Jump to content
Sign in to follow this  
Deneb

Sinistri radicali soliti imbecilli

Recommended Posts

BY W. von BRAUN

 

La mozione approvata sul Dpef 2008

Il testo completo lo trovate a questo link

http://www.cittadinolex.kataweb.it/a...69935&idCat=54

 

 

 

 

Leggere e rabbrividire

 

Approva il Documento di programmazione economico-finanziaria 2008-2011 ed impegna il Governo:

 

 

11) ad escludere che il processo di ristrutturazione e di potenziamento della efficienza delle strutture di supporto industriale e logistico della difesa e che gli investimenti nei settori ad elevato tasso di innovazione tecnologica, configurino, in alcun modo, aumenti della spesa per armamenti; fare rientrare, per una maggiore trasparenza, in coerenza con la nuova classificazione del bilancio, tutte le risorse e gli investimenti del comparto Difesa, nel bilancio del Dicastero inclusi gli stanziamenti relativi alla componente militare delle missioni internazionali. A prevedere, infine, norme a sostegno della riconversione dell’industria militare al civile;

 

 

 

 

Il governo disarma esercito e missioni all’estero

di Andrea Nativi

 

Addio missioni all’estero, addio a forze armate decentemente equipaggiate, via allo smantellamento della industria aerospaziale e della difesa, in particolare Finmeccanica, e stop alla quotazione di Fincantieri. Queste le conseguenze della risoluzione legata al Dpef, documento di programmazione economica, che l’estrema sinistra è riuscita a far passare al Senato. Si può solo sperare che la prossima settimana la Camera ci metta una pezza.

La risoluzione, approvata dal Senato con 159 voti favorevoli, 147 contrari e 1 astenuto, presentata dai senatori Finocchiaro, Russo Spena, Salvi, Palermi, Peterlini, Formisano, Barbato e Ripamonti contiene infatti una serie di disposizioni micidiali. Nel capitolo dedicato alle politiche per la crescita sostenibile, al numero 11, si legge che tutte le risorse e gli investimenti del comparto Difesa, inclusi gli stanziamenti relativi alla componente militare delle missioni internazionali, debbono essere inseriti nel Bilancio della Difesa. Il rischio concreto è che i soldi per le missioni fino ad oggi approvati con provvedimenti ad hoc, tra 1 e 1,2 miliardi all’anno, si trasformino in una componente di un bilancio che è per tradizione vulnerabile alle riduzioni e ai tagli. Proprio per questo si era fatto ricorso a fondi separati. E questo i proponenti lo sanno perfettamente.

Non solo. Il bilancio difesa oggi è talmente anemico da non poter sostenere il normale ammodernamento di mezzi e materiali, né di finanziare attività di ricerca e sviluppo. È per questo che per integrarlo, sia pure parzialmente, si utilizzano mutui concessi dal ministero dell’Economia, soldi del ministero dello Sviluppo economico, del ministero delle Università, persino del ministero delle Infrastrutture o del Dipartimento della protezione civile. Queste risorse dovrebbero invece confluire nel bilancio difesa, diventando così incerti e soggetti a riduzioni. E non basta. La risoluzione intima che il processo di ristrutturazione e miglioramento dell’efficienza delle strutture di supporto industriale e della difesa e gli investimenti nei settori a elevato tasso di innovazione tecnologica non configurino in alcun modo un incremento della spesa per armamenti. Questo vuol dire non solo compromettere le capacità militari nazionali, ma anche affossare l’industria aerospaziale e della difesa ad alta tecnologia, cioè Finmeccanica e tutte le altre società, grandi, piccole e medie che beneficiano di finanziamenti per ricerca, industrializzazione e in qualche caso per acquisizione previsti da leggi speciali e da stanziamenti extra difesa. Si pensi ad esempio a strumenti come la legge 808.

Ed è proprio l’industria alla difesa a essere nel mirino, perché la risoluzione dice che il governo deve prevedere norme a sostegno della riconversione dell’industria militare al civile. Questo è un vecchio e fallimentare cavallo di battaglia della sinistra massimalista che, se realizzato, metterebbe in ginocchio uno dei pochi settori industriali ad alta tecnologia nel quale l’Italia vanta una eccellenza internazionale.

