Vai al contenuto
Aggiornamento forum 2018 Altre info ×
Jack89

F/A-18 Hornet/Super Hornet - discussione ufficiale

Messaggi consigliati

Abbiamo parlato dell'f-16... dell'f-14... diamo un pò di spazio anche all'f-18!!! ditemi le vostre opinioni su questo aereo e ditemi le vostre opinioni sul fatto che sostituirà l'f-14.... a voi la parola!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

sicuramente farà bene il suo dovere ma ad essere sincero non mi ha mai importato molto di quest'aereo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A me interessa sapere se sarà in grado di sostituire il mitico tomcat....vedremo nei prossimi anni...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bisogna partire da un elemento importante.

 

Sul finire degli anni '70 l'US Navy aveva necessità di sostituire l' A-7 Corsair, che obiettivamente era invecchiato troppo (specialmente come concezione), e doveva pensare anche alla sostituzione degli A-6E Intruder.

 

Inoltre si iniziava a mettere le mani sul successore del Tomcat.

 

I piani prevedevano lo sviluppo di tre aerei distinti.

 

Il bombardiere A-12 sarebbe stato il sostituto dell'Intruder: era un velivolo d'attacco molto avanzato e Stealth.

 

Una versione navalizzata dell' F-22 (NATF) avrebbe dovuto sostituire il Tomcat.

 

Restava da trovare un rimpiazzo per l'A-7.

Furono proposte versioni navalizzate dell'F-16 e dell' YF-17 (quest'ultimo denominato F-18) e l'US Navy scelse l'F-18.

 

Rispetto all'A-7 si trattò di un passo avanti formidabile.

L'F-18 era bimotore, supersonico, aveva un radar potente e poteva utilizzare tutto l'arsenale missilistico americano, inoltre - armato di Sidewinder e Sparrow - era perfettamente in grado di sbrigarsela da solo contro i caccia nemici.

 

Questo passaggio è importante per capire che l' F-18 è nato più come un velivolo d'attacco che come un vero e proprio caccia, anche se le sue capacità multiruolo erano particolarmente gradite (alla Navy l'F-22 navalizzato non andava giù: la Navy non ha mai gradito di utilizzare velivoli sviluppati per l'USAF... e viceversa).

 

Quando l'F-18 iniziò ad essere consegnato, l'US Navy si rese conto che aveva acquistato un formidabile aereo multiruolo, degno successore del buon vecchio Phantom.

 

Poi è successo che il programma A-12 si è arenato (troppi costi e prestazioni non rispondenti alle specifiche) e dopo un po' l'USNavy ha messo una croce anche sopra il programma NATF.

 

Di colpo l'F-18 era l'unico aereo disponibile per sostituire ben tre velivoli (Intruder, Tomcat e Corsair) !

 

Per sostituire l'Intruder, però, l'F-18 risultava un po' scarso in autonomia: fu questa la ragione per cui si decise di svilupparne una versione ingrandita, il Super Hornet.

 

-----

 

Detto questo, posso dire che l'US Navy è stata fortunata.

L'F-18, nelle sue varie versioni, si è rivelato davvero un ottimo multiruolo.

 

I motori F404 di cui dispone, sono estremamente affidabili, potenti e consumano poco. Il sistema avionico è paragonabile solo a quello di F-15 ed F-22.

 

Dall' F-18 sono state ricavate le versioni base A/C con i rispettivi biposto B/D, la versione biposto Night Attack per i Marines, nonchè le versioni ingrandite E/F Super Hornet che hanno autonomia e carico bellico potenziati, la versione G da guerra elettronica e SEAD, la versione ATARS da ricognizione.

 

Difficile quindi paraganare l'F-18 ai suoi rivali e predecessori.

E' meno potente dell' F-14, non ha la stessa agilità dell' F-16, non è stealth, però si è imposto grazie alla sua versatilità: onestamente lo paragonerei solo al Phantom-II.

 

A me l'F-18 piace: è un aereo onesto e affidabile.

 

Come caccia, è perfettamente idoneo a sostituire gli F-14 nell'attuale contesto strategico, grazie alla possibilità di impiegare i missili AIM-9X e i missili AMRAAM.

 

Come bombardiere, può trasportare un carico bellico di prim'ordine, è stato tra i primi velivoli abilitati all'impiego delle bombe a guida laser con i sistemi tipo LANTIRN, ed è in grado di difendersi in caso di necessità.

