Jump to content

McDonnell Douglas/Boeing F-15 Eagle/Strike Eagle/Silent Eagle - discussione ufficiale


Guest intruder

Recommended Posts

Esteriormente gli F-15A e C praticamente non si distinguevano a parte per gli aerei USAF le prime due cifre del serial number, che fa riferimento all’anno fiscale in cui il velivolo è stato ordinato. Da 73 a 77 per gli A e da 78 a 86 per i C.

I dettagli minimi sono cose che interessano però ai modellisti e qualcuno ci si è divertito a cercarli, fermo restando che le differenze si possono anche perdere per strada con gli aggiornamenti.

https://www.britmodeller.com/forums/index.php?/topic/77069-f-15-differences/

Comunque questo è un A perchè è del 77...

F-15A_Louisiana_ANG_in_flight_over_Flori

e questo è un C perchè è dell’83.

F-15,_71st_Fighter_Squadron,_in_flight.J

Intanto, tornado all'F-15EX, qualcuno s'allarga e "pensa" sia il caso di rimpiazzarci anche anche i non più giovanissimi F-15E...

https://www.airforcemag.com/f-15ex-could-replace-strike-eagle-fleet-in-addition-to-older-c-d-models-usaf-says/

Edited by Flaggy
Link to post
Share on other sites
  • Replies 637
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

I tentativi e le valutazioni di pensionamento dell’attuale linea sono tutti volti a risparmiare risorse e dirottarle verso il rinnovo della flotta a favore di velivoli di quinta generazione. Ricostru

Credo sia un’esigenza umana quella di quantificare le qualità di un velivolo da caccia, siano esse la velocità, il numero di missili, il fattore di carico massimo. E qui sorgono i problemi. Negli an

Si pensa di cambiare l'ala agli F-15C/D, per usare quella più robusta dell'F-15D.   http://www.combataircraft.net/2016/10/14/usaf-looks-to-push-f-15cds-out-to-2045/   L'articolo è interessante per

I " C " avevano anche la possibilità di montare i fast pack anche se questi vennero usati solo dal reparto di difesa aerea in Islanda ( 57th FIW - targa IS) , come si vede in alcune foto in questo sito :

http://www.verslo.is/baldur/Blackknigths.htm

Per esempio :

f15046-024.jpg

 

 

Link to post
Share on other sites

https://www.portaledifesa.it/index~phppag,3_id,3748.html

Voce "insistente" in merito all'idea di rimpiazzare anche gli F-15E con i nuovi EX.

Ora, non è che se ne possa farene una colpa all’F-35 se sia stato pensato per sostituire tuttofare medio-leggeri come F-16 ed F-18 e non pesi massimi come F-15C ed F-15E, ma il problema è lì.

Qui sono manifesti gli errori compiuti decenni fa.

Si può discutere sul fatto che fossero errori nelle specifiche, limiti dei nuovi velivoli, miopie nelle politiche di approvvigionamento: fatto sta che si sono spesi miliardi sul programma ATF, senza che alla fine l’F-22 sostituisse tutti gli F-15C e men che meno gli F-14. Non parliamo degli F-15E perché quelle del Raptor non son certo stive per bombe.

Si è poi abbattuto l’A-12, senza che rimpiazzasse l’A-6 e men che meno fosse adottato dall’USAF, cui per un breve periodo passò per l’anticamera del cervello di ordinarne alcune centinaia di un’apposita variante terrestre.

F-22 e A-12 sono solo esempi, ma non è che una ventina di B-2 giustificassero la spesa e la mancata sostituzione di cariatidi volanti come i B-52...

Il P-3 si pensava di rimpiazzarlo con l’ormai dimenticato P-7 e non molti anni dopo col P-8.

Il Kiowa fu ritirato mentre il sostituto designato Comanche lasciava il testimone in pista (per qualche decennio…) al FARA.

Parliamo dei giurassici derivati del 707, che si fatica a rimpiazzare come aerocisterne con costosissimi derivati di aerei fuori produzione come i 767? Che dire di RC-135, E-8 e E-3? Che del loro rimpiazzo è rimasta la sigla E-10 e fortunatamente "solo" qualche decina di milioni spesi in infruttuosi studi? Ok, ma i 707 sono ancora lì…

E non mettiamoci dentro le altre forze armate coi miliardi spesi a sviluppar Crusader, EFV, LCS o DDG e compagnia cantante, salvo trovarsi senza un nuovo semovente d’artiglieria, un nuovo mezzo d’assalto anfibio o delle navi che facessero quello per le quali erano state pensate.

