Vai al contenuto
Ospite intruder

B-21 Raider - Discussione Ufficiale

Messaggi consigliati

Grazie per le precisazioni :), specie di venerdì pomeriggio ogni tanto il mio archivio mnemonico ha frequenti downtime.

Comunque mi sembra che i concetti che volevo espirmere ne escano ulteriormente rafforzati.

 

Preciso che non mi considero assolutamente un Dott. Stranamore (così come non lo sono certo Flaggy o Madmike), ma per quelle che vogliono continiuare a imporsi come potenze di primo piano, continuare ad avere un mezzo del genere in numeri importanti è fondamentale anche come deterrente (anche considerando gli alti costi sottolineati).

 

Se qualcuno fosse in grado di proporre alternative altrettanto efficaci e più economiche e razionali - beh questo forum è qui per questo.

 

 

Sono assolutamente d'accordo: non esiste, ad oggi, un elemento della 'triade' strategica che abbia un eccellente rapporto costo\efficacia come il bombardiere ma, soprattutto, che possa essere impiegato in contesti NON di guerra nucleare.

 

Ed è questo che forse sfugge: che un ICBM o un SSBN possono SOLO lanciare ordigni nucleari, con tutto quello che ne consegue, mentre un bombardiere può benissimo essere impiegato in altri ruoli.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Una grande potenza non può far a meno di bombardieri pesanti tecnologicamente avanzati, se tiene a rimaner tale.

 

Prendiamo il caso del B-2: è stato prodotto in soli 21 esemplari con costi sicuramente molto elevati, ma la sua esistenza è stata importante o no? Sicuramente lo è stata in tutte e tre le operazioni a cui ha partecipato.

 

Un bombardiere strategico può colpire veramente pesante, a grandissima distanza e con grande flessibilità. Nemmeno il miglior caccia-bombaridere del mondo avrà mai le medesime capacità presenti contemporaneamente e in un unico velivolo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

Ti sembra che paesi come Russia e Cina siano disposti a una penetrazione da parte di bombardieri pesanti (o medi, o leggeri)???

 

 

Spiegati meglio, intendi "siano disposti a subire una penetrazione" o "siano disposti a tentare una penetrazione"? Presumo la seconda, perchè essere penetrati da un bestione di tal fatta è una situazione poco auspicabile per chiunque. Comunque se interpreto bene la tua domanda retorica, ti rispondo sì sono disposti a tentare penetrazioni con bomabardieri strategici, se è proprio necessario tentare qualcosa.

Gli altri mezzi tattici entrano in scena solo dopo che i bomber stealth e i missili da crociera hanno fatto il loro lavoro, colpendo gli obiettivi considerati più rognosi.

Tutte e 3 le potenze principali attuali stanno sviluppando mezzi di tale genere di nuova generazione. Possibile che i loro analisti si sbaglino tutti e solo tu sei nel giusto?

 

Ti ricordo un recentissimo episodio: Russian Tu-22M Backfire bombers escorted by Su-27 Flankers simulate night attack on Sweden. che risponde anche ai dubbi che hai espresso di seguito, hai un caso di un'esercitazione verso un Paese che non ha proprio l'aeronautica talebana, se gli obiettivi ipotetici previsti potevano essere colpiti solo dai Flanker, perché svegliare anche i marmittoni addetti ai Backfire?

(Uso volutamente il tuo stile di scrittura)

 

Se i B-1 si sono visti fare sull'Afghanistan cose che possono fare anche gli F-16 un motivo ci sarà no?

 

I Bones hanno sganciato in quel teatro anche ordigni che un F-16 non avrebbe mai potuto trasportare. Se nelle 2 campagne in Iraq sono stati usati i B-2 per togliere di mezzo gli obiettivi più rognosi e i B-52 per fare a pezzi gli sventurati della guardia repubblicana di Saddam mentre c'era a disposizione una panoplia di altri mezzi, un motivo ci sarà? Mica avevano bisogno di fare marketing per le "eventuali vendite all'estero" di questi mezzi (enorme corbelleria che hai scritto poco sopra).

 

 

Proviamo a fare la stessa cosa sulla Cina? No, sulla Corea del Nord così bisognosa di democrazia? O sulla Russia?

 

Se colpire una grande potenza è escluso (o per lo meno a me pare escluso), a cosa serve un nuovo bombardiere intercontinentale?

Serve nei "conflitti asimmetrici"?

