Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
SkyForce89

cosa ne pensate degli apperecchi russi?

Messaggi consigliati

ciao a tutti ragazzi volevo condividere con voi un vostro parere riguardo gli apparecchi russi compresi gli elicotteri . comincio a dire che per quanto la maggior parte siano tecnicamente indietro rispetto a quelli europei e usa per me esteticamente hanno molti lati affascinanti nulla togliendo ovviamente agli usa e nato... anche se c'è da dire che molti diciamo sono il "gemello cattivo" della controparte statunitense vedesi tipo

F-15 con MIG-25 , AH-64 con MI-28 , B1B con Tu -160 , TU-95 con B-52 , AN-124 con C-5 , F-86 con Mig 15 e 17 ,F-111 con SU-24 , Pak fa con F-22 , MI-4 con S-55 ,yak 38 con harrier etc...i russi hanno progettato poi altri bei apparecchi che purtroppo rimasero solo dei prototipi mig 42 , su -47 , yak -141,(sarebbe stato l'F-35 russo ) ed infine il compianto su 37 terminator...

Modificato da SkyForce89

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo perfettamente con te, gli aerei russi hanno moltissimi lati affascinanti e permettimi di aggiungere anche aggressivi.

Se il MiG 15 è stato uno dei primi aerei sovietici costruiti con standard qualitativi quasi comparabili con quelli occidentali ( per l'epoca) la maggior parte degli aerei russi dell'epoca,(ma anche elicotteri) erano macchine molto semplici. Questa semplicità era dettata da vari fattori, come a d'esempio una questione filosofica dei progettisti sovietici, ma anche dettati dal fatto che la maggior parte di tutti questi aerei dovevano partire in condizioni climatiche spesso proibitive (ghiaccio o neve) ma soprattutto anche da piste molto dissestate, quindi dovevano anche essere facilmente riparabili. .Se la maggior parte degli aerei occidentali, sono sempre state macchine più avanzate sul livello tecnico rispetto a quelle russe, c'è anche da dire che nella loro semplicità i sovietici fecero anche macchine molto sofisticate a livello tecnico, come a d'esempio il MiG 23, ovvero il primo aerei russo con ali a geometria variabile, ma proprio questa sua caratteristica lo rese un'aereo non molto apprezzato, per la sua difficoltà di pilotaggio che mise in difficoltà anche piloti con molta esperienza. Da un certo lato i russi seppero anche innovare ( e non soltanto copiare come molti dicono....) come a d'esempio il MiG 15, che durante la guerra di Corea tra il 50 e il 53, seppur perse il confronto con l'F86 incuriosì molto gli analisti americani per via delle sue ali a freccia di 35º, una caratteristica che fino all'epoca risultò inedita. Ricordiamo anche che i russi grazie alla loro semplicità seppero costruire uno degli aerei più riusciti e famosi del dopoguerra, ovvero il MiG 21.

Per quanto riguarda lo Yak 141, seppur rimase un prototipo, come giustamente dici poteva essere l'F35 russo, tempo addietro i russi fecero come hai detto anche lo Yak-38 ovvero la controparte sovietica del SEA harier Anglo/Americano che però in confronto non fu tanto fortunato, tanto che rimase nelle file della marina sovietica non per tantissimo tempo.

Quindi, per concludere:'per me gli aerei russi/ sovietici sono nella loro spartanità, veramente belli, affascinanti e affidabili....i miei preferiti. :)

P.S il su 47 berkut lo trovo forse uno degli aerei sperimentali più belli che siano mai stati fatti

Modificato da tomcatMaic98

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

il MiG-25 non è staro mai stato l'alter ego dell'F-15 (anche perchè ha volato almeno un lustro prima)

 

Come filosofia d'impiego, forse gli si avvicina il Delta Dart, ma per il resto fa categoria a se

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si, infatti il MiG 25 nacque per contrastare l'xb70 valkyre che alla fine rimase solo un bellissimo prototipo in grado di volare a Mach 3.

Modificato da tomcatMaic98

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si, infatti il MiG 25 nacque per contrastare l'xb70 valkyre che alla fine rimase solo un bellissimo prototipo in grado di volare a Mach 3.

E SR-71, U2 e missili cruise nella stratosfera.

