Jump to content
Sign in to follow this  
Unholy

F-16 abbattuto da Su-30 del Venezuela?

Recommended Posts

Questa andrebbe confermata:

 

Venezuelan Fighter Shoots Down US F-16 over Cuba

 

March 13, 2007

By: Sorcha Faal, and as reported to her Western Subscribers

 

Conflicting reports are emerging from Cuba today that allege the shooting down of an American F-16 Fighter Jet by a Venezuelan Sukhoi-30MK2 Russian Fighter Jet participating in large scale Cuban Revolutionary Armed Forces wargames in Pinar del Rio province.

 

The United States has denied these reports and state that their F-16 Fighter Jet crashed off the coast of Cuba due to an ‘unknown’ mechanical malfunction with its pilot safely rescued after ejecting.

 

More curiously, however, and almost immediately after Russian Military Analysts reporting on this shoot down to the Kremlin, Cuban Defense Minister Raul Castro, the brother of the ailing Cuban Leader Fidel Castro and present leader of Cuba, issued this statement:

 

"If anyone attacks us, we're ready to pay any price necessary, but the price paid by the invaders of our country would be much higher."

 

Tensions in Latin America remain high after this latest incident, and the United States War Leaders admitting that their War on Terror has now expanded to South America with the introduction of American Military Forces into the conflict between Colombia and its rebel faction FARC.

 

Venezuelan President, Hugo Chavez, was also quick to denounce the United States by stating that it was the "most cynical, most murderous empire in all of history".

 

Chavez further stated that the American President, Bush, was plotting to assassinate him and vowed "100 years of war'' should the United States attack either Venezuela or Bolivia.

 

Concerns within the American intelligence communities are centered upon the growing power of Latin American Nations to throw off the yokes of oppression set upon them by their North American neighbors, and who have reaped incalculable wealth from their southern cousins while leaving mass poverty and environmental degradation as their most lasting legacy.

 

The growing power of Chavez’s Venezuela, throughout the entire Latin American World, shows no signs of abating as it spreads its vast oil wealth throughout the region in a direct threat to American and European banking and corporate interests.

 

Coupled with the closeness of Hugo Chavez with the Cuban regime, including Fidel Castro, an emerging, and to the United States dangerous, South American unity block is forming which will see the expulsion of American corporations from the vast wealth of Latin America.

 

What remains unknown to Russian Military Analysts is the United States militaries ability to counter their growing Latin American threat as their current military forces are said stretched to the ‘breaking point’.

 

E chi dubita che quel pazzo di Chavez abbia autorizzato qualcosa di simile?

Edited by Unholy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intendi dire che sbatta fuori le corporation americane?

 

La notizia mi sembra strana. Cosa ci sarebbe andato a fare un F-16 a Cuba?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non esattamente a Cuba:

 

The United States has denied these reports and state that their F-16 Fighter Jet crashed off the coast of Cuba due to an ‘unknown’ mechanical malfunction with its pilot safely rescued after ejecting.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok, l'esercitazione ha avuto luogo nella provincia di Pinar del Rio, e "l'abbattimento" lo reclamerebbero i Su-30 Venezuelani.

 

Ma mi chiedo che gli salti in mente ai venezuelani.

 

Io credo gli eventi non siano correlati.

 

Che dici?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bene, voglio sperare che non siano correlati. Però devo dire che questo Chavez è abbastanza pazzoide... Addirittura ha inviato un bichiere di zolfo al presidente del Brasile (Lula) perché lo consegnasse al "diavolo" Bush in occasione della sua visita la Brasile (la settimana scorsa!!!).

 

Ora, considerando questo, penso proprio che Chavez potrebbe pensare ad un atto stupido come quello di abbattere un F-16 veramente...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Unholy vorrei sapere lì in sudamerica com'è percepita dalla popolazione la figura di Chavez.

Infatti la mia paura è il sostegno popolare alle farteticazioni bolivariste di quel pazzo.

Comunque spero che il viaggio di Bush, che ha stretto tra l'altro ottimi accordi con i paesi sudamericani a quanto ho sentito, sia il preludio per la formazione di un fronte anti-chavez, perchè il tizio è davvero pericoloso sia per il sostegno che può dare alle forze antioccidentali sia per il suo stesso popolo che rischia di finire alla fame nonostante le indubbie risorse naturali del paese.

Quanto all'abbattimento credo sia un falso perchè sennò a quest'ora gli americani farebbero fuoco e fiamme e risponderebbero in qualche modo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guarda, sono certo che in USA stapperebbero un bel po' di champagne se i venezuelani abbattessero un caccia statunitense.

