Jump to content
Graziani

Royal Navy - discussione ufficiale

Recommended Posts

ho letto che in Russia ed in Germania sono stati prodotti siluri a "supercavitazone" che, sia pure per brevi distanze, ossono viaggiare a 400km/h senza difficoltà risultando anche discretamente manovrabili. Non risultano, ancora, progetti inglesi equivalenti o qualcosa di simile a contromisure efficaci.

secondo me se questo fosse vero, e se fosse confermata la capacità dei radar ad "apertura sintetica" come Sharad e Marsis di individuare i grossi sottomarini in immersione, i sofisticati sottomarini britannici potrebbero trovarsi in difficoltà

sui problemi di bilancio, non posso non pensare al fatto che per motivi un pò reali, un pò "pretestuosi" i contractors che sembrano diventati semi-divini presentano conti sempre maggiori, alla lunga nsostenibili. Capisco che avre un buon rapporto con le aziende produttrici di armamenti è auspicabile altrimenti ci sono "molti problemi", ma con tutto il rispetto mi sembrano diventati troppo esosi. Penso che i politici dovrebbero modtrarsi più fermi quando si discutono i contratti

Edited by Simone

Share this post


Link to post
Share on other sites

i siluri a supercavitazione, soprattutto lo Shkaval russo, sono immanovrabili, essendo concepiti come arma di ritorsione nel caso di un attacco condotto contro il sottomarino, da parte di un altro sottomarino http://www.aereimilitari.org/forum/index.p...=2333&st=15. se uniamo questo dato all'impossibilità di valutare un radar per individuare i sottomarini, CHE NON ESISTE, possiamo catalogare il tuo dubbio come totalmente infondato ;)

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si pensa di dotare le 2 prossime portaerei di catapulte e, di conseguenza, di rinunciare alla versione "B" dell'F-35 a favore della versione "C".

 

 

Eccovi il link ad un articolo in francese:

 

http://www.corlobe.tk/article15458.html

 

 

ed il link ad un articolo in inglese:

 

http://www.telegraph.co.uk/news/newstopics...ter-engine.html

Share this post


Link to post
Share on other sites
Si pensa di dotare le 2 prossime portaerei di catapulte e, di conseguenza, di rinunciare alla versione "B" dell'F-35 a favore della versione "C".

Eccovi il link ad un articolo in francese:

 

http://www.corlobe.tk/article15458.html

ed il link ad un articolo in inglese:

 

http://www.telegraph.co.uk/news/newstopics...ter-engine.html

 

Buongiorno a tutti , questo è il mio primo post, son quì per un dubbio che mi è nato da questa notizia , che ho visto anche citata altrove.

Penso che che la rinuncia alla versione B da parte dei britannici non sia una buona notizia per noi, in fondo meno acquirenti potrebbero implicare costi maggiori o addirittura la fine portare

alla fine del già scricchiolante progetto.

Gradirei una vostra opinione in merito...

Share this post


Link to post
Share on other sites

1) E' solo una voce quella che vede la rinuncia al B da parte del regno unito, che sarebbe una pazzia per un' infinità di motivi

 

2) Il mercato richiede un aereo STOVL indipendentemente dalle scelte d'oltremanica

 

3) Il progetto è tutt'altro che scricchiolante, anzi è solido sia dal punto di vista economico sia, e soprattutto, dal punto di vista tecnologico nonostatne sia veramente innovativo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1) E' solo una voce quella che vede la rinuncia al B da parte del regno unito, che sarebbe una pazzia per un' infinità di motivi

 

2) Il mercato richiede un aereo STOVL indipendentemente dalle scelte d'oltremanica

 

3) Il progetto è tutt'altro che scricchiolante, anzi è solido sia dal punto di vista economico sia, e soprattutto, dal punto di vista tecnologico nonostatne sia veramente innovativo.

 

grazie della puntuale risposta...intendevo scricchiolante perchè ho letto in più fonti che seppur valido sembrava dover essere abbandonato causa gli elevati costi, d'altronde i britannici pare vi dovessero rinunciare per questo motivo (salvo poi dover riprogettare la nave che hanno appena cominciato a costruire)

Share this post


Link to post
Share on other sites
grazie della puntuale risposta...intendevo scricchiolante perchè ho letto in più fonti che seppur valido sembrava dover essere abbandonato causa gli elevati costi, d'altronde i britannici pare vi dovessero rinunciare per questo motivo (salvo poi dover riprogettare la nave che hanno appena cominciato a costruire)

 

 

Calcola che delle scelte che fanno i Britannici negli ultimi anni bisogna apprendere tutto il possibile.....per farne l'esatto contrario.

 

Così non sbagli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2) Il mercato richiede un aereo STOVL indipendentemente dalle scelte d'oltremanica

 

Per la verità se rinunciassero gli inglesi gli unici a restare col cerino in mano saremmo proprio noi.

