Jump to content
Sign in to follow this  
matteo16

Bell Ah-1 Cobra / Super Cobra

Recommended Posts

apro il post di questo favoloso elicottero d'attacco

 

Bell AH-1 Cobra

 

 

AH-1_Cobra_DF-ST-85-09827.JPEG

 

 

Il Bell AH-1 Cobra (denominazione del costruttore Model 209) è un elicottero d'attacco a turbina con rotore a due pale, progettato e costruito negli Stati Uniti d'America dalla Bell Helicopter (ora Bell Helicopter Textron) a partire degli anni sessanta. Ha in comune il motore, la trasmissione e il rotore con il precedente UH-1 "Huey", tanto da essere a volte chiamato "Hueycobra".

L'AH-1 è stato il componente principale della flotta di elicotteri d'attacco dell'U.S. Army, fino a quando l'esercito statunitense non lo ha sostituito con l'AH-64 Apache. Versioni aggiornate continuano a essere impiegate da altri utilizzatori e le successive versioni bimotore sono ancora in servizio con il corpo dei Marines, per i quali costituiscono il principale modello di elicottero d'attacco.

 

Storia

 

Origini del requisito

 

La storia dello sviluppo del Bell AH-1 è strettamente connessa con quella del Bell UH-1, il primo elicottero moderno di successo, introdotto nel 1962 nella guerra in Vietnam e impiegato fino a farne una icona del conflitto. L'UH-1 di fatto rese possibile la dottrina di impiego della "cavalleria dell'aria", teorizzata per la prima volta durante quel conflitto. La dottrina militare americana in quel teatro di operazioni ipotizzava l'impiego di forze estremamente mobili che potessero essere rapidamente dispiegate in tutto il Vietnam. L'esperienza maturata anche durante la precedente guerra di Corea portò a teorizzare che non ci sarebbero state lunghe battaglie per il mantenimento di posizioni, ma, invece, truppe trasportate da flotte di UH-1 Huey avrebbero avuto modo di spostarsi lungo tutto il teatro di guerra, ingaggiando il combattimento in tempi e luoghi di propria scelta.La massiccia espansione della presenza militare americana in Vietnam aprì una nuova era alla guerra aerea. Il fulcro della tattica dell'esercito americano diventò l'impiego degli elicotteri e la protezione di questi mezzi diventò un argomento vitale. Divenne infatti ben presto evidente che elicotteri da trasporto disarmati erano vulnerabili contro il fuoco da terra delle truppeViệt Công e Nord vietnamite, in particolare nelle fasi in cui gli elicotteri si abbassavano nelle zone di atterraggio per consentire lo sbarco. Senza il supporto di artiglieria o di forze di terra, l'unico modo per rendere sicura una zona di atterraggio sarebbe stato intervenendo dall'aria, preferibilmente con un mezzo aereo in grado anche di ricoprire il ruolo di scorta degli elicotteri durante il volo di trasferimento e con la capacità, nello stesso tempo, di orbitare sulla zona di atterraggio a protezione ed in funzione dell'evolversi della battaglia. Già nel corso del conflitto in Vietnam, man mano che venivano consegnate versioni successive e potenziate degli Huey (UH-1D e UH-1H), gli elicotteri di versioni precedenti venivano trasformati in "cannoniere volanti" armate con mitragliatrici e razzi per l'impiego come scorta armata.Il successo di queste versioni preparò la strada per l'acquisizione di elicotteri progettati appositamente per questo ruolo.

 

 

Il requisito AAFSS 

 

La soluzione dell'U.S.Army per il superamento delle limitazioni del Sioux Scout fu l'emissione di un requisito esteso a tutti i costruttori di elicotteri per un "Advanced Aerial Fire Support System" (AAFSS).Il requisito AAFSS avrebbe portato alla impostazione del Lockheed AH-56 Cheyenne – un elicottero che si sarebbe rivelato troppo ambizioso, complesso e costoso e che fu cancellato definitivamente alcuni anni più tardi, nel 1972. Il programma Cheyenne contribuì alla messa a punto di nuove tecnologie per gli elicotteri da attacco e dimostrò di essere in grado di produrre alcuni risultati prestazionali di rilievo, ma non fu mai in grado di accreditarsi come un progetto funzionale. Servì però per sottolineare una importante regola negli elicotteri da combattimento: la sopravvivenza sarebbe stata assicurata da una giusta combinazione di velocità, agilità e armamento.

 

 

Il Model 209 e la soluzione "a interim" 

 

La Bell non fu invitata a partecipare al programma AAFSS e, malgrado l'impegno dell'esercito in quel programma, continuò autonomamente con la propria idea di sviluppo di un elicottero da combattimento più leggero e piccolo di quello di quel requisito.[9]Nel gennaio 1965 la società decise di investire un milione di dollari per sviluppare autonomamente il proprio progetto.