 

Quello che non saprei dire è se stapperebbero le bottiglie prima, o dopo aver ridotto l'aviazione venezuelana a un mucchietto di carboncini fumanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

John,

 

sono d'accordo con te, sicuramente gli USA non avrebbero grossi problemi a schiacciare completamente quel demente di Chavez (e festeggierebbero avere un motivo valido per farlo), però mi domando perchè questi cret..ni (scusate ma qdo ci vuole ci vuole) continuano ad "attaccare" ideologicamente gli USA (a cosa serve dichiarare che hanno abbattuto un F-16 gratuitamente?) . Da dove nasce questo odio? Cosa hanno fatto gli americani ai venezuelani? Vorrano avere la licenza per exportare le loro droghe?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guarda Unholy, di invasati ne vediamo parecchi.... basta fare un giro nei soliti siti che ormai conosciamo tutti.

 

Immagina uno di quegli invasati che diventa capo di una nazione... e il gioco è fatto.

 

Chavez, Castro, i vari presidenti iraniani, lo stesso Saddam, se ci pensi un attimo, hanno fatto della crociata anti-americana un motivo per distogliere i propri popoli da problemi ben più gravi.

 

In campo "blu" non esiste un solo personaggio che si comporti così.

 

Mai sentito qualcuno tuonare e offendere un altro paese o un altro capo di stato, nemmeno quando c'era l'URSS.

 

Semmai gente come questa fa riflettere su come sia possibile che 50 anni fa singoli personaggi siano riusciti a trascinare le proprie nazioni (e l'intero mondo) in guerre spaventose e in stermini razziali.

 

Comunque, Chavez abbaia ma non può mordere, e la sua posizione produce solo un danno economico al suo paese e ne rallenta lo sviluppo.

 

Ormai la guerra fredda è finita, e questi personaggi non possono più giocare sulla rivalità tra le superpotenze per ritagliarsi una fetta di privilegi.

 

Gli USA comprano dal Venezuela il 60 % del petrolio che il paese produce, e Chavez non può venderlo a nessun altro, almeno nel breve-medio termine.

 

Per vendere il petrolio occorrono infrastrutture logistiche molto costose, il Venezuela non può dotarsene da solo, di certo i produttori medio-orientali non hanno interesse a dargli una mano, e non ci sono altri paesi al mondo che possano assicurare il trasferimento del petrolio verso altri lidi.

 

Di conseguenza, Chavez deve servirsi delle infrastrutture delle compagnie petrolifere americane, e venderlo agli odiati americani.

 

Agli americani non interessa altro, per cui Chavez può continuare a sbraitare quanto gli pare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

in ogni campo nessuno in grado di mettersi contro gli USA.

In campo aeronautico hanno migliaia di F-16, F-18, F-15 e quasi 200 stealth avanzati quali l'F-22.

Possiedono bombardieri invisibili quali i B-2 o quelli convenzionali come i B-52 o i B-1B.

Questi sono solo alcuni degli aerei in possesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

penso siano molto inferiori ai 200 O_O

Share this post


Link to post
Share on other sites
quasi 200 stealth avanzati quali l'F-22.

 

per adesso non hanno intenzione di prenderne più di 120/123 circa...

 

 

Cmq in ogni caso se gli Usa volessero affondare Chavez basterebbe non importare più petrolio venezuelano,dato che il 60% è esportato negli Usa.

 

Questo metterebbe in ginocchio il paese dell'america latina ma in ogni caso non si arriverà mai a tale soluzione anche perchè gli Usa non rinuncerebbero mai a questa porzione di petrolio.

 

Io la notizia la inquadro così: Chavez recentemente,in base ad un accordo firmato in luglio 2006, aveva deciso di sostituire gli f 16 con 30 nuovi Sukhoi 30.

Adesso vogliono dimostrare che il nuovo arrivato in casa venezuelana è meglio di quello che ha sostituito. Semplice mossa politica.

 

Anche perchè se volevano fare bella figura non dicevano di aver abbattuto un f 16...magari un f 15...

 

però non ho capito una cosa: è reale o no quest'abbattimento?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non penso proprio che sia reale... Sembra che un F-16 sia precipitato nella zona per problemi meccanici...

Share this post


Link to post
Share on other sites

posso fare una domanda?

Un F-16 sarebbe in grado di abbattere un SU-30 se il pilota del falcon ha un addestramento migliore e assistenza AWACS?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è necessario nemmeno un addestramento molto superiore, se l'F-16 ha la guida AWACS e il Su-30 no, AIM-120 e il gioco è fatto!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Sbarulla: quell'articolo è molto interessante, anche se secondo me non ha a che fare con l'accaduto oggetto del topic.

 

In particolare mi riferisco a questi passaggi:La Cina, ha fatto sapere Chavez, investirà, nei prossimi anni, oltre 2 miliardi di dollari nell'industria petrolifera e petrolchimica venezuelana.

 

“Le relazioni strategiche”

"Stiamo costruendo il futuro. Sono davvero rincuorato. Questa- ha affermato Chavez - è la nostra quarta visita in Cina, e ogni visita è un passo per un'alleanza vera".

