Jump to content
Sign in to follow this  
VittorioVeneto

Polemica sulla puntata di Annozero dedicata al terremoto

Recommended Posts

(se il mercato televisivo italiano fosse libero)

La RAI è l'esempio plateale di reti non libere e non lo sono mai state nella loro storia. Strumento politico per favori, marchette e parcheggi ma lo si vuole spacciare per servizio pubblico e farlo pagare agli italiani. E' talmente una pagliacciata che alla fine uno è libero o meno il canone "obbligatorio" che tanto poi chi te lo viene a controllare. Non voglio andare troppo OT ma è solo per far capire la poca credibilità e consistenza che ha in questo momento la TV di Stato.

 

avrebbe solo l'imbarazzo della scelta sul dove andare...

Permettimi di dubitarne se continua così poi vedrai che quello Share si restringerà sempre di più. Diciamo che la gente lo guarda più per curiosità visto tutte le polemiche che alza ad ogni puntata e non perchè dice cose vere...anzi! Alla fine in Italia basta solo far casino anche inventandosi polemiche dove non ci sono per avere un po di spazio sulle tv e giornali(pubblicità gratuita)!

 

se Santoro, che fa ottimi ascolti e guadagni pubblicitari, dove andrebbe?

Allora se Santoro fosse una persona coerente(e non lo è) dovrebbe opporsi perchè alla fine noi già lo paghiamo con il canone.

 

pap la vignetta della cubatura non faceva ridere, ed era fuori luogo e se la poteva risparmiare, ma apparte una tirata d'orecchi (o multa o scuse pubbliche) sospenderlo è un esagerazione

Tutti nel settore conosco Vauro e la sua satira ed è li per fare casino per il motivo spiegato sopra. Punire lui non significa niente: se si volesse punire si punirebbe il responsabile della trasmissione(Santoro) invece hanno punito uno che ha fatto quello per cui è stato chiamato(Vauro). Sospenderlo per una puntata vuol dire ancora meno di niente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Attaccati ai principi costituzionali, e difendili se ci credi davvero, perchè Berlusconi ci vuol mettere la zampa sulla Costituzione, e ci riuscirà perchè ha potere, ma per quanto mi riguarda ha il carisma di uan formica, se gli credi vacci dietro, io sarò qui a vedere che fine fanno le sue promesse sull'Abruzzo anche perchè mi riguarda da vicino.

 

P.S. Quelle dal '94 non sono favolette, sono un incubo... svegliati!

 

PP.SS. Quoto Hicks, grande intervento!

Edited by -{-Legolas-}-

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il carisma di una formica....eh già per questo ha stravinto.

 

E' molto interessante attaccare Berlusconi con le solite storielle trite e ritrite e non avere il coraggio di dire che Santoro&Co. offre in diretta nazionale uno spettacolo disgustoso.

 

Hicks: hai idea di cosa succederebbe se la Rai facesse davvero ciò che era opportuno fare?! Sarebbe il tripudio dei tanti (qui dentro poi abbondano) che si sentono di vivere in una dittatura.....ah, quanto mi piacerebbe la potessero assaporare per davvero anche solo per 5 minuti.

 

EDIT: LKegolas di grazia, da buon analista costituzionale quale pretendi essere, mi indichi quali sono i principi costituzionali attentati dal Tiranno Berlusconi????

Edited by paperinik

Share this post


Link to post
Share on other sites

rispondo io:

 

Art 3 della costituzione

art 7 (in complicità con il PD)

Art 17 (limitato a livello nazionale con : divieto di manifestare in piazze con chiese, oltre a limiti a livelli comunali di ambo gli schieramenti)

Art 25 (contro riforma Castelli-Mastella)

Art 33 (secondo governo berlusconi, opposizione protesta ma al cambio di governo non fa nulla)

Art 35 -36 (legge 30)

 

E mi fermo quà

 

Ad esempio

Confrontate l'art 3 con il Lodo Alfano

O l'articolo 33 che dice che le scuole private possano esistere senza oneri per lo stato (e vengo stra-finanziate)

 

La costituzione è basata su precetti etici e morali.

Ovvio che stoni con gli ultimi anni di politica

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il carisma di una formica....eh già per questo ha stravinto.

 

E' molto interessante attaccare Berlusconi con le solite storielle trite e ritrite e non avere il coraggio di dire che Santoro&Co. offre in diretta nazionale uno spettacolo disgustoso.

 

Hicks: hai idea di cosa succederebbe se la Rai facesse davvero ciò che era opportuno fare?! Sarebbe il tripudio dei tanti (qui dentro poi abbondano) che si sentono di vivere in una dittatura.....ah, quanto mi piacerebbe la potessero assaporare per davvero anche solo per 5 minuti.