La Bell realizzò quindi il Model 209 riprendendo largamente i concetti delineati con il "mock-up" "Iroquois Warrior". Per la realizzazione, si utilizzò l'affidabile trasmissione e il sistema rotore "540" dell'UH-1C, il motore a turbina T53 dell'UH-1, più un sistema di autopilota "Stability Control Augmentation System" (SCAS).

Nello stesso tempo, l'evoluzione del conflitto nel Vietnam influiva in favore della rapida adozione di un elicottero armato, in conseguenza dell'aumentare degli attacchi alle truppe americane, che sarebbero arrivate a 50 000 effettivi per la fine del 1965.

Il 1965 era anche l'anno stabilito per la scelta del progetto a cui affidare il programma AAFSS, ma a causa di difficoltà tecniche e politiche la definizione del programma era bloccata. L'U.S. Army necessitava di una soluzione a "interim" per un elicottero armato e chiese a cinque costruttori di proporre una soluzione rapida. Le proposte furono versioni armate deiBoeing Vertol ACH-47A, Kaman HH-2C Tomahawk, Piasecki Piasecki 16H Pathfinder, Sikorsky S-61 e il Bell 209.

Il 3 settembre 1965 la Bell presentò ufficialmente il suo prototipo e quattro giorni più tardi, effettuò il primo volo a solo otto mesi di distanza dall'inizio dello sviluppo. Nell'aprile 1966, il Model 209 risultò vincitore rispetto agli elicotteri concorrenti per la soluzione "ad intermi" e l'esercito americano firmò il primo contratto di produzione per 110 esemplari.

Il dimostratore Bell 209 fu utilizzato per i successivi sei anni per le prove sui sistemi di armamento e sugli altri equipaggiamenti. Fu aggiornato per allinearsi allo standard AH-1 di produzione nei primi anni settanta. Il dimostratore è stato in seguito consegnato al General George Patton Museum a Fort Knox e riconvertito approssimativamente nella sua configurazione originale.

L'avvio della produzione 

Il progetto del Bell 209 fu modificato prima di entrare in produzione di serie. Il carrello a pattino retrattile fu sostituito con uno più semplice e fisso. Venne adottato un rotore a pale più ampie e i modelli in produzione avevano un tettuccio in plexiglas al posto di quello corazzato del 209, che risultò pesante al punto da limitare le prestazioni.

Impiego operativo con gli Stati Uniti nel Vietnam 

Il primo AH-1G HueyCobra venne consegnato nel giugno 1967. Originariamente designato UH-1H, adottò subito la lettera "A" per "da attacco" e quando una versione migliorata dell'UH-1D venne chiamata UH-1H, lo HueyCobra divenne l'AH-1G.

L'AH-1 venne inizialmente considerato una variante della linea H-1 e, per questo motivo, venne utilizzata la lettera G per la prima variante.

La Bell costruì 1 116 AH-1G per l'esercito americano tra il 1967 e il 1973. I Cobra accumularono oltre un milione di ore di volo operativo in Vietnam.

 Gli AH-1 Cobra vennero impiegati durante l'offensiva del Tet del 1968 e fino alla fine della guerra del Vietnam per fornire supporto di fuoco alle forze terrestri, servizio di scorta e altri ruoli, incluso quello di equipaggiare due battaglioni di "artiglieria aerea con razzi" - aerial rocket artillery (ARA) inquadrati nelle divisioni aeromobili. I Cobra formavano anche dei gruppi detti "hunter killer" in coppia con gli elicotteri da avvistamento OH-6A. Un OH-6 volava basso e lento per individuare le forze nemiche: se l'OH-6 attirava il fuoco, interveniva il Cobra colpendo la postazione nemica che si scopriva.

 

 

Impiego in Israele 

 

Sin da metà degli anni settanta il Libano rappresentava il fronte più attivo per Israele. Le caratteristiche uniche dei Cobra unite alla dotazione di armamenti di precisione, rendevano questi elicotteri ottimali per il teatro di operazioni libanese e la IAF li acquisì e cominciò ad utilizzarli con regolarità per oltre 20 anni. Il primo attacco con i Cobra ebbe luogo il 9 maggio 1979 vicino Tiro. Al tramonto, due AH-1 attraversarono il confine sul Mediterraneo e lanciarono due missili ognuno colpendo gli obiettivi assegnati. I Cobra sono stati utilizzati intensivamente dalla Israeli Air Force nella guerra del Libano del 1982 per distruggere i corazzati e le fortificazioni Siriane. Gli AH-1 distrussero dozzine di mezzi corazzati, compresi alcuni moderni carri armati T-72 di produzione sovietica. I Cobra sono stati molto attivi nelle maggiori operazioni contro Hizbullah, quali l'operazione "Accountability" e "Grapes of Wrath".

Tuttora la Heyl Ha'Avir utilizza i Cobra, rinominati "Tzefa" (צפע), ebraico per vipera,riscuotendo apprezzamenti positivi da parte degli stati maggiori.

