Jump to content
Sign in to follow this  
dogfighter

Incidente alla Spring Flag

Recommended Posts

Qualcuno mi può dare informazioni sulla collisione in volo tra 2 F-16 avvenuta alla Spring Flag 2006? Grazie!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dogfighter ti posto direttamente l'articolo così com'è tratto da repubblica.

 

Sardegna, collisione in volo

precipitano due F16

 

ROMA - Due caccia monoposto F16 dell'Aeronautica militare italiana si sono scontrati in volo e sono precipitati. I due piloti sono salvi. E' accaduto ieri sera durante una missione di addestramento nell'ambito dell'esercitazione multinazionale Spring flag in corso in Sardegna.

 

Lo scontro è avvenuto al largo di Cagliari, confermano dallo stato maggiore dell'Aeronautica, ribadendo che le condizioni dei piloti dei due caccia F16 sono buone.

"Confermiamo che è stata una collisione in volo. Cerchiamo di capire ora il perché", spiega una fonte.

 

I due piloti, entrambi in servizio al 37/mo stormo di Trapani Birgi, hanno avuto fortunatamente il tempo di eiettarsi appena sentito il contatto. Sono ammarati con il paracadute e subito dopo sono stati tratti in salvo. Si chiamano Pier Francesco Grassi e Fabio De Luca, entrambi capitani, residenti nel Lazio. Ora si trovano nell'ospedale di Cagliari, ma le loro condizioni sono molto buone, non hanno praticamente riportato alcuna lesione.

 

L'incidente è avvenuto a 10 miglia al largo di Capo Carbonara, a sud-est di Cagliari, mentre i due F16 rientravano dopo aver concluso la missione. Anche gli aerei sono caduti in mare.

 

"Ieri sera intorno alle ore 22:15 - fanno sapere allo stato maggiore dell'Aeronautica - durante una missione di addestramento notturna nell'ambito dell'esercitazione Spring Flag 06, si sono perse le comunicazioni con 2 velivoli F-16 dell'Aeronautica militare italiana".

 

E' stato quindi "allertato il servizio di soccorso che è subito intervenuto nella zona di operazioni. Alle 24 la direzione dell'esercitazione - dicono ancora all'Aeronautica - ha confermato l'avvenuto recupero di entrambi i piloti, in buone condizioni di salute, da parte di un elicottero AB 212 della Squadriglia Sar (Ricerca e soccorso) di Decimomannu".

 

Il caccia F16 è un velivolo super-collaudato, che l'Aeronautica militare italiana ha preso in leasing dagli Usa. I primi tre F16 (i caccia, alcune decine, sono in servizio nelle basi di Cervia e di Trapani) furono consegnati ufficialmente all'Aeronautica il 17 luglio 2003. Loro compito prioritario è quello della difesa dello spazio aereo nazionale: un lavoro che in questi tre anni è stato particolarmente intenso, con decine di intercettazioni di aerei sospetti.

 

L'F16 è considerato un aereo di transizione, dal vecchio F-104, ormai uscito di scena, al nuovo Eurofighter, che comincia ad arrivare ai reparti di volo (23 maggio 2006)

 

---------------------------

questo invece è tatto dalla gazzetta del mezzogiorno

ROMA

 

Due caccia monoposto F16 dell’Aeronautica militare italiana sono precipitati ieri sera mentre stavano svolgendo una missione di addestramento nell’ambito dell’ esercitazione multinazionale Spring flag in corso in Sardegna. I due piloti sono stati recuperati e sarebbero entrambi in buone condizioni di salute.

 

 

Si chiamano Pier Francesco Grassi e Fabio De Luca. Entrambi capitani, residenti nel Lazio, sono effettivi al 37° stormo dell’Aeronautica di Trapani Birgi.

I familiari sono stati subito avvisati dell’accaduto: le condizioni dei due piloti, tuttavia, non destano alcuna preoccupazione. «Ieri sera intorno alle ore 22:15 - fanno sapere dallo Stato maggiore dell’Aeronautica - durante una missione di addestramento notturna nell’ambito dell’esercitazione Spring Flag 06, si sono perse le comunicazioni con 2 velivoli F-16 dell’Aeronautica militare italiana». Inutili i tentativi di entrare in contatto con i piloti, durante le operazioni immediatamente attuate per verificare la situazione dei due velivoli.

È stato quindi «allertato il servizio di soccorso che è subito intervenuto nella zona di operazioni. Alle 24 la direzione dell’esercitazione - dicono ancora all’Aeronautica - ha confermato l’avvenuto recupero di entrambi i piloti, in buone condizioni di salute, da parte di un elicottero AB 212 della Squadriglia Sar (Ricerca e soccorso) di Decimomannu».

