Vai al contenuto

Messaggi consigliati

due giorni fa la Russia ha lanciato un missile R-30 da un sottomarino in immersione nel Mar Bianco. 15 giorni fa aveva lanciato un RS-24 (Topol-M Mirved) da un lanciatore mobile. L' attivita' SDI degli USA stanno movimentando il panorama strategico mondiale (anche la Cina corre ....)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sempre problemi per il "Bulava": situazione attuale e possibili alternative, analizzate nell'articolo, in francese, al seguente link:

 

http://www.corlobe.tk/article11429.html

 

 

e nell'articolo, in inglese, al link che segue:

 

http://en.rian.ru/analysis/20081114/118312605.html

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite intruder

Siamo alle solite, pare di capire: armi (o sistemi d'arma) temibilissime all'apparenza, nella realtà...

 

 

 

 

Nuovo test, nuovo fallimento per il missile balistico intercontinentale Bulava, che nei piani strategici russi dovrebbe diventare il 'chiavistello' di qualsiasi sistema di difesa missilistica. Il missile è stato lanciato alle ore 6 di Mosca (le 4 in Italia) dal sottomarino a propulsione nucleare Dmitri Donskoy, ha riferito una fonte del settore industriale militare russo all'agenzia Interfax. Le prime due fasi del lancio sono riuscite, ma nella terza si sono verificati "seri problemi" ed è scattata l'autodistruzione del missile. Il portavoce della Marina militare Igor Dygalo ha poi confermato ufficialmente: "autodistruzione, con esplosione in volo". Si tratta del quinto fallimento per il test del Bulava. Fonti della Difesa moscovita hanno fatto sapere che "non sono previsti più lanci prima della fine del 2008. Il programma di sperimentazione per il complesso Bulava prevede tre o quattro lanci nel 2009. Dipende dai risultati se il missile entrerà in funzione". Il Bulava è progettato con una gittata massima di 10.000 chilometri e dovrebbe poter portare da sei a 10 testate nucleari multiple indipendenti. L'accelerazione del programma per la messa in funzione è stata vista come una risposta ai progetti Usa per l'installazione di uno scudo antimissile in Europa centro-orientale.

 

http://www.apcom.net/nuovaEuropa/20081223_..._a57a99_7.shtml

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si, stanno pagando lo scotto dell' inesperienza nella progettazione dei missili balistici di tipo SLBM.

La progettazione di questo tipo di missili avveniva prima in un Istituto situato in Ukraina e anche con progettisti di quel paese. Ora per ovvi motivi la Russia sta cercando di portare tutta la fase progettuale e costruttiva dentro il territorio russo.

Pero' stanno pagando pegno per questo. E cio' nonostante il fatto che il Bulava sia "un derivato" del Topol-M terrestre, che invece funziona benissimo.

Anche in Russia ci sono forti discussioni circa il piano relativo al Bulava. Qualcuno sostiene che si potrebbe anche stoppare e gestire l'upgrade degli attuali SLBM.

pero' c'e' un pero', perche' gli attuali SLBM hanno delle incompatibilita' dimensionali con i nuovi sottomarini classe Borei. Staremo a vedere. :okok:

Modificato da vvvp08

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il problema principale è che gli attuali SLBM sono vulnerabili ai sistemi anti-missilistici americani. Da qui l'esigenza di un nuovo SLBM. Per i som è uguale, i Delta IV, seppur silenziosi, iniziano a diventare troppo rumorosi se paragonati ai nuovi Seawolf e Virginia americani, da qui i Borei.

Il fine è identico: i russi vogliono che la loro capacità di deterrenza sia sostanziale, e non solo di facciata. E questo costa...

10 test, 5 riusciti e 5 falliti comunque

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vorrei correggere alcune informazioni riportate.

 

Si, stanno pagando lo scotto dell' inesperienza nella progettazione dei missili balistici di tipo SLBM.

In realta' la Russia/URSS ha l'esperienza di produzione SLBM di molti decenni. B-) Il problema e' che manca l'esperienza di produzione SLBM con il combustibile solido, in particolare al MIT, che progetta Bulava.

 

La progettazione di questo tipo di missili avveniva prima in un Istituto situato in Ukraina e anche con progettisti di quel paese. Ora per ovvi motivi la Russia sta cercando di portare tutta la fase progettuale e costruttiva dentro il territorio russo.

Pero' stanno pagando pegno per questo. E cio' nonostante il fatto che il Bulava sia "un derivato" del Topol-M terrestre, che invece funziona benissimo.