Pakistan 

L'Esercito Pakistano ha anche utilizzato l'AH-1 come principale elicottero armato durante la metà degli anni settanta, nel corso delle rivolte tribali nella provincia del Belucistan. Le recenti insurrezioni nelle regioni del Waziristan hanno visto AH-1 pakistani impiegati contro i combattenti Talebani e di Al Qaeda e le tribù loro alleate, così come negli scontri susseguenti alle insurrezioni in Baluch sollevate dai armati delle etnie Bugti e Marri comandate da Nawab Akbar Khan Bugti, leader delBalochistan Liberation Army, dalla prima metà degli anni 2000.

Cessazione dell'impiego con l'U.S.Army

Gli Huey Cobra furono acquisiti anche dall'United States Marine Corps che li utilizzò nelle operazioni durante 1983 invasion of Grenada. Durante la guerra del golfo del 1990-91, i Cobra e i SeaCobra vennero utilizzati in ruoli di supporto. I Marines impiegarono 91 SeaCobras e l'esercito 140 Cobra. Tre AH-1 vennero persi in incidenti durante i combattimenti e dopo il cessate il fuoco. I Cobra statunitensi sono stati impiegati in operazioni per tutti gli anni novanta e alcuni continuano a operare con le forze armate americane, per esempio con i Marines durante la guerra in Iraq.

Lo U.S.Army dismise gli AH-1 nel corso degli anni novanta e ritirò l'AH-1 dal servizio attivo nel marzo del 1999 lasciandolo solo in organico alla riserva.Successivamente l'esercito statunitense ritirò l'AH-1 dalla riserva nel settembre 2001. Gli AH-1 radiati sono stati ceduti ad altre nazioni o al Servizio forestale degli Stati Uniti.

Impiego nella lotta aerea antincendio

Nel 2003, il Servizio forestale degli Stati Uniti acquisì 25 AH-1F radiati dall'U.S. Army.Gli elicotteri sono stati ridesignati come Bell 209 e sono in corso di conversione alla versione Firewatch Cobra con sensori agli infrarossi e a intensificazione luminosa per il controllo della situazione in tempo reale durante la lotta aerea antincendio. Il dipartimento alle foreste della Florida ha anche acquisito 3 AH-1P dall'U.S. Army. Questi modelli sono chiamati Bell 209 "Firesnakes" e sono equipaggiati con un sistema in grado di lanciare acqua o liquido ritardante.

 

1481399.jpg

 

 

Varianti Monomotore

 

Bell 209

Prototipo originale dell'AH-1G con carrello a pattino retrattile. Questo modello è stato utilizzato anche dallaFAA per la certificazione civile degli AH-1S ex U.S. Army utilizzati per il servizio antincendio.

 

AH-1G HueyCobra

"G" come gunship (cannoniera). Modello iniziale, avviato in produzione a partire dal 1966 per l'esercito americano, equipaggiato con una turbina da 1400 shp Avco Lycoming T53-L-13.

 

JAH-1G HueyCobra

Un elicottero per prove sui sistemi di armamento, compreso il missile Hellfire e un cannone a canne multiple.

 

TH-1G HueyCobra

Versione da addestramento a doppio comando. La differenza principale consiste nella aggiunta di servocomandi idraulici per la postazione anteriore per pareggiare il vantaggio meccanico normalmente disponibile nella postazione posteriore.

 

Z.14 HueyCobra

Designazione dell' AH-1G data dalla Marina Militare Spagnola.

 

YAH-1Q

8 AH-1G equipaggiati con la Telescopic Sight Unit (TSU) XM26 e due lanciatori a 4 posti M56 TOW.

 

AH-1Q HueyCobra

Versione equipaggiata con il sistema M65 TOW/Cobra, Telescopic Sight Unit (TSU) M65 e sistema ottico M73. Tutte le versioni successive imbarcheranno la TSU e saranno disponibili con la capacità di sparare il missile TOW.

 

YAH-1R

AH-1G con motore T53-L-703 e senza il sistema TOW.

 

YAH-1S

aggiornamento dell'AH-1Q e del sistema TOW.

 

AH-1S

Il modello di base AH-1S è un AH-1Q aggiornato con un motore T53-L-703 da 1800 shp. L' AH-1S veniva denominato anche "Improved AH-1S", "AH-1S Modified", o "AH-1S(MOD)" prima del 1988. (Prima del 1988, tutte le varianti aggiornate venivano considerate varianti dell'AH-1S.)

 

AH-1P

100 elicotteri prodotti con rotori in materiale composito, glass cockpit e migliorata disposizione della strumentazione per il volo del tipo "nap-of-earth" (NOE) a bassissima quota. L'AH-1P veniva anche chiamato "Production AH-1S", o "AH-1S(PROD)" prima del 1988. Questi aggiornamenti erano considerati lo Step 1 del programma di aggiornamento per gli AH-1S.

 

AH-1E

98 elicotteri prodotti con l' Enhanced Cobra Armament System (ECAS) costituito dal sottosistema M97A1 consistente in un cannone a tre canne M197 da 20 mm. L'AH-1E veniva denominato "Upgunned AH-1S" o "AH-1S(ECAS)" prima del 1988. Questi aggiornamenti erano considerati lo Step 1 del programma di aggiornamento per gli AH-1S. Gli AH-1E non avevano l'M147 Rocket Management Subsystem (RMS) e quindi non erano in grado di utilizzare i razzi da 2.75 pollici.