 

EDIT: LKegolas di grazia, da buon analista costituzionale quale pretendi essere, mi indichi quali sono i principi costituzionali attentati dal Tiranno Berlusconi????

 

Io non sono analista costituzionale, ma se non ci sei arrivato da solo te lo dico io: si tratta della riforma della Giustizia, della separazione delle carriere di giudici e procuratori, e tu prega che si fermi li perchè conoscendolo...

 

Ti dice niente Lodo Alfano, caso Englaro, il riferimento alla Costituzione di stampo sovietico, di tutte quelle cavolate alla convention del PDL sottobraccio a Fini e le ultime sberciate sui leader europei che hanno più potere di lui?

 

P.S. Per ME ha il carisma di una formica, su di me. Capiscimi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah beh!!!...Scuola pubblica e privata, vedo che sono in pericolo i diritti fondamentali dell'uomo!

L'art 3 come sarebbe offeso (essendo questo sì un pilastro fondamentale della Carta)?

 

...anzi no, non vorrei andare OT "smerdando" questa discussione.

 

EDIT: nons apevo che la separazione delle carriere, tipca di ogni ordinamento civilizzato, fosse un segnale precursore della dittaatura.

Figurarsi che in USA è considerata una GARANZIA!

 

INFORMATEVI invece di straparlare di Costituzione....fareste bene.

 

Chiudo qua....torno a parlare di aerei.

Edited by paperinik

Share this post


Link to post
Share on other sites

riguardo al mio ultimo post segnalo un libro: "Lettera a mio nonno sulla costituzione" di Mattia Stella che l'ho ascoltato in conferenza stampa.

Un bel libro sugli articoli della costituzione violati e raggirati con giri di parole nelle leggi ordinarie, libro scritto con l'on Oscar Luigi Scalfaro http://ilmessaggero.bol.it/libri/scheda/ea978888421204.html

 

L'autore è presidente di "Giovani per la Costituzione"

http://www.giovaniperlacostituzione.it/

 

L'art 3 stabilisce che nessuno e per nessun motivo è diverso dagli altri in fase di giudizio, non noti divergenze con il dolo Alfano?

 

signori leggete la costituzione comma per comma e confrontatela con quello che vedete...

Edited by Leviathan

Share this post


Link to post
Share on other sites
Un bel libro sugli articoli della costituzione violati e raggirati con giri di parole nelle leggi ordinarie, libro scritto con l'on Oscar Luigi Scalfaro

 

L'art 3 stabilisce che nessuno e per nessun motivo è diverso dagli altri in fase di giudizio, non noti divergenze con il dolo Alfano?

Oscar Luigi Scalfaro?! Chi colui che ha rivestito la carica di Presidente della Repubblica senza adeguarsi a quel carattere di equidistanza, imparzialità e terzietà tipico di tale figura?

 

Il Lodo Alfano non dice che davanti alla legge alcuni vengono giudicati in modo difforme da altri....Lev, discutimi su Santoro quanto vuoi, ma ti prego di Legge no. Per aspirazione personale mi trovo 10 ore al giorno ad avere a che fare con questioni giuridiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il Lodo Alfano non dice che davanti alla legge alcuni vengono giudicati in modo difforme da altri....Lev, discutimi su Santoro quanto vuoi, ma ti prego di Legge no. Per aspirazione personale mi trovo 10 ore al giorno ad avere a che fare con questioni giuridiche.

 

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

 

È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

come diamine fa questo articolo fin troppo chiaro ad andare d'accordo con il dolo Alfano?????

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://video.corriere.it/?vxSiteId=404a0ad...p;vxBitrate=300

 

Videointervista ad Aldo Grasso (critico TV): Perchè ho criticato Santoro (potete trovare l'articolo da me postato più indietro nella discussione)..."quella puntata era fuori luogo".

Edited by paperinik

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io sinceramente questi attentati alla costituzione non li vedo, è un documento perfettibile come tutti quelli creati dagli uomini, non le tavole della legge.

Quanto a Santoro e Vauro alla fine è giusto che trovi posto in una RAI lottizzata come questa, ovvio che in un mercato dell'informazione normale non avrebbe posto su una rete generalista.

Poteva forse averne una volta, quando si limitava a fare il moderatore di dibattiti, sia pur schierato (e infatti lavorava, orrore, per il tiranno a mediaset), ma oggi ormai ha passato ogni limite e buona parte della colpa è stata dell'uscita infelice di berlusconi in Bulgaria.

Vi faccio notare che un vero tiranno, come si pretende che sia il nostro premier, non avrebbe detto niente pubblicamente ma li avrebbe fatti rimuovere in silenzio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ovvio che in un mercato dell'informazione normale non avrebbe posto su una rete generalista.

qui era il suco del mio discorso.

