Jump to content

Modifica al Regolamento


 Share

Recommended Posts

Forse sarò all'antica, ma il linguaggio "stile sms" non mi piace proprio; lo trovo in antitesi con la facilità di lettura e la fruibilità dello scritto. Comprendo che sia nato per rispondere ad una funzione specifica (il risparmio in un sistema dove si paga per la lunghezza del messaggio inviato) e che la lingua è un qualcosa in continua evoluzione e difficilmente codificabile però, considerando la natura del luogo virtuale dove scriviamo (il forum) ed i suoi temi proporrei una modifica al regolamento con l'inserimento di una regola che vieti questo tipo di linguaggio ("k" al posto di "ch"; contrazioni tipo "non"; ecc...), che oltretutto ritengo deletereo per la formazione degli utenti più giovani.

Magari in futuro penseremo anche a maiuscole e congiuntivi, ma per ora mi accontenterei... :)

Link to comment
Share on other sites

Forse sarò all'antica, ma il linguaggio "stile sms" non mi piace proprio; lo trovo in antitesi con la facilità di lettura e la fruibilità dello scritto. Comprendo che sia nato per rispondere ad una funzione specifica (il risparmio in un sistema dove si paga per la lunghezza del messaggio inviato) e che la lingua è un qualcosa in continua evoluzione e difficilmente codificabile però, considerando la natura del luogo virtuale dove scriviamo (il forum) ed i suoi temi proporrei una modifica al regolamento con l'inserimento di una regola che vieti questo tipo di linguaggio ("k" al posto di "ch"; contrazioni tipo "non"; ecc...), che oltretutto ritengo deletereo per la formazione degli utenti più giovani.

Magari in futuro penseremo anche a maiuscole e congiuntivi, ma per ora mi accontenterei... :)

Osservazione condivisibile e pertinente, tanto che il regolamento la prevede già:

:rolleyes:

1.4 - Topic, titoli e post

Prima di aprire un topic in un forum assicurarsi che non sia trattato in altre discussioni già aperte, fare attenzione che l'argomento sia correlato al tema del forum, scrivere un titolo grazie al quale si possa capire l'argomento della discussione.

NB: Qualora la ricerca del forum non dovesse dare i risultati sperati, si consiglia l'utilizzo del motore di ricerca di google integrato in ogni pagina in alto a sinistra del forum oppure nella HOME PAGE del sito.

I titoli ed i testi devono essere scritti in italiano corretto, sia grammaticamente che ortograficamente.

Postare frasi con errori evidenti è sempre una forma di NON rispetto per chi legge.

Non sono consentiti termini abbreviativi da sms come _nn_ cn_sn_ perché_ ke _ ecc..

Oltre ad una pessima capacità comunicativa, tali sigle, così come gli errori di battitura, NON sono recepiti dai bot dei motori di ricerca, vanificando un'adeguata indicizzazione della pagina.

Il Moderatore editerà a sua discrezione testi ritenuti sgrammaticati o in sms style.

Link to comment
Share on other sites

Osservazione condivisibile e pertinente, tanto che il regolamento la prevede già:

:rolleyes:

1.4 - Topic, titoli e post

Prima di aprire un topic in un forum assicurarsi che non sia trattato in altre discussioni già aperte, fare attenzione che l'argomento sia correlato al tema del forum, scrivere un titolo grazie al quale si possa capire l'argomento della discussione.

NB: Qualora la ricerca del forum non dovesse dare i risultati sperati, si consiglia l'utilizzo del motore di ricerca di google integrato in ogni pagina in alto a sinistra del forum oppure nella HOME PAGE del sito.

I titoli ed i testi devono essere scritti in italiano corretto, sia grammaticamente che ortograficamente.

Postare frasi con errori evidenti è sempre una forma di NON rispetto per chi legge.

Non sono consentiti termini abbreviativi da sms come _nn_ cn_sn_ perché_ ke _ ecc..

Oltre ad una pessima capacità comunicativa, tali sigle, così come gli errori di battitura, NON sono recepiti dai bot dei motori di ricerca, vanificando un'adeguata indicizzazione della pagina.

Il Moderatore editerà a sua discrezione testi ritenuti sgrammaticati o in sms style.

Ooopsss... mi era scappata! :sm: Sarà che ne vedo così tanti di messaggi così... :huh:

 

Però è troppo comodo l'edit dei testi non corretti, anzi è un incentivo a farli ("se sbaglierò mi corrigerete!"). Proporrei o la cancellazione totale del messaggio o il warning... in caso di reiterazione del reato :ban?: . Sono troppo duro?