 

È soddisfatto Chavez dopo l’incontro con Hu Jintao, "abbiamo portato le relazioni strategiche ad un livello molto elevato". Il riferimento del presidente venezuelano è alla firma di ben 8 accordi che coprono settori dell'economia, tra cui l’energia, le banche, il turismo e l’edilizia. Quest’ultima è un tasto dolente nella politica interna per Chavez, il quale promise alle ultime elezioni la creazione di almeno 100.000 nuove abitazioni per le persone meno abbienti ma che non è ancora stato in grado di costruirne che alcune migliaia.

 

Un altro accordo è stato poi siglato per l’implementazione della linea ferroviaria in tutto il Paese. Stando alle parole dette da Chavez, i cinesi investiranno qualcosa come 9 miliardi di dollari nelle ferrovie del Venezuela.

 

Cioè... se sono gli USA ad investire miliardi di dollari nel terzo mondo, tutti a reclamare.

 

Se lo fa la Cina? Cosa crede la gente? Che la Cina ci vada ad investire 9 miliardi nelle ferrovie Venezuelane?

 

Appena Chavez avrà ridotto abbastanza a brandelli il suo stato, si prenderanno la ferrovia e tutto quello dove avranno investito. E si sa che i cinesi in quanto a rispetto dei diritti civili non sono secondi a nessuno.... come no!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Inoltre, dal mio punto di vista ci sono altre questioni delicate: non dimenctichiamo cos'era la Cina fino a pochi anni fa... Dittatura! Il Venezuela potrebbe significare per la Cina quello che Cuba è stata per l'Unione Sovietica...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest sbarulla

Sono daccordo, io intendevo portare l'attenzione su altri paesi interessati al petrolio del Venezuela e non cè dubbio che la Cina sia uno tra i più assetati.

Questo comporta un nuovo fronte "caldo" per gli U.S.A nel sud america (non è certo a caso la visita del presidente usa di questi giorni).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quoto. Non è a caso anche la collaborazione USA-Brasile (che è un altro produttore di petrolio del sud america che sta investendo pesantemente) per l'etanolo...

Comunque, stiamo andando oltremodo O.T.!

Edited by Unholy

Share this post


Link to post
Share on other sites
posso fare una domanda?

Un F-16 sarebbe in grado di abbattere un SU-30 se il pilota del falcon ha un addestramento migliore e assistenza AWACS?

Non è solo questione di addestramento e di AWACS... bisogna vedere anche come funzionano le contromisure elettroniche.

 

E se quelle del Falcon funzionano bene... se le sue contromisure sono in grado di accecare il radar del Flanker o di rendere inefficaci i suoi missili a guida radar, chiaro che il Falcon può abbattere un Flanker.

 

Queste cose però sono verificabili solo sul campo: nessuno parlerà mai dell'efficacia delle proprie ECM.

 

Ma possiamo pensare che se l'USAF ha fatto esercitazioni contro i Flanker indiani, di sicuro non ha mancato di portarsi a casa un bel po' di dati elettronici...

Share this post


Link to post
Share on other sites

ragazzi attenzione a non confondere il motivo del viaggio di bush con questa presunta intercettazione

Prima cosa lui si è recato giù in Brasile, seconda cosa non hanno parlato affatto del militare ma c'è stato un accordo tra i due leader politici ( lo statunitense e il basiliano) per commerciare insieme eventuali combustibili derivati dal mais.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti ho postato che l'accordo Brasile-USA è per la produzione/commercializzazione dell'etanolo prodotto dalla canna da zucchero...

Share this post


Link to post
Share on other sites
posso fare una domanda?

Un F-16 sarebbe in grado di abbattere un SU-30 se il pilota del falcon ha un addestramento migliore e assistenza AWACS?

Non è solo questione di addestramento e di AWACS... bisogna vedere anche come funzionano le contromisure elettroniche.

 

E se quelle del Falcon funzionano bene... se le sue contromisure sono in grado di accecare il radar del Flanker o di rendere inefficaci i suoi missili a guida radar, chiaro che il Falcon può abbattere un Flanker.

 

Queste cose però sono verificabili solo sul campo: nessuno parlerà mai dell'efficacia delle proprie ECM.

 

Ma possiamo pensare che se l'USAF ha fatto esercitazioni contro i Flanker indiani, di sicuro non ha mancato di portarsi a casa un bel po' di dati elettronici...

Sai l'F-16 è il mio caccia preferito mentre la famiglia SU-27 è quello che odio di più :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
Infatti ho postato che l'accordo Brasile-USA è per la produzione/commercializzazione dell'etanolo prodotto dalla canna da zucchero...

ecco da che cosa era prodotto!!! Non mi ricordavo assolutamente da dove venisse allora ho sparato mais sapendo che comunque li se ne coltiva a palate ;)---

 

 

ritornando al discorso, Gianni ma veramente una nazione può decidere di raderne al suolo un altra ( nel platonico significato di quel che sto scrivendo eh! è logico che non si rade al suolo nessuno) per il semplice abbattimento di un aereo?

 

inoltre se un caccia... albanese ( tanto per citare una nazione qualsiasi) sorvola il territorio italiano io non ho comunque tutti i diritti di tirarlo giù?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...