Sempre con lo strumento della risoluzione si vuole bloccare la privatizzazione e il rilancio del gruppo cantieristico Fincantieri, al quale la sinistra estrema si oppone nonostante il governo abbia deciso altrimenti. La risoluzione infatti impone al governo di condizionare il via libera alla quotazione in borsa del 49% del capitale della società alla presentazione di un piano industriale (evidentemente quello già presentato da Fincantieri non è considerato tale) che dovrà essere “condiviso” con i sindacati e che comunque deve limitare la crescita internazionale e impedire qualunque frammentazione. Una mossa celebrata con giubilo dalla Fiom/Cgil, la quale sottolinea come questo processo sia completamente diverso da quello approvato dal governo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

apparte che la durezza del titolo ti può costare una penalità, ma io mi sono stufato di Andrea Nativi non mi è mai piaciuto, qualcuno le dica che i problemi dell'italia non si limitano al numero dei carri armati

 

 

EDIT

non aumentare la spesa ( ricordo che il dpef non è ancora approvato) non vuol dire azzararla: tutto come quest'anno

Edited by Leviathan

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non credo passerà, proprio ora che siamo impegnati pesantemente in Libano e Afghanistan, il primo località amata dalla sinistra radicale..

Certo è che se il bilancio della Difesa deve sostenere da solo tutti i programmi avviati, beh mi pare ovvio che bisognerà tagliare e di parecchio..quota 150000-160000 sarà già un bel traguardo, credetemi!

La cosa che non mi piace è la riconversione forzata, stile stato sovietico, dell'industria della Difesa, ma penso si tratti di una battuta: la vedo bene Fincantieri costruire solo qualche Mega Yatch o qualche nave da crociera, senza commesse di navi sofisticate e costose come quelle militari..facciamo che chiudiamo qualche bel cantiere navale del gruppo (che ne so, 4 su 8) per la felicità dei geni che propongono queste leggi?!

Comunque se si vuole tagliare, lo si faccia riducendo i numeri, le missioni però prima di impegolarsi in Libano (dove c'erano sono i cattivoni degli Isreliani, che tanto male fanno..), o prima di sottoscrivere degli impegni economici per programmi di sviluppo, che poi non potremmo mantenere (già mi vedo le risate all'estero..).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non mi stupisce , visto che qualche parlamentare di sinistra aveva proposto la cancellazione delle frecce tricolori perchè sono rumorose e inquinano :huh:

 

E qualcun'altro voleva abolire pure la parata del 2 giugno :thumbdown:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh gente, cosa vi aspettate!

 

Leviathan, guarda che se passa una cosa del genere allora sono dolori. Non si tratta di non comprare qualche carro armato, ma si tratta proprio di affossare la Difesa, dal momento che, ad oggi, con fondi extra-bilancio, il 70% o quasi delle risorse va alla voce "Personale". Se si tolgono le risorse extra-bilancio, o si aumenta il bilancio in maniera consistente (ma risorse extra ci vogliono sempre per fronteggiare emergenze ed imprevisti, che accadono ogni anno) oppure si pagano solo gli stipendi e poc'altro. Niente Afghanistan, niente Libano, niente Sudan, niente FREMM, niente seconda coppia di U212, niente Tranche 2 (e Tranche 3) di EF2000, niente F35, niente Freccia... NIENTE. Sono tutti programmi finanziati in buona parte con soldi extra-difesa.

 

Quanto alla riconversione al civile è una cazzata. E la sinistra radicale, tanto attenta ai posti di lavoro, dovrebbe considerare che una mossa del genere porterebbe a parecchi licenziamenti e perdite di commesse (poi parlano di CAPITALISMO IMPVESENTABILE... ma se così ammazzano l'unica realtà industriale che macina contratti e fa utili senza problemi!). Senza contare che nel settore militare si sviluppano molte più tecnologie utili anche per il civile di quanto non si sappia o (PIU' CORRETTAMENTE) si voglia ammettere. Pensiamo al TETRA o agli UAV da impiegare per la Protezione Civile.

