Jump to content

Johnny_Kulera

Membri
  • Posts

    156
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Johnny_Kulera

  1. Immagino che le grate su parabrezza e finestrini siano funzionali ad un possibile impiego per ordine pubblico visto che i proiettili non li fermano ma le sassate sì. Dopotutto sempre Carabinieri sono. Escluderei che possano servire a interferire con le testate a carica cava di RPG e simili come le griglie degli striker o le catene dei merkava ma, a tal proposito, lascio la parola agli esperti.
  2. Perché non si esporta? Ovvero, non mi risulta che sia stato proposto in gare internazionali. Forse perché è troppo specifico per la situazione israeliana per risultare utile in altri contesti? E' forse troppo costoso? La mia unica fonte di informazioni è RID, magari mi è sfuggito qualcosa (magari anche in questo forum).
  3. Anche questa è una novità in Afghanistan: Notizia Ansa Siamo ben distanti dai tempi in cui si usavano specchietti e perline come merce di scambio.
  4. Mai dire mai... Benvenuto!
  5. Qua non si va a letto se prima non si risolve il mistero! L'immagine è questa: Per chi volesse vederla meglio vada su questo link dal minuto 13.22
  6. Su Wikipedia inglese si parla del M 12 come in dotazione alla Gendarmerie. Inoltre campeggia la foto di un marine con quest'arma ma senza ulteriori informazioni. Poi in Wikipedia francese si dice essere in dotazione alla Police Nationale e fornita, tra gli altri, pure agli SWAT team americani. Il mistero si infittisce...
  7. Mi sa che l'unico modo per sapere se ha ragione Ariete oppure Maxtaxi è di: - metterli a 1000 metri di distanza - con lo stesso fucile - e la stessa munizione - con gli ausili che preferiscono - e che si sparino addosso Piuttosto qualcuno cortesemente mi spiega il ruolo dello spotter? Individua solo i bersagli oppure aiuta anche il cecchino nella fase di valutazione delle variabili di tiro? E' prevista questa figura nell'esercito italiano? Lo spotter è un cecchino anch'esso oppure la sua funzione è prestabilita? E' fondamentale o solo utile?
  8. Nell'82 la Gran Bretagna decise di riprendersi le Falkland da sola rinunciando all'aiuto NATO, o sbaglio? A parte l'orgoglio, probabilmente erano consci del fatto che ce l'avrebbero fatta, come è stato. Quindi se gli argentini dovessero rifarsi vivi la soluzione migliore sarebbe quella di arrangiarsi mentre, in ogni caso, l'opzione NATO rimarrebbe sempre aperta. A questo punto le portaerei abbonderebbero.
  9. Io avevo pensato al lodolaio, un falco piccolo, aggressivo e tanto agile da catturare le rondini. Purtroppo in inglese si traduce con "hobby" ed allora ho lasciato perdere.
  10. Eccotene una. Re Juan Carlos è appassionato radioamatore. Anni fa un italiano lo ha contattato via etere senza sapere chi fosse l'interlocutore. Il re gli ha detto solo che era spagnolo, che aveva vissuto per un certo periodo in Italia e che se capitava in Spagna di passare per casa sua. Immaginatevi la sorpresa del tizio quando si è recato all'indirizzo e ha trovato il palazzo reale.
  11. Un articolo si trova su RID n. 5 del 2008. In passato una loro incursione aerea su un aeroporto militare ha causato lievi danni agli aeromobili e la morte di diversi soldati anche se il risultato maggiore, peraltro inatteso, è stato che un elicottero decollato per inseguirli ha avuto un guasto ed è precipitato. Se recupero la rivista aggiungo particolari.
  12. Beh, anni fa dei miei amici hanno visto un'auto in panne ed hanno dato una mano al tizio spingendogliela fino a fare accendere il motore. Il tipo, un tossico, fa "grazie mille ragazzi, come posso ringraziarvi?" e mettendosi le mani in tasca ha estratto delle pastiglie dicendo "del Tavor? del Roipnol?"
  13. Dove si trovano in Italia queste sabbie bituminose? Un articolo del Sole 24 Ore sulla geotermia ( link ) EDIT Aggiungo un altro link
  14. Esiste il cartone animato di Martin Mistere prodotto in Francia e trasmesso anche in Italia ma ha scarsa attinenza col personaggio (link a Wikipedia). Mi pare di capire che Bonelli sia molto cauto nel concedere i diritti per le conversioni dei suoi fumetti in film o cartoni animati, probabilmente dal film su Tex. E sì che c'era Giuliano Gemma. Se poi pensiamo cosa è diventato Rat Man in versione video non gli si può dar torto. EDIT: Caspita, mi accorgo solo adesso che ho risposto ad un post di più di tre anni fa! Beh, il cartone animato è del 2003 ma probabilmente è attivato in Italia ben dopo il post di davide_volante
  15. OT: Quando sono andato in Libia per lavorare, l'autista che è venuto a prendermi in aeroporto si è preoccupato di allungare il tragitto fino a casa per farmi vedere una delle case distrutte dal bombardamento USA ed era il 2000. Già era arrivato con un'ora di ritardo...Poi che il cumulo di macerie fosse dovuto invece ad una bombola di gas esula dalle mie competenze. Non è stato ucciso suo figlio bensì una bambina sua figlia adottiva. Uno dei figli di Gheddafi invece era intimo amico di Haider, se non erro si erano conosciuti all'università, infatti era presente al suo funerale. Toh, sono ritornato IT
  16. Johnny_Kulera