 

 

 

Conflitti tra grandi potenze non sono esclusi, sono invece "improbabili". Conflitti tra superpotenze e Paesi più deboli (faccio l'esempio abbastanza realistico di Iran, Siria, Corea del Nord o Taiwan, oltre all'esempio citato sopra dell'esercitazione russa in Scandinavia), purtroppo sono ancora di moda. In entrambi i casi stai sicuro che a muoversi tra i primi sarebbero i bomardieri strategici, e più sono stealth e moderni, meglio è per chi attacca. Ah ed è inutile che tiri in ballo "l'esportazione della democrazia" con me, sono abbastanza scafato per sapere che si può addurre qualsiasi pretesto ufficiale per annichilire un qualsiasi stato o staterello. Non mi meraviglierò certo se verranno usati vecchie o nuove scuse e/o termini pittoreschi anche in futuro.

Le analisi etiche sui conflitti sono cosa buona e giusta che leggo con interesse e a volte con sincera partecipazione, ma che non sono in grado di formulare (ne tantomeno sono in grado di sventare i futuri conflitti, che saranno inevitabilmente simili ai precedenti).

 

E c'è bisogno di un nuovo programma aerospaziale per questo quando tutti i bombardieri esistenti hanno dimostrato di "funzionare"?

 

Se è per questo anche i DC-3 hanno funzionato benissimo, o anche l'aereo dei fratelli Wright ha svolto egregiamente la sua funzione coeva.

I B-52, i bones e i B-2 non potranno svolgere per sempre così efficacemente la loro funzione, ed è naturale che si guardi a sostituti validi in grado di svolgere le missioni che cambiano nel tempo, anche a causa delle nuove contromisure in possesso dei potenziali avversari.

 

Scusami ma credo che stai confondendo le aeronautiche militari di quelle che si sono imposte come grandi potenze (e che intendono restare tali anche in ambito militare), con associazioni benefiche o musei per la salvaguardia dei velivoli storici. E se non sbaglio Pinto ha già postato la storia di nonno, padre e figlio che hanno prestato tutti servizio sui B-52. Assodato che il nuovo mezzo entrerebbe in servizio non prima di 10 anni (assicurando il record anche della quarta generazione che vola sullo stesso velivolo), non è il caso di prendere atto che la data odierna è 2013?

Modificato da Scagnetti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

@Scagnetti
Ma che so sti bones i B-1b???
Essere penetrati da un bestione di tal fatta è veramente una situazione poco auspicabile per chiunque.
I primi a partire sono i bombardieri? Può essere vero, ma solo perchè sono lontani. I primi a partire in una crisi vera sono le aereocisterne e i primi a entrare sono gli aerei da disturbo elettronico. Senza le prime e senza i secondi, i bombardieri non vanno, nè tanto meno penetrano da nessuna parte.

La mia domanda ha il seguente significato: ti sembra che una "grande potenza" abbia un apparato di spionaggio, controllo, scoperta e difesa aerea che possa permettere a bombardieri ostili di avvicinarsi? Si sorvegliano le basi dei sottomarini, suppongo quindi che lo siano anche quelle dei bombardieri e delle loro aerocisterne. Se la mia supposta è giusta, in una crisi vera i bombardieri, specie se stealth, diventano gli oggetti più spiati del mondo.
Un sottomarino esce, si immerge e tanti saluti. Non ha bisogno neanche di avvicinarsi alle acque "ostili". Un bombardiere questo non lo può fare.

Il mio discorso NON è che i bombardieri "non servono". L'esempio dei Backfire è utile. I bombardieri "servono". Ma il mio discorso è invece: "Come e perchè servirebbe un nuovo programma bilionario quando per sparare sui trogloditi vanno benissimo i bombardieri esistenti"?

Non toccavo argomenti etici, ma visto che li hai toccati tu, mi associo. Vorrei rasserenarti: la più scema creatura dell'Universo sa distinguere il Bene dal male, ergo, se ci riesce lei, ci riusciamo pure noi. Porsi automaticamente nella condizione di chi non è in grado di esprimere giudizi etici, pur leggendoli con partecipazione, è un errore.
Recentemente ho ascoltato e visto il nostro Presidente G. Napolitano parlare e commuoversi a Sant'Anna di Stazzema e mi sono sentito orgoglioso di essere Italiano. Credersi non in grado di giudicare eticamente è pericoloso perchè espone al rischio di ritrovarsi un giorno a rinchiudere donne e bambini in una chiesa e a dargli foco, perchè tanto ... se non posso esprimere giudizi etici e gli ordini sono ordini ... Perfino l'ateismo di stato marxista-leninista puniva con la fucilazione l'omicidio e la violenza sugli inermi.
E non si è "scafati" perchè si sa che per giustificare la guerra basta raccontare qualunque minchiata perchè il popolo bue ci creda.
Si è "scafati" quando si sa che per giustificare la guerra basta raccontare qualunque minchiata perchè il popolo bue ci creda e nel contempo si riesce a controllare la nausea e la voglia di vomitare che questa cosa fa venire. Questo è il vero uomo scafato, quello che nonostante tutto non vomita.