 

potesi:

abbiamo la rai lottizzata e al posto di mediaset tre reti che rispondono a imprenditori diversi.

Viene licenziato Santoro che aver osato criticare la PC, reato gravissimo

 

Vuoi che una delle tre reti rimasti non faccia niente per cercare di assumere subito un conduttore che riesce a intrattenere un quinto dei telespettatori? è concorrenza anche quella

 

PS ci sono tiranni e tiranni

Se uno è così spaccone (scusate il termine, non mi vengono sinonimi al momento) da dichiararlo in pubblico e censurarlo alla vita pratica, non è un attenuante

Edited by Leviathan

Share this post


Link to post
Share on other sites

Santoro non viene licenziato (tra l'altro nessuno parla di licenziamento) per aver criticato la PC, ma per tutta un altra serie di cose e per la conduzione generale del programma, che è una vera e propria imboscata per chiunque non la pensi come lui e i suoi cotali.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tutti i telegiornali intervistano terremotati tutti inspiagabilmente felici e contenti. Questa non è la realtà. Santoro si è permesso di far vedere come si sentono veramente gli abbruzzesi. Siamo in un paese dove il capo del Governo possiede la maggior parte dei mezzi di comunicazione e come tutti, spero, sappiamo Berlusconi li usa a suo piacere e vanatggio. Non si può "sgridare" un giornalista che fa il suo lavoro a differenza degli altri!

Comunque rispetto le opinioni di tutti.

Snake

Share this post


Link to post
Share on other sites

Veramente di terremotati felici e contenti non ne ho visti, ma non credo che si possano fare colpe all'intervento rapido ed efficace, per quanto possibile nell'emergenza, della PC e degli altri corpi preposti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Veramente di terremotati felici e contenti non ne ho visti

 

Certo, ho usato un termine un po' esagerato, però ti asscuro che c'era gente che diceva " non ci manca niente!!!" mentre non è vero. Io non voglio assolutamente mettere in dubbio il lavoro della PC, dei Vigili del Fuoco o dell'Esercito, voglio solo die che c'è disinformazione, e che non si può "sgridare" un giornalista che ha fatto il suo lavoro.

Snake

Share this post


Link to post
Share on other sites

...eccone un altro che subisce la sindrome del tiranneggiato.

 

Se Berlusconi usasse i mezzi di stampa a suo piacimento Santoro e Floris pulirebbero le scale in Viale Mazzini.

Share this post


Link to post
Share on other sites
...eccone un altro che subisce la sindrome del tiranneggiato.

 

Se Berlusconi usasse i mezzi di stampa a suo piacimento Santoro e Floris pulirebbero le scale in Viale Mazzini.

 

Berlusconi non è così stupido. Se lo avesse fatto si sarebbe scatenato una protesta e sarebbe caduto il Governo. Provate ad ascoltare Beppe Grillo, non dice c*****e, è molto informato.

Snake

Share this post


Link to post
Share on other sites
Berlusconi non è così stupido. Se lo avesse fatto si sarebbe scatenato una protesta e sarebbe caduto il Governo. Provate ad ascoltare Beppe Grillo, non dice c*****e, è molto informato.

Snake

 

condivido appieno, meglio lasciarne due limitatissimi e sputtanati a Tv e giornali unificati in continuo per far credere anche ai meno schierati che è tutto ok

 

Veramente di terremotati felici e contenti non ne ho visti, ma non credo che si possano fare colpe all'intervento rapido ed efficace, per quanto possibile nell'emergenza, della PC e degli altri corpi preposti.

io li ho visti lamentarsi solo ad annozero (comparse?) e anche io ho avuto l'impressione che li riquadrino sempre felici e contenti.

 

Stasera puntata riparatoria (ma di che cosa? ) sabina Guzzanti sostituirà Vauro Senesi, ci sarà l'on. Ghedini e DiPietro.

Edited by Leviathan

Share this post


Link to post
Share on other sites
condivido appieno, meglio lasciarne due limitatissimi e sputtanati a Tv e giornali unificati in continuo per far credere anche ai meno schierati che è tutto ok

attento che la Gestapo sta venendo a pigliarti nel sonno :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tralasciando le immancabili, tristissime provocazioni varie posto una serie di editoriali (e non di Panebianco e co)

 

questo di Massimo Fini (quello dimenticato aggiungerei)