Solo il JSF è sopravvissuto negli anni (a fatica e in mezzo a critiche feroci) a una girandola di sigle e cancellazioni, mentre per tutto il resto si spendeva senza concretizzare, drenando risorse utili a rimpiazzare mezzi che invecchiavano e che nella migliore delle ipotesi erano sostituiti con se stessi.

Ora molti nodi vengono al pettine e le risorse per gli arretrati non ci sono. Il senno del poi…

Ci vogliono decenni a mettere in servizio un velivolo da quando si comincia ad avere l’idea di un sostituto e se questa idea non si concretizza ecco che ci si ritrova con le pezze al… ehmm…con la toppa che forse è peggio del buco.

L’F-15 nelle due versioni da caccia e bombardamento ha rappresentato per decenni il top di gamma USAF. Ora, con il caccia di sesta generazione relegato ai rendering,  questo top di gamma si pensa di sostituirlo con un incrociatore lanciamissili e con un camion portabombe… Più che una nuova generazione, il figlio indesiderato di se stesso.

Qualcosa dev’essere andato storto negli ultimi venti o trent’anni e temo che i bilanci da salvare di Boeing siano solo una scusante.

Link to post
Share on other sites

F-15EX ... saranno reparti della Oregon ANG i primi a ricevere i nuovi velivoli ... sia a scopo addestrativo che operativo ...

Quote

The Oregon Air National Guard received news Friday from the Secretary of the Air Force regarding the Air Force’s plans to replace the Oregon Air National Guard’s aging F-15C/D Eagles at both Oregon wings with the newly updated F-15EX model. 
Kingsley Field, Oregon in Klamath Falls, is scheduled to transition to the Air Force’s first F-15EX formal training mission beginning in 2022, and the Portland Air National Guard Base is scheduled to become the first operational F-15EX squadron in 2023.
The F-15C/D legacy platform is more than 40 years old and nearing the end of its service life. 
Whereas, the F-15EX, with a 20,000-hour airframe life, guarantees the long-term viability and extension of the mission of the Oregon Air National Guard for many years to come.
“This announcement gives all of our Airmen who work to fly, maintain and support the F-15, a great sense of purpose moving forward,” stated Maj. Gen. Mike Stencel, the Adjutant General, Oregon National Guard.

 ... 142fw.ang.af.mil ... Oregon Air National Guard to Receive F-15EX Fighter Jets ...

Anche qui ... airforcemag.com ... F-15EX Headed to Oregon, Florida as USAF Decides on Fighter Bases ...

??

Link to post
Share on other sites

Ripensamento o precisazione?

Quote

The Air Force doesn’t have to buy all 144 Boeing F-15EX aircraft covered by last month’s major contract award and can terminate the program simply by not ordering any more of the jets, according to Air Force Materiel Command.
In response to a series of email queries from Air Force Magazine about whether USAF has any off ramps to buying 144 F-15EXs over the next 15 years - especially given that the service is also buying fifth-generation F-35s and will soon start buying the even more advanced Next-Generation Air Dominance airplane - AFMC noted that the nearly $23 billion contract awarded to Boeing is of the “indefinite delivery/indefinite quantity” type. 
It said USAF has not entered into an agreement to buy all the planes the contract could potentially cover. 
The $1.2 billion actually spent in the July 13 contract covers just the first eight test aircraft and development.

... airforcemag.com ... AFMC: Air Force Not Bound to 144 F-15EXs ...

In precedenza ... ... airforcemag.com ... F-15EX Could Replace Strike Eagle Fleet, in Addition to Older C/D Models, USAF Says ...

??

Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

Consegnato il primo F110 per gli F-15EX...

https://www.flightglobal.com/defence/ge-ships-first-engines-for-f-15ex-fighter/140194.article

"GE notes that F110s have powered all the F-15s delivered since 2012, including aircraft for export operators Qatar, Saudi Arabia and Singapore."

Si, e a differenza degli F-15 dell'USAF (l'ultimo è del 2001...) tutti motorizzati P&W che ha il monopolio dell'F-35, ma cui spesso va male quando si tratta di proporre l'F100 contro l'F110.

Link to post
Share on other sites
  • 4 months later...

F-15EX ... primo volo ...