 

Inoltre, su una portaerei (dove lo spazio è poco) è un bel vantaggio disporre di una cinquantina di aerei che possono essere tutti utilizzati come caccia o come bombardieri secondo le necessità e mi pare che queste caratteristiche hanno influenzato molto il programma JSF (l'F-35 sarà un multiruolo).

 

Diciamoci la verità: quello che non piace dell'F-18 è la sua velocità massima.

Quel Mach 1.7 - 1.8 risicato proprio non piace agli appassionati abituati ai Mach 2 e passa degli altri caccia.

 

Eppure, l'F-18 ha prestazioni pratiche del tutto simili all' F-16: infatti va considerato che l' F-18 trasporta due missili AMRAAM semiannegati in fusoliera, e due Sidewinder alle estremità alari.

Un F-16 con la stessa configurazione d'armamento, ha prestazioni di agilità e velocità del tutto confrontabili a quelle di un F-18.

 

Paragonare i caccia in configurazione pulita ha poco senso.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per curiosità... quante G può sopportare l'f-18??? so che Gianni ha gia detto che sono valori indicativi... sarà cm tutti gli alrti caccia... giusto?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Credo di aver già risposto a questa domanda in un altro post.

 

Allora - e solo per questa volta - spiego esattamente come funziona su un F-18.

Non so nemmeno se i dati che sto per dire sono pubblici.

Ma almeno sosì capite perchè i valori sono indicativi.

 

 

Il limite di G di un F-18 dipende dal suo peso.

 

Il velivolo ha un sistema (lo hanno tutti i caccia moderni) chiamato limitatore di G, che serve a impedire al pilota di superare i limiti strutturali.

 

Prendiamo a riferimento l'F-18E.

 

Al peso di circa 19.113 kg, il limitatore di G impedisce il superamento di

+ 7,5 / - 3G.

 

Si tratta quindi di un limite artificioso: la macchina può andare molto oltre.

 

Al di sopra di 19.113 kg, il limitatore entra in funzione a valori via via più bassi.

Al peso di circa 30.000 kg il limitatore entra in funzione a + 4,5 / -1,9 G.

 

Ulteriori limiti entrano in funzione in momenti particolari.

 

Ad esempio, in fase di decelerazione dalla velocità supersonica a quella subsonica, in regime transonico, per evitare un pericoloso effetto di pitch-up (il muso tende a imbardare) il limitatore entra in funzione a +5,8 G anche se l'aereo è a peso minimo.

 

Il pilota ha comunque la possibilità di andare in "over-ride" ossia di superare il limite del 33%, in caso di emergenza.

In questo caso, se il limitatore impone 7,5 G, il pilota può azionare l'over-ride e arrivare fino a 10 G.

Questa eventualità si è già verificata e l'aereo è sopravvissuto.

 

Ora, come puoi vedere, normalmente "si dice" che l' F-18 ha un valore di G di +7,5/-3, ma la realtà è completamente diversa.

 

Spero di essere stato chiaro...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

personalmente adoro l F18. soprattutto il nuovo supe hornet, so che è un ottimo multiruolo e che inizialmente il progetto era stato preso sotto gamba.

già gianni ha detto tutto quindi...ciao

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

abbiamo un enciclopedia vivente, raga siamo troppo fortunati!!!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

grazie Gianni... ma vorrei chiderti ancora una cosa... che differenza c'è tra velocità supersonica e subsonica? penso di saperlo ma non ne sono sicuro... qualcuno mi può rispondere? :helpsmile:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per velocità SUBSONICA si intende una velocità inferiore a Mach 1 ovvero alla velocità del suono, mentre SUPERSONICA se la velocità supera Mach 1.

Poi c'è la velocità TRANSONICA che rappresenta quell'intervallo tra la velocità subsonica e quella supersonica (circa Mach 0,9).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

esatto.....mi hai bruciato sul tempo...ma la scienza subatomica cosa studia di preciso??? cioè la velocità di un aereo e le conseguenze o altre cose???

 

spero che mi abbiate capito

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
esatto.....mi hai bruciato sul tempo...ma la scienza subatomica cosa studia di preciso??? cioè la velocità di un aereo e le conseguenze o altre cose???

 

spero che mi abbiate capito

La scienza subatomica non c'entra nulla con l'aeronautica...