 

Questo pseudo-pacifismo della sinistra radicale è inoltre ipocrita e vergognoso, e lo usano solo per infinocchiare qualche sempliciotto ed ottenere voti, perchè a me non sono mai sembrati tanto pacifici, visto che in ogni cosa che fanno inseriscono una sana dose di violenza (dalle dichiarazioni dove dicono che APRIRANNO CONFLITTI COL GOVERNO, alle minacce varie se qualcosa non gli va bene, alle manifestazioni dove bruciano i fantocci in mimetica gridando DIECI CENTO MILLE NASSITYA). Sono solo un branco di buffoni, gente che si lamenta che le auto inquinano ma poi non vuole l'alternativa, cioè la TAV, che è elettrica (e quindi ecologica), gente che non vuole la benzina ma poi rompe per i motori a metano, gente che non vuole la guerra degli americani ma che non batte ciglio per le guerre degli altri, gente che rompe le palle per la CORSA AGLI ARMAMENTI DEL GOVERNO PRODI (!!!) e poi dice che Chavez ha diritto a riarmarsi perchè ogni paese ha il diritto alla Difesa nazionale. E non è possibile che in una democrazia l'intero paese sia ostaggio di una minoranza e che 60 milioni di cittadini se la debbano pigliare in c**** per colpa di 4 ipocriti schizzati.

 

Cosa ce ne facciamo di questi buffoni? Speriamo che passi il referendum sulla riforma elettorale, almeno ce li leviamo dai co******i. E Prodi dovrebbe pensar bene a dargli qualche calcio in culo e a ricordargli che se gli fanno cadere il governo sarà colpa loro se rieleggono Berlusconi. Certo che anche il professore dorme in piedi. Potrebbe giocarsela alla grande (specie dopo la scorsa crisi di governo ed approfittando del fatto che neanche Silvio, se vince, in questo momento potrebbe godere di una stabile maggioranza al Senato) ed invece fa il bischero. Speriamo che adesso Confindustria e Finmeccanica/Fincantieri facciano il diavolo a quattro ed i pochi illuminati del CentroSinistra corrano ai ripari, altrimenti saranno danni gravissimi che forse, in molti comparti, non potranno mai essere riparati (per la gioia di EADS & Co.). Speriamo proprio.

 

Certo è che in Italia non esiste più una classe politica che valga la pena di votare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quegli articoli di Nativi sono una cazzata, ormai il tipo si è completamente "belpietrizzato" e venduto al suo relativo padrone ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Marvi hai perfettamente ragione.

 

Leviathan te lo ripeto spesso, smettila di analizzare questioni economiche con ragionamenti politici che con l'economia non hanno nulla a che fare. Questo Governo è formato da un branco di co@@@oni (non che quello prima fosse molto diverso). Quelli di estrema SX che dal basso della loro ignoranza e idiozia, propongono emendamenti che manderanno a pu@@@@e il settore industriale italiano(che già fa schifo così com'è e non ha bisogno di aiuti per peggiorare),

e quelli di centro SX(Dalema Fassino Prodi Rutelli ecc...), che pur consci delle immani stronzate che i loro compagni dicono e fanno, li appoggiano in tutto e per tutto pur di non andarsene a casa.

 

Andrea nativi non ti piacerà, ma è molto + esperto del settore di te e la sua è un'analisi perfetta della situazione. Altro che carri armati, quello è il problema minore.

hai idea di quante persone perderebbero il lavoro? hai idea di quante persone lo perderanno se Fincantieri non viene rilanciata con un piano di privatizzazione(Fincantieri ha lavoro per soli 4 anni, e poi???), e non viene aumentata la sua competitività e influenza sia sul piano nazionale che internazionale? Hai idea di cosa significa riconvertire al civile aziende,(Finmeccanica e tutte quelle aziende medio-piccole che collaborano con il colosso di Guarguaglini) che si sono sempre occupate di armi? Le mettiamo a vendere spinelli per la gioia di Caruso e Pannella?

 

Ma fammi il piacere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quegli articoli di Nativi sono una cazzata, ormai il tipo si è completamente "belpietrizzato" e venduto al suo relativo padrone ...

 

Quoto, il padrone rivuole l'osso lanciato.

Leviathan, guarda che se passa una cosa del genere allora sono dolori. Non si tratta di non comprare qualche carro armato, ma si tratta proprio di affossare la Difesa, dal momento che, ad oggi, con fondi extra-bilancio, il 70% o quasi delle risorse va alla voce "Personale"

 

In fatto che le risorse non vengono aumentate e diverso da dire: le risorse calano.

Si fissa un limite uguale a quello avuto quest'anno.

Le polemiche che ci vengono dopo sono esclusivamente politiche e quindi è chiaro che parlo di economia e politica sull'argomento.

