Jump to content

Grandi sconfitti...


skeletone
 Share

Recommended Posts

guardando un video sull'x-32, mi son chiesto come potrebbero essere stati gli sconfitti nei grandi appalti usa... parlo principalmente di f-15 f-14 f-16 f-18...

 

Se qualcuno avesse foto, schede, ecc.. su questi aerei gliene sarei molto grato! :adorazione:

 

 

per moderatori... spero che sia la sezione giusta...:P :P

 

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 104
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

(Edit by Captor: ho unito due discussioni)

 

Facendo una ricerca su google per caso ho trovato questo:

 

boeing908rj9.jpg

 

guardate le prese d'aria non anticipano quelle del Lavi (caccia israeliano a delta canadar ; anche nel resto è mooolto simile ;) ) , il J-10 che deriva da esso , il nostro EFA e infine il Mig-44 ? sarebbe curioso come certi "Geni" si siano trasmessi da un progetto all' altro !

 

il sito è interessantissimo: http://www.aerospaceweb.org/question/planes/q0236.shtml

 

 

 

ah il caccia nella foto è un Boeing Model 908

Edited by Captor
Link to comment
Share on other sites

Dalla rivista AEREI del settembre-ottobre 2003, articolo "DA ASTOVL A JSF", sembra che le ascendenze dei due aerei che dovevano giocarsi l'appalto per il nuovo cacciabombardiere (X-32 e X-35) possano ssere fatte risalire al 1977 circa...all'epoca vi erano diversi studi su aerei a decollo corto e atterraggio verticale...i più importanti menzionati nell'articolo sembrano essere il North American Rockwell XFV-12A, il McDonnell Douglas Model 273, a cui l'X-35 sembra essere vagamente ispirato nell'impostazione generale, e il Boeing Type B, sul quale è stato poi largamente ricalcato lo sconfitto X-32 nell'appalto JSF, salvo che nella soluzione della doppia deriva...la rivista definisce l'X-32 "sconcertante", e questo mi fa pensare che dovesse essere notevolmente inferiore al suo avversario, anche se non viene detto niente al proposito nell'articolo, e quindi è meglio se aspettiamo Gianni per maggiori delucidazioni...per quanto riguarda la sfida YF-16 e YF-17, nella scheda tecnica della home page sul falcon vengono date valide motivazioni a sostegno della scelta del primo nelle file dell'USAF e del secondo, NOTEVOLMENTE SVILUPPATO però, nelle file dell'USN...si trattava di specifiche leggermente diverse e alla fine non c'è stato nessuno sconfitto vero e proprio...comunque aspettiamo risposte dall'alto :rotfl:

Edited by sidewinder89
Link to comment
Share on other sites

scusa sketone non avevo visto che la tua discussione era anteriore alla mia !

 

ma figurati non c'è neanche bisogno di scusarsi...

 

 

 

sono proprio curioso di vedere quali erano i concorrenti per l'appalto che ha visto vincere l'f-15... :drool:... gianni!!?? :rotfl:

Link to comment
Share on other sites

sono proprio curioso di vedere quali erano i concorrenti per l'appalto che ha visto vincere l'f-15... :drool:... gianni!!?? :rotfl:

L'F-14, se non sbaglio...

Link to comment
Share on other sites

ma figurati non c'è neanche bisogno di scusarsi...

sono proprio curioso di vedere quali erano i concorrenti per l'appalto che ha visto vincere l'f-15... :drool:... gianni!!?? :rotfl:

 

http://www.secretprojects.co.uk/forum/inde...88.html#msg3788

 

In questo forum si parla proprio dei competitori dell'F-15, ma i link non funzionano... Se hai tempo prova a vedere se riesci a ricavarci qualcosa di più :adorazione:

 

 

 

Edit, dalla pagina sull'F-15 del sito... :rolleyes:

L'USAF e l'US Navy corsero ai ripari, con due programmi distinti.

Quello dell'US Navy avrebbe dato vita all'F-14 Tomcat, mentre quello dell'USAF, che aveva già in corso uno studio denominato F-X, diede vita a una RFP (richiesta di proposte da parte delle aziende) emessa nel 1968.

Otto costruttori risposero alla richiesta, sottoponendo i propri progetti.

Tre di essi furono selezionati (McDonnell-Douglas, Fairchild-Republic e North American- Rockwell) per ulteriori valutazioni.

 

Le richieste dell'USAF erano molto impegnative: il nuovo caccia doveva essere in grado di volare a Mach 2.5, doveva avere un'autonomia sufficiente a volare dagli USA in Europa senza rifornimento in volo, doveva avere un'avionica avanzata, doveva essere in grado di surclassare qualsiasi caccia nemico sia nei combattimenti BVR (oltre il raggio visivo) che in quelli ravvicinati (dogfight) ed i primi esemplari dovevano essere consegnati già a partire dal 1974!

 

Nel dicembre del 1969 la proposta della McDonnell-Douglas (MDD) fu dichiarata vincente, sulla carta.

Nasceva così l' F-15 Eagle.