 

AH-1F

143 elicotteri prodotti e 387 convertiti a partire da AH-1G. L'AH-1F incorpora sia lo Step 1 che lo Step 2 del programma di aggiornamento degli AH-1S e prevedeva inoltre l'installazione del sistema M147 RMS, del sistema M143 Air Data Subsystem (ADS), di un telemetro laser per l'acquisizione di bersagli, un jammer per gli infrarossi installato al di sopra degli scarichi motore e un sistema di abbattimento della traccia infrarossa dei gas di scarico. L'AH-1F veniva anche denominato "Modernized AH-1S", "AH-1S Modernized Cobra", o "AH-1S(MC)" prima del 1988.

 

Model 249

Dimostratore sperimentale con rotore quadripala, motore potenziato e equipaggiamento sperimentale, tra cui il missile Hellfire.

 

Bell 309 KingCobra

Versione sperimentale con motore a turbina Lycoming T-55-L-7C.

 

259b50f2-9192-40a1-b6e0-f613282da56c.JPG

 

 

Utilizzatori 

Operatori attuali 

 

Bahrain

Royal Bahraini Air Force ha acquisito altri 24 AH-1P e 6 TAH-1P da addestramento.Il Bahrain nel 2008 aveva in dotazione 10 AH-1E, 6 AH-1P e 6 TAH-1P.

 

Israele

Heyl Ha'Avir 55 AH-1 "Tzefa" צפע ("Viper"), suddivisi tra varianti S, F e G.

 

Giappone

Japan Ground Self-Defense Force - 2 AH-1E e 89 AH-1S costruiti su licenza dalla Fuji Heavy Industries tra il 1984 e il 2000.

 

Giordania

Al-Quwwat al-Jawwiyya al-malikiyya al-Urdunniyya - acquisiti 24 AH-1S e 9 AH-1F. Nel 2008 risultano in servizio 22 AH-1S e 9 AH-1F.

 

 Pakistan

Esercito Pakistano - acquisiti 20 AH-1S negli anni novanta (in seguito aggiornati a AH-1F) e ordinati altri AH-1F nel 2004. Il Pakistan ha 39 tra AH-1S e AH-1F in servizio al novembre 2008. e nel 2008 ha ordinato altri Cobra.

 

 Corea del Sud

Esercito della Repubblica di Corea - acquisiti 42 AH-1S e 20 AH-1F Cobras. Nel 2008 rislutano operativi 29 AH-1F/J.

 

Thailandia

Reale Esercito Tailandese - acquisiti 4 AH-1F nel 1990. Al novembre 2008, l'esercito ha 3 AH-1F operativi.

 

Turchia

Esercito Turco - ricevuti 32 AH-1P/S Cobra usati. Sono stati aggiornati allo standard AH-1F. Nel 2008 risultavano operativi 23 AH-1 Cobra.

 

 Stati Uniti

Servizio forestale degli Stati Uniti (25 AH-1F, convertiti allo standard Bell 209 Firewatch Cobra)

Florida Department of Forestry (3 AH-1P, convertiti nella versione Bell 209 "Firesnakes")

 

Operatori precedenti 

 

Spagna

Marina Militare Spagnola - ricevuti 8 AH-1G, sostituiti dagli Eurocopter Tiger.

 

Stati Uniti

United States Army - sostituiti con gli AH-64 Apache.

United States Customs Service - utilizzò un piccolo numero di AH-1G tra il 1981 e il 1986.

United States Marine Corps - AH-1G prima dei ricevere gli AH-1J bimotore.

 

 

 

Bell AH-1 SuperCobra

 

 

080930-m-9013c-001.jpg

 

 

Il Bell AH-1 SuperCobra è un elicottero d'attacco biturbina basato sul Bell AH-1 Cobra. La famiglia bimotore derivata dal Cobra monomotore originale, include l'AH-1J SeaCobra, l'AH-1T Improved SeaCobra e l'AH-1W SuperCobra. L'AH-1W è attualmente la spina dorsale della flotta di elicotteri d'attacco dello United States Marine Corps, ma verrà sostituito nel prossimo decennio dall'AH-1Z Viper, versione ulteriormente sviluppata.

 

Storia 

 

Sviluppo 

 

L' AH-1 Cobra monomotore fu sviluppato nella metà degli anni sessanta come elicottero armato per l'United States Army impegnato all'epoca nella guerra del Vietnam. Il Cobra condivideva il motore, la trasmissione T53 e il rotore con il preesistente UH-1 "Huey".

Nel giugno del 1967 la Bell iniziò la consegna dei primi AH-1G HueyCobra; la produzione andò avanti fino al 1973, per un totale di 1116 unità (e più di un milione di ore di volo in operazioni militari).