Io ho sempre detto: ritiriamoci da Libano e Afghanistan e i soldi per quelle missioni le rigiriamo alle forze armate.

 

Andrea nativi non ti piacerà, ma è molto + esperto del settore di te e la sua è un'analisi perfetta della situazione.

Ho letto suoi trattati ultra filo-americani e ultra-destra (specie sul fosforo bianco e l'Iraq) che va cestinato subito.

 

Leviathan te lo ripeto spesso, smettila di analizzare questioni economiche con ragionamenti politici che con l'economia non hanno nulla a che fare. Questo Governo è formato da un branco di co@@@oni (non che quello prima fosse molto diverso).

Diciamo che sono in simbiosi politca ed economia e l'una influenza l'altra.

 

Ps questo governo mi piace moltissimo a me mi dispiace

Share this post


Link to post
Share on other sites
In fatto che le risorse non vengono aumentate e diverso da dire: le risorse calano.

Si fissa un limite uguale a quello avuto quest'anno.

Ho letto suoi trattati ultra filo-americani e ultra-destra (specie sul fosforo bianco e l'Iraq) che va cestinato subito.

 

No Leviathan, per fissare un limite uguale a quello avuto quest'anno, se passa il DPEF, dovresti aumentare il bilancio della Difesa per compensare i mancati fondi extra-bilancio e gente che fa leggi del genere dubito che avrà intenzione di farlo. Quindi le risorse spendibili per missioni ed acquisizioni caleranno. Inoltre (te lo dice uno che si sta laureando sull'Amministrazione Pubblica) le spese extra-bilancio servono sempre, eliminandole paralizzi un intero settore perchè non è più in grado di venire incontro a contingenze improvvise o... ad ovviare ad errori di calcolo (che ci sono sempre, del resto sono bilanci di previsione di svariati milioni di Euro!).

 

Beh, meglio la risposta al lettore sul fosforo bianco fatta dal Nativi su RID che il ridicolo servizio di Report sullo stesso fatto, che non stava ne in cielo ne in terra. E dire che c'è chi accusa Nativi di essere anti-americano o troppo filo-francese! Diciamo che a volte dice cose che qualcuno non vorrebbe sentir dire. Non mi sembra che le sue analisi siano così sballate e faziose. Anzi, ha criticato tanto le scelte sbagliate del CDX che quelle del CSX, elogiando invece quanto fatto di buono dai due schieramenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
In fatto che le risorse non vengono aumentate e diverso da dire: le risorse calano.

Si fissa un limite uguale a quello avuto quest'anno.

 

Non è quello che c'è scritto al numero 11 del DPEF, e non è quello che dice nativi, quindi deduco che non tu abbia capito quello che viene riportato. Quello che c'è scritto è molto + grave del non ridurre il bilancio. Semplifico con un esempio. Metti il caso che il bilancio della difesa una spesa in armamenti(stipendi,ammodernamenti ecc) di 100. Ci sono spese extrabilancio di 50.

Con questo emendamento si vuole unire le due cose(tutte le spese della difesa anche quelle finanziate da altri ministeri devono rientrare nel bilancio della difesa senza aumentare la spesa degli armamenti ). spesa in armamenti,100, deve sommarsi alle spese militari extrabilancio(del ministero dell'economia, protezione civile ecc),di 50. totale 150. NO!!! perchè la somma non deve superare la quota stabilita dal bilancio della difesa che è 100. Quindi le spese extrabilancio DEVONO essere eliminate. E questo non si traduce solo nell'avere meno carri, ma si ripercuote su tutto il settore militare, difesa e industria, con meno commesse, quindi meno soldi che entrano(e meno tasse pagate), quindi meno innovazione,quindi perdita di competitività, per ritornare alla diminuzione delle commesse e così via finchè, non rispettando + i principi di economicità l'azienda chiude.

 

Io ho sempre detto: ritiriamoci da Libano e Afghanistan e i soldi per quelle missioni le rigiriamo alle forze armate.

 

Sono d'accordo con te.

 

Ho letto suoi trattati ultra filo-americani e ultra-destra (specie sul fosforo bianco e l'Iraq) che va cestinato subito.

Cosa centra??? La sua analisi sull'argomento DPEF è giusta. Cosa c'entra se è di DX o SX. Qualsiasi persona che analizza obbiettivamente, la situazione si troverebbe d'accordo con lui.

