Jump to content
Sign in to follow this  
Blue Sky

Bird Strike!

Recommended Posts

Con il termine Bird strike in aviazione viene indicato l'impatto tra un volatile ed un velivolo costruito dall'uomo.

I danni causati sono spesso ingenti; a partire dal 1910 si sono registrati 350 decessi in campo militare e 250 in campo civile a causa degli impatti con volatile;

Le zone del velivolo maggiormente colpite sono la fusoliera, il canopy, le ali ed i motori.(Wiki)

 

Un sito specifico da segnalare Qui!!!

 

Tragedia in agguato

Thomsonfly-Bird-Strike.jpg:angry:

 

Effetti devastanti di un birdstrike su F16

800px-F16_after_bird_strike.jpg:unsure:

 

Conseguenze di un impatto su un motore!!! :o

800px-JT8D_Engine_after_Bird_Strike.jpg

 

UH 60

IAF_UH-60_after_birds_strike_outside.jpg:blink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ed infatti in alcuni aeroporti (tra cui in Italia quello di Torino Caselle e quello di Ronchi dei Legionari) stanno sperimentando l'utilizzo di falchi per tenere lontani gli altri volatili dalle piste ed evitare problemi agli aereomobili.

Certo, è una soluzione un pò strana, però pare sia efficace (vedi http://www.falconeria.org/birdstrike/index.html).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ed infatti in alcuni aeroporti (tra cui in Italia quello di Torino Caselle e quello di Ronchi dei Legionari) stanno sperimentando l'utilizzo di falchi per tenere lontani gli altri volatili dalle piste ed evitare problemi agli aereomobili.

Certo, è una soluzione un pò strana, però pare sia efficace (vedi http://www.falconeria.org/birdstrike/index.html).

 

SOLUZIONI ANTICHE

A PROBLEMI ATTUALI

La circolare Apt-01 dell'Enac ha per oggetto la

"direttiva sulle procedure da adottare per la

prevenzione dei rischi di impatto con volatili

negli aeroporti" e stabilisce l'obbligo per le

Società Aeroportuali di porre in essere ogni

azione necessaria per prevenire i rischi da

volatili. La Società di Gestione Aeroporto

Valerio Catullo di Verona Villafranca S.p.A.

affida ogni anno ad un falconiere il servizio per

il controllo dell'avifauna con l'uso di falchi, a

ciò addestrati, sul sedime aeroportuale.

Questo è un ulteriore sistema per prevenire i

bird-strike,gli incidenti aerei causati dai volatili

che non sono rari in fase di atterraggio e

decollo. La Società Aeroportuale ha affidato,

inoltre, uno studio ornitologico a Lipu, al

termine del quale verranno definite le speci

presenti sul sedime dell'Aeroporto con la

locazione di eventuali fonti di attrazione per i

volatili e con la proposta di possibili soluzioni

integrate da adottare. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sapete a Forlì invece come effettuano il Bird Wach? E' curiosissimo, ero in TWR la prima volta che l'ho visto non ci volevo credere.

 

C'è un pandino 4x4 che gira per il prato ai lati dell RWY, quando vedono uno stormo di uccelli sparano per aria con un fucile rigorosamente caricato a salve. Subito dopo lo sparo buttano a terra un fazzoletto bianco se si tratta di gabbiani, nero se si tratta di rondini (che con le loro virate suicide sono imprevedibili). Gli uccelli, credendo che il fazzoletto sia uno dei loro, si impauriscono e scappano. E funziona! :lol:

 

Comunque vi assicuro che prendere una rondine in volo non è una bella esperienza: ero in volo con un Cutlass e beccammo in pieno un volatile con l'ala. C'è ancora il bozzo. :blink:

Share this post


Link to post
Share on other sites
C'è un pandino 4x4 che gira per il prato ai lati dell RWY, quando vedono uno stormo di uccelli sparano per aria con un fucile rigorosamente caricato a salve. Subito dopo lo sparo buttano a terra un fazzoletto bianco se si tratta di gabbiani, nero se si tratta di rondini (che con le loro virate suicide sono imprevedibili). Gli uccelli, credendo che il fazzoletto sia uno dei loro, si impauriscono e scappano. E funziona! laugh.gif
:o

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bah, non che non ti voglia credere, ma:

 

1) In cinque anni che sono lì, di stormi ne ho visti tanti, ma non ho mai sentito uno sparo, che oltretutto darebbe anche fastidio (mica è un safari...)

