Jump to content

Aerei nucleari


THE STIG
 Share

Recommended Posts

dopo la discussione (molto interessante ) sulle navi ad energia nucleare, volevo sapere che fine hanno fatto gli esperimenti sull'utilizzo di energia nucleare per alimentare aerei di grosse dimensioni.

credo che come soluzione siainteressante dato che permette di restare in volo per molto tempo.

la parola agli esperti :okok:

Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...
  • 4 weeks later...

hai la minima idea di cosa significhi stare concentrato per settimane???? è una cosa impossibile dal punto di vista fisico.

per non parlare delle scorte di cibo e acqua... e comunque non deve essere divertente pilotare un aereo da oltre 200 tonn...

Edited by Stefasaki97
Link to comment
Share on other sites

hai la minima idea di cosa significhi stare concentrato per settimane???? è una cosa impossibile dal punto di vista fisico.

per non parlare delle scorte di cibo e acqua... e comunque non deve essere divertente pilotare un aereo da oltre 200 tonn...

Infatti era ironico..non vedi l' "ahahah" finale?certo è che pilotare è qualcosa di fantastico ma non credere che non abbia un minimo di intelligenza nel comprendere i limiti umani..

Link to comment
Share on other sites

scusa, ho frainteso... al computer non si può comprendere bene il tono ironico. :okok::adorazione:

nei test che hanno fatto però hanno solo acceso il reattore, non lo hanno usato per alimentare i propulsori.

Edited by Stefasaki97
Link to comment
Share on other sites

Lo scopo dell' aereo nucleare era, sulla carta, avere un bombardiere strategico da usare in caso di conflitto nucleare (appunto)

Pochissimi posti o nessuno dove atterrare dopo il first strike, e quindi necessita' di permanenze lunghe in volo...magari per colpire altri obbiettivi quando a causa dei bombardamenti con icbm, gli aerei da caccia non avrebbero avuto molte possiiblita' di partenza e rifornimento. e quindi avrebbe potuto muoversi con piu tranquillita'.

 

Un aereo cosi aveva un senso solo nelle ore successive ad un MAD.forse 2 o 3 gg.

Ma non di piu. dopo un MAD cosa c''e da bombardare?

Ssenza contare il rischio per i piloti (comunque un aereo "nucleare" protegge meno i piloti dall'emissione radiazioni per problemi di peso e dimensioni).

Sulla permanenza a livello di "psiche", sarebbe stato meglio che una stazione spaziale e sicuro avrebbero utilizzato personale addestrato. Non lo vedo come un problema prioritario.

Comunque e' stato giustamente abbandonato come progetto.

Edited by nik978
Link to comment
Share on other sites

siccome non lo comprendo, spiegamelo te! :helpsmile:

 

Dal link che ti hanno postato:

 

Il primo progetto della General Electric per un simile motore, prevedeva di utilizzare l'aria proveniente dallo stadio compressore di turbogetti J-53 per farla passare direttamente attraverso il reattore, in modo che venisse surriscaldata per venire poi espulsa attraverso ugelli.

 

Nel 1953 si affiancò la proposta di un motore sviluppato dalla Pratt & Whitney, in contatto con l'AEC per altri progetti, che prevedeva di utilizzare un circuito di riscaldamento per l'aria, anziché farla passare direttamente in prossimità del reattore. Il progetto prevedeva che l'aria venisse riscaldata per mezzo di tubi in cui scorreva metallo liquido, quale sodio. Questo sistema garantiva una migliore efficienza nel riscaldamento e consentiva quindi di utilizzare un reattore più piccolo. Inoltre richiedeva un sistema di schermatura delle radiazioni più leggero, ma non portava vantaggi in termini di peso in quanto il sistema di tubazioni era molto complesso.

 

Non motori elettrici quindi.Si utilizzava il getto di aria calda proveniente dal reattore. Furono studiati 2 motori, 1 più semplice (General Electric) e uno a doppio circuito(Pratt&Whittle).

Il General Electric aveva il piccolissimo difetto di buttare fuori aria che era venuta in contatto diretto con il reattore e quindi radioattiva..

Il Pratt&Whittle invece era più complesso e pesante (aveva un doppio circuito con uno scambiatore di calore in modo da non spargere radiazioni in giro (il fluido riscaldato a contatto con il reattore e quindi radioattivo rimane separato dal contatto esterno) ,qualcosa di simile ai reattori nucleari PWR credo(anche se li il mezzo trasmissivo è l'acqua e non l'aria)).

 

Spero di averti chiarito un pò meglio le idee. Se qualcuno ha da correggere/integrare è il benvenuto.

Edited by Takumi_Fujiwara
Link to comment
Share on other sites

A mio avviso il progetto di un propulso da energia nucleare è stato scartato per un semplice motivo: pesava troppo. Quando hanno costruito le portaerei a propulsione nucleare, la pesante schermatura ha creato non pochi problemi ai progettisti in quando spostava di parecchio il baricentro.

Su un'aereo la cosa è, ovviamente molto grave, agere un'aereo troppo pesante pone limitazioni alle manovre, alla massima velocità e al carico utile trasportabile (armi atomiche in questo caso).

 

Inoltre necessitava di un'equipaggio molto numeroso: oltre ad un certo numero di piloti (che si intercambiano ai comandi), un simile velivolo necessita anche di specialisti per il controllo del reattore.

 

Senza contare che un simile velivolo, in grado di volare per settimane, potrebbe inquinare in modo grave. (anche se schermato, come quello della P&W, non è detto che delle radiazioni potrebbero sfuggire)

 

Come ultima cosa pesate cosa succederebbe in caso di incidente. Un reattore nucleare che si schianterebbe al suolo da 10000m diffonderebbe un numero elevatissimo di scorie.

Link to comment
Share on other sites

comunque mi sembra che nei voli di prova fosse sempre scortato da 2 c130 con persone addestrate alla "pulizia" delle scorie nucleari e a ridurre le radiazioni dal suolo che sarebbe stato contaminato dall'eventuale incidente del suddetto aereo.

@cama81: se quello a cui ti riferisci è il progetto pluto, è stato anch'esso cancellato poco dopo.Project+Pluto+SLAM_blog.jpg

progetto pluto nel dettaglio.

Edited by Stefasaki97
Link to comment
Share on other sites

si esatto ho detto appplicazione per cui è stata pensato ,non che sia divenuto operativo .

 

comunque il pluto è il padre dei cruise moderni era il primo a poter utilizzare il terrain following .

Edited by cama81
Link to comment
Share on other sites

si esatto ho detto appplicazione per cui è stata pensato ,non che sia divenuto operativo .

 

chissà che cosa sarebbe successo e quale scopo avrebbe avuto se non fosse stato cancellato... alla fine è un bene!!!

comunque secondo me il nucleare non si addice ad un aereo.

domanda: che velocità avrebbe raggiunto con i motori che gli dovevano essere montati?

Link to comment
Share on other sites

secondo history channel non dovendosi preoccupare del consumo di carburante ,e dato che si poteva spremere fino in fondo essendo ''usa e getta'' ben oltre mach 2 a un pelo dal terreno

 

se non fosse stato cancellato sarebbe stato un vettore per armi nucleari nel ottica della mad ,non intercettabile e da un autonomia illimitata , probabilmente il contraltare degli icmb a gittata da 20mila km che la russia progettava .

 

chissà se con un gentleman agremeant non si siano decisi a ritirali di comune accordo

 

 

history chanel è una fonte da prendere con le pinze

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...