Quote

The new Boeing F-15EX fighter jet completed its first flight today, paving the way for the early delivery of the first two jets to the U.S. Air Force later this quarter. 
The jet took off and landed from St. Louis Lambert International Airport, completing a 90-minute test flight before returning to the airport.
Boeing F-15 Chief Test Pilot Matt Giese checked out the multirole jet’s avionics, advanced systems and software. 
A test team monitoring the data collected during the flight in real time confirmed that the aircraft performed as planned.

... boeing.mediaroom.com ... https://boeing.mediaroom.com/news-releases-statements?item=130824 ...

Anche qui ... defensenews.com ... https://www.defensenews.com/air/2021/02/02/the-f-15ex-just-made-its-first-flight/ ...

??

Link to post
Share on other sites
Il 11/8/2020 in 14:02 , Flaggy ha scritto:

https://www.portaledifesa.it/index~phppag,3_id,3748.html

[...]

 

Qualcosa dev’essere andato storto negli ultimi venti o trent’anni e temo che i bilanci da salvare di Boeing siano solo una scusante.

 

Analisi impietosa (di cui per snellezza riporto solo la chiosa) ma che mi trova assolutamente d'accordo. Al di la delle considerazioni, giustissime, sulla miriade di programmi sterili che hanno drenato miliardi, è importante la dichiarazione sul target forse non perfettamente azzeccato dell'F-35. 

Sappiamo da sempre, fin dall'epoca del Phantom, che il vero velivolo flessibile e multiruolo ad alto livello è il velivolo sovradimensionato. Così fu per il Phantom stesso, che ricoprì praticamente qualsiasi ruolo, così è stato per l'Eagle, passato da top dei caccia a top dei cacciabombardieri. Così poteva essere, in qualche misura, per il Tomcat e così è stato anche per l'Hornet, che guarda caso è stato pantografato per poterlo sfruttare al meglio. L'F-35 è sceso a compromessi mentre per l'F-22 il problema è stato proprio di essersi voluto fregiare di caratteristiche esclusivamente aria-aria: quelle stive rendono difficile o impossibile pensare di sfruttarlo proficuamente in altri ruoli, un'opzione che l'avrebbe reso sicuramente più allettante a fronte della spesa gigantesca, l'avrebbe giustificata meglio e forse avrebbe contribuito a tenere le linee di montaggio aperte, con l'effetto collaterale di abbattere il costo per unità, risultato invece faraonico. 

Detto questo, da fan dell'F-15, pur riconoscendo l'EX come una misura anacronistica, non posso che godere del fatto che ne sia uscita una nuova versione così avanzata e con tutti gli ultimi ritrovati. Che attesta di nuovo, qualora ce ne fosse bisogno, la flessibilità e bontà della base originale. Sogno ancora un monoposto puro (con canopy da monoposto), ma so che questa mia speranza non verrà soddisfatta... 

Link to post
Share on other sites

In effetti sarà difficile , a meno che non si installi per lo meno un software con le capacità di connessione informatica di uno F-35 .

Va considerato , inoltre , che , non avendo lo F-15 una segnatura radar ridotta , un operatore di sistemi che si occupi di controbattere gli attacchi elettronici / missilistici farà comodo.

Farà ancora più comodo se si vuole attrezzare l'aereo per compiti particolari ( antinave o wild-weasel ,per esempio)

Lo F-15 lo mantengolno perchè , probabilmente , non se la sentono di rinunciare a una macchina conn prestazioni velocistiche così folgoranti o , nella versione d'attacco , alla possibilità di montare un carico bellico così pesante ( un B-52 tascabile ) o vario per merito dello spazio disponibile sotto le ali.  La capacità di non essere abbattuto dalle difese aeree del 21° secolo dipenderà dalle tattiche e dal munizionamento impiegati.

Certo che se avessero puntato a una riproggettazione più spinta , come il " Silent Eagle " ....

Edited by engine
Link to post
Share on other sites

Però mi risulta, correggetemi, che l'EX potrà comodamente volare con un solo uomo a bordo qualora il secondo membro d'equipaggio non sia necessario. 

Quanto al Silent Eagle, era un concetto affascinante ma ho le mie riserve su quanto avrebbe potuto funzionare al di fuori delle brochure della Boeing... certe parti della fusoliera con angoli retti erano ineliminabili e infatti permanevano, con tutti gli svantaggi del caso. Non basta certo inclinare un po' le derive e piazzare i missili dentro i Fast Packs per ottenere uno stealth!

