Jump to content
Sign in to follow this  
Gatlin

Qual è la profondità massima di un sottomarino?

Recommended Posts

E' un segreto...ultimamente è difficile trovare nei siti dedicati ai sottormarini nucleari la massima profondità raggiungibile in sicurezza...Tempi addietro ci si aggirava indicativamente attorno ai 300 metri. Ma qualsiasi notizia ufficiale ha la probabilità di essere falsa...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho come il presentimento che, segreto o no, in questo forum ci sia qualcuno che lo sappia... ;)

 

Diciamo così: un "collaboratore" a caso... :rotfl::rotfl:

 

"My name's John, James John" :rotfl::rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, è uno dei dati più segreti.

 

Ma da alcuni incidenti, sappiamo che di solito i sottomarini convenzionali possono scendere tra i 200 ed i 300 metri, mentre quelli nucleari possono arrivare anche a oltre 500 metri. Parliamo di quote operative.

 

Bisogna infatti distinguere tra la max quota di immersione operativa e la quota di schiacciamento.

 

Quest'ultima è di solito calcolta da 1/3 al doppio rispetto a quella operativa, e non dovrebbe mai essere raggiunta se non in emergenza.

 

Mi spiego: a un sottomarino è imposto di non superare i 300 metri, sapendo che in caso di un incidente il comandante ha ancora almeno un centinaio di metri "di tempo" prima che il sottomarino resti schiacciato.

Se invece un sottomarino navigasse già alla quota limite, basterebbe un problema o un errore e.... puff!

 

Indicativamente, quindi, un sottomarino convenzionale ha una quota massima operativa che arriva anche a 300 metri e una quota di schiacciamento compresa tra i 450 e i 600 metri. Un sottomarino nucleare ha una quota massima operativa che arriva anche a 500 metri e una quota di schiacciamento intorno ai 750 metri.

 

(la tolleranza è inferiore per un sub nucleare, perchè un sub nucleare ha una prontezza di reazione maggiore rispetto a possibili emergenze, per cui gli si consente di "rischiare" di più).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avevi parlato di un sub giapponese che da poco ha battuto il record di profondità in immersione gianni? a che profondità era arrivato? non lo trovo con cerca

Share this post


Link to post
Share on other sites
(la tolleranza è inferiore per un sub nucleare, perchè un sub nucleare ha una prontezza di reazione maggiore rispetto a possibili emergenze, per cui gli si consente di "rischiare" di più).

volevi dire che un sub convenzionale ha maggiore prontezza vero? no perchè da quello che avevi detto prima è il sub convenzionale a rischiare di più. -_-

Share this post


Link to post
Share on other sites

La prontezza è a tutto vantaggio del SUB nucleare che ha una potenza di riserva disponibile all'istante molto superiore ai somm. convenzionali che quando sono sotto quota snorkel vanno solo mediante batterie elettriche di potenza relativamente limitata (il sistema A.I.P allo stato attuale è una ciofeca)...diversa è la questione sicurezza...il SUB nucleare al suo interno cova un pericolo insidiosissimo...il suo apparato nucleare...una minima avaria nell'impianto di raffreddamento potrebbe innescare una reazione a catena incontrollabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

no niente lasciate stare, non avevo capito il discorso di gianni.. adesso ho capito cosa intendeva per la tolleranza..

 

lo so che era chiarissimo ma oggi sono un po' cotto e non avevo afferrato... :wip41:

Edited by Captor

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gianni se non erro aveva parlato delle capacità di immersione dei sub convenzionali giapponesi che eguagliavano i nucleari, credo che il record di profondità sia di un SSN sovietico sperimentale, mi pare il Komsomolets (Mike), che scendeva sotto i 1000 m ma è stato perduto in un incidente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo dallo spessore dell'acciaio.

E' ovvio che dimensionando bene il sottomarino, questo potrebbe scendere anche a 5000 metri, tuttavia da una parte non si vede il motivo di navigare a una tale profondità, dall'altra bisognerebbe approntare uno scafo molto massiccio. A 5000 metri la pressione è 500 kg al cm^2, e uno scafo così massiccio sarebeb anche un ostacolo alla manovrabilità del sottomarino.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Da cosa è data la resistenza alla pressione???Dallo spessore dell'acciaio o da materiali compositi super segreti? :huh:

penso entrambi più la forma del veicolo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che ci siano anche dei dispositivi che bilanciano la pressione interna allo scafo con quella esterna. di + non saprei

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ricordiamoci che il Batiscafo Trieste di Picard scese ad oltre 16.000 metri ed era

di dimensioni estremamente ridotte...

Share this post


Link to post
Share on other sites

SM79

Veramente erano "solo" 10,916 metri. Comunque ha raggiunto il punto piu' profondo sulla Terra.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il batiscafo raggiunge profondità così elevate in quanto di forma sferica. questa forma dovrebbe "deviare" la pressione ed evitare lo schiacciamento.

O qualcosa del genere...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Da cosa è data la resistenza alla pressione???Dallo spessore dell'acciaio o da materiali compositi super segreti? :huh:

Ovviamente lo spessore dell'acciaio è un fattore fondamentale, ma lo è anche la "qualità" dell'acciaio.

 

Io non sono esperto di tecnologia metallurgica, ma so che l'acciaio usato sui sottomarini di alcuni decenni orsono era denominato HY-80, poi si è passati all'HY-90 e infine all'HY-100 che per anni è stato il "top", infatti è usato sui nuovissimi SSN americani classe Sea Wolf e Virginia, e adesso si parla persino di arrivare a HY-150 e oltre.

 

Quel valore equivale ai ksi, una unità di misura della robustezza, dati certi parametri standard.

 

Oltre all'acciaio (generalmente in leghe) si può usare anche il titanio... se non si bada a spese.

 

Non mi addentro ulteriormente perchè, come ho detto, la metallurgia non è il mio forte.

 

=====

 

Sui sottomarini giapponesi, confermo quanto ricordato da Dominus.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se non sbaglio c'è una classe di sottomarini Russi fatti in titanio. Giuro se in giornata ho più tempo la cerco e la trovo, ma se la trovate voi, non abbiate timore di postarlo prima di me.

 

Poi... non credo possano navigare in assetto rovesciato. Non so bene perchè. Ma se pensiamo che di solito le casse d'aria stanno nela parte superiore di un sottomarino, ne ricavi a spanne le relative doti di stabilità.

 

Poi un reattore nucleare, funziona al contrario? Non so, penso di no. Penso vada arrestato un reattore oltre un certo angolo di bank. Poi magari mi sbaglio percarità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

parli proprio dell'alfa, con le sue due belle eliche d'ottone che faceva un rumore fortissimo, ma poteva raggiungere i 40 nodi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...