L'United States Marine Corps, molto interessato al Cobra, preferiva però un velivolo che fosse bimotore, per una questione di maggiore sicurezza nelle operazioni sull'acqua, e che disponesse di una torretta dotata di un armamento più potente.

Inizialmente, il Dipartimento della Difesa americano si oppose alla fornitura di elicotteri dotati di doppio motore, credendo che ci sarebbero stati più vantaggi nell'avere un unico elicottero in comune tra il corpo dei Marines e l'esercito, piuttosto che supportare differenti versioni. Ma nel maggio del 1968, i Marines riuscirono a stipulare un contratto con la Bell per la fornitura di 49 AH-1J SeaCobra bimotori e nel 1969, come misura temporanea, acquisirono dall'esercito 38 AH-1G.

I SeaCobra vennero equipaggiati con il cannone M197 a canne rotanti calibro 20 mm derivato dall'M61 Vulcan.

Negli anni settanta, le richieste da parte dell'USMC di disporre di una macchina in grado di operare con temperature di esercizio più elevate e con capacità di carico bellico maggiori, portarono la Bell allo sviluppo dell'AH-1T "Improved SeaCobra". Questo elicottero si basava sul modello sperimentale Bell 309 King Cobra, da cui riprendeva gli aggiornamenti negli organi di trasmissione e nel gruppo motori a turbina, divenuto un Pratt & Whitney Canada T400-CP-400 Twin Pac. Strutturalmente, era dotato di una fusoliera e di una trave di coda più lunga. Il SeaCobra "Improved" rispondeva anche ad un altro requisito importante: la capacità di essere facilmente manutenibile. La capacità bellica venne aumentata dotando l'elicottero dei missili TOW, installando il relativo sistema di sensori e acquisizione dei bersagli. Sul finire degli anni settanta, una versione migliorata, denominata AH-1T+, dotata di motori General Electric T700 ed avionica avanzata, venne proposta in vendita all'Iran, ma a causa del rovesciamento del regime dello Scià il contratto di fornitura venne annullato.

Verso gli inizi degli anni ottanta, l'USMC era alla ricerca di un nuovo tipo di elicottero imbarcato, ma nel 1981 il Congresso negò i fondi necessari all'acquisto di tali velivoli (gli Hughes AH-64 Apache). La scelta ricadde su di una versione ancor più potente dell'AH-1T, il Bell AH-1W "SuperCobra", in grado di impiegare i missili AIM-9 Sidewinder e gli AGM-114 Hellfire ed avente un nuovo sistema di controllo del tiro (Fire Control System). Vennero stanziati fondi per l'acquisto di 179 nuovi elicotteri e 43 kit di aggiornamento dalla versione AH-1T.

Un dimostratore tecnologico dell'AH-1T+ ed un prototipo dell'AH-1W furono impiegati per testare un nuovo rotore principale sperimentale a quattro pale in materiale composito. Il nuovo sistema migliorava le prestazioni aerodinamiche, riduceva il rumore ed aumentava la capacità di resistenza ai danni subiti in combattimento. Priva di un contratto con l'USMC, la Bell sviluppò con i propri fondi questo nuovo elicottero, denominato AH-1Z "Viper". Il "Viper" oltre ad adottare il nuovo rotore a quattro pale, possedeva un profilo lievemente differente dai sui predecessori per via delle alette porta carichi bellici; esse erano più grandi e permettevano la possibilità di montare alle loro estremità un missile Sidewinder o un Hellfire.

Poiché nel 1996, i costi di sviluppo per una versione navale dell'Apache (elicottero a cui i Marines puntavano già dal decennio prima), erano ancora troppo elevati, venne siglato un contratto per la fornitura all'USMC degli aggiornamenti necessari per portare 180 velivoli AH-1W alla versione AH-1Z.

 

DSC00769.JPG

 

 

Utilizzatori 

 

Corea del Sud

Daehanminguk Yuk-gun

 

 Iran

Niru-ye Havayi-ye Shahanshahiy-e Iran

 

 Iran

Niru-ye Havayi-ye Artesh-e Jomhuri-ye Eslami-e Iran

 

Taiwan

Zhōnghuá Mínguó Lùjūn

 

 Turchia

Türk Kara Kuvvetleri

 

 Stati Uniti

United States Marine Corps

United States Navy

 

AH_1W_Super_Cobra_02.jpg

 

fonte wikipedia

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' veramente un elicottero fantastico, più bello dell' AH-64 apache e del mangusta. -_- -_-

Non pensavo che fosse impiegato da così tanti stati.

P.S: = complimenti per la scheda, è talmente ben fatta che si potrebbe tranquillamente mettere nella home. :okok: :okok: :okok:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Altre annotazioni:

L' AH-1Z Viper sviluppata dalla Bell di propria iniziativa le caratteristiche erano un nuovo rotore, a quattro pale in materiali compositi, cui conseguivano migliori prestazioni riduzione del rumore e più resistente ai danni da combattimento.Poi le ali sono state allungate e dotate di due ulteriori punti di aggancio a cui poteva essere montato il radar Longbow FCR montato sull'Apache.