Secondo quanto si è potuto apprendere i piloti sarebbero stati recuperati in mare, al largo di Cagliari, dove sarebbero precipitati gli F-16. «Le cause dell’evento - sottolineano alla Forza armata - sono in corso di accertamento».

 

Sulla dinamica dell’incidente non si conoscono ancora particolari. Una delle ipotesi ritenute più plausibili è che vi possa essere stata una collisione in volo tra i due aerei, ma sarà un’apposita inchiesta a chiarire come sono andate le cose.

 

Il caccia F16 è un velivolo super-collaudato, che l’Aeronautica militare italiana ha preso in leasing dagli Usa. I primi tre F16 (i caccia, alcune decine, sono in servizio nelle basi di Cervia e di Trapani) furono consegnati ufficialmente all’Aeronautica il 17 luglio 2003. Loro compito prioritario è quello della difesa dello spazio aereo nazionale: un lavoro che in questi tre anni è stato particolarmente intenso, con decine di intercettazioni di aerei sospetti. L’F16 è considerato un aereo di transizione, dal vecchio F-104, ormai uscito di scena, al nuovo Eurofighter, che comincia ad arrivare ai reparti di volo.

 

L’incidente è avvenuto a 10 miglia al largo di Capo Carbonara, a sud-est di Cagliari, mentre i due F16 rientravano dopo aver concluso la missione addestrativa. Non a caso, viene sottolineato, queste esercitazioni si svolgono lontano dalla terraferma, proprio per evitare che in caso di incidenti come quello di questa notte, vi possano essere conseguenze per persone o cose.

 

23/5/2006

GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO

 

-------

 

:(...mi levate una curiosità?ma visto che f 16 sono in leasing dagli Usa dal momento che due li abbiamo precipitati li dobbiamo "pagare nuovi"?

Edited by edo

Share this post


Link to post
Share on other sites

io intendevo se si è scoperta la dinamica esatta...

ma gli aerei li hanno recuperati?cmq sono quasi certo che il giorno dell'incidente la coppia di F-16 italiani che ho visto erano quelli dell'incidente

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Flying_Wings

bè come dice un vecchio detto: chi rompe paga. non credo che gli usa chiuderanno un okkio su parekkie decine di milioni di euro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da 34 a 31 visto che se ne gia ''rotto'' un'altro di cervia mi pare nel 2004 o nel 2005 se non anche prima

Share this post


Link to post
Share on other sites

Attenzione: gli F-16 sono sempre 34... Il contratto di leasing prevede le sostituzioni!

Comunque, penso ci sia una specie di "assicurazione" sulle perdite: si paga, ma non il valore totale del velivolo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Attenzione: gli F-16 sono sempre 34... Il contratto di leasing prevede le sostituzioni!

Comunque, penso ci sia una specie di "assicurazione" sulle perdite: si paga, ma non il valore totale del velivolo...

non sono molto sicuro di questo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Parlammo del contratto di leasing QUI, mentre la discussione sugli altri due F-16 perduti dall'Italia, con una confidenza di Gianni, QUI a pagina 2.

Share this post


Link to post
Share on other sites
... e sopratutto passeremo da 34 a 32 F-16 che difenderanno il nostro spazio aereo.

Lessi che l'Italia è tenuta a controllare e difendere anche lo spazio aereo sloveno.

 

è corretto?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è che sia "tenuta" nel senso che non è stata una cosa imposta. Sono stati presi accordi in questo senso, ma con la piena disponibilità italiana che ha voluto dare una mano a quel paese, sprovvisto di una difesa aerea efficiente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'Aeronautica Militare Italiana fra le migliori del mondo anche per queste cose W l'A.M.I.!

Share this post


Link to post
Share on other sites

MA i caccia che si sono inabissati vengono recuperati magari per recuperare qualche pezzo o per inquinamento?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo a 600 mt di profondità sul fondo marino non interessa nessuno spendere dei soldi per recuperare pezzi di aeromobili. fossero stati altri aeroplani e 20 anni fa, un'operazione di recupero ci sarebbe stata.

I due aromobili sono decollati per una esrcitazione notturna e in fase di rientro alla Base di Deci sono entrati in collisione nella zona di Castiadas sopra il mare. I due piloti si sono lanciati immediatamente (l'esplosione del pacco razzi dei seggiolini e del lancio del cockpit sono state viste dalla spiaggia da un pescatore, che ha pure sentito il rumore).

I piloti sono stati tratti in salvo dall'elicottero della 670^ squadriglia SAR, hanno partecipato alla ricerca anche un HH3F e forse, non confermo un S.Puma francese operante sempre da Deci.

I piloti sono stati poi trasportati all'aospedalo Marino di Cagliari dove il giorno dopo hanno ricevuto la visita dei loro colleghi. Dopodichè tutto a posto, bevuta gratis al bar per gli amici e dopo alcuni giorni nuovamente in volo.

Edited by mimmozeta

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...