Con la supposta avanzata a livello tecnico degli occidentali io ci andrei piano. I russi, come chiunque, hanno sempre fatto quel che serviva loro e questo spesso e volentieri non era compreso nel modo corretto nel supposto occidente. Ai russi serviva un intercettore ognitempo stratosferico trisonico, quindi ecco il Mig-25, che faceva una cosa sola: distruggere bersagli supersonici nella stratosfera.

Il Su-15 faceva lo stesso, ma molto più "sotto", non poteva colpire SR-71.

L'Unione Sovietica ha sempre avuto bisogno di macchine intese soprattutto a difendere la Patria (giusto o sbagliato che fosse), quindi necessitava di mezzi diciamo tra due virgolette grosse così "difensivi". I suoi mezzi di espansione per così dire erano soprattutto ideologici, più che militari. Non a caso non si dotò mai di portaerei strategiche a propulsione nucleare, ma di sottomarini nucleari lanciamissili invece si.

Modificato da Vultur

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Son d'accordo sulla tua interpretazione,tranne sulla parte dell'espansione -più ideologica che militare-,dove invece si sono dati un bel da fare,a partire dal Muro di Berlino in poi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non a caso non si dotò mai di portaerei strategiche a propulsione nucleare, ma di sottomarini nucleari lanciamissili invece si.

 

Non fece in tempo .... perché nel 1984, allorché la portaerei convenzionale che era in costruzione nei cantieri in Ucraina venne fotografata dai satelliti USA ....

 

2lxc9oh.jpg

 

.... la sua economia era ormai prossima a tirare le cuoia ....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Son d'accordo sulla tua interpretazione,tranne sulla parte dell'espansione -più ideologica che militare-,dove invece si sono dati un bel da fare,a partire dal Muro di Berlino in poi.

 

Be come aggressioni militari estere non ne conosco molte a parte Budapest, la Primavera di Praga e l'Afghanistan. Una volta vinta la guerra civile bolscevica dopo la prima guerra mondiale, i comunisti russi si dedicarono ad addestrare i comunisti di tutto il mondo, ma non è che andarono fisicamente ad attaccare paesi esteri con i carri armati, andarono solo ad ammazzare Trozki (cioè il fondatore dell'Armata Rossa a quel che ne so io il che la dice lunga su molte cose).

 

A Pinto: se Stalin avesse voluto portaerei strategiche le avrebbero fatte molto prima del 1984.

 

Il Muro non è che la dimostrazione del comunismo sovietico russo: un muro appunto e NON una nave da sbarco.

Invece di espanderci a macchia d'olio, ci trinceriamo dietro un bel muro perché, non si sappia in giro, ma abbiamo qualche problema a tenere DENTRO i nostri, immaginiamo andare in giro per il mondo su una portaerei ...

Una volta conquistata l'Asia e la Siberia gli Zar, bianchi e rossi, si sono fermati. Il resto era solo difesa del sacro suolo (e dello spazio aereo), che sono belli grandi per altro.

Modificato da Vultur

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

da dire che i russi hanno da sempre le armi + "economiche" per molti paesi che non potevano permettersi di comprare f-16 , f-15 , f-14( anche se l'iran è riuscita ad averli) ma anche carri come t80 t72 e via discorrendo , da considerare che gli americani non a tutti rendono accessibili certe tecnologie, e menomale ve lo immaginerete un paese come la siria o la korea del nord con f-117 e B-2 sarebbero una minaccia per il mondo .... quei paesi dove vige una politica molto retrograda, infatti ancora molti di questo tengono dei vecchi fulcrum se parliamo di tecnologie all'avanguardia per quei paesi .. i russi col cavolo che gli cedono i nuovi su 35 flanker o il mig 35 ancora in fase sperimentale o i froogfoot e fullback , l'india non so come riuscì ad avere i su 30 ....comunque la maggior parte di questi paesi come korea cuba e ex sovietici tengono ancora vecchi mig degli anni 50 a salire mig 15/17/19/21/25 alcuni li hanno sostituiti con i fulcrum, come aerei d'attacco invece su 22/7 qualcuno mi sembra che tiene qualche vecchio su 25 ma non mi ricordo bene quanto elicotteri bhe gli hind e gli hip(elicottero trasporto) gli hokum e gli havoc dentro i confini russi invece per i bombardieri forse hanno ancora i tu 16 e gli il 28 ma non ne sono sicuro .... c'è da dire pure che i cinesi qualche bel apparecchio loro l'hanno prodotto pure vedesi J-10 e J-20 prendendo spunto sempre dai loro vicini russi .... invece sempre dei cinesi com'è che hanno il nostro A-129 mangusta sempre se non ce l'hanno taroccato come fanno con le marche :asd:

Modificato da SkyForce89

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

Anche se non e' dedicato, qualche info la puoi trovare nel tread "Caccia Cinese di 5º Generazione", sezione "Caccia".

