Jump to content
Sign in to follow this  
madmike

rpg-30

Recommended Posts

Dal documento e da una prima ricerca su google, non ho trovato informazioni sulle caratteristiche tecniche del proiettile precursore; tu ne sai qualcosa?

Share this post


Link to post
Share on other sites

leggendo qua e la in effetti dicono parecchio, meno che la composizione del primo razzo...

sembrerebbe un semplice razzo con una testata detonante in grado di far esplodere le protezioni attive, e qui mi viene un dubbio: nell'immagine viene mostrato che nella 1° detonazione esplodono diverse cariche, ma in realtà esse non sono progettate per esplodere singolarmente, lasciando le mattonelle limitrofe integre?

Inoltre è possibile che il primo razzo cada esattamente nel "buco" lasciato dal fratellino?

 

nonostante quello scritto nell'articolo a me sembra una cosa un poco esagerata definirlo già “Matador de Abrams”, ma mi rimetto a chi sicuramente se ne intende più di me di armi anticarro portatili.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel link che hai dato da notare che il carro armato che viene rappresentato è un abrams americano, non vorrei che i russi avessero strane idee!! :rotfl: :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le caratteristiche del precursore hanno poca importanza. In effetti è soltanto un piccolo razzo che precede di pochissimo quello principale, ed è destinato ad attivare il sistema di difesa attivo (se c'è) o far esplodere o comunque distruggere un buon numero di mattonelle reattive, se ci sono. A quel punto la testata principale trova la strada sgombra per il bersaglio.

E' una soluzione molto semplice, in effetti, anche se definirla Matador de Abrams è inappropriato, visto che sotto il profilo della protezione questi carri si affidano a una sofisticata corazzatura passiva piuttosto che a sistemi attivi o reattivi. Questi ultimi sono stati introdotti sull'Abrams per garantirgli maggiore protezione contro gli RPG nelle parti meno protette, soprattutto contro i lanci multipli di RPG delle prime generazioni. Gli RPG più moderni sono armi estremamente più insidiose e con testate in tandem già particolarmente efficaci nei confronti di protezioni reattive.

L'RPG-30 pare quindi più orientato a superare le protezioni attive, che non quelle reattive.

Tuttavia la minaccia rappresentata da questi sistemi sta soprattutto nella loro portabilità, e la soluzione dell'RPG-30, per quanto semplice e efficace (ma quest'ultimo aspetto è tutto da vedere), nuoce alla portabilità e praticità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

bisgnorebbe vederla in azione, l'idea è estremamente semplice, ma nella pratica no: la distruzione del razzo "esca" potrebbe benissimo deviare o danneggiare la testata princiaple, se essa viaggia a poca distanza dall'esca... come dovrebbe essere, altrimenti sarebbe una soluzione inutile. in ogni caso, stando al .pdf, il razzo principale buca 650mm di RHA... valore tutto sommato bassino, in liena con le vecchie RPG.

 

ma è un impressione mia o sto coso non ha manco un traguardo di mira?

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

RPG 30 dovra essere usato solo contro i bersagli che hanno la corazza attiva....... sono molto semplici mà efficaci contro questo tipo di bersaglio........

 

Però oltre RPG30 c'è anche RPG32 moooooolto piu potente di qualsiasi altra arma di questo tipo!

 

durante test ha penetrato corazza di 1 metro, lungezza di quest'arma è di 32 cm e peso 3kg, può usare diverse "cartridge" da 72 a 105 mm)

Posto video dei test:

(dopo 2min e 25 sec. viene mostrato RPG32) Edited by AlfaAndOmega86

Share this post


Link to post
Share on other sites

sul video in risposta ad una domanda a 2min e 30 sec. parla dei test in Giordania dove RPG-32 in presenza del re ha penetrato la corazza a strati di 1 metro, il re era talmente impresso che ha chiamto quest'arma Hashim.

 

RPG-32 "Hashim" multiple system consists of two parts: the launcher and set of reusable application multicaliber disposable cartridges (72-caliber grenades and 105 mm). Depending on the combat situation, the soldier to decide which part to use: Armor - against a tank or BMP - or temperature - against manpower.

 

Launching device withstands up to 200 shots. Firing range to 700 meters.

 

Penetration of RPG-32 is more than 650 mm after overcoming a dynamic defense.

 

650-750mm Dopo che ha penetrato la corazza attiva. cioe corazza attiva + 650-750mm di corazza.

Edited by AlfaAndOmega86

Share this post


Link to post
Share on other sites

il punto forte dell'rpg7 non era il getto di rame fuso che sparava all'interno del carro dopo l'esplosione della carica? il 30 e 32 hanno questa stessa caratteristica?

Share this post


Link to post
Share on other sites

il punto forte dell'rpg7 non era il getto di rame fuso che sparava all'interno del carro dopo l'esplosione della carica? il 30 e 32 hanno questa stessa caratteristica?

 

 

Non è "Il getto di rame fuso", si parla di carica cava ed effetto munroe, se usi il motore di ricerca c'è più di un topic dove si spiega il funzionamento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh ma il "getto di rame fuso", in soldoni, non è proprio il funzionamento di una carica HEAT?

Dominus, la tua era una pignoleria oppure son due cose diverse?

Edited by Wolfman

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tutte le armi anticarro spallabili (a eccezione del vecchio PIAT che usava cariche HESH) usano cariche cave , quindi anche i vari RPG e certo non è un'esclusiva degli stessi. Cosa che avresti capito se solo se avessi seguito il consiglio di Dominus e fatto una ricerca su cosa sia una carica cava http://www.aereimilitari.org/forum/topic/6572-carica-cava/

 

Quoto sul dover chiamare le cose con il nome che hanno; non vorrei che un domani mi toccasse di leggere "fuoco che esce de dietro" al posto di postbruciatore :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma anche io sono daccordissimo nel chiamare le cose come si chiamano, però il "getto di rame fuso", o di qualsiasi altro metallo utilizzato, come lo chiamò Zak, anche se in modo un po' rude, è una delle conseguenze della detonazione di una qualsiasi carica cava e in generale dell'effetto Munroe.

 

Da come lo aveva detto sembrava che il funzionamento di una HEAT e il "getto di rame fuso" fossero due cose incoerenti l'una con l'altra.

 

Tutto qua.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tutte le armi anticarro spallabili (a eccezione del vecchio PIAT che usava cariche HESH)

 

Il Piat usava una carica Heat, come si evince anche dal percussore distanziato che serviva ad attivare la carica cava ad una giusta distanza.

 

Peraltro, sarebbe stato veramente difficile, per un proiettile che aveva una velocità iniziale di 76 metri al secondo, riuscire ad avere un efficace schiacciamento sulle corazze e l'attivazione della base fuse, che faceva accendere l'esplosivo.

 

 

 

 

 

http://www.wwiiequipment.com/index.php?option=com_content&view=article&id=92:project-infantry-anti-tank-piat&catid=47:british&Itemid=59

 

http://www.inert-ord.net/atrkts/piat/index.html

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vero cavolo! devo averlo confuso con qualche oscuro recoiless rifle sempre made in UK, perche dell'esistenza di un'arma britannica caricata a HESH sono piuttosto sicuro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...