Link to comment
Share on other sites

Ooopsss... mi era scappata! :sm: Sarà che ne vedo così tanti di messaggi così... :huh:

 

Però è troppo comodo l'edit dei testi non corretti, anzi è un incentivo a farli ("se sbaglierò mi corrigerete!"). Proporrei o la cancellazione totale del messaggio o il warning... in caso di reiterazione del reato :ban?: . Sono troppo duro?

 

Beh, la pubblica gogna (informaticamente parlando) è già praticata... :rotfl: Abbiamo dei tutori della grammatica e dell'ortodossia dei topic, tipo Picpus o Paperinik, per citare i primi che mi vengono in mente, oltre ai moderatori veri e propri! Personalmente mi infastidisce lo stile SMS (sinonimo di pigrizia da battitura, come minimo....), mentre sarei più comprensivo sugli errori di battitura.

Link to comment
Share on other sites

io uso solo cmq per dire comunque, (è troppo lungo) se si tratta di sigle le scrivo in maiuscolo....

Io mi riferivo a messaggi tipo questi:

Post #1

Post #2

che evidenziano l'uso dell'odioso stile in maniera sistematica e continuativa (e che sono "passati" senza problemi al vaglio censore dei moderatori <_< ) da parte di alcuni utenti.

 

Di certo refusi ed errori di battitura sono quello che sono: errori, appunto. E' la volontarietà nell'uso di questo pseudo-linguaggio, che tra l'altro evidenzia una superficialità notevole, che, almeno a me, da particolarmente fastidio.

Link to comment
Share on other sites

Guest galland

Sul tema linguaggio stile SMS vorrei fare delle osservazioni: qualche anno fa mi capitò sottomano un volumetto di una trentina di pagine, di cui sono ancora in possesso. Descrive il modo di fare faccine per mezzo della punteggiatura ed altre amenità del genere e quindi … proponeva un linguaggio per SMS: più andavo avanti nella lettura e più quella grammatica stravolta mi ricordava, ma si la “neolingua” in uso nell’Oceania del romanzo 1984 di Orwell. Quelle parole stravolte, monche, tagliate mi hanno fatto qualcosa di più che una brutta impressione.

Con Picpus sarò in disaccordo su tante cose, ma non sullo scrivere in un italiano corretto. Stravolgere una lingua mi appare come qualcosa di profondamente scorretto, entro una certa misura persino l’uso di termini stranieri non è opinabile, ma non così l’alterare parole.

Caratteristica, positiva, del nostro forum è un buon livello di discussione che non si ottiene certo utilizzando un linguaggio che altro non è che caricatura di quello reale.

Tutti i partecipanti, a prescindere dall’età, se ne dovrebbero rammentare e dovrebbero farlo presente quando necessario.

Ed èopportuno che moderatori e Amministratore intervengano secondo opportunità.

Un ottimo sistema, per frenare gli sgorbi linguistici o gli strafalcioni potrebbe essere anche quello di apostrofare l’autore più o meno così: “per carità correggi subito perché se ne accorge Picpus, poi sono dolori …”, come vedete mi prendo sempre la licenza di scherzare.

 

Trascrivo, in ultimo, per chi non li conoscesse alcuni termini del linguaggio SMS resi dal volumetto di cui ho parlato:

AbEcBa (Abbracciami, Eccitami, Baciami)

Al7Cie (Al settimo cielo)

FDMCCV (fa di me ciò che vuoi)

HoBiDTe (Ho bisogno di te)

SeOkNR (Se va bene non rispondere)

Tv? (Ti và?)

NntSop+ (Non ti sopporto più)

CveDT (Ci vediamo da te)

 

E tanto credo basti!

Link to comment
Share on other sites

Sinceramente, da laureato in materie umanistiche e, quindi, da pignolo purista, sinceramente trovo sia riduttivo l'uso del linguaggio stile sms sia, soprattutto, l'italiano sgrammaticato che a volte si usa, in cui il congiuntivo è stato bandito manco fosse un pericoloso criminale, in cui si apostrofa l'articolo indeterminato davanti al sostantivo maschile che inizia con vocale (e, viceversa, non si fa la stessa cosa con il sostantivo femminile), in cui le voci del verbo avere non hanno davanti l'h, ecc.

 

Purtroppo tale "vezzo" è frutto della decadenza della scuola italiana, di un sistema scolastico in cui non si correggono più gli errori sia perché questo costa fatica ed impegno da parte del personale sia perché i figli sono dei geni per i loro genitori e questo li rende inviolabili dai professori (pensate che dove abito una famiglia ha denunciato la scuola per essersi "permessa" di bocciare il loro pargoletto all'esam di maturità. Ai miei tempi la mia famiglia mi avrebbe preso a calci per essermi fatto bocciare!).