Modificato da vorthex

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Comunque credo che un bombardiere, cosi come un sottomarino, appena esce dalla base sai che e partito ma non sai dove va. Questo programma non penso sia inteso come aggiungere un nuovo bombardiere alla flotta, ma per sostituire la flotta esistente che, a parte i 20 B 2, è formata da aerei tutt altro che stealth, utilissimi a bombardare iraq&co ma in uno scontro con qualcuno di piu avanzato a rischio di essere abbattuti da difese non per forza avanzatissime. Questo programma non fornira un aereo domani, ma fra non meno di 15 anni, quindi direi che è nulla più di un programma di aggiornameto, come è stato il programma dell'ATF per l'F 15.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E ho capito, ma se c'è una crisi in corso dove saranno mai diretti i bombardieri appena partiti?

Mi pare una cosa sufficiente a mettere sul massimo stato di allerta tutti. E quando dico tutti voglio dire TUTTI ... sfido il più invisibile dei B-2 a superare un fronte controllato da TUTTI (Mig-31, SU-27, missili terra-aria e chi più ne ha ...).

Quanto al disutrbo elettronico, non oso nemmeno immaginare quale possa essere la risposta di un Putin qualora nel bel mezzo di una crisi venga a sapere che qualche furbacchione sta disturbando i radar della sua difesa aerea.

A parte questo si può parlare di nuovi bombardieri quanto si vuole. Io farei una specie di Backfire stealth.

Modificato da Vultur

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Beh ma comunque un bombardiere e piccolo e una frontiera molto grande... e i caccia non possono stare in aria per molto tempo, mentre un bombardiere si(se poi non ha pilota come si pensa sarà il prossimo ancora di più). Comunque se un bombardiere/caccia/aereo da disturbo elettronico vuole entrare in un paese nemico è guerra, quindi se putin si arrabbia non credo importi molyto agli USA...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vultur ignori o sembri volutamente ignorare la maggior parte di quello che io e altri abbiamo scritto.

 

In particolare continui a circoscrivere l'ambito di missione dei bombardieri al bombardamento strategico nucleare tra grandi potenze. Non è assolutamente così il B-2 ha dimostrato di non essere un retaggio della guerra fredda ma un mezzo versatile capace di svolgere tutta una serie di missioni molto diverse. Ed è perfettamente in linea con le ultime dottrine che prediligono mezzi flessibili e versatili a mezzi specializzati.

 

Tra l'aviazione talebana e quella Russa o Americana ci sono tutta una serie di servizi con livelli di difesa ed efficienza intermedi. Il B-2 ha avuto la missione, assieme ai missili da crociera,e poi ai mezzi SEAD di togliere da mezzo, gli assetti più pregiati a inizio di ogni recente campagna.

 

È in grado di lanciare, al contrario degli SSBN, anche una bunker buster da 30000 libbre, un confetto che potrebbe essere indispensabile per alcuni obiettivi in grado di resistere ad attacchi termonucleari. I bombarderi strategici sono anche il vettore scelto per altre armi "specializzate" come questa: http://theaviationist.com/2012/10/25/champ/#.UXz7f8p5drM Possono inoltre colpire con la migliore precisione possibile ai giorni nostri fino a 80 obiettivi diversi in una singola missione. Non mi sembri il tipo di utente che ignora che lo Spirit si è dimostrato in grado non solo di programmare le bombe in volo, ma di calcolarsi da solo le coordinate dei bersagli, con il proprio radar di attacco (la famosa capacità di colpire multipli bersagli in movimento di cui avevo scritto prima e che tu volutamente ignori) che lo rende capace ed efficace ad esempio nel colpire a terra con dati aggiornati i velivoli nemici che possono essere ruotati tra diversi shelter e o i camion e i vagoni ferroviari usciti dai rifugi coi quali dovrebbero essere lanciati gli SSN-24/25 (questo per tornare al solo scenario che ti ostini a voler considerare: il conflitto nucleare tra superpotenze). Ancora una volta la dimostrazione di un aereo versatile, in grado di usare armi molto diverse.