In Ucraina i missili del tipo SLBM non erano mai progettati o prodotti. Solo, eventualmente, alcuni componenti. Attualmente la Russia ha in servizio un solo tipo di missile prodotto (in passato) sul territorio ucraino. Sono gli ICBM SS-18 "Satan" con il combustibile liquido, che richiede supporto tecnico dalla parte ucraina. Ma in pratica e' solo una formalita', perche' maggior parte dei progettisti e tecnici sono gia' da tempo si trovano in Russia. Comunque. E' vero che la Russia sta cercando di portare quella produzione militare, di quale ha bisogno, dall'Ucraina dentro il territorio russo. Sopra tutto dei motori per elicotteri (quasi fatto) e diversa componentistica militare. Mentre parte relativa alla produzione di ICBM (eccetto la componentistica) non la interessa piu'.

 

Anche in Russia ci sono forti discussioni circa il piano relativo al Bulava. Qualcuno sostiene che si potrebbe anche stoppare e gestire l'upgrade degli attuali SLBM.

Le discussioni forti non ci sono. C'era una nota del comandante delle forze strategiche russe (dopo il test fallito), dove lui ha detto che in caso si scopra che il problema era di progettazione allora il programma potra' essere sospeso per un breve periodo. Pero'. Basandosi sull'analisi del test fallito e' stato deciso di continuare lo sviluppo di Bulava come era previsto.

 

Il problema principale è che gli attuali SLBM sono vulnerabili ai sistemi anti-missilistici americani. Da qui l'esigenza di un nuovo SLBM.

I sistemi ABM americani attualmente sono in fase di sviluppo e primi test. Non sono in grado di abbattere SLBM e ICBM. Probabilmente lo saranno tra qualche anno. Mentre i sistemi anti-missilistici americani in servizio sono in grado di abbattere solo i missili balistici di corto raggio (simili agli Scud).

 

Per i som è uguale, i Delta IV, seppur silenziosi, iniziano a diventare troppo rumorosi se paragonati ai nuovi Seawolf e Virginia americani, da qui i Borei.

I Borei dovranno sostituire non i Delta IV, ma i Typhoon. Sarebbe piu' corretto di confrontarli con la classe Ohio. Mentre i Seawolf e Virginia che sono SSN meglio confrontare con gli Akula della stessa classe.

Modificato da Siberia

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In realta' la Russia/URSS ha l'esperienza di produzione SLBM di molti decenni. cool.gif Il problema e' che manca l'esperienza di produzione SLBM con il combustibile solido, in particolare al MIT, che progetta Bulava.

 

Si, ma converrai che i SLBM, come gli stessi SSBN, di produzione Sovietica erano e sono molto molto inferiori rispetto agli omologhi americani

I sistemi ABM americani attualmente sono in fase di sviluppo e primi test. Non sono in grado di abbattere SLBM e ICBM. Probabilmente lo saranno tra qualche anno. Mentre i sistemi anti-missilistici americani in servizio sono in grado di abbattere solo i missili balistici di corto raggio (simili agli Scud).

 

 

E, inoltre, non saranno mai in numero sufficente per garantire protezione da parte di un attacco Russo, sono creati per far fronte a minacce limitate.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Si, ma converrai che i SLBM, come gli stessi SSBN, di produzione Sovietica erano e sono molto molto inferiori rispetto agli omologhi americani

Direi che erano inferiori fino agli anni 80. Ma nel periodo successivo la situazione era del sostanziale pareggio. Lo ammettano gli stessi americani. Pero' dopo il decennio buio di anni novanta la Russia ha perso un po di tempo nella gara. Comunque la situazione e' recuperabile.

 

E, inoltre, non saranno mai in numero sufficente per garantire protezione da parte di un attacco Russo, sono creati per far fronte a minacce limitate.

D'accordo, se presumere che l'attacco preventivo sarebbe dalla parte russa. Altrimenti - no. :) Non dimenticare che ogni anti-missile americano avra' almeno 10 testate con puntamento individuale. Un mesetto fa hanno effettuato il primo test di queste testate. Quindi. In caso di un attacco preventivo americano contro la Russia c'e' una buona possibilta' di neutralizzare la risposta dei pochi missili russi rimasti.