Edited by lender
Link to comment
Share on other sites

Grandi requisiti e grande risultato ottenuto...l'F-15 ha sofferto meno problemi dell'F-14 nel corso della sua vita operativa, e alla fine nel complesso è risultato leggermente migliore...mi dispiace per tutti i "Gattonari" del sito, ma non c'è niente da fare... :adorazione:

Link to comment
Share on other sites

[...]Tre di essi furono selezionati (McDonnell-Douglas, Fairchild-Republic e North American- Rockwell) per ulteriori valutazioni.[...]

 

forse non mi sono spiegato bene... quello che interessava a me era appunto sapere quali erano, in questo esempio, quei 3 progetti per l'appalto f-15...

 

E poi cmq non è che l'f-14 sia lo sconfitto nella gare per l'f-15, ma è stata """""la variante""""" (sotto n virgolette) del progetto per l'USN

Link to comment
Share on other sites

forse non mi sono spiegato bene... quello che interessava a me era appunto sapere quali erano, in questo esempio, quei 3 progetti per l'appalto f-15...

 

Ti sei spiegato benissimo, è che non ho trovato altro :unsure: ; da quello che ho capito gli altri progetto sono rimasti sulla carta, non è stato come p.e. YF-17 vs YF-16 o YF-22 vs Yf-23, dove ci sono stati prototipi a confronto.

Link to comment
Share on other sites

ah ok... pensavo non si fosse capito, visto la piega che stava prendedo la discussione (ennesima tomcat VS eagle(io tifo per il primo.. :rotfl: ))...

 

anche io stò provando a cercare in internet al riguardo, ma non ho trovato nulla di interessante

Link to comment
Share on other sites

Guest iscandar
...f-16 f-18...

 

se ricordo bene lo sconfitto di questi 2 è.... l'F/A-18

 

infatti, sempre se ricordo bene, la gara tra lo YF-16 e lo YF17 la vinse quello che poi divenne l'F-16, mentre lo sconfitto YF-17 attrasse l'interesse della Navy e divenne, con le opportune modifiche, l'F/A-18

 

i due a confronto

yf16-yf17.jpg

 

c'è da ricordare che il papà dello YF-17 è l'F-5A

L'YF-17 è una riprogettazione dell'F-5 per rispondere alle esigenza della Specifica LWF (Lightweight Fighter). Le principali modifiche rispetto all'F-5 sono:

 

un nuovo disegno delle prese d'aria simili a quelle poi applicate anche all'F-5E;

lo spostamento dell'ala in posizione alta modificando il bordo d'uscita e l'applicazione di estensioni anteriori alla radice dell'ala con un disegno che sembrava formare il "cappuccio" del cobra;

lo sdoppiamento della deriva verticale di coda come era in voga alla fine degli anni '60;

la sostituzione del motore General Electric J85-GE-21B con il più potente General Electric YJ101-GE-100.

Edited by iscandar
Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Secondo me, il più affascinante tra i velivoli sconfitti, è stato l'YF-23. Sono sempre stato attratto da questo velivolo e secondo me quel progetto aveva un grande potenziale. E' un vero peccato che non sia stato in qualche modo "ripescato". Non parlo di un ripescaggio oggi, ma all'epoca, subito dopo la sconfitta nel confronto ATF, quando era ancora fattibile un riutilizzo di quella tecnologia. Praticamente lo stesso percorso seguito per l'YF-17.

Secondo me, per le sue caratteristiche stealth più spinte (non rispetto all'F-22 attuale di serie che è poi stato adeguatamente sviluppato, ma rispetto all'YF-22 che partecipò alla gara), per le dimensioni maggiori che promettevano maggior autonomia e capacità di carico bellico, sarebbe stato un ideale cacciabombardiere di nuova generazione da affiancare all'F-15E e con cui gradualmente rimpiazzare l'F-117.

 

Voi direte: chissene, ormai abbiamo l'F-35.

Vero. Ormai le mie sono solo speculazioni e fantasie da appassionato.

Però sull'F-35 io seguito a non essere convinto al 100%, mi pare che (pur con le sue indubbie doti) si chieda al Lightining II di fare troppe cose insieme, di sobbarcarsi troppe responsabilità. E la storia ha sempre insegnato che i veri velivoli multiruolo sono stati tali, e con pieno successo, principalmente perché sovradimensionati. Vedi F-4, F-15, Su-27, perfino in un certo senso F-14 (leggasi Bombcat)...

l'F-35 mi sembra... come dire... piccolino.

Edited by Andrew
Link to comment
Share on other sites

Secondo me, il più affascinante tra i velivoli sconfitti, è stato l'YF-23. Sono sempre stato attratto da questo velivolo e secondo me quel progetto aveva un grande potenziale. E' un vero peccato che non sia stato in qualche modo "ripescato". Non parlo di un ripescaggio oggi, ma all'epoca, subito dopo la sconfitta nel confronto ATF, quando era ancora fattibile un riutilizzo di quella tecnologia. Praticamente lo stesso percorso seguito per l'YF-17.