 

Volendo prendere in considerazione appunto il solo scenario di cui ti piace scrivere, non è per niente detto che debbano entrare in gioco, almeno inizialmente le armi nucleari. Ti ricordo che come scritto ICBM o SSBN possono SOLO lanciare ordigni nucleari (c'è un progetto per dotare i Trident anche di testata convenzionale, ma al momento non è ancora operativo). Anche in caso di conflitto tra superpotenze, quindi non vedo proprio come puoi escludere l'uso dei bombardieri.

In quanto alla loro vulnerabilità rispetto a tutte le difese russe o cinesi schierate prontamente, noi non lo sappiamo di preciso. Ho letto che i piloti russi di Mig-31 che frequenti su altri forum sono convinti di poter individuare e abbattere tranquillamente B-2, Raptor e tutto ciò che vola. Mi meraviglierei se su forum pubblici sostenessero il contrario.

 

Del resto non hanno dato indicazioni sulla RCS dei B-2 e gli unici che conoscono bene o male i dati reali: gli analisti USA, russi e cinesi sembrano tutti concordi nel ritenere che il concetto di bombardiere strategico avrà un futuro, dovrà casomai essere più aggiornato e moderno rispetto a quello che vola al momento. Lo ripeto ancora una volta visto che lo hai ignorato: possibile che analisti americani, russi e cinesi si sbaglino tutti nel voler sviluppare mezzi che sembrano relativamente simili e solo tu sia nel giusto?

 

Poi alla fine te ne esci con un'elegante inversione a U, che sembra contraddire l'inutilità con la quale bollavi il progetto fino a poco prima:

 

A parte questo si può parlare di nuovi bombardieri quanto si vuole. Io farei una specie di Backfire stealth.

 

 

Sempre in tema argomentazioni che hai ignorato (in questo caso la vetustà della maggior parte della flotta di bombarideri di tutte e 3 le potenze principali) posso chiederti che data di entrata in servizio vedresti bene per questi "Backfire stealth"? 2030, 2050 o oltre?

 

N.B.:

 

B-1 -> B-One -> Bone (non lo ho deciso io ma quelli che lo volano o comunque ci lavorano sopra).

Modificato da Scagnetti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma ti sembra che un bombardiere possa orbitare per ore con tre o quattro tonnellate di ordigni sulla Russia o sulla Cina?

Ti sembra che paesi come Russia e Cina siano disposti a una penetrazione da parte di bombardieri pesanti (o medi, o leggeri)???

 

Se i B-1 si sono visti fare sull'Afghanistan cose che possono fare anche gli F-16 un motivo ci sarà no? Si vuole far vedere che un bombardiere decollato in un emisfero può colpire nell'altro emisfero.

Proviamo a fare la stessa cosa sulla Cina? No, sulla Corea del Nord così bisognosa di democrazia? O sulla Russia?

 

Se colpire una grande potenza è escluso (o per lo meno a me pare escluso), a cosa serve un nuovo bombardiere intercontinentale?

Serve nei "conflitti asimmetrici"? E c'è bisogno di un nuovo programma aerospaziale per questo quando tutti i bombardieri esistenti hanno dimostrato di "funzionare"?

 

 

 

La Cina cosi come la Russia si ritrovano con dei contorni perimetrali lunghi migliaia di km, non hanno certo piazzato batterie di missili S 300 per ogni miglia quadrato del loro sconfinato territorio. Lo scopo di bombardiere strategico e' quello di entrare partendo da lontano.

A questo si aggiunge la non secondaria possibilita di utilizzo nelle guerre convenzionali contro attori di secondo piano, e quindi l'orbitare per ore sul campo di battaglia o in prossimita di esso e' un elemento non trascurabile. Nei nuovi scenari del Pacifico infine viste le enormita da coprire tale aereo potrebbe essere usato anche per operazioni antinavi. Dalle basi del giappone e guam un ipotetico bombardiere strategico stealth potrebbe attaccare incrociatori e portaeromobili.

 

Volendo prendere in considerazione appunto il solo scenario di cui ti piace scrivere, non è per niente detto che debbano entrare in gioco, almeno inizialmente le armi nucleari. Ti ricordo che come scritto ICBM o SSBN possono SOLO lanciare ordigni nucleari (c'è un progetto per dotare i Trident anche di testata convenzionale, ma al momento non è ancora operativo). Anche in caso di conflitto tra superpotenze, quindi non vedo proprio come puoi escludere l'uso dei bombardieri.

