.000 colpi un bel pò in condizioni real, dove non si gioca a finisce prima e e non si spara tutti assieme. Per il carburante è ridicolo, i consumi militari sono ormai una piccola parte dei civili, bastano le pompe di gasolio. Del resto più che ai rifornimenti le famose 24/72 ore che ci attribbuivano durante la guerra fredda si riferivano alla nostra capacità di resistenza globale e non alla scorta munizioni. Col senno di poi si potrebbe dire che solo di ingorghi di mezzi russi le prime 24 ore le avremmo resistite senza sparare un colpo. Non dimenticate che all'epoca un t55 era considreato molte volte superiore ai Patton e quasi al livello di un Leopard, i T62 poi esarebbero stati mille miglia avanti ad ogni carro occidentale. Mig 21 e 25 avrebbero annichilito ll'aviazione alleata mentre ilmediterraneo spazzato dai missili antinave russi sarebbe diventato un lago cosacco.

30 anni fa sulle riviste specializzate si prospettava se non la certezza , ma i rischi concreti di un quadro del genere. Quello che è successo dopo l'89 ci ha mostrato il vero potenziale bellico sovietico e certe batoste non sono più spiegabili solo con lo scarso addestramento degli arabi.

Quindi le 24 ore sono una fregnaccia pari alle 72 per arrivare all'atlantico che se manco tedeschi e francesi si fossero messi a dirigere il traffico per i russi si sarenbbero realizzate.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non dimenticate che all'epoca un t55 era considreato molte volte superiore ai Patton e quasi al livello di un Leopard, i T62 poi esarebbero stati mille miglia avanti ad ogni carro occidentale. Mig 21 e 25 avrebbero annichilito ll'aviazione alleata mentre ilmediterraneo spazzato dai missili antinave russi sarebbe diventato un lago cosacco.

Non pensi di esagerare un pochino? :blink:

Alla fine se ci fosse stata una guerra russia-europa la russia avrebbe vinto ma non così facilmente, noi e la germania saremmo stati i primi ad essere spazzati via ma per francia e inghilterra ci sarebbe voluto un bel pò con il tempo di organizzarsi.

Alla fine avrebbero vinto ma non senza perdite, alla fine gli f 104 non erano dei bidoni seppur 1:100

Poi 2 giorni non sono due ore, gli stati uniti qualcosa avrebbero fatto anche perchè non penso sia possibile muovere così tanti carri senza che nessuno se ne accorga.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non pensi di esagerare un pochino?

all'epoca si aveva una visione molto distorta dei mezzi sovietici, sopravvalutandoli sempre... tuttavia, bastava una guerra arabo-israeliana per tranquillizzarsi :asd:

 

Alla fine se ci fosse stata una guerra russia-europa la russia avrebbe vinto ma non così facilmente, noi e la germania saremmo stati i primi ad essere spazzati via ma per francia e inghilterra ci sarebbe voluto un bel pò con il tempo di organizzarsi.

in realtà, invadere l'Italia non aveva molto senso... dopo la pianura padana c'erano solo improponibili montagne.

inoltre... perchè mai l'URSS avrebbe dovuto vincere??? non ci hanno mai invaso per paura di prendere botte da orbi...

 

Poi 2 giorni non sono due ore, gli stati uniti qualcosa avrebbero fatto anche perchè non penso sia possibile muovere così tanti carri senza che nessuno se ne accorga.

traspotare munizioni per centinaia di migliaia di tonnellate non è cosa che si fa in due giorni. ovviamente, però, come giustamente detto, l'attacco sovietico non avrebbe mai potuto essere portato di sorpresa, perdendo molta della sua efficacia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

c'è da considerare che una guerra vecchio stampo non spunta dall'oggi al domani. ci sarebbero quanto meno dei "sintomi" e il tempo necessario per produrre qualche munizione in più. o no?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Siamo tutti d'accordo.

Commenti come quello dell'insegnante di religione nascono in un clima, molto diffuo all'epoca della guerra fredda in cui tutti avevano interesse a dipingere l'arsenale russo aalmeno altrettanto avanzato dell'occidentaale ma , e questo era vero, molto più numeroso.

D'altra parte i comunisti occidentali avevantuttointeresse a propagandare la tecnica sovietica come la più avanzata al mondo ( e ricordo che l'avanzamento tecnico-scentifico era unacomponente essenziale dell'ideologia marxista ). I ministeri della difesa occidentali a lorovolta avevano tutto l'interesse a dipingere un terribile nemico per non vedersi tagliare ancoraimagri bilanci, l'industria poi...

In realtà la vera domanda è "avrebbero mai i Sovietici tentato di invadere l'europa occidentale e perchè? Non è che il loro unico interesse fosse aver le mani libere dietro la cortina di ferro e giocare la partita del domino nel terzo mondo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

all'epoca si aveva una visione molto distorta dei mezzi sovietici, sopravvalutandoli sempre... tuttavia, bastava una guerra arabo-israeliana per tranquillizzarsi :asd:

 

 

in realtà, invadere l'Italia non aveva molto senso... dopo la pianura padana c'erano solo improponibili montagne.

inoltre... perchè mai l'URSS avrebbe dovuto vincere??? non ci hanno mai invaso per paura di prendere botte da orbi...

