Jump to content
Andrea75

Giappone - discussione ufficiale

Recommended Posts

cloyce, l'imperialismo cinese va contenuto e sul come farlo le alternative sono poche e nessuna di esse prevede il ritiro dalle basi nipponiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites

cloyce, l'imperialismo cinese va contenuto e sul come farlo le alternative sono poche e nessuna di esse prevede il ritiro dalle basi nipponiche.

Però vedo delle contradizioni tra l'obiettivo del containment e l'apparente isolazionismo economico. Stracciare il Nafta è ovviamente solo retorica elettorale.

Però terminare il TPP fortemente voluto da Obama, vuol dire consegnare l'Asia pacifico nel RCEP voluto dalla Cina. Obama quando ha proposto il TPP palesa chiaramente l'intenzione di non lasciar dettare le regole del commercio in Asia alla Cina. Nel frattempo 2 "pedine" sono già cadute : Filippine e Malesia.

Delle Filippine il neoeletto Duterte è stato chiarissimo. Cacciare i Usa fuori dal suo paese e stringere rapporti con Cina e Russia.

La Malesia, prima pro-TPP ora è più pro-RCEP.

 

Malaysia to continue working with ASEAN partners for RCEP

http://www.themalaysianmirror.com/malaysia-to-continue-working-with-asean-partners-for-rcep/

 

Leader of Malaysia, Miffed at U.S., Visits China With a Deal in Mind

http://mobile.nytimes.com/2016/11/01/world/asia/malaysia-china.html?0p19G=c

 

 

President Obama: The TPP would let America, not China, lead the way on global trade

https://www.google.it/amp/s/www.washingtonpost.com/amphtml/opinions/president-obama-the-tpp-would-let-america-not-china-lead-the-way-on-global-trade/2016/05/02/680540e4-0fd0-11e6-93ae-50921721165d_story.html

 

TPP vs. RCEP: America and China Battle for Control of Pacific Trade

http://nationalinterest.org/feature/tpp-vs-rcep-america-china-battle-control-pacific-trade-14021

Edited by cloyce

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma se Duterte, pochi giorni fa, dopo una lunga telefonata, con Trump è stato invitato addirittura alla Casa Bianca!!! cloyce su, non speriamo nell'impossibile e, more solito, informiamoci bene:

http://www.ilsecoloxix.it/p/mondo/2016/12/03/ASZBITOF-filippine_mortale_campagna.shtml

sulla Malesia vedremo, sognare non costa nulla ;)

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trump and Xi Jinping, Chinas Leader, Hold Cordial First Phone Call

http://mobile.nytimes.com/2016/11/15/world/asia/trump-china-xi-jinping.html?0p19G=c

 

"Mr. Trump, now the president-elect, appeared to set aside those critiques expressed on the campaign trail, vowing that the two nations would have one of the strongest relationships,"

 

Duterte e Trump hanno un fatto in comune.

Cafoni davanti alle telecamere, ma educati e garbati in privato. XD

Edited by cloyce

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per Trump il TTP/TTIP non ha senso in quanto crede che gli USA abbiano la capacità necessaria a competere senza scoprire il fianco. Il TTP funziona a doppio senso eh. Quindi protezionismo economico. L'esempio è la Ford e quando gli ha detto: ehilà, se delocalizzi in Messico ti farò pagare così tanto da non essere più in grado di vendere se non a costi che nessuno potrà permettersi. Questo serve a riportarsi anche posti di lavoro (e tasse sui lavoratori) a casa. La disponibilità di materie prime unita ai costi che vuole abbattere dovrebbero incoraggiare la produzione vendendo il surplus senza libero scambio quindi proteggendosi con dazi altrimenti mandati a farsi benedire dal TTP. Per la serie: siete più voi ad aver bisogno di noi che il contrario, altrimenti giratevi altrove e vi pigliate i plasticoni. Ovviamente, con Stati chiave, gli accordi potrebbero essere diversi e redatti secondo specifiche esigenze. È una scelta pagante? Vedremo. Lo abbiamo già visto succedere? Si. A voglia. Ma tutto sta alle singole relazioni fra Stati. Protezionismo economico vuol dire chiusura del Pacifico? No perché posso anche permettere alla Malesia di importare gratis e ricapitalizzare frazionando su altri che senza esportare in USA colerebbero a picco (tipo qualcuno a caso nella cui graduatoria di export gli USA sono al terzo posto). E protezionismo economico vuol dire ritiro militare (ambito di questo forum)? No.. decisamente no. Infine. Cosa cazzarola c'entra tutto ciò nella discussione sul Giappone????