 

Detto questo, non instauriamo un clima di caccia alle streghe; vediamo però di aiutare il più possibile la comunità del forum ad un uso corretto della nostra amata lingua italiana.

Link to comment
Share on other sites

Sul tema linguaggio stile SMS vorrei fare delle osservazioni: qualche anno fa mi capitò sottomano un volumetto di una trentina di pagine, di cui sono ancora in possesso. Descrive il modo di fare faccine per mezzo della punteggiatura ed altre amenità del genere e quindi … proponeva un linguaggio per SMS: più andavo avanti nella lettura e più quella grammatica stravolta mi ricordava, ma si la “neolingua” in uso nell’Oceania del romanzo 1984 di Orwell. Quelle parole stravolte, monche, tagliate mi hanno fatto qualcosa di più che una brutta impressione.

Con Picpus sarò in disaccordo su tante cose, ma non sullo scrivere in un italiano corretto. Stravolgere una lingua mi appare come qualcosa di profondamente scorretto, entro una certa misura persino l’uso di termini stranieri non è opinabile, ma non così l’alterare parole.

Caratteristica, positiva, del nostro forum è un buon livello di discussione che non si ottiene certo utilizzando un linguaggio che altro non è che caricatura di quello reale.

Tutti i partecipanti, a prescindere dall’età, se ne dovrebbero rammentare e dovrebbero farlo presente quando necessario.

Ed èopportuno che moderatori e Amministratore intervengano secondo opportunità.

Un ottimo sistema, per frenare gli sgorbi linguistici o gli strafalcioni potrebbe essere anche quello di apostrofare l’autore più o meno così: “per carità correggi subito perché se ne accorge Picpus, poi sono dolori …”, come vedete mi prendo sempre la licenza di scherzare.

 

Trascrivo, in ultimo, per chi non li conoscesse alcuni termini del linguaggio SMS resi dal volumetto di cui ho parlato:

AbEcBa (Abbracciami, Eccitami, Baciami)

Al7Cie (Al settimo cielo)

FDMCCV (fa di me ciò che vuoi)

HoBiDTe (Ho bisogno di te)

SeOkNR (Se va bene non rispondere)

Tv? (Ti và?)

NntSop+ (Non ti sopporto più)

CveDT (Ci vediamo da te)

 

E tanto credo basti!

Personalmente odio il telefoninico e amo il latino. Mandando sms spesso uso il latino (e l'ebraico!). Purtroppo non parliamo più latino...perchè..con storpiature si é evoluto in italiano, francese, rumeno,INGLESE, etc. Con il ielefoninico si trascurano gli articoli e si torna all' ablativo assoluto ( il latino e l' aimarà sono le lingue più "facili" per i computer ). Dobbiamo constatare l' eterno evolversi delle lingue ( o il ritorno al futuro ). Quanto alle abbreviazioni , paragonate un testo classico latino alle epigrafi sui monumenti, monete etc. Detto ciò, PROIBITE IL TELEFONINICO !!

Link to comment
Share on other sites

è la volta ke..ehm che mi bannano :unsure: ...bè piano uso cmq non e ke anke..ma dove ci va la C normale non metto la K

es ipotetiko lo scrivo ipotetico normale...sti sms tutto per esser veloci guarda cosa hanno fatto :asd:

be quelli di galland sono esagerati Al7Cie e che è? un rebus?

 

e la prossima frase come firma sarà : il 98% dei ragazzi usa troppo spesso le k al posto del ch..se sei nel 2% copia e incolla questa frase nella tua firma

oppure: l'uso frequente di abbreviazioni porterà una malattia non curabile.. il bannaggio immediato

Edited by Gabu86
Link to comment
Share on other sites

Guest Folgore

no per quello c'è un immagine con una K barrata.. Non sono analfabeta e non sento l'irrefrenabile bisogno di deturpare la mia lingua con K ed altre abbareviazioni... mi pare che un utente in firma ce l'abbia...

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Ripropongo quasi integralmente un articolo, come contributo sul problema della modalità con cui ci si esprime e del linguaggio impiegato, che sono cose serie, molto più di una semplice questione di pignoleria da parte degli utenti più anziani o più "dotti".