Modificato da Siberia

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Direi che erano inferiori fino agli anni 80. Ma nel periodo successivo la situazione era del sostanziale pareggio. Lo ammettano gli stessi americani. Pero' dopo il decennio buio di anni novanta la Russia ha perso un po di tempo nella gara. Comunque la situazione e' recuperabile.

ma anche no. lo ammettono? e dove? soprattutto non vedo come la Russia abbia potuto recupere il gap preesistente il crollo del muro ed addirittura pareggiarlo, sempre prima del crollo. non parliamo poi di oggi... dato che non sono entrati in servizio nuovi sottomarini di nuove classi... oltre al fatto che, ogni tanto continuano ad affondare da soli o a subire gravi danni :asd:

 

 

D'accordo, se presumere che l'attacco preventivo sarebbe dalla parte russa. Altrimenti - no. smile.gif Non dimenticare che ogni anti-missile americano avra' almeno 10 testate con puntamento individuale. Un mesetto fa hanno effettuato il primo test di queste testate. Quindi. In caso di un attacco preventivo americano contro la Russia c'e' una buona possibilta' di neutralizzare la risposta dei pochi missili russi rimasti.

Siberia, il progetto di montare del MKV sui missili intercettori terrestri ed anche navali (molto più pericolosi di quelli in Polonia, che non possono intercettare niente di russo, dato che sono in posizione contro l'Iran) serve per ingaggiare missili con testate MIRV o missili con esche, in modo da non dover discriminare il bersaglio vero e non per intercettare più missili assieme (cosa impossibile). inoltre, pensare di fermare un attacco con 1000 missili mi sembra un tantino assurdo, per stessa ammissione americana. io credo sia paranoia... inoltre, vorrei sapere chi ha effettuato ste prove e con quali parametri.

Modificato da vorthex

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
ma anche no. lo ammettono? e dove? soprattutto non vedo come la Russia abbia potuto recupere il gap preesistente il crollo del muro, dato che non sono entrati in servizio nuovi sottomarini di nuove classi...

Forse mi sono espresso male. Intendevo che il pareggio sostanziale esisteva dall'inizio degli anni 80. Le ammissioni del pareggio fatti dai militari americani ho visto e sentito personalmente nei diversi documentari. Inoltre ci sono alcune operazioni di penetrazione nelle zone controllate da NATO e USA (marina + SOSUS) in Nord Atlantico, effettuati con successo dalla marina russa in anni 80 - inizio 90.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si ma vuoi dire che sostieni che i Delta, progetto anni 60, bireattore, con missili che non valgono la metà del trident, e i Tifone, sostanziale fallimento, possono essere al pari con gioielli tecnologici del calibro degli Ohio?

Sinceramente non lo crederò mai.

Ancora ancora parlassimo di Akula o Charlie, comunque ampiamente sorpassati da Seawolf e Virginia, ma come SSBN proprio non c'è paragone.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ho sentito, ho visto... dai Siberia, questo è un forum serio, non possiamo andare avanti con i "ho sentito". ne parlammo anche l'altra volta, circa il "PAC-3 copia dell'S-400"... alla fine sti documenti che tu avevi mica sono saltati fuori.

 

comunque mi pare assurdo paragonare un Akula, che, al massimo è un Los Angels Improved, con un Seawolf o con un Virginia.

Modificato da vorthex

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Si ma vuoi dire che sostieni che i Delta, progetto anni 60, bireattore, con missili che non valgono la metà del trident, e i Tifone, sostanziale fallimento, possono essere al pari con gioielli tecnologici del calibro degli Ohio?

Sinceramente non lo crederò mai.

Ancora ancora parlassimo di Akula o Charlie, comunque ampiamente sorpassati da Seawolf e Virginia, ma come SSBN proprio non c'è paragone.

I Delta di oggi sono pesantemente upgradati. Dei modelli progettati nei anni 60 in servizio non ci sono piu'. Sono stati riprogettati piu' volte da quel epoca diventando praticamente dei sub nuovi e conservando stesso nome della serie. Inoltre negli ultimi anni ci sono continui ammodernamenti. Solo nell'anno precedente sono stati upgradati 3 ed altri aspettano il loro turno. Quando parli del F-15 di oggi, mica parli di quello che e' stato progettato in anni 60?

I Trident sono ottimi missili con la gettata di circa 8000 km e 10 MIRV, mentre il russo RSM-54 "Sineva" ha fatto quest'anno il test di 11542 km avendo com'anche Trident 10 MIRV. E' secondo te vale la meta di Trident? Boh...

