Jump to content

F 104 precipitato in belgio l'anno scorso


easy
 Share

Recommended Posts

  • Replies 84
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • 1 month later...

E' una specie di schiuma antincendio.

 

Si usa sia per spegnere un incendio, sia per prevernirlo, e viene sempre usata quando c'è rischio di incendio ed esplosione, anche se non si sono sviluppate le fiamme.

 

Nel caso in cui un aereo sta effettuando un atterraggio di emergenza, si può anche decidere di disseminarla sulla pista prima dell'arrivo dell'aereo infortunato (è una valutazione cha va fatta secondo la situazione, anche perchè la schiuma può ridurre l'efficienza frenante dei pneumatici).

Link to comment
Share on other sites

Si iceman, ho la Licenza di Pilota Privato per Aeromobile dal 1996 e volo sugli aeroplanetti dal lontano 1991 ( avevo 14 anni allora ed ero allievo dell' Istituto Tecnico Aeronautico). Gli aerei sui quali sono abilitato sono P 66C, TB 9, C 172 e il meraviglioso PA 28 Archer II.

 

La mia vita di pilota privato si è spesso intrecciata con la mia vita di Ufficiale terrestre dell'Aeronautica Militare di complemento all'inizio e della Riserva adesso. In Aeronautica Militare ho volato con il Siai SM 208 della 606a Squadriglia Collegamenti di Ghedi (BS) e con l'elicottero AB 212 della Squadriglia SAR di Linate (qui come puro passeggero ed è stato un volo bellissimo!!!)

 

Per diventare pilota non bisogna essere speciali, credimi. Ci vuole solo tanta tanta passione per il volo e per gli aerei. Se ami DAVVERO il volo ti assicuro che pur di lanciarsi nel cielo ti ritrovi ad usare di tutto!!! A Ghedi ho conosciuto un maggiore pilota dell'Aeronautica Militare francese ( pilota di Mirage 2000 impegnato in uno "scambio piloti" ) che i fine settimana vola con gli ultraleggeri!!!

 

Volare purtroppo costa parecchio e sacrifico tutto il resto per esso, ma quando non volo per troppo tempo poi guardo il cielo e mi viene il magone...

 

tillo77

Link to comment
Share on other sites

e a volte li condannano per questo

perchè i piloti si eiettano?

un pilota dell'AMI è stato rinviato a giudizio per l'incidente con un'AMX (che novità) a Loria(TV) il 15 aprile 2002

ps l' 8 febbraio 2001 un pilota era morto per un incidente simile

Link to comment
Share on other sites

E' normale l'apertura di un'inchiesta quando un aereo va giù.

 

E se è colpa del pilota, spesso sono previste sanzioni disciplinari, pecuniarie e nei casi peggiori anche processi penali.

 

Questo è normale.

 

E' meno normale che a volte si tenti di colpevolizzare il pilota per danni creati dall'aereo che precipitava ormai privo di qualsiasi possibilità di controllo (come il triste caso dell' MB-326 a Casalecchio, 14 anni anni fa).

 

Ma in questi casi un po' la magistratura è in cerca di colpevoli, un po' le famiglie vogliono vendetta, e così si imbastiscono penosi processi.

Link to comment
Share on other sites

Per non parlare della stampa poi, che poco o nulla ha fatto per discriminare le cause dell'incidente, dagli effetti pultroppo disastrosi che esso ha pultroppo avuto. Il pilota condannato dalla stampa ancora prima di essere processato.

Continuavano a spiattellare il confronto coll'incidente dell'anno prima, in cui il pilota si era sacrificato.

Link to comment
Share on other sites

Per diventare pilota non bisogna essere speciali, credimi.

 

su questo non ne sarei così sicuro......non voglio dire di saperne più di te ma io ad esempio ho dei problemi alla vista (sono astigmatico) e quindi non potrò mai volare su un jet anche se faccio un operazione alla vista (almeno così mi hanno detto).... :(:pianto:

Link to comment
Share on other sites

questo è ciò che è stato riportato da un signore che si trovava lì

 

 

 

 

 

Durante l'esibizione nel grande Aereo-show internazionale della pattuglia acrobatica italiana delle Frecce Tricolori, tre aerei si scontrarono in volo mentre eseguivano una manovra, ed uno di essi, ormai fuori controllo, finì in fiamme sui numerosissimi spettatori, provocando una strage.

 

Al vedere poi le terribili immagini di quella tragedia, rimasi senza parole, con il sangue che mi si era letteralmente gelato nelle vene. Udii solo la voce tremante di

Non le risposi neanche, talmente ero sotto shock in quel momento. Vero è che pensai per un attimo che tra quelle vittime (decine di morti e centinaia di feriti gravi), ci sarei potuto essere anch'io, ma allo stesso tempo, preso da cinismo giornalistico, pensai di essermi perso un servizio foto-giornalistico irrripetibile.

 

Ma non volli cedere al cinismo. Più riguardavo quelle orribili immagini della strage, più mi vergognavo di avere pensato una cosa del genere. Non c'è niente di peggio che lucrare sulla sofferenza umana.

Edited by ice-man
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share


×
×
  • Create New...