 

 

 

A questo proprosito rispetto ai missili intercontinentali un bombardiere aggiunge un livello di flessibilita che consente alla diplomazia di disinnescare situazioni di grande tensione, perche appunto il mezzo puo restare in volo "in attesa" mentre un ICBM quando lo hai lanciato la frittata e' fatta.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

@Umberto: Umberto, secondo te un "Putin che si arrabbia" qual'è la prima cosa che può fare in uno scenario di crisi? Questo potrebbe importare agli USA?

 

@Scagnetti: Scagnetti, mi ripeto, se oggi il B-2 è così buono a che cavolo serve spendere per un nuovo bombardiere????

Inversione a U? Ho scritto: "a parte questo". Cioè, a parte il fatto che secondo me è inutile in un momento come questo spendere per nuovi bombardieri, possiamo parlare di tutto quello che volete e ho fatto un esempio, un "Backfire stealth", oppure un B2 supersonico.

Ancora: io non frequento nessun pilota russo su nessun forum, anzi se ne conosci dimmelo subito! M'è solo saltato in mente di scrivere due righe personali e, al contrario di quanto di solito accade in Italia, all'estero, pure e soprattutto nella Russia lontana dove mangiavano i bambini, la gente risponde non foss'altro che per mandarmi a quel paese.

E la missione di un bombardiere strategico da due miliardi di dollari non è il SEAD, nè bucare bunker, ma paralizzare la capacità dell'avversario di rispondere con una ritorsione pari e contraria. Tradotto: distruggere le basi dei missili nucleari, i porti dei sottomarini, le rampe di lancio, ecc...

 

A tutti gli altri.

1) Non crediate che siccome un confine è vasto sia anche scoperto. Se non ci credete fate la prova, prima però vi prego di lasciarmi la vostra piastrina identificativa per i posteri.

2) Guardate che i sottomarini NON lanciano solo missili nucleari.

3) Lo scopo di un bombardiere strategico, ripeto, NON e' quello di entrare partendo da lontano o da vicino. L'entrare in territorio nemico evitandone le difese si chiama: "interdizione" (F111, Tornado, Su-24, forse il B-1b), che pare sia divenuta cosa desueta, a causa della potenza delle armi di oggi (che colpiscono da sole molto più lontano e preciso) e delle difese antiaeree nemiche che, pare, hanno fatto anche loro un certo progresso.

Che poi in Iraq o nel Burundi usino bombardieri strategici per incenerire Guardie republicane all'ingrosso in modo da risparmiare tempo (in quanto la Potenza è il Lavoro compiuto nell'unità di Tempo), questo è un altro discorso.

Modificato da Vultur

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Cosa faccia non lo so perche dipende da crisi a crisi, luogo importanza ecc, che puo andare da mandare esercito/marina/aviazione a pressioni politiche o economiche. Comunque non stanno iniziando a produrre questo nuovo bombardiere ORA, ma iniziando gli studi, che (se si concretizzeranno) daranno luogo ad un bombardiere tra non meno di 15 anni, quando B1 e B52 non saranno piu nuovi e avranno bisogno di un sostituto, e 20 B2 non saranno abbastanza. Iniziarli quando i bomber odierni non saranno più adeguati sarà troppo tardi, a causa dei mastodontici tempi di immettere un nuovo aereo in servizio. Percio si inizia ora, non perche i B1 non sono adeguati per bombardare tre tizi che sono all'eta della pietra, ma per un semplice ricambio generazionale.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Allora potrebbe essere un B-2 più piccolo, in più esemplari (quindi meno caro) e dotato di velocità supersonica, armi stand off-supersoniche-stealth, ecc ...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quand'è la fine io non darei una lira a nessuno.

 

Il Boeing 747CMCA: un normalissimo 747. Però nella pancia porta una cinquantina di cruise.

 

Un volo civile ha una capacità di intrusione in territorio ostile che farebbe venir voglia a qualsiasi super-stealth da due miliardi di dollari di andare a nascondersi in bagno.

 

E' molto semplice. Si entra come un volo di linea, si saluta, si inizia a lanciare cruise ad libitum (a piacere), si punta il 747 sul Cremlino o sul Palazzo del Popolo o come si chiama ..., sulla Città Proibita, o dove vi pare, si ringrazia per la collaborazione, ci si scusa, ci si eietta.

Nessuna aerocisterna, nessun aereo ECM previsto: niente di niente.

