Jump to content

CRISI FINANZIARIA 2008 - Topic Ufficiale -


Recommended Posts

Comunque negli ambienti finanziari certe cose si sanno sempre, tra voci di corridoio e intuito di qualche operatore.

Per esempio è un anno e mezzo che si parla insistentemente del fatto che ci sia qualcosa di strano in uno dei più grandi gruppi industriali italiani, ma qui ho la netta sensazione che non finirà come Parmalat.

Potresti dirci di quale gruppo si tratta? Non farlo se poi sei costretto ad ucciderci... :ph34r:

Link to post
Share on other sites
  • Replies 446
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Beh diciamo che l'operazione di BUY BAck effettuata da FIAT ormai due anni fa non è stata prorpio il massimo della trasparenza e del rispetto delle noorme che solo a livello formale sono state rispettate, comunque l'Italia non può permettersi che FIAT faccia la fine di Parmalat, l'indotto che muove in Italia è qualcosa di spaventoso, con il mio lavoro ho avuto modo di vedere quale sia il peso di FIAT nell'economia italiana ed è realmente incalcolabile.

 

Senza contare che comunque FIAT ha una situazione assai più sana di quella di Parmalat e che non si finanzia continuamente con l'emissione di obbligazioni finte e con interssi altissimi.

 

Nel caso del promotore finanziario è stato molto professionale e confermo anche io (prima facevo anche io il promotore) che se da un lato le banche hanno avuto un comportamnte piratesco e inqualificabile dall'altra l'avidità unita all'ignoranza della maggior parte degli investitori hanno fatto davvero dei disastri

Link to post
Share on other sites
Beh diciamo che l'operazione di BUY BAck effettuata da FIAT ormai due anni fa non è stata prorpio il massimo della trasparenza e del rispetto delle noorme che solo a livello formale sono state rispettate, comunque l'Italia non può permettersi che FIAT faccia la fine di Parmalat, l'indotto che muove in Italia è qualcosa di spaventoso, con il mio lavoro ho avuto modo di vedere quale sia il peso di FIAT nell'economia italiana ed è realmente incalcolabile.

 

Infatti ho prontamente aggiunto che la FIAT non finirà mai in quella maniera, era solo per dimostrare che negli ambienti finanziari in un modo o nell'altro le cose si finisce per saperle, mentre per il grande pubblico arrivano spesso come un fulmine a ciel sereno.

Altro esempio può essere la recente crisi di un grosso gruppo di intermediazione immobiliare Italiano le cui avvisaglie erano ormai note da quasi un semestre.

Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Il mercato immobiliare è in caduta, ho sentito dire (nessuna meraviglia, coi prezzi, assolutamente fuori da ogni logica, delle case...), nessuna meraviglia che i gruppi immobiliari vadano male. A Roma ho già visto sparire diverse agenzie... e non mi meraviglierei che Pirelli RE (Real Estate... che pagliacciata, nessuno sa cosa voglia dire, in Italia, o quasi) fosse il prossimo a boccheggiare.

Link to post
Share on other sites

infatti l'atro giorno parlando con una persona me ne usci " hai visto è sparita la pubblicitta della gabetti in televisoni, casualmente i giorno dopo a lavoro vedo una smart con la scritta di un agenzia immobiliare con piu piccoli gabetti.it

Link to post
Share on other sites

Guarda i marchi in franchising come Pirelli RE hanno molti meno problemi, la botta grossa la stanno prendendo le aziende come Gabetti che mantenevano una vasta rete di filiari di proprietà.

Comunque concordo sul fatto che i prezzi degli immobili siano andati, in questi anni, oltre ogni spiegazione logica.

Link to post
Share on other sites

in molti, me compreso, speravano nel collasso del mercato immobiliare.

Dalle mie parti i terreni costano sempre meno, dopo anni di aumenti continui

 

bene così (per chi vuole una casa chiaramente)

Link to post
Share on other sites

Però devi capire che per molte persone in Italia la casa è l'investimento di una vita, e il crollo dei mercati può essere un brutto colpo anche se, c'è da dire, sono in pochi quelli che sfruttano la casa per fini economici.