 

Scienza subatomica (sarebbe più corretto dire "fisica delle particelle" o "fisica subatomica") è un settore della fisica nucleare, e studia le particelle che compongono l'atomo e il loro comportamento.

 

Un atomo è come un minuscolo sistema solare: al centro c'è il nucleo, composto da neutroni (che hanno carica neutra) e da protoni (carica positiva) mentre attorno al nucleo girano gli elettroni.

 

Secondo il numero di protoni ed elettroni, si hanno i diversi tipi di elementi che compongono il mondo e l'universo.

 

In altre parole, in via teorica, cambiando il numero di elettroni e di protoni si pùo trasformare il ferro in oro o viceversa (ovviamente se quest'operazione di "cambio" fosse possibile, il che può avvenire solo negli acceleratori di particelle e in quantità infinitesimali).

 

Gli isotopi sono atomi che hanno lo stesso numero di atomi dell'atomo base, ma un diverso numero di neutroni (Uranio 238, Uranio 235 e Uranio 234 sono isotopi dell'Uranio, prozio deuterio e trizio sono isotopi dell'Idrogeno).

 

Ora, a volte gli isotopi sono stabili (quindi non sono radioattivi) a volte sono instabili: tendono a decadere trasformandosi in un altro isotopo e liberando neutroni (è proprio il caso dell'Uranio 235).

 

Col tempo si è scoperto che i neutroni sono formati da un protone e da un elettrone attaccati assieme, e poi si è scoperto che protoni ed elettroni sono composti da particelle ancor più piccole: i quark.

 

Ecco, questo è il campo della fisica subatomica.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

gianni mi dispiace doverti correggere ma i neutroni non sono formati da protoni e elettroni, ma da 2 quark down e da un quark up, a differenza dei protoni, due quark up, 1 down

 

la fisica subatomica è il mio campo, l'alternativa all'accademia, quindi...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Gianni corretto da dread...non mi sembra possibile.... :rotfl:;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Gianni corretto da dread...non mi sembra possibile.... :rotfl:;)

per il fatto che gianni è stato corretto o perchè è stato corretto da me?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
gianni mi dispiace doverti correggere ma i neutroni non sono formati da protoni e elettroni, ma da 2 quark down e da un quark up, a differenza dei protoni, due quark up, 1 down

 

la fisica subatomica è il mio campo, l'alternativa all'accademia, quindi...

Hai ragione... sono stato un po' impreciso.... però questo NON è il mio campo!

 

Dopo la scoperta dei Quark (o meglio della teoria, visto che se non ricordo male nessuno ha mai "visto" un Quark) gli scienziati ritengono che tutte le particelle subatomiche sono fatte di quark.

 

Però prima della scoperta dei Quark (e quindi quando studiavo fisica) la teoria accreditata era quella che il neutrone fosse neutro e avesse quel peso perchè composto da un protone e da un elettrone.

 

Dopo la scoperta dei quark onestamente non ho avuto più tempo da dedicare a questo settore della fisica, per cui le mie conoscenze non sono molto aggiornate.

 

Peccato perchè è un campo molto affascinante.

 

E comunque io sono felice quando vengo corretto: a me piace imparare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
QUOTE (Jack89 @ Oct 25 2004, 08:50 PM)

Gianni corretto da dread...non mi sembra possibile....   

 

 

per il fatto che gianni è stato corretto o perchè è stato corretto da me?

secondo te... del fatto che Gianniè stato corretto è ovvio!!! :rotfl:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ti correggo ancora allora anche se siamo un pò OT

 

non tutte le particelle subatomiche sono formate da quark,

 

ci sono 6 fermioni che si ritengono elementari

 

poi abbiamo i bosoni, tra i quali fotoni gluoni,ecc

 

ma dobbiamo precisare che queste anche se ancora indivisibili, non sono considerate elementari perchè mediano alcune forze e sono "create" dai fermioni per questo scopo

 

detto molto risicato

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bhè se apriamo un post in off topic allora ci spiegherai bene, Dread.

 

A me questa materia ha sempre affascinato molto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
abbiamo dei futuri piloti-scienziati.........forte...ma dread, che scuola fai???e la classe??? :okok:

3 Ast(scientifico tecnologico)

 

per la sezione andiamo tranquillamente su off topic

altrimenti sarebbe un pò strana in un sito di aerei militari

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

×