IL PROBLEMAnon è Santoro. O chi per lui. E’ l’assetto oligopolista del sistema televisivo del nostro Paese. Se in Italia esistesse una Rete pubblica, controllata dal governo come la Bbc inglese (ed è giusto che ci sia perché anche il governo, che rappresenta tutti i cittadini, ha diritto di fare una sua politica ‘latu sensu’ culturale e il dovere, attraverso questa Rete, e in mano a proprietà diverse, di rendere servizi di pubblica utilità), e altri sei-sette network di pari potenza, non si porrebbe alcun caso Santoro. Al direttore di Rete (pubblica o privata che sia) non piace il modo di fare tv del Santoro di turno? Lo licenzia. Costui, se è davvero così bravo, troverà posto nella concorrenza e se qui farà grandi ascolti il direttore che l’ha licenziato ne risponderà all’editore. Nell’attuale situazione Santoro è invece praticamente ‘imprigionato’ nella Rai e quindi ci tocca anche difenderlo in nome della libertà di stampa. Né l’oligopolio può essere scalfito dall’ingresso sul mercato di nuovi soggetti, perché si trovano in una condizione di inferiorità insostenibile. Quando con un referendum si voleva togliere almeno una Rete all’impero berlusconiano, il Cavaliere disse: «Ma guardate che una Fininvest con sole due Reti contro una Rai che ne ha tre morirebbe nel giro di pochi anni». Figuriamoci come può reggere una sola Rete contro due colossi che ne hanno sei. E infatti ‘La 7’ è in cattivissime acque e non può superare certi livelli di ascolto sottoposta com’è al ricatto pubblicitario di Mediaset-Rai, mentre Sky vive soprattutto di sport. Risolvere questa situazione, antidemocratica, illiberale, illiberista, non sarebbe difficile dal punto di vista concettuale: ‘disarmo bilaterale’ di Rai e Mediaset che rimarrebbero con una sola Rete a testa, e le altre quattro messe sul mercato e vendute a soggetti diversi. Ma non si farà mai. Perché ai partiti fa troppo comodo occupare la Rai e a Berlusconi, diventato nel frattempo uomo politico, fa troppo comodo controllare l’intero sistema televisivo privato nazionale e, quando è al governo, anche i due terzi di quello pubblico. Così nell’era del libero mercato questo manca in uno dei gangli vitali di una democrazia moderna, l’informazione televisiva. E i Santoro e i tanti Santoro dell’Oligopolio diventano degli Intoccabili mummificati: occupano da decenni spazi che potrebbero essere di elementi eventualmente più bravi, più giovani, più nuovi o comunque diversi.

 

e un altro tratto da QN

Autore Giovanni Merardi

 

La domanda è: si può parlare male della Protezione civile oppure è vietato? Se se ne può parlare male, rompendo anche quella patina di retorica che è inevitabile in circostanze come questa, il problema non sussiste. Le notizie possono essere scomode o comode e si dividono in due categorie: quelle vere e quelle false. Il programma di Santoro e tutta l’informazione vanno giudicati solo con questo metro. Poiché non ho alcuna voglia di difendere questo collega, ma mi è inevitabile difendere i principi, ricordo questa frase. «E’ uno scandalo che si parli di scandalo. Veder ferire gli organismi che hanno offerto la loro opera mi intristisce. Mi chiedo in che razza di paese viviamo». Chi l’ha detto? Berlusconi? No, l’allora presidente del consiglio Massimo D’Alema a proposito dello scandalo Arcobaleno, che vide la nostra Protezione civile coinvolta in episodi poco edificanti. Albania, 1999. Lo feci scoppiare io quello scandalo con articoli, che furono poi ripresi da Panorama. Il nostro giornale venne considerato scandalistico dall’allora governo di centrosinistra. I fatti poi ci hanno dato ragione. L’unica differenza tra allora e ora è, ritengo, che Santoro ha cantato fuori dal coro soltanto perché si parli di lui.

 

Tratti da qn.nazionale.net

 

Massimo Fini fu censurato all'improvviso nel 2003 proprio prima che stesse andando in onda il suo Cyrano.

Ogni tanto tocca ricordare certe cose, perché nessuno vuole che ti ricordi [cit]

Edited by Leviathan

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma Fini lo sa che nelle televisioni ci lavorano delle persone e che se si vendono vendute la gente perde il posto?

 

L’unica differenza tra allora e ora è, ritengo, che Santoro ha cantato fuori dal coro soltanto perché si parli di lui.

e per fortuna che è scritto anche nel tuo articolo :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

non credo che l'hai capito bene.

 

Fa un paragone tra l'operazione Arcobaleno e i soccorsi in Abruzzo.

quando arrivarono critiche D'Alema e Berlusconi si comportarono uguali.

Ma i media no.

Perchè?

Perchè c'è di mezzo Santoro tant'è che se al posto di D'alema c'era Berlusconi e al posto di Morandi Santoro, nessuno avrebbe parlato dello scandalo arcobaleno, ma di uso criminoso della Tv pubblica...

Share this post


Link to post
Share on other sites

nono. ho capito benissimo la parte da me quotata, anche perchè non è che ci possano essere tante interpretazioni... mi sa che non hai manco letto gli articoli prima di postarli, vero?

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...