Modificato da Vultur

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un bombardiere strategico ha i seguenti vantaggi.

1) Elevata autonomia e carico bellico. Questo permette di decollare da aeroporti posti a notevole distanza dal target. Non sempre sono infatti disponibili piste che stanno a 100 km dal bersaglio.

2) Capacita di trasportare missili e bombe nucleari e restare in volo per ore. E' un elemento che aggiunge flessibilita alle opzioni politiche.

3) Impiego di una vastissima quantita di armi visto che il vano di carico e' grande.

4) Ruolo convenzionale per battere bersagli superprotetti con superbombe da 10 e passa tonnellate.

5) Non trascurabili doti di ricognitore/osservazione del campo di battaglia (radar sar, elint...e via discorrendo).

Il prossimo bombardiere dell'USAF difficilmente potra costare 2 miliardi di dollari. Il requisito parla di parecchie decine di macchine, chissa magari un centinaio,

e per forza di cose, il prezzo sara notevolmente piu basso.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quand'è la fine io non darei una lira a nessuno.

 

Il Boeing 747CMCA: un normalissimo 747. Però nella pancia porta una cinquantina di cruise.

 

Un volo civile ha una capacità di intrusione in territorio ostile che farebbe venir voglia a qualsiasi super-stealth da due miliardi di dollari di andare a nascondersi in bagno.

 

E' molto semplice. Si entra come un volo di linea, si saluta, si inizia a lanciare cruise ad libitum (a piacere), si punta il 747 sul Cremlino o sul Palazzo del Popolo o come si chiama ..., sulla Città Proibita, o dove vi pare, si ringrazia per la collaborazione, ci si scusa, ci si eietta.

Nessuna aerocisterna, nessun aereo ECM previsto: niente di niente.

 

 

una strategia degna di Bin Laden :osama::adorazione:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

Vultur, on 28 apr 2013 - 15:56, said:

se oggi il B-2 è così buono a che cavolo serve spendere per un nuovo bombardiere???? Per regalare soldi ai soliti noti?

 

 

 

Se oggi il B-2 è così buono è perché è stato progettato ed è entrato in servizio per tempo - questo è il discorso fondamentale per questo thread. Già oggi lo Spirit è forse più vulnerabile che pochi anni fa e tra 15 anni lo sarebbe ancora di più. Da cui il requisito USAF che stiamo commentando in questo specifico thread.

Quindi a meno che tu non tiri fuori dal cilindro bella, pronta, testata, operativa e magari prodotta anche in un numero sufficiente di esemplari la soluzione giusta nello stesso malaugurato momento in cui dovesse diventare palese una crisi, mi sembra normale e razionale, se non si ha a disposizione una bacchetta magica, che si inizi a progettarla adesso.

 

 

 

E la missione di un bombardiere strategico da due miliardi di dollari non è il SEAD,

 

 

E chi avrebbe detto che la missione de B-2 è il SEAD? IO FORSE? INDICA DOVE E QUANDO oppure evita di scrivere tali cavolate..

 

 

....nè bucare bunker, ma paralizzare la capacità dell'avversario di rispondere con una ritorsione pari e contraria. Tradotto: distruggere le basi dei missili nucleari, i porti dei sottomarini, le rampe di lancio, ecc...

 

 

 

E invece i bombardieri si sono da sempre, dalla WW2, dimostrati capaci di fare ben di più delle limitate missioni che tu indichi. Per te e per la tua contorta logica forse questa versatilità è il segno di un fallimento, per chi magari ha voce in capitolo è un incentivo ad investire su questo concetto.

 

Chi te lo dice che una GBU-57 è inutile? Magari, dopo lo scoppio di un conflitto in Corea pensare di fare fuori Kim Sung-coso assieme al suo stato maggiore protetti da un bunker di 50 metri di cemento armato potrebbe essere anche un'opzione valutabile rispetto a dover andare a scovare ogni singolo pezzo di artiglieria nordcoreano con mezzi di terra , mare e aria e a costo di perdite umane ben più numerose su entrambi i fronti? (N.B.: Implico in modo implicito che per me la vita di un singolo artigliere nordcoreano è ben più preziosa di quella di cari e saggi Leader)

 

 

Ancora: io non frequento nessun pilota russo su nessun forum, anzi se ne conosci dimmelo subito! M'è solo saltato in mente di scrivere due righe personali e, al contrario di quanto di solito accade in Italia, all'estero, pure e soprattutto nella Russia lontana dove mangiavano i bambini, la gente risponde non foss'altro che per mandarmi a quel paese.

