Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
Devildic

CBU-97 SFW

Messaggi consigliati

Ho visto questo ordigno anti veicoli che viene dato anche come un anti corazzati ma riesce davvero a distruggere anche un carroarmato viste anche le ridotte dimensioni del cluster?

9.jpg

 

cbu97_34.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E' un'idea vecchia come il mondo: fare centri multipli contro bersagli multipli in un colpo solo.

 

Sono armi terribili.

 

Nell'antichità, gli arcieri potevano essere usati per "saturare" un'area in cui si trovava il nemico, oscurando il cielo con le loro frecce. Nel 1415, ad Agincourt, la cavalleria pesante francese che si credeva padrona del campo di battaglia venne decimata dagli arcieri inglesi di Enrico V d'Inghilterra.

 

I pirati caricavano le spingarde con ogni genere di rottami, chiodi, cocci, vetri rotti e quant'altro per spazzare il ponte delle navi che abbordavano, con effetti devastanti.

 

Nel XIX secolo infine comparve lo Shrapnel: proiettili di artiglieria caricati con centinaia di pallettoni di acciaio che venivano dispersi a ombrello al momento dell'esplosione del proiettile, con lo scopo di fare a pezzi (letteralmente) tutti quelli che si trovano i un cero luogo.

 

Le bombe a grappolo sono l'equivalente odierno.

Hanno cominciato ad essere usate nella prima e nella seconda guerra mondiale. Oggi hanno raggiunto livelli specializzatissimi (e potentissimi).

Funzionano eccome.

Possono essere usate contro la fanteria all'aperto, contro i mezzi blindati o contro strutture nemiche, come le antipista, oppure possono essere usate per stendere campi minati.

 

 

La CBU-97 è l'evoluzione della precedente CBU-87 e della "classica" CBU-100 dell'US Navy, la famosa Rockeye.

 

Le submunizioni all'interno possono variare di molto per numero e tipo: antiuomo, antipista, anticarro, mine, gas letale...

 

La CBU-97 a submunizioni anticarro ha le dimensioni di una Mk-83 (1.000 libbre: 450 Kg). da quello che so io il tipo classico contiene 10 contenitori di submunizioni, in due gruppi di 5. All'interno di ogni contenitore ci sono 4 submunizioni, ognuna delle quali ha un semplice sensore a infrarossi e una potente carica cava.

 

Il fusto della CBU-97 si apre in volo, credo con dispositivo a tempo e barometrico, liberando tutti e 10 i dispenser.

Ogni dispenser liberato dispiega un piccolo paracadute ritardante-stabilizzatore che lo fissa in posizione verticale, mentre scende.

Raggiunta una quota prestabilita, un altro dispositivo barometrico fa accendere in ogni dispenser un motorino a razzo che inizia a farlo ruotare a frullino, liberando quattro testate a carica cava, che cadono quindi a raggera.

Ogni carica cava ha un sensore a infrarossi, appena cadendo sente il calore del motore di un camion o di un carro armato, la carica cava esplode e un getto di metallo fuso a 11.000 Km/h si abbatte sul mezzo nemico. Fine

 

Qualora le testate perforanti NON trovino niente, cadendo al suolo sono comunque programmate per esplodere appena sfiorate da qualcosa (o qualcuno), quindi sono armi tremende perchè costituiscono un vero campo minato dove nessuno può avventurarsi liberamente.

 

Ogni CBU, 10 dispenser, ogni dispenser, 4 cariche perforanti => ogni CBU-97 che so io ha 40 testate anticarro.

La quota a cui si apre il fusto e il grado di dispersione delle cariche possono essere preprogrammate.

 

Siccome ogni bomba a grappolo non dà sempre lo stesso grado di sicurezza nella copertura della sua area (vento), in genere non se ne porta una sola, ma diverse, specie se si cercano carri armati e non camion o fanteria.

 

Le CBU-87 e 97 sono molto "pratiche", anche perchè NON è necessario volare lenti e sempre sotto i 3.000 metri per sganciarle, in quanto tali armi possono essere sganciate anche sopra i 3.000 metri, con "buoni" risultati. Questo significa molto per il pilota, perchè così evita la maggior parte della contrarea, che in genere è consistente...