Edited by Signs_of_Life
Link to post
Share on other sites

L’F-15EX sostituisce i C e come tale volerà essenzialmente con un solo membro dell’equipaggio.

Immagino che il secondo membro dell’equipaggio tornerà utile quando si tratterà di sostituire/reinterpretare il ruolo degli E, gli F-15 più recenti (o meno vecchi che dir si voglia) attualmente in linea.

Link to post
Share on other sites
10 ore fa, Flaggy ha scritto:

L’F-15EX sostituisce i C e come tale volerà essenzialmente con un solo membro dell’equipaggio.

 

Immagino che il secondo membro dell’equipaggio tornerà utile quando si tratterà di sostituire/reinterpretare il ruolo degli E, gli F-15 più recenti (o meno vecchi che dir si voglia) attualmente in linea.

 

Certo che volare da soli e portarsi dietro il seggiolino (vuoto) di un secondo pilota fa un po' ridere... 

Link to post
Share on other sites

Provo a lanciare una provocazione: quanto c'è, concettualmente, a livello di valenza tecnico/tattica, in definitiva di utilità, del Super Tomcat o del Tomcat 21 nell'Eagle EX?  Sono operazioni in qualche modo comparabili?

Mi chiedevo inoltre se a livello di dogfight l'EX mantenga le prerogative del C. Essendo "venduto" come caccia, mi viene naturale pensarci, anche se mi rendo perfettamente conto che il quesito è puramente accademico e ormai il duello aereo sia uscito dagli scenari credibili. Vero che ha più spinta, una struttura probabilmente più robusta mutuata dall'F-15E, cellula nuova eccetera, ma dovrebbe anche essere più pesante e con un carico alare meno favorevole. 

 

Link to post
Share on other sites

Tendenzialmente di ogni velivolo sul viale del tramonto si propone sempre una versione aggiornata come alternativa a qualcosa di nuovo.

A volte va bene, altre va male e succede per molteplici fattori.

Questo accomuna i due velivoli con l’importante differenza l’F-15 è sempre stato aggiornato nel corso degli anni perchè è rimasto sempre in produzione per l’export e questo ha reso più facile la proposta F-15EX che è estermamente piu valido dell’F-15C dell’USAF, senza rappresentare un balzo nel buio rispetto a quanto recentemente prodotto per i paesi della penisola Arabica.

Nel caso del Tomcat 21 parliamo invece di un velivolo che avrebbe dovuto rimpiazzarne uno che non aveva fatto molto più che riproporsi in una stitica produzione di F-14D realizzati solo in minima parte ex novo e che presentava ancora parecchie obsolescenze, alcune concettuali e ineliminabili, come la complessità della formula aerodinamica che avrebbe reso il velivolo sicuramente non competitivo dal punto di vista manutentivo e del contenimento (per quanto possibile) della traccia radar rispetto al più semplice F-18E: in un’epoca di fine Guerra Fredda e di contenimento della spesa sarebbe stato difficile giustificare il costo di acquisto e manutenzione di una versione comunque complessa del primo dei teen fighter.

L’F-15  invece si è sempre dimostrato un velivolo più facilmente gestibile ed economico, bisognoso di meno ritocchi alla cellula e anche grazie a questo l’EX è rimasto in produzione e ha potuto raggiungere la sua finestra temporale fortunata quando si cercava di un velivolo comunque prestante in un’epoca di crescita delle tensioni internazionali.

L’F-15E è vero che è più robusto e pesante del C, ma a ben guardare la vita utile e le capacità di carico della cellula sono state incrementate più con un affinamento progettuale e tecnologico, che non con un massiccio appesantimento strutturale. Il secondo abitacolo non ha tolto carburante e l’avionica è stata ricollocata a spese di un po’ di munizioni da 20mm.

Il peso che vediamo in più è soprattutto quello dei fast pack, ma se da un lato si possono montare anche sul C, dall’altro nulla vieterebbe di toglierli dall’EX in un’ipotetico e surreale confronto tra i due.

Oltretutto il velivolo ha ora un fly by wire vero e quindi probabilmente è anche intrinsecamente meno stabile del velivolo originario, col risultato che si può usare un po’ più di portanza alare per gestire la massa incrementata e un po’ di meno per equilibrare la deportanza di coda.