Il Corpo dei Marines ha utilizzato l'AH-1W Super-Cobra durante la Guerra del Golfo, nel 1990-91, quando 4 unità con un equipaggiamento misto di AH-1W e Bell UH-1 distrussero 97 carri armati, 104 altri veicoli corazzati e 2 batterie contraeree irachene senza perdere un solo velivolo in combattimento. Successivamente il Super-Cobra è stato impiegato in Afghanistan e in Iraq.

 

 

Caratteristiche tecniche AH-1G Cobra:

 

Motore: un turboalbero Lycoming T53-L-13 da 1400 hp.

Diametro del rotore: 13.41 m.

Lunghezza: 13.54 m.

Altezza: 4.10 m.

Massa: 2754 kg a vuoto, 4309 kg massima al decollo.

Velocità orizzontale: 352 km/h.

Velocità di salita: 6.25 m/s.

Autonomia: 574 km.

Tangenza: 3475 m.

Equipaggio: pilota e mitragliere.

Armamento: una torretta brandeggiabile Emerson Electric TAT-141, montata sotto il muso, con una mitragliatrice GAU-2B/A da 7.62 mm a sei canne ruotanti oppure con due lancia-granate XM-129 da 40 mm; una mitragliatrice GAU-2B/A in un affusto M18 SUU-11A/A montato sotto una delle semi-ali; missili anticarro Hughes BGM-71A TOW filoguidati oppure Rockwell AGM-114A Hellfire a guida laser; missili anti-radar Motorola AGM-122A Sidearm; missili aria-aria AIM-9L Sidewinder a guida termica; contenitori lanciarazzi LAU-68 o LAU-69 per, rispettivamente, 7 e 19 razzi Hydra-70 da 7 cm; bombe a grappolo CBU-55 Thermobaric da 250 kg; lanciatore M118 per bombe fumogene.

 

 

Caratteristiche tecniche AH-1W Super Cobra:

 

Motore: due General Electric T700-GE-401 da 1680 hp.

Diametro del rotore: 14.60 m.

Lunghezza: 13.60 m.

Altezza: 4.10 m.

Massa: 4953 kg a vuoto, 6690 kg massima al decollo.

Velocità orizzontale: 352 km/h.

Velocità di salita: 8.20 m/s.

Autonomia: 587 km.

Tangenza: 3720 m.

Equipaggio: pilota e mitragliere.

Armamento: una torretta brandeggiabile A/A49E-7, montata sotto il muso, con un cannoncino M197 da 20 mm a tre canne ruotanti; fino a 8 missili anticarro Hughes BGM-71A TOW filoguidati oppure Rockwell AGM-114A Hellfire a guida laser; missili anti-radar Motorola AGM-122A Sidearm; due missili aria-aria AIM-9L Sidewinder a guida termica; contenitori lanciarazzi LAU-68 o LAU-69 per, rispettivamente, 7 e 19 razzi Hydra-70 da 7 cm; uno o due lanciatori LAU-10 per 4 razzi anti-nave Zuni da 127 mm.

 

fonte aviazione.org

 

E' veramente un elicottero fantastico, più bello dell' AH-64 apache e del mangusta. -_- -_-

Non pensavo che fosse impiegato da così tanti stati.

P.S: = complimenti per la scheda, è talmente ben fatta che si potrebbe tranquillamente mettere nella home. :okok: :okok: :okok:

Grazie... il Cobra è stato e lo sarà ancora per tempo una micidiale arma da combattimento :lol:

 

 

ah1s_cutaway.gif

Edited by matteo16

Share this post


Link to post
Share on other sites

sinceramente pero io preferisco l'apache

Sta di fatto che come è stato scritto nel post sopra nel 1996, i costi di sviluppo per una versione navale dell'Apache (elicottero a cui i Marines puntavano già dal decennio prima), erano ancora troppo elevati, venne siglato un contratto per la fornitura all'USMC degli aggiornamenti necessari per portare 180 velivoli AH-1W alla versione AH-1Z.

è un sistema d'arma molto efficiente e micidiale nonostante l'età del progetto....

qui non c'entra cosa preferisce il singolo, ma da valutazioni profonde e finanziarie fatte dal USMC che hanno portato la scelta sull' AH-1

Edited by matteo16

Share this post


Link to post
Share on other sites

I Cobra in Vietnam

 

L'AH-1G si dimostrò validissimo già dal suo esordio in Vietnam, fornendo appoggio aereo ravvicinato a ogni reparto di terra. Esemplari successivi furono dotati di proiettori per missioni d'attacco notturne. Di tutte le unità dotate di Cobra, nessuna fu

più famosa di quelle della 1° Air Cavalry Division, che si ritennero I'equivalente moderno dei loro predecessori del selvaggio

West americano.