 

2) Sulla Panda ci sono degli altoparlanti che emettono suoni che danno fastidio ai volatili (e non alle persone)

 

3) Con il fucile già dentro l'aeroporto, ai terroristi basterebbe portare le cartucce... :rotfl:

 

P.S. Una bella storia a margine: il ragazzo che negli anni scorsi girava con la Panda per spaventare i volatili ora è a Lecce-Galatina sui 339... :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
1) In cinque anni che sono lì, di stormi ne ho visti tanti, ma non ho mai sentito uno sparo, che oltretutto darebbe anche fastidio (mica è un safari...)

 

2) Sulla Panda ci sono degli altoparlanti che emettono suoni che danno fastidio ai volatili (e non alle persone)

 

3) Con il fucile già dentro l'aeroporto, ai terroristi basterebbe portare le cartucce... rotfl2.gif

 

P.S. Una bella storia a margine: il ragazzo che negli anni scorsi girava con la Panda per spaventare i volatili ora è a Lecce-Galatina sui 339... smile.gif

B-)

 

Sembrava strana come soluzione, ma sai com'è non si finisce mai di imparare quindi............. :)

 

-------

 

In effetti, di fronte ad una situazione di bird strike in decollo, il pilota si trova a contrastare un inconveniente inatteso ed improvviso che può portare a delle spiacevoli conseguenze, in questo video possiamo notare l'imprevibilità della

:o Edited by Captor
Unito doppio post

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bah, non che non ti voglia credere, ma:

 

1) In cinque anni che sono lì, di stormi ne ho visti tanti, ma non ho mai sentito uno sparo, che oltretutto darebbe anche fastidio (mica è un safari...)

Magari era un periodo di sperimentazione, comunque alla luce delle tue osservazioni forse è meglio che abbiano smesso... :unsure:

 

Cosa fai a Forlì?

Share this post


Link to post
Share on other sites

La falconeria potrebbe essere effettivamente un mezzo più efficace degli spari a salve, perchè gli uccelli si abituano ai rumori e ai falsi allarmi; ricordo durante la giornata azzurra 2005 una spettacolare esibizione di un gheppio che faceva lo spirito santo sopra la pista (quando un uccello resta fermo sullo stesso punto sbattendo le ali, in hovering usando la terminologia aereonautica) mente si esibiva un pò sopra una pattugli acrobatica (forse gli svizzeri se la memoria non mi inganna), del tutto indifferente al frastuono dei jet (e alle 400.000 persone a bordo pista). Idem per i gracchi ad Axalp, dove oltretutto gli aerei sparano pure!

Share this post


Link to post
Share on other sites
(...) Cosa fai a Forlì?

 

Ingegneria Aerospaziale, sono all'ultimo anno della specialistica. :)

 

------

 

Sull'argomento si può leggere la voce di Wikipedia (bird strike).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qunado ti capita che un volatile ti venga a fare visita al tuo turbfan, ha deciso di prepararti il pranzo a pronto a base di spezzatino.... :rotfl: :rotfl:

 

Scherzi a parte so per certo che nei veivoli di inea vengono effettuati degli apositi test nei quali vengono lanciati dei polli cogelati all'interno dei motori per poter fare dei test di sicurezza. Certo è che non può verificarsi che un A-380 cada a causa di un piccione entrato in collisione con il motore del velivolo!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Youtube

 

io se fossi un volatile starei a distanza di sicurezza dallo Shuttle....anche perchè non è che è piccolo e silenzioso

Share this post


Link to post
Share on other sites
Scherzi a parte so per certo che nei veivoli di inea vengono effettuati degli apositi test nei quali vengono lanciati dei polli cogelati all'interno dei motori per poter fare dei test di sicurezza. Certo è che non può verificarsi che un A-380 cada a causa di un piccione entrato in collisione con il motore del velivolo!!!!

 

Quello del Bird-strike è uno dei test più importanti a cui vengono sottoposti i reattori degli aerei di linea.

Analogo test è quello che prevede la rottura di più alette/palette del Fan principale, piazzando microcariche su alcune di queste e facendole esplodere.

 

Affinchè i due test risultino superati è necessario che, dopo l'impatto che simula il bird strike o l'esplosione che simula la rottura, nessun pezzo del motore fuoriesca lateralmente ma solo posteriormente dagli scarichi della gondola motore, in modo che non vi sia rischio alcuno di colpire e danneggiare la fusoliera e le ali.