Stessi Typhoon sono ottimi sub che praticamente non sono inferiori all'Ohio come rumorosita' e potenza distruttiva, anche se magari non hanno i gioielli tecnologici del tipo "cambio automatico delle marce" come piace agli americani. Importante e' che il suo lavoro distruttivo possono fare perfettamente prima di essere individuati e distrutti.

Capisco che agli "analisti militari" di oggi piace raccontare le favole di un rumore prodotto dai Typhoon come da un Tu-95, ma pur devono guadagnare i loro soldi. :D

 

ho sentito, ho visto... dai Siberia, questo è un forum serio, non possiamo andare avanti con i "ho sentito". ne parlammo anche l'altra volta, circa il "PAC-3 copia dell'S-400"... alla fine sti documenti che tu avevi mica sono saltati fuori.

Beh. Visto che in italiano non lo visto ne sentito, ti posso dare tutti i dati necessari per scaricare i documentari in russo.

 

Il PAC-3 e' troppo inferiore per essere una copia dell'S-400. :lol: Ci hanno provato di copiare alcuni elementi con un certo successo dall'S-300, visti i miglioramenti apportati dopo l'acquisto di un S-300V.

Modificato da Siberia

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Quando parli del F-15 di oggi, mica parli di quello che e' stato progettato in anni 60?

 

No, ma converrai che il raptor è molte volte meglio: idem dicasi gli Ohio.

Quanto al Sineva sta cominciando adesso ad armare i Delta, è ancora un missile a propellente liquido, porta 10 testate più leggere delle 12 da 475 kt del trident II, che è già in servizio da più di vent'anni.

Inoltre i Trident sono missili con effettiva capacità di risposta, i missili russi non sò.

Non c'è niente di male ad ammettere di avere meno esperienza in un settore: è plateale, come è vero che i nuovi ICBM russi sono superiori a quel che ha in linea l'america basato a terra.

Quanto al Tifone superiore all'Ohio lo devo proprio vedere per credere, comunque se non mi baso sugli analisti militari, su testi come Janes, su chi mi devo basare? Sulle sparate propagandistiche dei militari Russi? Su quello che affermi tu senza postare le fonti?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
eh. Visto che in italiano non lo visto ne sentito, ti posso dare tutti i dati necessari per scaricare i documentari in russo.

 

Il PAC-3 e' troppo inferiore per essere una copia dell'S-400. laugh.gif Ci hanno provato di copiare alcuni elementi con un certo successo dall'S-300, visti i miglioramenti apportati dopo l'acquisto di un S-300V.

ancora con queste ciarle da bar dello sport... quando vedremo i documenti, allora ne riparleremo. ovviamente non i documenti di propaganda russa eh...

 

 

Siberia, certo che paragonare quel catorcio del Tifone ad un Ohio è un atto di coraggio... non è che hai visto troppo volte "Caccia ad Ottobre Rosso"?

Modificato da vorthex

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
No, ma converrai che il raptor è molte volte meglio: idem dicasi gli Ohio.

D'accordo. Ma non dicevo che il Tifone e' superiore. Ho scritto che la differenza e' poca.

 

Quanto al Sineva sta cominciando adesso ad armare i Delta, è ancora un missile a propellente liquido, porta 10 testate più leggere delle 12 da 475 kt del trident II, che è già in servizio da più di vent'anni.

Inoltre i Trident sono missili con effettiva capacità di risposta, i missili russi non sò.

Sineva succede il modello precedente che ha gettata di piu' di 8000 km e stesse 10 testate ed esiste anche da 20 anni. E' chiaro che gli SLBM con combustibile solido hanno i suoi pregi. Comunque. Parlare di doppia superiorita' di Trident e' un'esagerazione.

 

Non c'è niente di male ad ammettere di avere meno esperienza in un settore: è plateale, come è vero che i nuovi ICBM russi sono superiori a quel che ha in linea l'america basato a terra.

Esatto. Ecco perche' sviluppano la Bulava.

 

Quanto al Tifone superiore all'Ohio lo devo proprio vedere per credere, comunque se non mi baso sugli analisti militari, su testi come Janes, su chi mi devo basare? Sulle sparate propagandistiche dei militari Russi? Su quello che affermi tu senza postare le fonti?

Quale superiorita' del Tifone??? Dove l'ho detto???

 

Non lo affermo io (della poca differenza), ma i militari americani e russi dal vivo e non gli "analisti militari" del Janes.

Modificato da Siberia

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
No, ma converrai che il raptor è molte volte meglio: idem dicasi gli Ohio.