 

 

Cominciamo con l’italiano da http://www.tempi.it/cultura/002447-cominciamo-con-l-italiano

I nostri giovani non sanno più parlare delle cose. Ma ogni pezzo che manca al linguaggio è un colore della vita in meno. E questo vale pure per la grammatica di Federica Mormando*

 

La BocconiTrovato&Partners di Milano ha indagato sulle conoscenze lessico-grammaticali dei nostri studenti (delle scuole superiori). Il 38 per cento ha difficoltà col congiuntivo, il 27 per cento con il condizionale e il 31per cento col passato remoto. Nello scritto, il 63 per cento ha problemi con gli accenti e il 22 per cento va in crisi se deve usare doppie consonanti.

Questi risultati hanno una valenza ben più estesa di quella scolastica: il linguaggio non è materia staccata dal vivere né dalla personalità. Ogni tempo verbale, ogni accento, ogni sfumatura corrisponde a un’immagine, un ragionamento, una dinamica del pensiero e del sentimento. Impoverire il linguaggio è impoverire la persona, il bagaglio individuale di sensazioni, sentimenti, ricordi, previsioni, progetti. E la comunicazione. Il congiuntivo indica una possibilità, un fatto che si pone come eventuale. L’uso del congiuntivo presuppone la capacità di distinguere tra fantasia, ipotesi e realtà. È un modo la cui presenza nella mente permette la creatività, la speranza, il rimpianto: una serie di emozioni e modi di essere che colora il pensare e capire eventi e persone. Senza congiuntivo si è tendenzialmente rigidi, privi di alternative e di fantasia. Il condizionale indica invece un evento che si verifica solo se è soddisfatta una determinata condizione. Possedere il condizionale è la base per ogni ricerca, per la sperimentazione, e ancora per la distinzione della realtà dalla fantasia o dalla superficiale induzione. Nell’itinerario scientifico sulla strada del condizionale è compresa la capacità di autocritica e di riconoscimento sereno dell’errore. Il passato remoto indica invece avvenimenti compiuti in un passato lontano dal momento in cui si parla. È il fondamento della storia, del senso della vicenda personale e sovrapersonale. Esprime la capacità di collocare cronologicamente i fatti, a prescindere dall’informazione scarna delle date. L’assenza del passato remoto attualizza tutto, togliendo la prospettiva temporale e rendendo difficile la comprensione delle cause. Quanto agli accenti, danno il ritmo, il timbro del comunicare; i sinonimi, la coscienza delle piccole differenze. Un conto è dire “bello”, un altro conto è saper distinguere fra leggiadro, grazioso, splendido, magnifico, gradevole, armonioso…

Così, ogni pezzo di grammatica “tagliato via” è un colore in meno nella vita, un talento in meno, uno sviluppo minore del cervello. Fino ad arrivare alla noia del tutto uguale, all’inconsapevolezza del percorso causa-effetto, all’incapacità di progettare, all’atrofizzazione del dialogo. Infatti sono problemi assai diffusi la noia, la mancanza di progettualità, la contemporeanizzazione di tutto, il valore effimero ed eterno dato all’attimo presente, il grigiore della mancanza di alternative. Tutte caratteristice della depressione, della debolezza, del’incomunicazione con sé e con gli altri. ...

Edited by lender
Link to comment
Share on other sites

Ehi lender! vedi che qua giovani non sono tutti uguali! :lol:

 

Forse volevi dire:

Ehi Lender! Vedi che qua i giovani non sono tutti uguali! :asd::asd:

 

Non me la sto "prendendo" con i giovani in generale, solo con quelli che pensano e scrivono solo in stile sms... -_-

Edited by lender
Link to comment
Share on other sites

Qua non faccio molta attenzione a tutte le regole grammaticali, ma sicuramente mi faccio capire di più di chi direbbe così:

kua non faccio mlt attnz a ttt le rgl grammatikali, ma sikuramente mi faccio kapire di + d ki direbbe ks!

 

:asd:

Link to comment
Share on other sites

Forse volevi dire:

Ehi Lender! Vedi che qua i giovani non sono tutti uguali! :asd::asd:

 

Non me la sto "prendendo" con i giovani in generale, solo con quelli che pensano e scrivono solo in stile sms... -_-

 

La sera prova a venire su in centro qui da me e a rivolgerti a qualche ragazzo e/o ragazza parlando un italiano corretto: ti manderebbe a quel paese dicendoti : "Parla come magni" -_- non saprei se ridere o piangere.........

Link to comment
Share on other sites

La sera prova a venire su in centro qui da me e a rivolgerti a qualche ragazzo e/o ragazza parlando un italiano corretto: ti manderebbe a quel paese dicendoti : "Parla come magni" -_- non saprei se ridere o piangere.........

 

Ben venga il dialetto, piuttosto che l'smsese... :adorazione:

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...