In definitiva è -ovviamente- accettabile che il motore smetta di funzionare del tutto, purchè la struttura del motore stesso contenga l'energa che si sprigiona dalla rottura di elementi interni.

 

Sono test molto delicati e ovviamente molto costosi, poichè come potrete ben immaginare ad ogni test corrisponde praticamente la distruzione di un motore.

Per l'A380 ne sono stati svolti diversi e le sue gondole motore hanno superato in modo più che brillante le prove, riuscendo in alcuni casi a mantenere una seppur ridotta funzionalità.

Edited by paperinik

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buongiorno,

come al solito mi intrometto dopo molti giorni lontano dal forum. :rolleyes:

Avete mai sentito parlare di piani BASH (bird/animal strike hazard)?

Sono dei piani che vengono implementati dagli aeroporti (dalla sezione/nucleo,.. che si occupa di sicurezza volo) allo scopo di prevenire e mettere in atto tutto ciò ke è possibile Vs i birdstrike (....o i cani randagi..... :rotfl: )

Quello che ha menzionato Tuccio non lo ho mai sentito ma esistono cannoni sonori che ad intermittenza emettono dei botti (si possono usare x tempi limitati xchè gli uccelli, quei bas***di, dopo un pò si abituano e tornano), spaventapasseri, i predatori che avete giustamente menzionato e ....anche campagne di caccia. Queste ultime sono le + problematiche xchè si devono ottenere autorizzazioni e coordinare col Ministero sanità, LIPU;...

 

...i birdstrike hanno casistiche praticamente irrisorie per mezzi che volano sotto gli 80kts.

 

Brutus

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vell'immaginate un bird strike di una cicogna su un ULM?

 

:asd:

 

Vista la velocità media di un ULM e vista la velocità media di un volatile penso che in questo casi si dovrebbe parlare di un ULM-strike ai danni della cicogna.

 

Parlando più "seriamente" ritengo che le basse velocità implicate rendano davvero ardua la possibilità di un bird-strike...ed in ogni caso con conseguenze difficilmente tragiche (che danni farà un'anatra che mi sbatte sul muso a 1/2 nodo in più di velocità relativa).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vista la velocità media di un ULM e vista la velocità media di un volatile penso che in questo casi si dovrebbe parlare di un ULM-strike ai danni della cicogna.

:rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl:

 

...che danni farà un'anatra che mi sbatte sul muso a 1/2 nodo in più di velocità relativa...

Un bel botto (te l'assicuro), ma niente di che, confermo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un mese fà sono andato con la scuola a visitare la base del 4°stormo a grosseto.

Per fronteggiere questo problema, venivano fatte delle immissioni di suono con il canto di rapaci. Sorge però un'altro problema, ovvero che glòi uccelli si abuituano a questo tipo di suono e quindi bisogna cambiarlo ogni tanto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Un mese fà sono andato con la scuola a visitare la base del 4°stormo a grosseto.

Per fronteggiere questo problema, venivano fatte delle immissioni di suono con il canto di rapaci. Sorge però un'altro problema, ovvero che glòi uccelli si abuituano a questo tipo di suono e quindi bisogna cambiarlo ogni tanto.

Benvenuti su Radio May Day sulla 121.5, prima di iniziare una dedica di un controllore ad un comandante Alitalia. L'ATC dice "Ciao Claudio, se stai ascoltando questo messaggio vuol dire che sei messo male!". E ora proseguiamo con l'ultimo singolo tratto da "Canto dei rapaci", edito da "4° Stormo productions". In cima alla Top Gun Parade da una settimana il capolavoro di Pellegrino Falco, "Canto di caccia"...

 

:rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :oops::ban?:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Benvenuti su Radio May Day sulla 121.5, prima di iniziare una dedica di un controllore ad un comandante Alitalia. L'ATC dice "Ciao Claudio, se stai ascoltando questo messaggio vuol dire che sei messo male!". E ora proseguiamo con l'ultimo singolo tratto da "Canto dei rapaci", edito da "4° Stormo productions". In cima alla Top Gun Parade da una settimana il capolavoro di Pellegrino Falco, "Canto di caccia"...

 

:rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :oops::ban?:

 

Una settimana di ferie, no?! :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Una settimana di ferie, no?! :asd:

 

Una cicogna l'ha colpito in testa. :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...