Jump to content
Sign in to follow this  
enrr

Bari,scoperti due missili su un Tir

Recommended Posts

TGCOM - Nel porto di Bari sono stati trovati due missili nascosti in un carico di frutta e verdura a bordo di un Tir proveniente dalla Grecia. L'autotreno sequestrato ha una targa tedesca. I due missili sono stati scoperti durante i controlli cui i mezzi vengono sottoposti in porto da guardia di finanza e agenzia delle dogane.

 

I razzi, 4 metri ciascuno, erano contenuti in due casse di legno, di quelle tipiche per conservare armi. Secondo gli artificieri, si tratta di missili che vengono sistemati sotto la pancia degli aerei da guerra. A bordo del Tir c'erano due cittadini tedeschi, sottoposti a interrogatorio.

 

Il camion, diretto in Germania, portava con sé un documento di accompagnamento comunitario utilizzato in area "Schengen". Gli investigatori stanno cercare di acquisire elementi sulla provenienza e sulla destinazione degli armamenti.

 

----------

 

(ANSA) - BARI, 29 GEN - Sono stati scoperti nel porto di Bari due missili in un carico di frutta e verdura a bordo di un Tir proveniente dalla Grecia. Il Tir ha targa tedesca ed era diretto in Germania. La Guardia di Finanza sta interrogando i due autisti, entrambi tedeschi, per acquisire elementi sulla provenienza e la destinazione degli armamenti, per i quali i conducenti non posseggono autorizzazioni. I due missili sono lunghi circa 4 metri ciascuno, e per ora non si sa che tipo di armi sono.

aggiornamento ANSA:

Sono del tipo 'aria aria' i due missili sequestrati nel porto di Bari: vengono utilizzati solo da velivoli militari e sono inerti. I missili sono privi di testata, spiegano gli artificieri, perche' essa, per motivi di sicurezza,viene inserita solo quando l'armamento e' giunto a destinazione. Sui documenti in possesso degli autisti del Tir e' scritto in tedesco che a bordo del mezzo ci sono 'armamenti', ma mancherebbero le autorizzazioni per il trasporto di questo particolare materiale.

 

------------

Corriere:

Bari: scoperti 2 missili nascosti in un tir

Gli ordigni, lunghi più di tre metri, erano in un camion con targa tedesca, forse diretto in Germania

 

BARI - Due missili lunghi più di tre metri sono stati sequestrati nel porto di Bari. Secondo funzionari della Dogana lunedì è stato bloccato un tir con targa tedesca, proveniente dalla Grecia e diretto in Germania, ma la notizia è trapelata solo oggi.

 

CONTROLLO - Nel corso di controlli al carico del mezzo, in teoria trasportante frutta e verdura, c’erano due grandi casse di legno contenenti due ordigni di notevoli dimensioni e, a quanto si apprende, con scritte in lingua inglese. Si indaga per stabilire la destinazione d’uso dei due missili mentre l’autista, fermato dai Carabinieri, verrà interrogato in queste ore.

 

ARIA-ARIA - Sono del tipo aria-aria, modello Amraam, i due missili sequestrat nel porto di Bari: vengono utilizzati solo da velivoli militari e sono inerti, cioè privi di testata. È quanto emerso dall'esame compiuto sugli armamenti dagli artificieri. Sul posto sono intervenuti artificieri della polizia di Stato, dei carabinieri e dell'Aeronautica militare. I missili sono privi di testata, hanno spiegato gli artificieri, perchè essa, per motivi di sicurezza, viene inserita solo quando l'armamento è giunto a destinazione. Sulla documentazione in possesso degli autisti del Tir è scritto in lingua tedesca che a bordo dell'autotreno, attualmente sotto sequestro insieme col carico, ci sono armamenti, ma non ci sarebbero le autorizzazioni per il trasporto di questo particolare materiale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che ci volevano fare con due AMRAAM inerti e soprattutto perchè portarli in italia?

Se li volevano vendere a scopo spionistico non ha senso portarli qui mentre se li volevano dare a qualche malintenzionato non capisco cosa ci si possa fare con due missili da esercitazione....l'unica cosa pericolosa è il carburante...