 

 

 

 

j_31_cgi_1_104.jpg

 

 

oddio questo mi era sfuggito l'f-35 cinese

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E SR-71, U2 e missili cruise nella stratosfera.

Con la supposta avanzata a livello tecnico degli occidentali io ci andrei piano. I russi, come chiunque, hanno sempre fatto quel che serviva loro e questo spesso e volentieri non era compreso nel modo corretto nel supposto occidente. Ai russi serviva un intercettore ognitempo stratosferico trisonico, quindi ecco il Mig-25, che faceva una cosa sola: distruggere bersagli supersonici nella stratosfera.

Il Su-15 faceva lo stesso, ma molto più "sotto", non poteva colpire SR-71.

L'Unione Sovietica ha sempre avuto bisogno di macchine intese soprattutto a difendere la Patria (giusto o sbagliato che fosse), quindi necessitava di mezzi diciamo tra due virgolette grosse così "difensivi". I suoi mezzi di espansione per così dire erano soprattutto ideologici, più che militari. Non a caso non si dotò mai di portaerei strategiche a propulsione nucleare, ma di sottomarini nucleari lanciamissili invece si.

 

 

In effetti l' Urss organizzo il suo dispositivo piu in funzione difensiva o al massimo per una guerra nell'europa centrale.

 

Non aveva forze "expeditionary" della quantita e della qualita di quelle schierate dagli USA.

 

In linea generale il problema dell'URSS fu mancanze di un anello di collegamento tra l'industria degli armamenti e l'economia imprenditoriale che di fatti non c'era.

I sovietici alla fine degli anni 50 mandarono l'uomo nello spazio, ma in quegli anni la casalinga dell' Inguscezia non aveva ne il forno elettrico ne la lavatrice, mentre il contadino dell'Ucraina non aveva il trattore.

Modificato da holmes7

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In linea generale il problema dell'URSS fu mancanze di un anello di collegamento tra l'industria degli armamenti e l'economia imprenditoriale che di fatti non c'era.

 

Scusa :scratch: , forse ho capito male io. Ma la maggior parte di tutte le industrie degli armamenti non erano tutte sotto l'ala dello stato?

Quindi quale mancanza di collegamento doveva esserci, se facevano parte di un ente fine a se stesso? L'economia imprenditoriale non se la facevano da se espatriando i propri armamenti e prodotti negli altri stati filo-Sovietici ?

Modificato da tomcatMaic98

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

da dire che i russi hanno da sempre le armi + "economiche" per molti paesi che non potevano permettersi di comprare f-16 , f-15 , f-14( anche se l'iran è riuscita ad averli) ma anche carri come t80 t72 e via discorrendo , da considerare che gli americani non a tutti rendono accessibili certe tecnologie, e menomale ve lo immaginerete un paese come la siria o la korea del nord con f-117 e B-2 sarebbero una minaccia per il mondo .... quei paesi dove vige una politica molto retrograda, infatti ancora molti di questo tengono dei vecchi fulcrum se parliamo di tecnologie all'avanguardia per quei paesi .. i russi col cavolo che gli cedono i nuovi su 35 flanker o il mig 35 ancora in fase sperimentale o i froogfoot e fullback , l'india non so come riuscì ad avere i su 30 ....comunque la maggior parte di questi paesi come korea cuba e ex sovietici tengono ancora vecchi mig degli anni 50 a salire mig 15/17/19/21/25 alcuni li hanno sostituiti con i fulcrum, come aerei d'attacco invece su 22/7 qualcuno mi sembra che tiene qualche vecchio su 25 ma non mi ricordo bene quanto elicotteri bhe gli hind e gli hip(elicottero trasporto) gli hokum e gli havoc dentro i confini russi invece per i bombardieri forse hanno ancora i tu 16 e gli il 28 ma non ne sono sicuro .... c'è da dire pure che i cinesi qualche bel apparecchio loro l'hanno prodotto pure vedesi J-10 e J-20 prendendo spunto sempre dai loro vicini russi .... invece sempre dei cinesi com'è che hanno il nostro A-129 mangusta sempre se non ce l'hanno taroccato come fanno con le marche :asd:

 

Per carità non parliamo di paesi dove vige una politica molto retrograda.