All'inizio dell'impegno americano in Vietnam, l'Air Cavelry era ancora un concetto relativamente nuovo per I'US Army, e le tattiche adottade dai reparti

elicotteristici erano spesso improvvisate. Le tattiche standard ebbero un'evoluzione graduale per far fronte alle condizioni contingenti e variavano da reparto a reparto, ma presto si seguì un'impostazione generale coerente, prevedendo l'impiego di squadre 'hunter-killer', note come 'pink team'.

Questo sistema, in cui le squadre erano identificate con dei colori, è tipico dei reparti dì cavalleria. All'interno di ogni 'pink team' la

'white section', ossia i 'bianchi', comprende gli scout (esploratori) e la 'red section' è il plotone armi di accompagnamento. I1 'blue team' rappresenta il plotone fucilieri aerotrasportato; la definizione comune usata per indicare i soldati di fanteria all'intemo di un reparto dì cavalleria è 'blues'.

La squadra'hunter-killer' composta da un elicottero OH-6 'Loach' e da elicotteri AH-1 HueyCobra fu chiamata 'pink team' per via della combinazione di'rossi' e'bianchi' al suo interno. Quando un 'pink team' identificava un reparto nemico, essa avrebbe richiesto l'intervento dei 'blues'. Una volta preparato il terreno d'atterraggio (LZ,Landíng Zone) con i1 fuoco di soppressione dei Cobra, e ripulito dalla presenza di truppe nemiche, i 'blu' sarebbero sbarcati dagli elicotteri UH-1 per inseguire la forza nemica. Gli equipaggi dei Cobra awebbero orbitato sopra la zona. pronti a fornire supporto.

 

AH-1G-Cobra-Vietnam.jpg

 

 

All'altezza delle cime degli alberi il Cobra era vulnerabile come qualsiasi altro velivolo e per tattiche adottate dai reparti evitare il fuoco nemico veniva adottata una combinazione di velocità e agilità.

 

Armieri e personale di manutenzione sono stati gli oscuri eroi dei reparti dotati di elicotteri Cobra. Spesso operando nelle condlzioni più primitive,essi erano in grado di riarmare l'elicotteto con razzi e munizionamento per le mitragliere

Gatling in meno di 10 minuti. ll loro rapido lavoro consentì spesso agli AH-1 di tornare in combattimento mentre ancora infuriava la battaglia.

 

I piloti dì elicotteri OH-6 'Loach' rimuovevano spesso le porte dei loro elicotteri nel tentativo di disporre di maggìore visibilità. Una volta localizzato ìl nemico, l'OH-6 si sarebhe rítírato a una quota superiore, mentre gli elicotteri AH-1 Cobra saturavano di fuoco I'ohiettivo. Oltre a effettuare missioni d'attacco, i Cobra appoggíarono spesso sortite SAR (operazioni di ricerca e salvataggio) e in un'occasione un elicottero Cobra riuscì persino a recuperare un pilota di F-100 abbattuto, il General Fogleman, che in seguito divenne comandante in capo dell'USAF. Non essendovi spazio nell'abitacolo, venne sistemato nel portello aperto del vano cannone per un volo dÍ 32 km verso la salvezza.

 

69946.jpg

 

 

L'alto morale dei reparti Cobra si rifletteva nell'adozione di vistose e sgargianti decorazìoni a bocca di pescecane dipinte sui musi delle macchine. I piloti adottarono la tattica di trasferirsi in zona di combattimento a quote medie per evitare il fuoco di armi leggere proveniente da terra, incontrato quasi dappertutto in Vietnam.

 

Cobra-helicopter.jpg

 

 

ah-1_cobra_turret_02.jpg

Edited by matteo16

Share this post


Link to post
Share on other sites

perché l'ultimo esemplare in foto ha due gatling? io ho sempre saputo che i cobra ne avevano una sola!

 

perché l'ultimo esemplare in foto ha due gatling? io ho sempre saputo che i cobra ne avevano una sola!

Share this post


Link to post
Share on other sites

perché l'ultimo esemplare in foto ha due gatling? io ho sempre saputo che i cobra ne avevano una sola!

 

perché l'ultimo esemplare in foto ha due gatling? io ho sempre saputo che i cobra ne avevano una sola!

 

Nelle 2 foto dei Cobra in fondo appartengono alla versione AH-1G "gunship" che può montare 2 armi nella torretta...

Edited by matteo16

Share this post


Link to post
Share on other sites

perché l'ultimo esemplare in foto ha due gatling? io ho sempre saputo che i cobra ne avevano una sola!

 

perché l'ultimo esemplare in foto ha due gatling? io ho sempre saputo che i cobra ne avevano una sola!

 

L'armamento era di una singola minigun 7.62 nella torretta provvisoria dell'AH-1G, La versione "standard" dell'AH-1G aveva una torretta che poteva essere armata con 2 minigun , o 1 minigun e un lanciagranate automatico , o 2 lanciagranate; l'uso dei 2 lanciagranate era solo teorico (mai utilizzato) , la configurazione 1 minigun piu un lanciagrante all'inizio era la norma , ma i piloti non erano soddisfatti del comportamento balistico delle granate , quindi l'armamento standard divenne 2 minigun con 4000 colpi ciascuna.