Edited by fabio-22raptor

Share this post


Link to post
Share on other sites

Centra in parte perché il Giappone fa parte del TPP. (Il TTIP è per i paesi europei, TPP per l'Asia pacifico)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si lo so. Appunto perché siamo sulla discussione sul Giappone e parlavamo di ritiri sul piano militare c'entra lontanissimamente il Pacific Trade che non mi pare interessi i punti di cui parlavi (costi delle truppe, politica sul mantenimento delle truppe in Paesi stranieri, volontà di nuovi assetti Geo-politici ecc)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si lo so. Appunto perché siamo sulla discussione sul Giappone e parlavamo di ritiri sul piano militare c'entra lontanissimamente il Pacific Trade che non mi pare interessi i punti di cui parlavi (costi delle truppe, politica sul mantenimento delle truppe in Paesi stranieri, volontà di nuovi assetti Geo-politici ecc)

Hai ragione, dal punto di vista prettamente militare non c'entra. Però l'influenza di un paese non viene esercitata solamente con le armi. L'aspetto commerciale è strettamente legato.

Tanto per fare un esempio, il mezzo militare può essere esercitato per "aprire" un paese alle tue merci e investimenti.

I rapporti sino-filippini sono deteriorati quando ex presidente Arroyo è stata condannata per aver accettato tangenti enormi da un azienda cinese di telecommunicazione. (Evento simbolico)

La Cina poi ha cominciato a impedire la pesca ai pescatori filippini delle acque contese, e ha impedito a aziende petrolifere straniere di partecipare alle esplorazioni offshore quando il governo successivo di Aquino ha lanciato un bando a riguardo. Più restrizioni sull'export di frutte filippine verso Cina.

Risultato : Duterte sale al potere invitando i cinesi a investire nel paese e a esplorare il petrolio offshore.

Il divieto alla pesca fu tolta. Le restrizioni sull'export di frutta tolta.

È un mix di hard e soft power, l'aspetto commerciale è accoppiata all'aspetto militare per avvanzare i tuoi obiettivi strategici.

Edited by cloyce

Share this post


Link to post
Share on other sites

....

Detto ciò, la Cina impiega sia il bastone che la carota.

La carota è il RCEP.

Che offre un mercato di sbocco (quello cinese) enorme e tanto investimento e crescita.

Obama, per non veder finire i paesi dell'Asean nell'orbita cinese, aveva proposto il TPP e metteva il mercato americano a disposizione ai stessi paesi. Con l'intento esplicito di contrastare la Cina.

Poi gli americani hanno eletto Trump, che di perdere posti di lavoro a favore di un paese straniero non ne vuole sentir parlare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

cloyce, come già detto, rimaniamo in tema. l'argomento può anche essere interessante, quando e se si avranno dati certi su cui dibattere, ma non su questa discussione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giusto per rimanere in tema.

 

Japan Receives 1st F-35 Joint Strike Fighter

http://thediplomat.com/2016/12/japan-receives-1st-f-35-joint-strike-fighter/

 

Le aziende giapponesi produrrano in loco il 40% dei componenti dell'F-35 per poi essere assemblati dalla Mitsubishi.

thediplomat_2016-12-01_17-41-30-386x276.

 

Si pensa che l'esperianza ottenuta dalla produzione in loco dell'F-35 possa aiutare lo sviluppo del caccia nazionale di 5° gen Shinshin.

maxresdefault.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Get used to it" ...

 

China told Japan on Friday to "get used to it" after it flew six warplanes over the Miyako Strait between two southern Japanese islands in a military exercise.
Japan's defense ministry issued a statement late on Thursday describing the flyover by the formation of Xian H-6 bombers earlier that day as "unusual", while noting that there had been no violation of Japanese airspace.
The Chinese navy and air force have in recent months carried out a series of exercises in the Western Pacific, as they hone their ability to operate far from their home shores.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

https://www.navyrecognition.com/index.php/news/defence-news/2017/december-2017-navy-naval-forces-defense-industry-technology-maritime-security-global-news/5777-japan-considering-jsm-lrasm-next-gen-anti-ship-missile-procurement.html

 

Il GIappone mostra interesse per JSM, JASSM-ER e LRASM

Se i progetti vanno in porto, il Giappone acquisirebbe per la prima volta capacità attacco al suolo stand-off.

JSDF_JSM__LRASM_Next_Gen_Anti-Ship_Missi

 

JSDF_JSM__LRASM_Next_Gen_Anti-Ship_Missi

Edited by cloyce

Share this post


Link to post
Share on other sites

Yankee go home !!!

Quote

Denny Tamaki, the son of a Japanese mother and a United States Marine, became the first mixed-race governor in Japan on Sunday after winning a close election in Okinawa, a southern archipelago heavily populated by American military installations.
His victory poses a setback to plans by the Japanese government and the United States to transfer a busy Marine air base on Okinawa from the city of Ginowan to a less populated coastal area on the island.
Mr. Tamaki wants the base moved out of Okinawa altogether. 
His opponent, Atsushi Sakima, who was backed by Japan’s ruling Liberal Democratic Party, was until recently the mayor of Ginowan and supported the base’s transfer.

Fonte: nytimes.com ... https://www.nytimes.com/2018/09/30/world/asia/okinawa-governor-election-us-base.html

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×