Jump to content
Aggiornamento forum 2018 Read more... ×
Sign in to follow this  
admin

Vympel R-77 (AA-12 Adder) - discussione ufficiale

Recommended Posts

Vympel R-77 (AA-12 Adder)

 

R-77-Adder_01.jpg

 

Studiato per armare i caccia sovietici con un’arma simile all’AIM-120, L’R-77 è un missile a medio raggio ognitempo, ogni aspetto e multibersaglio, realizzato per divenire l’armamento primario dei MiG-29M, MiG-31M, Su-27M e dei previsti Mig-39 Flatpack e Su-47 Firkin. Il progetto (izdeliye 170) è iniziato nel 1982. Causa carenza di fondi, lo sviluppo è stato piuttosto lento e ha richiesto numerosi test su di un MiG-29M. E’ stato presentato ufficialmente al MosAeroshow nel 1992 ed è entrato in servizio nel 1994. Conosciuto anche con la sigla RVV-AE (raketa” vozdookh-vozdookh”aktivnaya eksportnaya) per l’esportazione, è stato presto soprannominato “amraamski” con evidente riferimento al pari classe americano.

 

L’R-77 è lungo 3,6 metri con una apertura alare di 70 cm. Il diametro è di 20 cm e pesa 175 kg. E’ dotato di quattro “strake” (35 cm di apertura) attorno al corpo e quattro caratteristiche superfici “a griglia” posteriori. Lo studio di queste superfici ha richiesto tre anni di prove. Ogni griglia, di 24 cm per 10 cm, moltiplica la superficie di controllo con peso e dimensioni ridotti. Il movimento richiede attuatori meno potenti delle alette convenzionali e l’aumento di resistenza è contenuto. Quando le alette ruotano, la resistenza aumenta in modo notevole e consente eccezionali capacità di virata nel breve raggio con ben 150°/sec e 45G, anche ad elevati angoli d’attacco (40°). Ne risulta un’arma molto manovrabile anche negli ingaggi a bassa quota. Anche a media distanza sono possibili 30G in manovra. Il neo è una perdita di energia sempre più elevata al ridursi della velocità. Impiega lanciatori a rotaia APU o a catapulta AKU-170. La Vympel ha prodotto lanciatori compatibili col databus occidentale 1553. [...]

 

Continua a leggere tutto l'articolo

 

by Gian Vito

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Malesia ha firmato un nuovo contratto d’acquisto per 35 missili R-77 destinati ai Su-30. Il numero è limitato ma si tratta di un ordine iniziale.

 

Il contratto, comprensivo di trasporto, messa in servizio ecc., ha un valore di 35 milioni di $, il che significa che l’AA-12 Adder non è più economico dei similari occidentali.

Share this post


Link to post
Share on other sites

secondo voi questo missile è in grado di competere da un punto di vista puramente teorico con i suoi pariclasse ? senza considerare aerei awacs&co nelle vicinanze e radar di terra

Share this post


Link to post
Share on other sites

La risposta è nella domanda. Certamente. Con i suoi pariclasse.

 

Solo che lo sviluppo ulteriore dell’R-77 ha accumulato notevole ritardo ed ora il missile originale risulta inferiore ai modelli più recenti occidentali, come l’AIM-120D o il Meteor.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nuova, ancor più letale, versione dello R-77 ....

 

Bad News for U.S. Warplane Pilots: Russia’s New Dogfighting Missile Can’t Miss ....

Moscow’s new active-array missile could be the most accurate ever ....
By combining two existing technologies, Russian engineers have devised what could be the world’s deadliest air-to-air missile.
And the U.S. military doesn’t have anything like it … or adequate defenses.
Designers at the Detal bureau, part of the state-owned Tactical Missile Munitions Corporation, added an active electronically-scanned array radar—a so-called “AESA”—to the nose of a long-range R-77 missile to produce the K-77M model.
Thanks to its new guidance sensors, the K-77M is way more accurate than other missiles.

 

Fonte .... https://medium.com/war-is-boring/2a5cd0edf210

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi pare che questa versione fosse stata studiata negli anni 90 ma poi si era tutto bloccato per mancanza di fondi. Sono contento che abbiano ripreso lo sviluppo di questo fantastico missile

Share this post


Link to post
Share on other sites

I primi ad inserire un radar AESA in un missile aria-aria sono stati i giapponesi (AAM-4B), almeno ufficialmente. Il radar del Meteor è del tipo LPI, tecnologia in genere associata, anche se non esclusivamente, ai radar AESA. E, benché non vi siano conferme in proposito, nutro il sospetto che un sensore simile possa essere presente anche sull'AIM-120D. E' qualcosa alla portata di molte nazioni. Sembra che un piccolo radar AESA comporti problemi di raffreddamento del sensore e durata delle batterie ma se i giapponesi ci sono riusciti...

 

Detto questo, è indubbio che la Russia voglia recuperare terreno e i finanziamenti, a lungo negati, potranno ora consentire i miglioramenti previsti per l'R-77.

 

E grazie a Pinto, potrò aggiornare (appena possibile, assieme a tanti altri articoli) la scheda del missile russo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Usano gli AA-10 perché non è necessario avere in teatro missili più sofisticati, inoltre si stanno disfando di un bel po' di vecchio materiale quindi non è strano che preferiscano usare gli alamo al posto degli adder. Per quanto riguarda il fatto che essi non siano in servizio è una calla, oltre che diverse foto che provano il loro impiego ne ho visti personalmente in una base russa durante un viaggio quest'estate.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×