 

D'accordo. Ma non dicevo che il Tifone e' superiore. Ho scritto che la differenza e' poca.

 

Io mi riferivo al Delta, che è di parecchie generazioni indietro rispetto all'Ohio, e non fingere di non aver capito perchè l'esempio dell'eagle l'hai portato proprio per parlare dell'upgrade dei delta in delta III-IV

 

che ha gettata di piu' di 8000 km e stesse 10 testate ed esiste anche da 20 anni.

 

Non è mai stato schierato con 10 testate, che in ogni caso sono inferiori a quelle americane come yeld e hanno CEP molto superiore (e questo stando a fonti Russe, non voglio sapere quanto sia in realtà)

E' chiaro che gli SLBM con comustibile solido hanno i suoi preggi.

 

Già, però son veramente pochi, vero?

 

Esatto. Ecco perche' sviluppano la Bulava.

 

Appunto, allora perchè sostieni che son pari dagli anni '90 in poi?

Comunque bisogna vedere che vien fuori con sto bulava...

 

ma i militari americani e russi dal vivo

 

Quando, dove e perchè?

Mi riferisco ai militari americani, non ai Russi, e non a dichiarazioni di vent'anni fa.

Poi quel "dal vivo" che dovrebbe dire?

In ogni caso janes non è propriamente una fonte inaffidabile, visto che è il reference book per eccellenza riguardo alle questioni navali, poi che non dica quel che piace a te è un altro conto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
D'accordo. Ma non dicevo che il Tifone e' superiore. Ho scritto che la differenza e' poca.

 

Io mi riferivo al Delta, che è di parecchie generazioni indietro rispetto all'Ohio, e non fingere di non aver capito perchè l'esempio dell'eagle l'hai portato proprio per parlare dell'upgrade dei delta in delta III-IV

Lo stesso. Non dicevo che i Delta sono superiori, ma sempre che che dopo gli upgrade sono poche differenze. Non ho detto da nessuna parte che Tifone o Delta sono superiori a ai sub americani. Ho detto di sostanziale pareggio delle forze sottomarine USA ed URSS.

 

Non è mai stato schierato con 10 testate, che in ogni caso sono inferiori a quelle americane come yeld e hanno CEP molto superiore (e questo stando a fonti Russe, non voglio sapere quanto sia in realtà)

Ci sono diversi tipi di missili. Anche con le 10 testate. Per una testata nucleare il CEP di 400 m invece di 200 non fa un gran problema. Degli ultimi versioni non so dire le cifre precise. :huh:

 

Già, però son veramente pochi, vero?

Ci sono 3 principali.

1) Facilita di manutenzione.

2) Facilita di lancio.

3) Piu' accelerazione iniziale.

 

Appunto, allora perchè sostieni che son pari dagli anni '90 in poi?

Comunque bisogna vedere che vien fuori con sto bulava...

Mi sono espresso male. Intedevo dall'inizio degli anni 80. (Io essere stranieri... io esprimere male... :D )

Del Bulova vedremo. Comunque sono sicuro che andra' bene.

 

Quando, dove e perchè?

Mi riferisco ai militari americani, non ai Russi, e non a dichiarazioni di vent'anni fa.

Poi quel "dal vivo" che dovrebbe dire?

In ogni caso janes non è propriamente una fonte inaffidabile, visto che è il reference book per eccellenza riguardo alle questioni navali, poi che non dica quel che piace a te è un altro conto.

Vedi i link sotto. Ci sono tantissimi (centinaia) documentari sui temi militari. Ci sono anche documentari americani ed europei. L'unica cosa che posso dire e' che tale arroganza, senso di superiorita', snobismo e le informazioni sbagliate o false, come nei documentari occidentali (e gli analisi scritti) non li troverai dalla parte russa, anche se in alcuni momenti ci sono inesattezze o esagerazioni. Il confronto di tanti sorgenti e' una bella cosa.

 

Buon divertimento:

(molti documentari occidentali hanno la traccia audio in inglese oltre a quella in russo)

 

http://torrents.ru/forum/viewforum.php?f=97

http://torrents.ru/forum/viewforum.php?f=821

http://torrents.ru/forum/viewforum.php?f=2076

http://torrents.ru/forum/viewforum.php?f=552

http://torrents.ru/forum/viewforum.php?f=249

Modificato da Siberia

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ho detto di sostanziale pareggio delle forze sottomarine USA ed URSS.