 

Diciamo che sono in simbiosi politca ed economia e l'una influenza l'altra.

 

A livello di scelte di Governo si, ma quando uno deve analizzare obbiettivamente una cosa non può analizzarla con dei pregiudizi, dicendo "questa cosa è giustissima perchè l'ha fatta Prodi"(questo intendevo per influenzaa politica). L'emendamento presentato è un'immane ca22ata, e credo che io e Marvin abbiamo spiegato in modo semplice il perchè.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bisogna vedere se i fondi extra sono compresi o meno in quel limite.

Comunque a me non mi piace e forse ti riferivi a rainews24

 

Il dpef a che stadio è?

magari dlla commisione difesa qualche emendamento passa

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bisogna vedere se i fondi extra sono compresi o meno in quel limite.

 

L'emendamento presentato dagli estremi, vuole proprio questo. Che le spese riguardanti la difesa sostenute da altri ministeri, vengano inseriti nel bilancio difesa, che quello è e non può essere aumentato dai fondi extra. di fatto viene eliminata la possibilità di finanziare con fondi extrabilancio i programmi già iniziati(o futuri). Le FREMM e VBC ad esempio finanziati con fondi del ministero dello sviluppo economico, sarebbero infinanziabili con quei fondi, ma dovrebbero essere finanziati con soldi del bilancio ordinario del ministro della difesa. Lo stesso per la LHD che non potrebbe essere finanziata dalla protezione civile, in quanto unendo questa spesa al bilancio del ministero della difesa, il totale supererebbe la soglia di spesa stabilia.

 

Spero di essere stato chiaro.

 

Speriamo che Forcieri faccia ancora una vola bene il suo lavoro.

Edited by Venon84

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema sarà che con idee del genere oltre a fare figuracce immani all'estero, rischi in caso di fuga da programmi importanti, di pagare penali mostruose (il Canada sull'argomento può dire qualcosa..): ma ovvio, chisse ne frega tanto paga la collettività!

E la gente che resta a casa per colpa della mancanza di commesse? La riconvertiamo (già, fosse così facile..), oppure la mandiamo a fare lavori sociali, o xchè no cassintegrazione a vita..e indovinate chi continuerà a pagare? Noi!

Che bello, siamo ritornati ai tipici carrozzoni statali italiani, sorgente di posti di lavoro finti (uno scava la buca, l'altro la riempie)!

Perchè la logica che anima questi provvedimenti è quella tipica degli anni '60, dove si diceva che l'Occidente era cattivo, e l'URSS pacifica e luce della libertà..abbiamo visto come è andata a finire!

Non credo che passeranno queste idee, perchè al Governo cominciano a rompersi leggermente le palle delle urla di quattro personaggi, dalla Difesa alle pensioni ecc., lo dice uno che è di centro-sinistra: d'altronde non è un mistero che grazie ai provvedimenti di questa legislatura si è posto riparo ai disastri del passato governo (Tremonti..), non credo in un voltafaccia così clamoroso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nativi non mi sembra che si sia mai appiattito alla linea editoriale del giornale per il quale scrive (Il Giornale appunto) e, specialmente su RID, non ha mai negato critiche all'una o all'altra parte, così come, infatti, ha appoggiato l'azione del governo nel momento in cui ha aumentato, anche se di poco, il bilancio della difesa l'anno scorso e per l'azione di minitri come minniti e forcieri e così come ha duramente criticato il governo precedente, il ministro martino e compagnia bella adesso ha diritto di criticare delle scelte sciagurate che, se portate a compimento, rovineranno a lungo termine la già pericolante difesa italiana in un momento in cui l'industria collegata è l'unico comparto ad altissima tecnologia che ancora funziona in questo paese.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho capito Dominus ma per tenere attiva una simile industria abbiamo una sola strada : Esportare.

Non riusciamo a permetterci di tenere quell'industria aperta solo per la nostra difesa( sarebbe un costo immane alla lunga).

 

 

Ci è andata bene con i mangusta alla Turchia, ma navi e carri armati italiani a chi possono interessare apparte Gheddaffi quando ci sono ben altri paesi che sportano.

bisogna rispettare gli impegni presi ma le ordinazioni di mezzi vanno cercate

Share this post


Link to post
Share on other sites

Invece la nostra industria ha grandissime prospettive, il discorso che fai non ha molto senso, infatti la difesa nazionale ha un grande bisogno di ammodernamento.