 

Peccato. Avevo letto con interesse i tuoi interventi sul thread http://www.aereimilitari.org/forum/topic/6380-mig-31-foxhound-discussione-ufficiale/page-8

alle pagine 7-10 a proposito delle informazioni di prima mano che avevi avuto dai piloti russi. Vuol dire forse che erano baggianate o millantate le gustose impressioni come:

 

 

 

Vultur wrote:

 

Alora vi risparmio il pandemonio suscitato da questa domanda anche perhè finiremmo anni luce OT. I russi nella località in Estremo Oriente russo, riassumendo e tralasciando le facezie e punzecchiature (se non proprio le sberle), devono ancora riprendersi dalle risate causategli da questa domanda sulla derivazione dell'avionica del Mig-31: secondo loro sono stati proprio gli americani a trafugare informazioni sul primo AESA, quindi sarebbe l'esatto contrario di quanto scritto su Wikipedia italiana (frase appunto ora misteriosamente sparita). Gli occidentali avrebbero fatto di tutto per spiare il radar Zaslon e una cosa chiamata "PSEA" (che non so se è un altro termine per dire AESA). Per il resto ci fanno a tutti i migliori auguri e sono felici di accogliere le nostre Frecce Tricolori e di poterle ammirare a Mosca in agosto (cosa di cui come al solito non sapevo nulla...) per il centenario della loro Air Force. Saluti a tutti gli Italiani e auguri di buon Primo Maggio (passato) dalle rive dell'Amur!

 

 

 

Vuoi dire che tutto questo tuo scritto non è frutto di frequentazione/comunicazione coi piloti russi? Ovvero le facezie e le punzecchiature di cui parlavi erano balle e in occasione del prossimo Primo Maggio non riceverò gli auguri per tuo tramite dalle rive dell'Amur?!?!?

 

La cosa mi seccherebbe anzichenò, per prima cosa perché non ci vedo niente di male nel comunicare coi piloti russi specie per un appassionato di aeronautica, e in subordine perché per me il Primo Maggio è una bella festa, il che ti dovrebbe anche far capire che il tuo

 

nella Russia lontana dove mangiavano i bambini

 

sparato contro di me è andato fuori bersaglio di parecchio, almeno quanto il tuo riferimento precedente all'"esportazione della democrazia".

 

Allora potrebbe essere un B-2 più piccolo, in più esemplari (quindi meno caro) e dotato di velocità supersonica, armi stand off-supersoniche-stealth, ecc ...

 

posso rispondere solo così:

No_U_Turn.jpg

Modificato da Scagnetti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Gli states al momento hanno in servizio tre bombardieri strategici: B52, B1 e B2.

Il primo e' vecchissimo e molto vulnerabile, il secondo puo essere impiegato dopo che le difese aeree sono state ammorbidite, e il terzo e' disponibile in numeri molto limitati. Di qui la necessita di costruire un mezzo che li sostituisca tutti e tre. Per lo scenario coreano un ipotetico B(x) non si occuperebbe solo di Kim ma anche di scaricare tonnellate di bombe cluster guidate sulle postazioni di artiglieria con un effetto certamente molto maggiore rispetto ai vari cacciabombadieri.



Allora potrebbe essere un B-2 più piccolo, in più esemplari (quindi meno caro) e dotato di velocità supersonica, armi stand off-supersoniche-stealth, ecc ...

 

 

E' certamente probabile, un aereo piu piccolo, sicuramente ne servono parecchie decine perche i B52 e i B1b vanno in pensione. Come dicevo sarebbe interessante capire quante delle tecnologie sviluppate per l'F22 e l'F35 come i motori e l'avionica potranno trovare impiego nel progetto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Signori, è fondamentale evitare di rispolverare vecchi rancori, che se ci sono stati in passato, ve li dovete tassativamente dimenticare e lasciare alle spalle, altrimenti non si uscirà mai dallo schema delle punzecchiature.

 

Buona continuazione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ok Legolas, è quello che stavo facendo non mi pare un'inversione a U: ho espresso il mio parere e mi pare d'aver sollevato un vespaio attorno al quale si stava avvitando il thread, per cui una volta scritto quel che pensavo della convenienza economica o meno di nuovi aerei ho cercato di riportare l'argomento sull'aereo in sé stesso. Questo è stato interpretato come inversione a U che tra l'altro è segnalata da un cartello di obbligo (U bianca in campo azzurro) diverso da quello postato da Scagnetti!