Share this post


Link to post
Share on other sites

non è certo che i missili fossero destinati all'Italia, il Tir era diretto in Germania quindi poteva scaricare le casse anche in Austria o Svizzera (a seconda del tragitto che avrebbe fatto). Comunque c'è da chiedersi anceh da dove arrivavano, forse erano avanzati durante una esercitazione? Mi chiedo come si facca a far sparire due supposte di 4 metri e farle uscire da un aereoporto :unsure:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest maxtaxi

Sparalo contro un veicolo civile che viaggia pressurizzato a 8'000mt di altezza.. Poi dimmi se inerte o no non crea problemi.. Ricordo che l'AMRAAM è ha guida semi attiva alias, si attiva autonomamente nella parte finale e si guida da solo contro l'obj..

 

Durante una esercitazione in sardegna, un equipaggio di M60 ha occultato il carro talmente bene, che se lo sono perso e se il fuoco non ci passava sopra non l'avremmo più ritrovato..

Non è una delle tante leggende da radio naja.. :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, ma per un utilizzo terroristico l'amraam non è certo il missile adatto, non ha senso prendere un grosso missile a guida radar attiva quando sul mercato si trovano innumerevoli missili a guida IR a prova di idiota.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ehm..ergo si tratta si spionaggio?

 

Magari finiva ai cinesi, quelli hanno spie d'appertutto, persino in Giappone, senò perchè pensate che non gli vendano l'F-22.

 

Mi fa 'nca**are sapere che un AMRAAM possa finire così nelle mani sbagliate. :furioso:

Share this post


Link to post
Share on other sites

I missili avranno di sicuro numeri di matricola o di serie. Penso che se si ha la volontà si riuscirà a capire da dove arrivano

e perchè viaggiavano su un camion anonimo. Non potrebbe essere che li abbia comprati qualche industria elettronica

per dare un'occhio alla parte elettronica.

 

Se erano diretti a quache gruppo terroristico c'è da tremare. Ci si mette mica tanto a caricare qualche chilo di esposivo su

un missile se comunque funziona ed è in grado di guidarsi da solo.

 

 

Ciao Navigator

Edited by navigator

Share this post


Link to post
Share on other sites

Siamo sicuri che erano AMRAAM? Forse è meglio aspettare conferme da fonti più qualificate in materia di difesa. Se fosse confermato, penso che siano più utili per un'eventuale spionaggio industriale che per preparare un attentato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh dalle fonti postate sopra sembra siano amraam o missili comunque della stessa classe (stile sparrow).

Concordo sul fatto che siano più utili per spionaggio che per finalità terroristiche, ma non si capisce perchè li portavano sempre più all'interno della NATO, in paesi che l'amraam non hanno certo bisogno di comprarlo al mercato nero.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest maxtaxi

Appunto! Se come sappiamo il camioncino anonimo (da 16tonn) doveva andare a scaricare in Svizzera e Austria...

Che se ne fanno l'industria privata che si sa quasi tutto di codesti missili? Ricordo che erano in servizio già al tempo della prima guerra del golfo quindi operativi dal 1989-90..

Caricare una spoletta esplosiva su un missile del genere non è facile. Bisogna rispettare pesi e parametri o ne va di mezzo la stabilità. Se come sembra erano da esercitazione, quindi anti-drone, non avevano carica bellica e servivano per omologare equipaggi al lancio e al combattimento. Lo scopo reale non è tanto l'abbattimento quanto la procedura corretta dell'ingaggio.

Il successivo contatto fra i due corpi lanciati non fa altro che aumentare la stima fra gli equipaggi e l'industria che produce droni.

Alenia ringrazia... :P

Edited by maxtaxi

Share this post


Link to post
Share on other sites

lanciare un amraam senza una piattaforma radar e adeguati sistemi è impossibile. Non è mica un petardo ke accendi la miccia e parte......

Un sidewinder a fini terroristici sarebbe stato migliore perché richiede soltanto un pulsante e un paio di cuffiette per lanciarlo....

 

 

comunque se c'era scritto sui documenti non vedo perchè ci dovremmo preoccupare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Appunto! Se come sappiamo il camioncino anonimo (da 16tonn) doveva andare a scaricare in Svizzera e Austria...

Che se ne fanno l'industria privata che si sa quasi tutto di codesti missili? Ricordo che erano in servizio già al tempo della prima guerra del golfo quindi operativi dal 1989-90..

Caricare una spoletta esplosiva su un missile del genere non è facile. Bisogna rispettare pesi e parametri o ne va di mezzo la stabilità. Se come sembra erano da esercitazione, quindi anti-drone, non avevano carica bellica e servivano per omologare equipaggi al lancio e al combattimento. Lo scopo reale non è tanto l'abbattimento quanto la procedura corretta dell'ingaggio.