Poi l'export italiano va forte, solo che va sostenuto con un impegno organico del governo, non intralciando finmeccanica con ottuse politiche di statalizzazione che manco trent'anni fa!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bisogna vedere se i fondi extra sono compresi o meno in quel limite.

Comunque a me non mi piace e forse ti riferivi a rainews24

 

Il dpef a che stadio è?

magari dlla commisione difesa qualche emendamento passa

Il DPEF è una cazzata, poi il governo la finanziaria la fa come vuole come lo scorso anno, finanziaria completamente diversa dal DPEF, il DPEF da solo un indirizzo politico, non parla di cifre

Edited by typhoon

Share this post


Link to post
Share on other sites
L'emendamento presentato dagli estremi, vuole proprio questo. Che le spese riguardanti la difesa sostenute da altri ministeri, vengano inseriti nel bilancio difesa, che quello è e non può essere aumentato dai fondi extra. di fatto viene eliminata la possibilità di finanziare con fondi extrabilancio i programmi già iniziati(o futuri). Le FREMM e VBC ad esempio finanziati con fondi del ministero dello sviluppo economico, sarebbero infinanziabili con quei fondi, ma dovrebbero essere finanziati con soldi del bilancio ordinario del ministro della difesa. Lo stesso per la LHD che non potrebbe essere finanziata dalla protezione civile, in quanto unendo questa spesa al bilancio del ministero della difesa, il totale supererebbe la soglia di spesa stabilia.

 

Spero di essere stato chiaro.

 

Speriamo che Forcieri faccia ancora una vola bene il suo lavoro.

Io non penso proprio che sia così, i soldi per le FREMM verranno passati sotto le tabelle del min difesa invece che sotto le tabelle del MAP come dicono loro "per maggiore trasparenze" ... nessuno vuole cancellare i contratti ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ho capito Dominus ma per tenere attiva una simile industria abbiamo una sola strada : Esportare.

Non riusciamo a permetterci di tenere quell'industria aperta solo per la nostra difesa( sarebbe un costo immane alla lunga).

Ci è andata bene con i mangusta alla Turchia, ma navi e carri armati italiani a chi possono interessare apparte Gheddaffi quando ci sono ben altri paesi che sportano.

bisogna rispettare gli impegni presi ma le ordinazioni di mezzi vanno cercate

 

 

Lev hai centrato il punto. Bisogna esportare per mantenere viva un'azienda. il mercato interno non è + sufficente. Bisogna affacciarsi al mercato globale, non coltivare l'orticello sotto casa, perchè questo prima o poi smette di essere fertile. Purtroppo buona parte delle imprese medio-piccole d'Italia non lo capisce e continua a credere che piccolo è bello. Per esportare e avere un vantaggio sulla concorrenza a livello mondiale bisogna offrire un prodotto innovativo, di qualità maggiore magari a prezzi simili. Per fare questo un'azienda deve innovare,fare ricerca e sviluppo. Ma per fare ciò ha bisogno di utili e quindi di contratti. vedilo come un circolo. Se con un provvedimento governativo impedisci una qualsiasi di queste fasi l'azienda prima o poi non è + in grado di sostenersi, non può competere con la concorrenza e muore, con tutte le conseguenze del caso.

 

-------------------------------------------------------------

 

Le navi italiane, non sono così scadenti,anzi. è notizia di questi giorni che la marina sta trattando la vendita di un Sauro seconda seria. La SanGiorgio credo interessi a qualche paese. Fincantieri ha appena terminato la nave oceanografica per l'India e costruirà,sempre per l'India, una nave da rifornimento.Costruisce i pattugliatori per l'Iraq, ha costruito delle navi per la Turchia. Intermarine costruisce i cacciamine per la Finlandia. Però anche Fincantieri ha bisogno di crescere per affacciarsi e competere meglio con i colossi Americani o anche solo con DCN. Altrimenti morirà anche lei. Le eccellenze italiane andranno alle ortiche.

 

I carri armati italiani è ovvio che non li vuole nessuno, ma qui mi riallaccio al discorso sull'innovazione. Però altri prodotti vendono, guarda la Centauro(acquistata dalla Spagna e valutata come la migliore blindo persino dagli americani), il Lince, i prodotti Aermacchi, i cannoni navali OTOMelara ecc...