La torretta con cannone da 20mm verra tempo dopo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

per cui hanno ripreso la formula del bell 207 siux:

bell_207_1.jpg

che è stato il progenitore degli attuali elicotteri d'assalto. con torretta mitragliatrice sotto il muso, piloti in tandem e alette per altro armamento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io sto montando il modellino in 1/35. non vedo l' ora di finirlo!!!!!!!!!!!!!!!!!! :metal:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io sto montando il modellino in 1/35. non vedo l' ora di finirlo!!!!!!!!!!!!!!!!!! :metal:

postalo nella sezione modellismo al più presto,ciao :okok:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Complimenti per il lavoro :okok: (che dimostra che gli argomenti ancora da trattare sono moltissimi...)

 

Un piccolo appunto circa la velocità massima. I 352 km/h dell’AH-1G sono la VNE (velocity never to exceed) raggiungibile, per esempio, in picchiata (non in orizzontale !). Nel caso degli ultimi AH-1Z la VNE arriva a 200 nodi “nominali” (370 km/h), superati in prova (fino a 407 km/h).

 

http://www.flightglobal.com/articles/2005/01/18/192669/flight-test-bell-ah-1z-king-cobra.html

 

“At 1,000ft pressure and density altitude, we achieved a steady 162kt, 7kt above the published speed. Our aircraft was speed restricted until further tests are done, but Argobright says the never-exceed speed is 200kt and the aircraft has been flown to VNE + 10% without any handling problems.”

Share this post


Link to post
Share on other sites

Complimenti per il lavoro :okok: (che dimostra che gli argomenti ancora da trattare sono moltissimi...)

Grazie a tutti e 2 ...Si di argomenti ne esistono ancora parecchi piano piano ne approfondiremo sempre di più!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie a tutti e 2 ...Si di argomenti ne esistono ancora parecchi piano piano ne approfondiremo sempre di più!

 

Non che le altre schede siano da meno , ma forse per "lo spaccato" io mi sentivo in dovere di dare un bel "+" :okok::lol: , grazie a te !!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'AH-1Z "Cobra",ha completato la fase di valutazione operativa (Opeval, Operational Evaluation) L'H-1 Upgrades Program Office del Naval Air Systems Command ha ricevuto una nota ufficiale dal comandante della Operational test and Evaluation Force dell'US Navy L'AH-1Z è stato valutato"efficiente sul piano operativo e pertanto ne è raccomandata l' imminente introduzione nella flotta".

L'USMC prevede di acquisire189 esemplari di AH-1Z, aggiornando alcune macchine appartenenti a versioni precedenti dell'AH-1, e altre costruite ex-novo.

Le consegne si prevede che dovranno essere ultimate nel 2021.

Gli AH-1Z, garantiscono ampi miglioramenti in termini di prestazioni, efficienza sul campo di battaglia,precisione di tiro, flessibilta di utilizzo e nell'avionica, riduzione del carico di lavoro dell'equipaggio, rispetto all'AH-1W e da segnalare che l'84% dei componenti del'AH-1Z sono intercambiabili con quelli dell'elicottero "utility" UH-1Y.

Share this post


Link to post
Share on other sites

se le consegne finiscono nel 2021... vuol dire che ormai il progetto del cobra avrà ormai 50 anni e passa! stessa cosa per l'huey che con la nuova versione y rimarrà in servizio per molto tempo ancora. questo dimostra l'enorme validità di un progetto che anche se ha 40 anni è tutto sommato giovane.

Share this post


Link to post
Share on other sites

in effetti non penso che altri modelli abbiano avuto l onore di finire l alfabeto , potrebbero benissimo ripartire con la A .

dubito che il cobra succeda ancora a sé stesso , più facile una versione navalizzata del apache (finalmente) se non un convertiplano da attacco

Share this post


Link to post
Share on other sites

in effetti non penso che altri modelli abbiano avuto l onore di finire l alfabeto , potrebbero benissimo ripartire con la A .

dubito che il cobra succeda ancora a sé stesso , più facile una versione navalizzata del apache (finalmente) se non un convertiplano da attacco

 

 

 

Il viper è più nuovo dell'apache, non credo che si pensi nemmeno lontanamente ad una sostituzione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

prima o poi dovranno farlo , ho detto convertiplano perché ,appunto, vedo la cosa moolto in là con gli anni

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un convertiplano mi sembra una soluzione costosa e poco pratica...e l'Apache navalizzato non mi sembra una grande idea (più che altro, secondo me, un mezzo come l'AH-64 non è adatto alle esigenze dei Marines...)

 

Secondo me faranno un elicottero tutto nuovo, magari stealth, oppure un RUAV armato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

infatti,il fallimento dell'ah 64 navalizzato è stato uno dei motivi della costruzione delle ultime versioni di cobra, perciò in un periodo in torno al 2030-2040 i marines avranno bisogno di un nuovo elicottero e non si può dire cosa faranno. è come dire quale sarà il sostituto del B2.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...