 

E io continuo a dirti che questo è praticamente impossibile, l'URSS aveva una superiorità solo numerica (di carne da macello), ma a livello pratico avrei proprio voluto vedere

 

Per una testata nucleare il CEP di 400 m invece di 200 non fa un gran problema.

 

Dipende, perchè un trident è un missile con effettiva capacità di risposta, i SLBM Russi no, e questo fa la differenza, in dottrina nucleare, tra un arma completa e una in grado di fare solo mera rappresaglia.

 

Ci sono 3 principali.

1) Facilita di manutenzione.

2) Facilita di lancio.

3) Piu' accelerazione iniziale.

 

Beh dici poco....

Specie riguardo al primo punto

 

Del Bulova vedremo. Comunque sono sicuro che andra' bene.

 

Attenderemo con ansia il momento del varo, magari con qualche PAK-FA a sfilare in cielo per l'evento :asd:

 

Vedi i link sotto. Ci sono tantissimi (centinaia) documentari sui temi militari. Ci sono anche documentari americani ed europei. L'unica cosa che posso dire e' che tale arroganza, senso di superiorita' e snobismo, come nei documentari occidentali (e gli analisi scritti) non lo troverai dalla parte russa, anche se in alcuni momenti ci sono inesattezze o esagerazioni.

 

Beh io cito Jane's, globalsecurity, fas e tutte le migliori fonti di analisi universalmente stimate e tu mi tiri fuori documentari, che sono, per loro stessa natura, generalisti? Non mi pare che sia un modo corretto di confutare...

Certo poi se Jane's e compani sono sporchi imperialisti bugiardi è un altro conto...

Comunque i documentari russi, anche volendo, non potrei apprezzarli, la mia conoscenza linguistica si ferma all'inglese purtroppo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Non dicevo che i Delta sono superiori, ma sempre che che dopo gli upgrade sono poche differenze

Siberia... l'idrodinamica è un concetto universale, non imperialista, ebbene... i Delta IV hanno un idrodinamica pessima, sono pieni di rivetti, fenditure, buchi, per non parlare dell'oscena vela contenente parte dei silos... che si prolunga anche sotto!!!

tutte cose che gli Ohio non hanno... e questo per limitarmi a quello che si vede "da fuori".

 

non voglio manco citarti la questione propulsione... con 2 reattori nucleari per 2 assi... roba da medioevo, che lo sentirei anche io con un bicchiere appoggiato alla superfice marina.

gli Ohio hanno un solo reattore, potente il doppio, con una sola elica e sono più veloci, nonostante siano più pesanti. inoltre, hanno reattori a convenzione naturale, senza pompe... un rumore in meno.

 

o tu mi vuoi paragonare un reattore a convenzione naturale con un reattore al piombo fuso??????? :asd:

Modificato da vorthex

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Attenderemo con ansia il momento del varo, magari con qualche PAK-FA a sfilare in cielo per l'evento :asd:

I PAK-FA gia' stanno testando. Il primo volo previsto per questo anno. Quindi la tua battuta puo' diventare realta'. ;)

 

Vedi i link sotto. Ci sono tantissimi (centinaia) documentari sui temi militari. Ci sono anche documentari americani ed europei. L'unica cosa che posso dire e' che tale arroganza, senso di superiorita' e snobismo, come nei documentari occidentali (e gli analisi scritti) non lo troverai dalla parte russa, anche se in alcuni momenti ci sono inesattezze o esagerazioni.

Ho modificato un po questo paragrafo.

 

Beh io cito Jane's, globalsecurity, fas e tutte le migliori fonti di analisi universalmente stimate e tu mi tiri fuori documentari, che sono, per loro stessa natura, generalisti? Non mi pare che sia un modo corretto di confutare...

Certo poi se Jane's e compani sono sporchi imperialisti bugiardi è un altro conto...

Dei diversi sorgenti come Jane's, globalsecurity, fas intendevo sopra tutto qualita' di analisi e non informazioni tecniche, anche se quelli che riguardano la Russia sono spesso inesatte o inferiori rispetto alle reali. Fa parte della guerra fredda (ancora viva e vegeta) nelle loro teste. Mi ricordano i vecchi comunisti del URSS e loro propaganda. Sempre dei documentari russi. Sono meno generalizzati e spesso molto tecnici.

 

Comunque i documentari russi, anche volendo, non potrei apprezzarli, la mia conoscenza linguistica si ferma all'inglese purtroppo.

Peccato. Sarebbe interessante.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

×