Inoltre Cuba e Corea del Nord sono un po' a parte.

In generale i mezzi russi sono ottimi e sono fatti pensando a produzioni di massa e resistenza in climi sfavorevoli dall'America Centrale, all'Africa, fino all'Artico, senza dover contare su ripari molto sofisticati, cioè senza dover spendere troppi soldi in hangars riscaldati. Robustezza per piste non sempre al top e affidabilità. Grandi o grandissime autonomie, ecc ...

I piloti russi, ucraini e in generale ex-sovietici sono ancora oggi tra i migliori piloti commerciali e sono richiestissimi, così come i loro mezzi: An-12, Il-76, Mi-8, Mi-26, ecc ...

 

Un Be-200 antincendio:

http://www.youtube.com/watch?v=7Sui26PR-bY

 

Il Mi-6 che con le ali poteva essere usato come cargo a decollo corto:

http://www.youtube.com/watch?v=CW6g70REwvY

 

Il Mi-26 molto usato in Siberia nei giacimenti petroliferi:

http://www.youtube.com/watch?v=q2fc_BeFLFQ

 

Il Mi-10 gru volante:

http://www.youtube.com/watch?v=Nivqjrf4YcA

Modificato da Vultur

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

da dire che i russi hanno da sempre le armi + "economiche" per molti paesi che non potevano permettersi di comprare f-16 , f-15 , f-14( anche se l'iran è riuscita ad averli) ma anche carri come t80 t72 e via discorrendo

non è vero. i sistemi sovietici erano economici, e manco tanto, per gli standard occidentali, ma non lo erano affatto per l'URSS... non a caso sono andati zampe all'aria.

inoltre, all'epoca i paesi compravano per sfere d'influenza, non per economicità. ancora oggi, se si eccettuano dei risarcimenti, pagati in armi, la situazione è la stessa.

 

 

russi col cavolo che gli cedono i nuovi su 35 flanker o il mig 35 ancora in fase sperimentale o i froogfoot e fullback

li vendono a chiunque possa pagarli. proprio per tale ragione, alcuni paesi storicamente comunisti non hanno potuto aggiornare i propri armamenti, non potendo pagare... prima gli venivano regalati quasi.

 

 

l'india non so come riuscì ad avere i su 30

perchè ha pagato per una versione customizzata del Flanker?

 

 

c'è da dire pure che i cinesi qualche bel apparecchio loro l'hanno prodotto pure vedesi J-10 e J-20 prendendo spunto sempre dai loro vicini russi .... invece sempre dei cinesi com'è che hanno il nostro A-129 mangusta sempre se non ce l'hanno taroccato come fanno con le marche :asd:

J-10 e J-20 di russo hanno solo i motori (perchè i cenesi non sono ancora in grado di fare da soli, non per scelta) e l'A-129 non è stato affatto copiato dai cinesi.

 

 

L'Unione Sovietica ha sempre avuto bisogno di macchine intese soprattutto a difendere la Patria (giusto o sbagliato che fosse), quindi necessitava di mezzi diciamo tra due virgolette grosse così "difensivi". I suoi mezzi di espansione per così dire erano soprattutto ideologici, più che militari. Non a caso non si dotò mai di portaerei strategiche a propulsione nucleare, ma di sottomarini nucleari lanciamissili invece si.

andava detto alla NATO... miliardi buttati al vento, quando quelli volevano essere lasciati in pace... eddai Vultur!

 

 

Non a caso non si dotò mai di portaerei strategiche a propulsione nucleare, ma di sottomarini nucleari lanciamissili invece si.

non riuscì a dotarsene per differenti visioni strategiche e, soprattutto, per ovvie questioni geografiche. se, per esempio, l'URSS fosse stata in una posizione geografica e geostrategica similiare agli USA, avremmo visto fioccare le portaerei.