 

Le LHD di spagnoli ed australiani vanno benone anche solo con elicotteri, le capacità aeree sono secondarie rispetto a quelle anfibie.

 

Ai Marines la cosa non farebbe piacere ma possono comunque usare i loro F-35C imbarcati sulle CVN.

 

Altri utilizzatori non vedo visto che gli indiani stanno passando allo STOBAR

 

L'unica Harrier-carrier costruita negli ultimi 20 anni è stata la Cavour, ne ci sono segnali che a breve qualcuno costruirà un'altra portaerei leggera STOVL. La tendenza è:

- o, se si hanno i soldi, costruire CV convenzionali. Il discorso si applica anche ad UK, visto che le QEII sono da progetto modificabili in CATOBAR

- o costruire LHD anfibie in grado anche di operare qualche aereo, ma non come caratteristica principale

Edited by Rick86

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ai marines il B serve tanto quanto a noi, non tanto per imabarcarlo quanto perchè la loro dottrina prevede la presenza di supporto aereo ravvicinato con aerei STOVL.

 

Visti i numeri che hanno ordinati direi che non ci saranno problemi anche se gli inglesi si decidessero all'ennesima cazzata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono d'accordo con te, e penso anche che ormai l'F-35B sia ad uno stadio talmente avanzato da renderne molto difficile una sua eventuale cancellazione a meno che non saltino fuori problemi enormi col prototipo.

Diciamo che al primo atterraggio verticale con un minimo di bring back avremo la certezza assoluta ma oggi lo STOVL è al 98% certo.

 

Col cerino in mano intendevo che saremmo gli unici a restare senza sostituto. Certo ai Marines non farà piacere rinunciare alle capacità del B, ma il CAS possono sempre farlo con i loro aerei decollati da una CVN.

Noi cosa facciamo volare dal Camillo??????

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sono d'accordo con te, e penso anche che ormai l'F-35B sia ad uno stadio talmente avanzato da renderne molto difficile una sua eventuale cancellazione a meno che non saltino fuori problemi enormi col prototipo.

Diciamo che al primo atterraggio verticale con un minimo di bring back avremo la certezza assoluta ma oggi lo STOVL è al 98% certo.

 

Col cerino in mano intendevo che saremmo gli unici a restare senza sostituto. Certo ai Marines non farà piacere rinunciare alle capacità del B, ma il CAS possono sempre farlo con i loro aerei decollati da una CVN.

Noi cosa facciamo volare dal Camillo??????

 

 

Ma l'USMC non prende 'F-35B per fare CAS da una portaerei e neanche, almeno principalmente, per usarlo dalle LHD, ma per avere un mezzo proiettabile e rischierabile in pochissimo tempo anche su piste corte e/o semipreparate, in linea con la vocazione expeditionary del corpo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

altre gabole per la royal navy....sembra infatti che il programma relativo ai type 45, oltre ad avere accumulato 2 anni di ritardo sulla realizzazione, abbia un altro piccolo problemino: il sistema SAMPSON/ASTER non è ancora stato testato, quindi la FOC si avrà solo nel 2011...ciò si tradurrà in un ulteriore aggiornamento dei vecchi type 42 con ulteriori costi aggiuntivi....

Share this post


Link to post
Share on other sites
altre gabole per la royal navy....sembra infatti che il programma relativo ai type 45, oltre ad avere accumulato 2 anni di ritardo sulla realizzazione, abbia un altro piccolo problemino: il sistema SAMPSON/ASTER non è ancora stato testato, quindi la FOC si avrà solo nel 2011...ciò si tradurrà in un ulteriore aggiornamento dei vecchi type 42 con ulteriori costi aggiuntivi....

 

 

Ben gli sta, così imparano a fare i preziosi e a sviluppare i sistemi in proprio.

 

Il nostro EMPAR sarà inferiore ma almeno è già pronto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

forse se ne sarà già parlato in un altro topic, ma- onsiderato che negli ultimi due conflitti "imponenti" la GB ha avuto grandissimi problemi a causa di relativamente pochi sommergibili/sottomarini nemici, e che adesso come adesso è forse più dipendente dalle importazioni di cereali e vivande che nel xx secolo, sorprende un pò che attualmente la Royal Navy sembri 2poco attrezzata" per la lotta anti-sommergibile

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tralasciando il fatto che nell'ultimo conflitto combattuto dalla RN i sottomarini hanno praticamente fatto vincere la guerra ai sudditi di sua maestà, è normale che una marina che era costruita per interdire il passaggio della G-I-UK ai sottomarini sovietici e che ora deve principalmente proiettare potenza diminuisca gli investimenti nel campo dell'ASW per privilegiare altri settori, ancor più normale se si conta la crisi economica che la investe.