Io non ho rancori con nessuno, ma a volte confesso che mi pare di scrivere in arabo perché qualcuno mi sembra non capisca nulla!

Ribadisco, ammesso che ce ne siano, non frequento forum di piloti nazionali o stranieri. Ho solo usato il web per scambiare domande con gente anche all'altro capo del mondo: siti di appassionati, restauratori, associazioni, fondazioni, modellisti, sportivi, scuole di volo, you tube, istituti tecnici, siti ufficiali di forze aeree nazionali ed estere (come la Luftwaffe per esempio), musei e quant'altro.

Modificato da Vultur

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io non ho rancori con nessuno, ma a volte confesso che mi pare di scrivere in arabo perché qualcuno mi sembra non capisca nulla!

 

esperienza mi dice che se uno parla e nessuno capisce, il problema ce l'ha l'oratore, non gli ascoltatori.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

http://www.ainonline.com/aviation-news/ain-defense-perspective/2013-01-18/us-air-force-committed-long-range-strike-bomber

 

The LRS-B will be a “family of systems,” an optionally manned platform incorporating already proven subsystems, including engines, radars and avionics, according to the Air Force.

 

 

C'e da scommettere che sono derivati dal programma F22/F35.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Beh per come la vedo io,in fase di progettazione, se ci si basa sulla minaccia corrente si potrebbe arrivare impreparati un domani...le situazioni in tutto il mondo non stanno prendendo una bella piega.. quindi io farei qualcosa in grado di reggere un conflitto regionale almeno quanto in grado di reggere qualcosa di piu' impegnativo... poi se l'evenienza piu' impegnativa non si presenta: meglio...ma almeno so' di poterla affrontare.. e come detto sopra: e' anche un ottima forma di deterrenza... poi progettare ora e' un ottima mossa se si vuole cercare di mantenere almeno un minimo gap tecnologico sulle altre superpotenze, che forse non saranno antagonisti diretti ma ... la questione sugli S-300 russi per i siriani vi potra' far pensare ad alcune dinamiche che potrebbero presentarsi. L'unico nodo resta sempre quello economico,legato ai costi, che pero' almeno in questa fase ammontano al necessario per comprare "fogli e matite" per disegnare... o a kW per alimentare i PC... vi lascio con questa frase: chi guarda troppo al passato o al presente, manchera' l'appuntamento col futuro...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Evoluzione del bombardiere:

 

 

 

“Geography still matters” and there is “value to the President in having a long-range strike capability” in the form of a new bomber, outgoing Air Force Secretary Michael Donley said in his last interview with Air Force Magazine. The need for a bomber “was recognized in the strategic guidance a couple of years ago,” but the project has had its ups and downs because USAF wasn’t being realistic about it, Donley said. “We actually have a pretty poor record on bomber programs,” Donley allowed, saying that the B-70, B-1, and B-2 all were either stopped or “truncated” because they reached too far technologically, and their expense made it impossible to buy them in needed numbers. After former Defense Secretary Robert Gates killed the Next Generation Bomber in 2009, the Pentagon “took a significant deep breath and a long look at what we needed to reconsider” in the bomber. The replacement project, the LRS-B “involves a lot less risk,” Donley said. It emphasizes “mature technologies,” and USAF “set requirements…early so that we made tradeoffs in range and payload…early.” The “family of systems” approach will also help prevent the Air Force from “attempting to build an aircraft…destined to be something that we could not afford.”

 

Fonte: Air Force Magazine

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per un aereo "nero" .... contratti "neri" ....

 

Black Contracts Support New Bomber ....

 

The U.S. Air Force has been supporting development of the Long Range Strike-Bomber (LRS-B) with risk-reduction contracts in five key areas, the service’s former senior acquisition officer said at the Air Force Association show here Tuesday.

Like other details of the program, the contracts have not been disclosed publicly.

 

Fonte .... http://www.aviationweek.com/Article.aspx?id=/article-xml/awx_09_17_2013_p0-617530.xml

 

E su Ares c'è un commento, dalla convention dell'AFA, di Bill Sweetman .... "How To Win The Bomber Contest" .... http://www.aviationweek.com/Blogs.aspx?plckBlogId=Blog:27ec4a53-dcc8-42d0-bd3a-01329aef79a7&plckPostId=Blog%3a27ec4a53-dcc8-42d0-bd3a-01329aef79a7Post%3ad7b52662-d901-478e-b63c-bcf0a716252a

Modificato da TT-1 Pinto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

×