 

Finmeccanica e Fincantieri sono importanti non solo per la Difesa ma per tutto il sistema industriale italiano. Sarebbe come perdere la FIAT(che anche se snobbata da molti è un'ottima azienda,soprattutto dopo l'intervento di Marchionne).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Domunis mi riferivo al fatto che (come mi ha capito Venon ) il mercato interno non è sufficienti e di soldi en vedrà pochi e non si sa per quanto tempo.

Dovremmo puntare all'esportazione, ma come batti al concorrenza americana, russa e di altri paesi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Di certo non con la riconversione al civile di Finmeccanica.

 

Perchè non fanno un Finmeccanica 2 con tutte le attività non-core (cioè quelle civili), come vorrebbe il management? Perchè ci sono sti st*****i dei comunisti che rompono con la GUEVVA E LA PACE e tutte ste bischerate qui. Quelli non saranno contenti finchè non smantelleranno tutto, in nome di non si sa bene quale PACIFISMO (molto violento a dire il vero), distruggendo ciò che di più remunerativo ha l'Italia in ambito industriale. Poi ci saranno i licenziamenti e le chiusure di stabilimenti ed i suddetti st********i romperanno le scatole sul perchè ci sono stati gli esuberi e le dismissioni!!!

 

E' come con Fincantieri: tutti i sindacati ed il management sono concordi nel privatizzare e nel acquistare un cantiere negli USA (ed Aker Marine, uno dei principali concorrenti, aveva detto di temere moltissimo un simile piano industriale) ma per colpa di una sparuta minoranza di quattro st*****i della FIOM si deve bloccare tutto.

 

:furioso::furioso::furioso:

 

Bah sono nauseato... :thumbdown:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Di certo non con la riconversione al civile di Finmeccanica.

 

Perchè non fanno un Finmeccanica 2 con tutte le attività non-core (cioè quelle civili), come vorrebbe il management? Perchè ci sono sti st*****i dei comunisti che rompono con la GUEVVA E LA PACE e tutte ste bischerate qui. Quelli non saranno contenti finchè non smantelleranno tutto, in nome di non si sa bene quale PACIFISMO (molto violento a dire il vero), distruggendo ciò che di più remunerativo ha l'Italia in ambito industriale. Poi ci saranno i licenziamenti e le chiusure di stabilimenti ed i suddetti st********i romperanno le scatole sul perchè ci sono stati gli esuberi e le dismissioni!!!

 

E' come con Fincantieri: tutti i sindacati ed il management sono concordi nel privatizzare e nel acquistare un cantiere negli USA (ed Aker Marine, uno dei principali concorrenti, aveva detto di temere moltissimo un simile piano industriale) ma per colpa di una sparuta minoranza di quattro st*****i della FIOM si deve bloccare tutto.

 

:furioso::furioso::furioso:

 

Bah sono nauseato... :thumbdown:

 

Non solo tu fidati. :angry: Io sono d'accordo con te.

E comunque qui non si tratta di pensieri di destra o di sinistra. Qui ci sono in ballo posti di lavoro e la sopravvivenza di una prestigiosa azienda italiana che è Fincantieri. Ma possibile che sti parlamentari, guarda caso di estrema sinistra :thumbdown: , ma pur sempre italiani, devono far passare un emendamento che penalizza le forze armate... della propria nazione!! Quale politico al mondo metterebbe in ginocchio l'apparato militare della propria nazione e le proprie industrie militari, che peraltro si distinguono per la loro qualità tecnologica????!!! La prima cosa è fare il bene del paese, e invece no, c'è chi ancora rompe la m*****a, scendendo in piazza e gridando slogan impercettibili in una qualsiasi nazione occidentale e bruciando la bandiera della propria nazione per un pacifismo senza valori che li autorizza a sputare su di un tricolore costato la vita a molti di quelli che volevano un'Italia unita e forte.

Non volevo intervenire in questo topic, ma l'ho fatto per amor di patria.

Share this post


Link to post
Share on other sites

pensate di continuare ancora per molto a fare questa demagogia da 4 soldi e la politicuccia da bar con le imitazioncine, i luoghi comuni e le cazzate varie che sparate sulle sinistre, oppure volete tornare a parlare di armi e armamenti ( che vi riesce decisamente meglio!)?? il che dovrebbe fare pure andrea nativi, a mio parere.

si fa politica (anzi demagogia, e nemmeno tanto bene) o discussioni di altro genere su questo forum?