 

 

traspotare munizioni per centinaia di migliaia di tonnellate no n è cosa che si fa in due giorni. ovviamente, però, come giustamente detto, l'attacco sovietico non avrebbe mai potuto essere portato di sorpresa, perdendo molta della sua efficacia.

Chissà perchè anch'io, a suo tempo, pur senza "pezze d'appoggio", ho sempre pensato che, se i Sovietici avessero tentato di invadere l'Europa, dopo qualche successo iniziale avrebbero preso tante, ma tante di quelle botte .... sempre che l'eventuale attacco non fosse stato subito portato (cosa che i loro piani prevedevano) con armi nucleari con conseguente e terrificante "escalation" ....

 

 

Qualcuno di voi ha mai letto, lasciando perdere Tom Clancy, questi libri ? .... 2lxf2g.jpg .... 2ewk65d.jpg

 

 

Sono molto interessanti in quanto scritti da professionisti ....

 

 

2isbkvo.jpg

 

w1y051.jpg

 

 

 

Una recensione apparsa nel 1979 in occasione della pubblicazione in Italia del primo volume ....

 

xylpc.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

bha... non mi sembra che il libro di Hackett sia tanto migliore di Uragano Rosso. i due libri, d'altro canto sono partono da presupposti molto simili (tensioni in medio-oriente, problematiche interne russe e confronto convenzionale limitato ad annichilire il "pericolo tedesco"). tuttavia, non vedo alcun motivo nell'atomizzare Birmingham e Minsk, due città "inutili" e par di capire che l'attacco russo sia portato di sopresa, cosa impossibile a farsi, e che si esaurisca in un paio di giorni, cosa altrettanto impossibile.

 

tuttavia, il libro di Hackett non l'ho letto. se Pinto, invece, ha letto entrambi, potrebbe fornirci sicuramente migliori osservazioni.

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dato per scontato che l'imponderabile e l'idiozia fanno da padroni nelle cose umane, la logica e la storia dovrebbero indirizzarci, nello scenario prospettato, un' URSS alle prese con lo "sganciamento polacco" , verso una reazione repressiva spietata nello stato baltico accompagnata da un feroce digrignar di denti del tipo " fatevi i fatti di casa vostra" ovvero Yalta me l'ha data guai a chi la tocca. Provocazioni per ristabilire il prestigio? ma la Russia non si è mai mossa dove non potesse contare su una forte quinta colonna o addirittura un movimento comunista già in armi. Dopo l'afganistan crdo che i russi di tropici avessero poca voglia

Edited by cap.med.cpl.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che all'epoca della guerra fredda, in caso di attacco del PdV sulla soglia di Gorizia, si stimava che le nostre forze armate avrebbero potuto resistere tra le 24 ore e una settimana al massimo da sole....... forse si riferiva a questo il tuo professore.

 

Quoto Mustanghino perchè io, sulla soglia di Gorizia, ho fatto il militare circa quarant'anni or sono come radiotelegrafista e, pur senza ricordare esattamente i tempi, confermo che a ciascuna linea di difesa erano stati assegnati dei tempi di resistenza minima.

Qualcosa del genere:

- due ore alla prima linea, quella costituita da installazioni fisse e presidiata a livello di compagnia

- una giornata al reggimento (di fanteria, quindi senza artiglierie mobili o carri, al massimo dei mortai)

in modo da dare il tempo alla divisione di dispiegare le sue forze nel teatro assegnato e resistere un po' più a lungo in attesa della Nato

Buone Feste

Alberto

Edited by alberto49

Share this post


Link to post
Share on other sites

non tenete in considerazione i nostri politici: secondo me scapperebbero subito all'estero, si arrenderanno presto e poi si alleeranno al vincitore ..........vedi l'ultima guerra!,

Share this post


Link to post
Share on other sites

all'epoca si aveva una visione molto distorta dei mezzi sovietici, sopravvalutandoli sempre... tuttavia, bastava una guerra arabo-israeliana per tranquillizzarsi :asd:

 

 

in realtà, invadere l'Italia non aveva molto senso... dopo la pianura padana c'erano solo improponibili montagne.

inoltre... perchè mai l'URSS avrebbe dovuto vincere??? non ci hanno mai invaso per paura di prendere botte da orbi...

 

 

traspotare munizioni per centinaia di migliaia di tonnellate non è cosa che si fa in due giorni. ovviamente, però, come giustamente detto, l'attacco sovietico non avrebbe mai potuto essere portato di sorpresa, perdendo molta della sua efficacia.

 

Quoto...considerate pure che a nord l'italia è abbastanza protetta...non è che potevano far passare i carri per le alpi!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quoto...considerate pure che a nord l'italia è abbastanza protetta...non è che potevano far passare i carri per le alpi!!

Annibale l'ha fatto........................

ricordo che anche la mia maestra delle elementari (1977) parlava delle spettro dell'invasione sovietica che, secondo lei , sarebbe passata dalla Jugoslavia attraverso il Friuli.........( non ho ancora capito perchè non l'hanno fatto gli alleati nella II° GM)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...