 

L'effetto delle cluster bombs anticarro badare bene che NON dovrebbe essere la totale e garantita distruzione dei carri nemici, ma il loro danneggiamento (gli scassa il motore), e il danneggiamento dei loro sensori di puntamento e guida delle armi. In questo modo si crea il caos in una colonna corazzata nemica, la quale anche se non viene fermata del tutto, viene se non altro rallentata e danneggiata nelle sue parti "sensibili", in modo poi che le forze di terra possano prendersi cura di ciò che ne rimane.

 

Quindi le CBU non sono vere e proprie armi anticarro, ma sono armi diciamo "di rallentamento" dei carri. Inutile dire che ovviamente un centro perfetto di una testata su un mezzo porta comunque alla sua distruzione.

Modificato da Hobo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma le submunizioni sono guidate con l'IR oppure serve solo come innesco per la detonazione?

Altra domanda... cosa sono di preciso i proiettili autoforgianti?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Lo vedi nella foto di sopra. Si vede un getto bianco incandescente, che "piove" su un vecchio M-47 che non faceva male a nessuno.

Ogni submunizione, una vola liberata, cade verso terra ruotando su sè stessa. Al suo interno oltre all'esplosivo, ha un sensore IR e un generatore di luce laser.

 

Entrambi i sensori si accendono appena ogni submunizione viene liberata. Poichè essa cade ruotando, i sensori scannerizzano un'area circolare di terreno.

 

Il sensore laser: rimbalza sul terreno e legge quota e contorni: se capta un contorno qualunque che sia diverso da terreno pianeggiante (come il contorno di un camion o di un carro), alla quota prestabilita fa eplodere la carica perforante. Questo perchè non tutti i mezzi hanno sempre il motore acceso (caldo).

 

Contemporaneamente, il sensore IR, passivo, fa lo stesso: appena capta una differenza di temperatura (motori accesi), innesca la carica esplosiva.

 

Come si vede nella foto, il getto bianco perforante non si genera a contatto della corazza, come nella carica cava classica, ma ad una quota di circa 30 metri. E' un tipo speciale di carica perforante, che usa soprattutto l'energia cinetica di un "penetratore" forgiato dall'esplosione della carica stessa (EFP: explosively formed penetrator). In sostanza è simile alla carica cava, la concentrazione dell'esplosione su un fuoco fonde un diaframma di metallo dolce che crea in questo caso un "proiettile", una massa metallica ad altissima velocità (11.000 Km/h) e temperatura (qualcuno la chiama "al plasma"), che dovrebbe perforare le corazze, ma il tutto NON ha luogo a contatto della corazza come con le cariche cave.

 

cbu9734.jpg

 

Infine, se i sensori non rilevano niente, la submunizione rimane sul terreno come una mina inesplosa, và un po' a disinnescarla...

Modificato da Hobo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

peccato che nelle fonti non si parli affatto di questo fantomatico fascio laser che addirittura ha la capacità di discriminare il terreno dai veicoli... roba fantascentifica che manco la BAT, munizione fantascentifica per antonomasia, possiede.

inoltre, non è vero che la submunizione, in caso di "picche" contro il nemico, rimane inesplosa sul terreno, malfunzionamenti esclusi.

 

ad esempio:

An IR sensor in each warhead searches for a target, and upon discovery detonates over it, firing a kinetic fragment. The fragment drives itself through the lightly armored top of the target. If no target is found, the sensor detonates the warhead above ground to spray the battlefield with a myriad of lethal fragments. This weapon is good against armor and soft skinned targets, covering a 4,800 square yard area.

http://www.globalsecurity.org/military/systems/munitions/cbu-97.htm

Modificato da vorthex

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma scusa, che ho le allucinazioni mnemoniche?