 

 

In generale i mezzi russi sono ottimi e sono fatti pensando a produzioni di massa e resistenza in climi sfavorevoli dall'America Centrale, all'Africa, fino all'Artico

passi l'artico, ma i climi caldi e umidi proprio no.

 

 

Grandi o grandissime autonomie

quando richiesto da progetto, come qualsiasi altro aereo... non è mica una virtù unicamente della Rodina.

 

 

I piloti russi, ucraini e in generale ex-sovietici sono ancora oggi tra i migliori piloti commerciali e sono richiestissimi, così come i loro mezzi: An-12, Il-76, Mi-8, Mi-26, ecc ...

i piloti sovietici volavano meno dei corrispettvi NATO durante la guerra fredda, figurati oggi. non è una questione di essere migliori o peggiori, è una questione di teatro operativo e di macchine usate: è ovvio che un paese del terzo mondo, dotato di aereomobili sovietici e con scarsi fondi, preferisca un pilota ex-sovietico... che paga anche meno. se, per assurdo, un aereonautica del terzo mondo si dotasse di aerei NATO, chiamerebbe piloti ex-NATO.

Modificato da vorthex

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scusa :scratch: , forse ho capito male io. Ma la maggior parte di tutte le industrie degli armamenti non erano tutte sotto l'ala dello stato?

Quindi quale mancanza di collegamento doveva esserci, se facevano parte di un ente fine a se stesso? L'economia imprenditoriale non se la facevano da se espatriando i propri armamenti e prodotti negli altri stati filo-Sovietici ?

 

 

Il problema stava nel fatto che tali aziende non erano proprio gestite in modo imprenditoriale almeno in termini culturali, ma sopratutto manco quell'osmosi tra pubblico e privato.

 

Come detto i russi progettarono i razzi per andare nello spazio, ma il loro apparato industriale fu incapace di costruire una berlina appena decente, o forni a micro onde.

 

Questo continuo scambio e se vogliamo competizione tra i due settori alimento la superiorita tecnologica e organizzativa del mondo occidentale.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

comunque rimane il fatto che sia l'aviazione russa e americana sono tra le più potenti magari i sovietici tecnicamente sono indietro rispetto agli usa ma quanto robustezza e resistenza i russi vincono perché appunto i loro apparecchi sono progettati per resistere alle intemperie magari non avendo la possibilità di avere un clima favorevole penso che loro stessi siano in un certo senso costretti a dover adattare le loro tecnologie alla situazione, ultimamente stanno iniziando ad aggiornarsi dal punto di vista tecnico per es il pak fa e molti flanker e fulcrum montano ora sistemi di bordo quasi simili a quello americano certo non arriveranno ad ottenere una tecnologia di un f-22 o f-35 però si stanno aggiornando x'ora hanno la tecnologia di un f-15 o f-16 e questo in un conflitto aereo potrebbe arrecare qualche problema per le aviazioni odierne.. una volta avevo sentito che un flanker SU 35 avrebbe più probabilità di abbattere un f-22 o un f-35 in un combattimento ravvicinato peccato che f-22 e f-35 siano progettati per attaccare a lunghe distanze quindi fuori dalla portata radar dei russi .

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sembra essere un dato di fatto che gli Stati Uniti abbiano esagerato, per motivi propagandistici, le reali capacità militari dell'Unione Sovietica ....

 

How The Pentagon Exaggerated Russia’s Cold War Wonder Weapons ....

 

Nearly 30 years ago, the Pentagon produced its own propaganda for the American public.

What happened is a cautionary tale for today.

 

Fonte .... https://medium.com/war-is-boring/d14c47e51c31

 

72rjew.jpg

 

Il documento venne pubblicato, a partire dal 1982, per dieci anni consecutivi .... e, significativamente, la sua ultima edizione (quella del 1991) non fu più titolata "Soviet Military Power" .... bensì "Military Forces in Transition".

Sicuramente qualcuno di voi ricorderà che, per alcuni anni, ne uscì una versione nella nostra lingua curata dalla redazione del mensile RID ....

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

SI E NO.

Su alcune cose, di certo. Ma su altre, le sorprese post caduta muro (anche sulle dottrine) furono molte. Cito lo SSN14 e gli incrociatori lanciamissili che servivano a tutt'altro, i 'bastioniì' a protezione degli SSBN, ecc ecc.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

×