Edited by Flaggy
Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Flaggy ha scritto:

Nel caso del Tomcat 21 parliamo invece di un velivolo che avrebbe dovuto rimpiazzarne uno che non aveva fatto molto più che riproporsi in una stitica produzione di F-14D realizzati solo in minima parte ex novo e che presentava ancora parecchie obsolescenze, alcune concettuali e ineliminabili, come la complessità della formula aerodinamica che avrebbe reso il velivolo sicuramente non competitivo dal punto di vista manutentivo e del contenimento (per quanto possibile) della traccia radar rispetto al più semplice F-18E: in un’epoca di fine Guerra Fredda e di contenimento della spesa sarebbe stato difficile giustificare il costo di acquisto e manutenzione di una versione comunque complessa del primo dei teen fighter.

Ne approfitto per farti una domanda probabilmente stupida; cui se ritieni puoi rispondere nel topic del Tomcat visto che qui è off topic: è mai stata contemplata almeno vagamente un'ipotesi di F-14 ad ala fissa, tale da superare i problemi intrinseci all'ormai obsoleta freccia variabile?

Link to post
Share on other sites

Credo che la sostituzione della configurazione alare avrebbe comportato un intervento eccessivamente invasivo a tutto il resto della cellula.

Di fatto l’ala a freccia fissa fu contemplata tra la configurazioni prese in esame inizialmente, ma scartata perché oggettivamente impossibile per quei tempi ottenere  la richiesta differenza di velocità tra massima e minima e il bring back imposto dalla necessità di riportare a bordo i preziosi ma pesanti Phoenix.

Un’ala non a freccia variabile avrebbe richiesto una grande superficie e peso con conseguente maggiori difficoltà a garantire le prestazioni di punta.

Se vediamo l’F-15 si presentò qualche anno dopo con una generosa superficie alare e prestazioni velocistiche analoghe o superiori, ma indubbiamente non si distingueva per degli ipersostentatori generosi (al bordo d’attacco manco li ha) e a quei tempi non riportava indietro altro se non 4 Sparrow e 4 ancor più leggeri Sidewinder, atterrando su piste lunghe e con ratei di discesa che non avrebbero sollecitato più di tanto il suo carrello.

Più di 20 anni dopo, ai tempi dell’ATF (poi F-22), la mai nata versione imbarcata  NATF contemplava di nuovo la freccia variabile, a causa del maggiore peso della configurazione a stive, ma ormai i tempi di un’ala in composito e delle prestazioni reali e non ideali in configurazione scarica, erano maturi, con la conseguente rinuncia agli estremi dell’inviluppo di volo che avrebbero richiesto un’ala così sofisticata che faceva oltretutto a cazzotti con la stealthness.

Link to post
Share on other sites

Grazie mille, esaustivo come sempre.

Non è un caso se, grazie all'ala a freccia variabile, la situazione in cui l'F-14 è in vantaggio in un ipotetico duello ravvicinato contro l'F-15 (l'unica in realtà) è quella delle basse quote e bassissime velocità. Il problema insormontabile, per il pilota dell'ipotetico Tomcat (iraniano a questo punto!) sarebbe trascinare il pilota dell'Eagle nell'arena di combattimento a lui congeniale, visto che i duelli aerei generalmente avvengono a quote e velocità ben più elevate. 

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, maxiss ha scritto:

Ma siamo poi tanto sicuri che in dogfight il tomcat sia meglio dell f15? ? 

È assolutamente vero il contrario. L'F-15 è superiore all'F-14 in maneggevolezza e manovrabilità, oltre che in velocità di arrampicata e quota operativa. Soprattutto alle alte quote, ha un vantaggio decisivo sul rivale, che invece può dire la sua a quote più basse e a bassa velocità, grazie all'ala a freccia variabile. Si discusse il tema anni fa in questo stesso forum e la conclusione unanime, supportata da molti dei nostri esperti, è stata che il Tomcat deve stare bene attento a non lasciar avvicinare l'Eagle, altrimenti se la vede brutta. Laddove l'F-14 eccelle è nell'ingaggio a lunga distanza, che infatti è il suo ruolo, grazie all'accoppiata espressamente studiata AWG-9 / AIM-54. L'F-15 è concepito per un teatro operativo ben differente, e cioè per dominare quei cieli europei che al tempo della Guerra Fredda si pensava sarebbero stati il teatro di battaglia con le forze del Patto di Varsavia. In un ambiente come quello, l'AIM-54 è difficilmente utilizzabile in sicurezza e un Tomcat perderebbe gran parte delle sue prerogative d'elezione. 

 

Ti lascio la discussione dell'epoca:

 

Edited by Signs_of_Life
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...