 

The laser sensor detects changes in height such as the distinctive contour of a vehicle. At the same time, infrared sensors detect heat signatures, such as those emitted by the engine of a target vehicle. When the combination of height contours and heat signatures indicative of a target are detected, the Skeet detonates, firing an explosively formed penetrator (EFP) into the target vehicle at high speed, enabling it to penetrate armor plating and destroy what is underneath the armor plating. Note that SFW disables targets using the kinetic energy of the EFP, not the blast of an explosive charge.

 

Il sensore laser controlla i cambiamenti di quota e i contorni che contraddistinguono un veicolo....

 

http://en.wikipedia.org/wiki/CBU-97_Sensor_Fuzed_Weapon

 

Non è a guida laser è A SENSORE laser. NON discrimina i veicoli, ma i contorni delle superfici che "sporgono" dal suolo. Come un non vedente che legge il Braille.

Modificato da Hobo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

sembra uno dei soliti scherzi di wiki... le fonti riportate da wiki, che sono anche quelle postate da me, non parlano di questo sensore laser.

è probabile, però, che un sensore di tal genere fosse stato pensato per una versione aggiornata di tale arma, in accoppiata con un nuovo sensore IR, anche perchè tale sistema dovrebbe essere usato nella JSOW e nell'ATACMS.

Modificato da vorthex

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Eh infatti anche a me leggendo pereva davvero evoluto il discorso...

Ma quanto è grande la sub-munizione?

 

Perchè se ci metti carica cava, elettronica ,sensore ir e (presunto) laser.. :blink:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma ora tale armi, non sono vietate per via della messa al bando delle bombe a grappolo?oppure sono escluse per via dei sensori che possiedono?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Alla convenzione internazionale sulle bombe a grappolo non hanno aderito, tra gli altri, Stati Uniti, Russia, Cina, India, Israele, Pakistan e Brasile.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Alla convenzione internazionale sulle bombe a grappolo non hanno aderito, tra gli altri, Stati Uniti, Russia, Cina, India, Israele, Pakistan e Brasile.

 

Si questo lo so, ma sentivo che molti produttori di armi,stavano cercando di fare armi con lo stesso effetto ma con qualche caratteristica per evitare il trattato (fonte RID e aeronuatica e difesa)e molti paesi Nato per via del trattato hanno firmato contratti per la distruzione di tutte le bombe a grappolo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si questo lo so, ma sentivo che molti produttori di armi,stavano cercando di fare armi con lo stesso effetto ma con qualche caratteristica per evitare il trattato (fonte RID e aeronuatica e difesa)e molti paesi Nato per via del trattato hanno firmato contratti per la distruzione di tutte le bombe a grappolo.

 

Guarda, i Paesi che ho indicato non ne vogliono proprio sapere del trattato (così come Grecia e Turchia, Paesi NATO in pace armata tra di loro) e si riservano il diritto di costruire e usare munizioni a grappolo. Sono stati tentati accorgimenti per limitare i danni ai civili, come dipingere le munizioni con colori vivaci, cosa che ha dato pessimi risultati perché i bambini venivano attratti da tali colori - scambiavano le munizioni per giocattoli. Gli USA hanno fatto qualcosa di più serio cercando di adottare altri sistemi non cluster.

Il problema è che in alcuni casi i danni ai civili sono voluti e non collaterali, pensa alle situazioni di instabilità in Africa o Asia o a uno degli ultimi casi ecaltanti.

 

Ma forse stiamo andando un pò troppo fuori dall'argomento specifico CBU-97 SFW.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

CBU-97_SFW_%288steps_attacking_process%29_NT.PNG

SFW_CBU-97.jpg

comunque leggendo qualcosa su quest 'arma se i sensori non trovano un veicolo esplode a 15 metri dal suolo , se l' autodistruzione fallisce, praticamente i sensori si disattivano , le sub munizioni sono BLU-108

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Poi quest' arma, dovrebbe essere esclusa dal trattato per via del fatto dei sensori, quelli vietate sono quelli con centinaia di "bombette", poi non capisco l' uso di quest 'arma in posti dove i nemici non utilizzano veicoli? voglio dire è stato utilizzata nelle lotta contro gli insorti in Afghanistan ed Iraq o solo nella parte iniziale contro i veicoli?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

×