Edited by Dominus

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse, anzi, molto probabilmente è una preoccupazione infondata, però in un futuro non troppo remoto "qualcuno" potrebbe, in caso di crisi internazionale, arrivare a paventare od addirittura minacciare "blocchi navali" o "embarghi" all'Europa, soprattutto se dovesse mettere in pratica i progetti di costruzione di "10 portaerei" e "nugoli di sottomarini d'attacco". In questo caso dovrebbe esere a Gran Bretagna a dissuadere od addirittura a contrastare questi propositi bellicosi. Certo, i cacciabombardieri stealth a lungo raggio saranno molto probabilmente un ottimo mezzo di deterrenza, ma a mio avviso una buona capacità anti sottomarino non sarebbe disprezzabile, ma è un ragionamento che parte dalle premesse che ha...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Era difficile pure per la flotta sottomarina sovietica bloccare l'europa, sentiamo chi sarebbe questo nemico mascarato?

 

E soprattutto in un momento in cui la RN si trova in difficoltà ad adempiere al suo compito ormai prioritario, proiettare potenza, con il programma CVF a rischio come fanno ad investire sull'ASW?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io sono un pò preoccupato dalla nuova URSS, anzi, più di un pò. Comunque se i soldi non ci sono, non li si può inventare , ma non nascondo che da una marina britannica "indebolita" oltre il ragionevole non può sortirne del bene, nè per loro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La scorsa settimana i media britannici e diversi forum stranieri in lingua inglese hanno divulgato la notizia della rinuncia della Royal Navy alla Principe di Galles, seconda portaerei della classe Queen Elizabeth, che sarebbe dovuta entrare in servizio nel 2018. I motivi sono chiaramente di ordine economico, a causa della crisi mondiale che ha colpito duramente anche l'economia britannica.

La due portaerei in programma avrebbero dovuto sostituire la HMS Invincible, messa in riserva nel 2005, e le due unità della stessa classe Ark Royal e Illustrious, che si avvicinano rapidamente al termine della loro vita operativa.

Tuttavia, il contratto per la realizzazione delle nuove unità é stato firmato solo nel luglio del 2008 con un impegno finanziario pari ad almeno quattro milioni di sterline, contro i tre milioni e mezzo previsto inizialmente, ed il varo della prima unità fissato per il 2014. Il taglio delle prime lamiere é avvenuto 12 mesi più tardi e nel frattempo i costi hanno ripreso a crescere a dismisura lasciando intravvedere un aumento fino ad almeno dieci miliardi di sterline, il cui reperimento é apparso assai problematico.

Gli aumenti sarebbero dovuti all'inflazione (il Regno Unito non é ancora entrato nell'Euro), alle continue modifiche apportate al progetto e alla forzata rinuncia alle economia di scala che si sarebbero ottenute con la costruzione di una terza portaerei della classe (per quanto differente nei sistemi di lancio degli aerei) da parte della Francia. La Marine Nationale ha dovuto sospendere il suo progetto, sempre per motivi economici.

Dato però che il contratto complessivo per le due navi di Sua Maestà era già stato firmato, e non si poteva perciò rinunciare alla seconda unità, è stata trovata una soluzione di ripiego interessante ed economicamente sostenibile. Mentre da un lato si rinuncerà alla seconda portaerei, dall'altro gli aerei imbarcati f35B verranno ridotti a soli 50 esemplari contro i 138 previsti inizialmente..

La nave verrà comunque costruita, ma sarà utilizzata come unità portaelicotteri da sbarco che sostituirà la HMS Ocean la cui uscita dal servizio avverrà nel 2018.

Per ora non sono noti ulteriori dettagli sulla Principe di Galles . Non si sa ad esempio, se si tratterà del progetto iniziale estesamente modificato o di un progetto del tutto nuovo, che preveda un bacino allagabile, non diversamente dalle WASP USA. In questo secondo caso é da ritenere che il tonnellaggio sarà ridotto in modo significativo.

In conclusione pare interessante rimarcare come per gran parte del prossimo decennio le marine europee principali (U.K., Francia, Italia e Spagna) saranno TUTTE dotate di una sola portaerei, seppure con caratteristiche e capacità diverse. La differenza verrà fatta dalle grandi unità anfibie.

 

http://forum.keypublishing.co.uk/showthrea...5233&page=3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Frena frena :o

 

Non è che rinunciano alla PoW.

 

Semplicemente prendono atto che non possono permettersi più di 50 - 60 F-35B e allora dicono "la portaerei sarà una sola, e l'altra siccome dobbiamo farle fare qualcosa la usiamo come portaelicotteri". In verità faranno esattamente come fa oggi MMI con 17 Harrier, la Cavour e il caro vecchio peppino.

La QEII (cioè la Cavour) come PA ufficiale e la PoW (cioè il Garibaldi) come nave anfibia. Quando la QEII (cioè il Cavour) fosse ai lavori, viene usata come portaerei "di scorta" la PoW (cioè la Garibaldi).

 

Certo a meno che non mettano un Phalanx in mezzo al ponte :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

News riguardo le due nuove portaerei???

saranno 2 oppure solo una e l'altra sarà utilizzata come portaelicotteri come descritto sopra??

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×