 

 

vi prego, e mi riferisco agli utenti e ai moderatori, di riportare il tutto nel giusto ambito della materia del forum...personalmente non intendo più partecipare a certe stupide discussioni, fatte tanto per sparlare, senza neppure sapere dell'approvazione di un dpef, che cosa sia il dpef, e tanto meno i contenuti.

 

perdonino i mod. lo sfogo, ma è ormai parecchio che si osservano topics e posts del genere, che trascendono buon gusto e serietà delle discussioni.

Edited by kepi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si le mitiche guevve del petvolio !! :rotfl::rotfl::rotfl::rotfl:

 

Certi partitucci sono d'opposizione per definizione , sono buoni solo a protestare , a manifestare , a disobbidire ma quando si trovano sopra le loro belle poltrone partono i disastri.

 

Prodi lo sapeva benissimo che alleandosi con le sinistre avrebbe venduto l'anima al diavolo ma cos'altro poteva fare?

Opposizione per altri 5 anni?

 

L'odio per questi signori per le nostre forze armate è evidente , vi ricordate il nostro presidente della camera alla parata del 2 giugno con la spilla della pace ? :blink:

 

PS: Ma come stà la storia del fosforo bianco ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
pensate di continuare ancora per molto a fare questa demagogia da 4 soldi e la politicuccia da bar con le imitazioncine, i luoghi comuni e le cazzate varie che sparate sulle sinistre, oppure volete tornare a parlare di armi e armamenti ( che vi riesce decisamente meglio!)?? il che dovrebbe fare pure andrea nativi, a mio parere.

si fa politica (anzi demagogia, e nemmeno tanto bene) o discussioni di altro genere su questo forum?

vi prego, e mi riferisco agli utenti e ai moderatori, di riportare il tutto nel giusto ambito della materia del forum...personalmente non intendo più partecipare a certe stupide discussioni, fatte tanto per sparlare, senza neppure sapere dell'approvazione di un dpef, che cosa sia il dpef, e tanto meno i contenuti.

 

perdonino i mod. lo sfogo, ma è ormai parecchio che si osservano topics e posts del genere, che trascendono buon gusto e serietà delle discussioni.

 

Non è questione di "continuare a fare questa demagogia da 4 soldi e la politicuccia da bar ecc...", ma prendere atto di come una sx idiota, sulla base di ciarpame ideologico morto e sepolto, miri, più o meno consapevolmente, ma comunque colpevolmente, ad affossare un importante settore strategico della Nazione.

Politicanti da briscola vorrebbero eliminare Corpi ed Unità (ricordo la Menapace con le Frecce Tricolori o "compagno cachemere-Bevtinotti" con la Folgore negli anni '90) che, nel desolante panorama generale, sono tra i pochi elementi della struttura statuale di cui poter andare ancora fieri. Non capisci o non condividi queste idee? Poco male, pensala così, allora: serietà ed efficienza, specie in campo internazionale, sono valori preziosi e contribuiscono a determinare quanto un Paese venga preso sul serio dagli altri; piaccia o meno, Forze Armate efficienti e capaci sono, spesso, fattore non trascurabile di questa serietà percepibile ed effettivamente percepita. Avere credito in questo senso significa tutelare meglio i propri interessi, con tutte le implicazioni del caso (soprattutto economiche, con tutto quel che ne consegue).

Invece, assistiamo a spettacoli desolanti come "la lotta (inutile) per la moratoria sulla pena di morte all'ONU" (invece di concentrare le energie sulla riforma del Consiglio di Sicurezza) o ci permettiamo sprechi assurdi come la spedizione in Libano (Poche ciance, compagni:in funzione anti-israeliana e, in definitiva, pro terroristi di Hizbullah).

Preferisci postare e discutere solo di questioni tecniche? fallo, ci mancherebbe!

Ma se, come scrivi e mi pare di intendere, il tuo è un invito a "giocare ai soldatini" e a non occuparsi d'altro, specie se questo "altro" è presupposto a tutto il resto, allora ritengo (per carità, magari sbagliando) tale tuo invito inaccettabile e superficiale.

Edited by Deneb

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...