Il successivo contatto fra i due corpi lanciati non fa altro che aumentare la stima fra gli equipaggi e l'industria che produce droni.

Alenia ringrazia... :P

 

Gli AMRAAM sono divenuti operativi dopo la prima guerra del golfo (primo impiego in ex-jugoslavia, se non erro abbattimento di 3 L-39 da parte di F-16 USAF nel 1995). Che si sappia tutto, non sarei così sicuro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest maxtaxi

Si, ma il bello, è che sui documenti di accompagnamento era chiaramente citato il tipo di trasporto..

E' entrato in servizio prima della guerra del golfo nel 91.

Mi confondevo con lo SPARROW...

Non sono molto afferrato sui sistemi non terrestri...

Hai terroristi lasciamo fare...

Non diamo nuove indicazioni...

Share this post


Link to post
Share on other sites

A mio avviso, questa scoperta deve farci pensare alla sicurezza dei porti e aeroporti....come fa a passare inosservato??....dove sono le guardie??..a farsi una cicca??

 

 

comunque si possono trovare informazioni su questi armamenti d'appertutto su internet....

Un ringraziamento caloroso ai nostri servizi segreti per la loro magnifica efficenza :furioso:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest maxtaxi

Vero!

Tempo addietro ero capitato in un sito in cui vendevano armamenti del blocco sovietico...

T62 a 220.000€ :whistling:

Famiglia AK a partire da 100€ :osama:

Chissà quanto mi sarebbe costato in spese di spedizione... :drool:

Esiste una versione terrestre chiamata HUMRAAM... :pianto:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh vendere un T-62 senza armamento non mi sembra un reato, daltronde si vendevano falcon su ebay, ma qui il discorso è un altro.

Comunque non confidate troppo nella sicurezza dei porti, daltronde in un paese libero, peraltro confinante praticamente solo con stati dell'area Shengen, è praticamente impossibile un controllo accurato dei confini, daltronde se non è possibile in stati

dittatoriali non si capisce come ci si debba riuscire noi. La libertà ha un suo prezzo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che siano 2 missili sganciati da aerei in difficoltà, magari in Turchia o Iraq, e finiti in acqua? Durante il Kossovo l'adriatico era divenuta una discarica. Quell'estate davanti Chioggia ha gironzolato al largo un Gaeta per settimane per "bonificare"

 

Se ci sono i codici seriali su tutti gli apparecchi elettronici, credo proprio ci sia anche su un missile che costa quanto un autobus, altrimenti come fanno a stockarli negli arsenali.

 

Per lo spionaggio industriale la via per la Germania mi sembra assurda, specie con tutti quelli disponibili nei paesi NATO.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La libertà di commercio non implica che non ci debbano essre controlli...altrimenti saremo in anarchia totale :(

 

Ma comunque penso che nelle zone dle medio oriente un AK lo si compri con la stessa facilità con cui noi comperiamo una merendina!!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'era un tizio serbo che conoscevo che ti poteva far avere un AK a 50 Euro in un mese... Altro che controlli! :pianto:

 

Comunque è molto probabile che quei missili finissero in Svizzera o, meglio, nella terra di nessuno, fanno tanto gli occidentali ma pullula di spioni orientali da quelle parti li...

 

E anche se fossero da esercitazione hanno comunque un "cervello" elettronico di tutto rispetto che non si trova facilmente tra gli armamenti russi in svenita, anche perchè l'utilità di quelli da esercitazione è proprio testare il suddetto cervello.

 

Quoto l'ipotesi spionaggio industriale, aggiungo colorato di giallo. :ph34r:

 

001344.png

Edited by tuccio14

Share this post


Link to post
Share on other sites
Si, ma il bello, è che sui documenti di accompagnamento era chiaramente citato il tipo di trasporto..

E' entrato in servizio prima della guerra del golfo nel 91.

Mi confondevo con lo SPARROW...

Non sono molto afferrato sui sistemi non terrestri...

Hai terroristi lasciamo fare...

Non diamo nuove indicazioni...

 

Hai ragione, mi ricordavo male. E' entrato in servizio con gli F-15C, prima della fine di Desert Storm, ma il primo abbattimento ad opera dell'AMRAAM si ebbe nel 1992 con un F-16 che abbattè un Mig-25 irakeno nella no-fly zone. L'episodio che ricordavo in Bosnia vide invece un abbattimento di aerei Serbi da parte di F-16 mediante un AMRAAM e tre sidewinder.; le informazioni provengono da Stormo da caccia, T. Clancy pp183-184.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...