Quanto al prezzo tranquillo che presto continuerà a salire, la domanda è troppo grande.

Link to post
Share on other sites

domanda stupida, se ho fatto un muto su una casa che valeva 100 fino ad un anno fa, se oggi la casa vale 80 posso rinegoziare il mutuo al ribasso?

 

Da me i terreni costano sempre uguale, solo le case sono un tantino in ribasso. Poi non capisco che dice che con gli stipendi di oggi non ci si puo fare una casa, non ti potrai fare la casa da 100mq ma un casetta da 45/60mq ci riesci benissimo.

Link to post
Share on other sites

Non si possono rinegoziare i mutui in quel modo.

 

Mi fai venire in mente l'esempio di una mia conoscenza che pagherà per i prossimi trent'anni, un mutuo mensile di 1000€ per un'appartamento in un edificio storico (vecchio) di 55m commerciali.

 

Penso che oltre al problema di trovare i soldi, ci sia anche il problema di trovare tante altre risorse.

 

E trent'anni fa non era così.

Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Tretanni fa, almeno a Bologna, il prezzo medio di un appartamento corrispondeva all'incirca a trenta mensilità dello stipendio di un operaio, si poteva spalmarlo sui dieci anni, oggi non bastarebbero due vite. C'è qualcosa che non funziona in tutto questo. Fra l'altro non capisco come un Paese in denatalità come l'Italia, debba continuamente edificare nuove aree...

Link to post
Share on other sites
Tretanni fa, almeno a Bologna, il prezzo medio di un appartamento corrispondeva all'incirca a trenta mensilità dello stipendio di un operaio, si poteva spalmarlo sui dieci anni, oggi non bastarebbero due vite. C'è qualcosa che non funziona in tutto questo. Fra l'altro non capisco come un Paese in denatalità come l'Italia, debba continuamente edificare nuove aree...

Infatti, ci sono circa 30 milioni di unità ad uso abitativo in Italia, praticamente uno per ogni 2 abitanti. Puoi i proprietari di terreni e abitazioni sono le persone di terza eta, di solito,, che vanno via per motivi naturali e hanno poche eredi. Tutto questo aumenta con tempo le pressioni al ribasso del mercato immobiliare. Puoi se intervenisse il governo, per esempio aumentando significamene ICI per immobili di investimento, che per anni sono vuoti, il gioco sarebbe fatto. Solo in Genova ci sono parecchi di migliaia di appartamenti vuoti appartenenti a speculatori.

 

Saluti,

Debugger.

Link to post
Share on other sites

altra notizia dal fronte finanziario:

WSI: ROUBINI: PANICO E FALLIMENTI DI HEDGE FUNDS ALERT CHIUSURA MERCATI

Centinaia di fondi hedge falliranno e i governi saranno costretti a chiudere i mercati per almeno una settimana a causa della crisi finanziaria che spingera’ gli operatori a stare lontani da qualsiasi forma d’investimento. Ad affermarlo e’ l’economista Nouriel Roubini, professore alla New York University.

 

"Abbiamo raggiunto una situazione di puro panico" ha affermato Roubini, che aveva previsto correttamente la crisi finanziaria 2006, durante una conferenza a Londra. "Ci sara’ una massiccia fuga dagli investimenti, salteranno centinia di hedge funds".

 

Saluti,

Debugger.

Link to post
Share on other sites
non so voi, ma la crisi si fa sentire sull'economia reale, dove lavoro siamo fermi assieme a mezz'italia

Si, ho notato che il traffico portuale di Genova si diminuito parecchio, di solito si vedeva 3-5 navi ancorati vicino il porte. Ora non ci sono più in vista.

Su TV Russo un analista ha fatto la battuta al riguardo della crisi:

Optimisti studiano Inglese, pessimisti Cinese e realisti vanno a compare un calascnikov.

 

Saluti,

Debugger

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...