Secondo me, per le sue caratteristiche stealth più spinte (non rispetto all'F-22 attuale di serie che è poi stato adeguatamente sviluppato, ma rispetto all'YF-22 che partecipò alla gara), per le dimensioni maggiori che promettevano maggior autonomia e capacità di carico bellico, sarebbe stato un ideale cacciabombardiere di nuova generazione da affiancare all'F-15E e con cui gradualmente rimpiazzare l'F-117.

 

Voi direte: chissene, ormai abbiamo l'F-35.

Vero. Ormai le mie sono solo speculazioni e fantasie da appassionato.

Però sull'F-35 io seguito a non essere convinto al 100%, mi pare che (pur con le sue indubbie doti) si chieda al Lightining II di fare troppe cose insieme, di sobbarcarsi troppe responsabilità. E la storia ha sempre insegnato che i veri velivoli multiruolo sono stati tali, e con pieno successo, principalmente perché sovradimensionati. Vedi F-4, F-15, Su-27, perfino in un certo senso F-14 (leggasi Bombcat)...

l'F-35 mi sembra... come dire... piccolino.

 

l'F-15 non è multiruolo ma esiste solo una versione adatta al bombardamento quellol che hai detto tu cioè la E ma solo questo versione è multiruolo le altre solo da caccia.

Quanto all'F-35 non abbiamo ancora i dati reali per criticarlo,un po come hanno fatto i piloti di Tomcat quando dovevano passare al Super Hornet poi l'hanno provato e ora non si lamentano più...

quanto all'YF-23 sono d'accordissimo con te sul giudizio estetico...ma sinceramente era più competitivo l'F-22 che aveva tutte le carattteristiche dell'ATF menre l'YF-23 solo alcune molto spinte.

Link to comment
Share on other sites

non so se già lo conoscevate ma ho trovato questo bel sito di stampe di ottima fattura su tutti gli aerei che ha posseduto la US Navy negli ultimi 30 anni, e con tutte le colorazioni degli squadrons in cui hanno prestato servizio.

 

QUI

StrastraLol :lollollol::lollollol: bellissime tutte le livree dei Tomcat..altro che hornet (il gattone se le mangia le vespe)

Link to comment
Share on other sites

Un'Altro grande Escluso!

 

Vought XF8U-3 Crusader III

 

xf8u3-1.jpg

 

Nel 1955, contemporaneamente allo sviluppo di nuove versioni del Crusader, la Change Vought iniziò il progetto di un nuovo caccia di maggiori dimensioni e con prestazioni superiori, denominato internamente progetto V-401.

In seguito, poiché l’F8U-2 era denominato Crusader II, l’ XF8U-3 venne denominato Crusader III.

Nel dicembre 1955 l’U.S. Navy emise un requisito per un nuovo caccia supersonico imbarcato.

Il primo prototipo dell’XF8U-3 compì il primo volo della durata di 48 minuti il due giugno 1958 dalla base aerea Edwards in California con il pilota collaudatore della Vought John Konrad ai comandi.[2]

Durante i voli di collaudo l’XF8U-3 raggiunse la velocità di Mach 2,6 (2 832 km/h) a 10 670 m di quota, i progettisti prevedevano di arrivare a Mach 2,9 ma c’erano dubbi sulla resistenza del parabrezza alla pressione dell’aria per cui si preferì non andare oltre.

L’XF8U-3 venne confrontato col McDonnell Douglas F-4 Phantom II in una serie di voli di collaudo comparativi presso le basi di Patuxent River nel Maryland e di Edwards.Il Crusader III si dimostrò nettamente più veloce ed agile, ma i compiti richiesti al pilota in combattimento per pilotare l’aereo e contemporaneamente gestire sia il radar che l’armamento erano eccessivi per una sola persona, il Phantom era biposto con un pilota ed un operatore al sistema radar e d’armamento (Radar Intercept Officer, RIO).

Inoltre il Phantom era un cacciabombardiere con una buona capacità di carico mentre il Crusader III non aveva capacità di attacco al suolo,

Nel dicembre 1958 l’U.S. Navy scelse il Phantom II, di conseguenza il programma Crusader III venne cancellato. Dei diciotto aerei previsti ne vennero costruiti solo cinque, con numeri di matricola 146340, 146341, 147085, 147086 e 147087. Al momento della cancellazione del programma solo tre aerei avevano già volato in circa 190 voli. Tutti i Crusader III vennero in seguito consegnati alla NASA che li utilizzò per voli sperimentali in alta quota.

Una nota interessante e divertente della successiva vita operativa di questi velivoli sta nell'utilizzo "disinvolto" da parte di alcuni piloti della NASA del Dryden Flight Research Center che a volte intercettavano ed impegnavano in duelli simulati i Phantom dell’U.S. Navy, generalmente battendoli con facilità. Questi duelli non autorizzati finirono dopo le proteste dell’U.S. Navy. Alla fine tutti i Crusader III vennero demoliti. (Wiki)

 

 

xf8u3-1.gif

Edited by Blue Sky
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share


×
×
  • Create New...