    Cin cin

    Quello dello stupendo slogan: "Chiedi Neri, Neri chiedi", probabilmente l'unico ad usare ancora l'essenza di chinotto e non qualche aroma dal gusto simile. Amo la Zubrowka (vodka polacca dal gusto morbido) e il Sangue Morlacco, un liquore alla ciliegia della Luxardo. Se passa qualche donna ho pure una bottiglia di Rosolio. Mi hanno portato a casa dagli USA una bottiglia di Knob Creek, uno straight, ma devo ancora assaggiarlo. Per i vini quelli che lasciano la bocca sporca come il Cannonau e il Breganze. Per gli analcolici succo d'uva, preferibilmente marca Rauch.
  17. Stai con l'Alba fino all'alba. C'è la possibilità di farla innamorare, te la sposi e con tutti i soldi che ti ritrovi magari il giretto in F-22 ci scappa pure. Che brutto essere vecchi e cinici...
  18. per farmi perdonare l'OT ... vi riporto IT con il DFW T.28 Floh e altre immagini del modellino cliccando qui. L'originale è questo e mi sembra di capire sia rimasto a livello di prototipo dal sito http://members.jcom.home.ne.jp/mig_exp/german-gazou.html dove si trovano altri aerei curiosi.
  19. Guardando le foto postate in questo topic mi sembra di vedere una puntata del cartone animato "Dastardly e Muttley e le macchine volanti". Magari i più vecchietti se lo ricordano...
  20. Cinicamente: si fa fare questa operazione ad un prigioniero serbo ...
  21. Per un certo periodo sono stato addetto ad azionare la carrucola del pennone all'alzabandiera e questo era un ruolo dannatamente delicato perché la bandiera doveva raggiungere la sommità nel momento esatto in cui l'inno terminava altrimenti il comandante del battaglione si sarebbe arrabbiato fin dal mattino presto. Altra cosa: non si doveva guardare la bandiera perché l'atteggiamento sarebbe stato poco marziale e non era il caso con qualche decina di stellette che ti guardava in faccia. Infatti la mia posizione era dietro al cippo alla base dell'asta e di me sporgeva solo il capo. Io avevo risolto il problema (dopo i primi ca..iatoni) usando un orologio al quarzo per lo jogging, regolato alla cadenza minima, che attivavo all'inizio dell'inno e con il quale facevo corrispondere ad ogni bip 3/4 di giro della carrucola e questo assommava esattamente al tempo necessario per issare il vessillo e rendere tutti felici, io per primo. In questa maniera ero piuttosto sicuro di riuscire a fare un bel lavoro così procedevo con parecchia tranquillità e la cosa era diventata un tran tran ripetitivo a cui ormai non prestavo troppa attenzione. Così un giorno di pioggia ero particolarmente assonnato e nemmeno mi risvegliava la bandiera bagnata che il vento mi sbatteva in faccia. All'inizio dell'inno ho cominciato a girare la carrucola e la bandiera a sollevarsi continuando intanto a colpirmi al volto. Dopo qualche attimo però ho sentito qualcosa di strano accadermi in testa, per qualche secondo non ci ho fatto caso ma poi d'un tratto ho capito: LA STOFFA SI ERA IMPIGLIATA NEL FREGIO E STAVO TIRANDO SU LA BANDIERA CON IL BERRETTO ATTACCATO! Quando me ne sono accorto penso fosse ormai a mezzo metro dalla testa al che ho sollevato le braccia, ho afferrato il cappello e me lo sono calcato in testa a due mani fino a coprirmi gli occhi e divaricare gli orecchi per poi azionare velocissimamente la carrucola per recuperare il tempo perduto. Inutile dire che davanti a me c'erano tre intere compagnie che non riuscivano a stare sull'attenti a causa del ridere...
  22. A proposito di FAL, al poligono ci facevano sparare con dei proiettili con la parte superiore dell'ogiva in plastica, se non erro. Il motivo immagino sia di risparmiare piombo e di limitare la gittata tanto per evitare di sconfinare in Slovenia. Qualcuno mi sa dire qualcosa di più?
  23. Già nel 2000 si era raggiunto un accordo con la Libia per risarcirla dei danni provocati dal colonialismo (poi perché li chiedano solo a noi e non ai turchi è un mistero) ed era stata creata una società che doveva fare da tramite tra il governo libico e le aziende italiane incamerando il 4% del valore della commessa ed usare questi fondi per i risarcimenti. Inoltre l'Italia doveva costruire un ospedale per curare le vittime delle mine italiane. So di non essere preciso ma non ho voglia di scartebellare nei vecchi appunti. Per firmare tale accordo poi era venuto in visita a Tripoli il ministro degli esteri Dini. Di questo sono sicuro però perché c'ero. Al tempo avevo fatto due calcoli su quanto si prevedeva di incamerare con questo 4% e l'ammontare risultava risibile in confronto a quanto richiesto per i danni considerando un periodo anche di parecchi anni. Infatti poi non se ne fece nulla ma nemmeno esisteva il problema dei clandestini che partivano per arrivare in Italia quindi gli argomenti di pressione del Leader (come è chiamato Gheddafi in Libia) erano pochini. Tra l'altro ricordo il divertito commento di un italiano a Tripoli alla notizia che si doveva costruire questo ospedale dalle parti di Bengasi: "vedrai, ce porteranno un bambino cor morbillo e ce diranno che è sartato su una mina". Già da allora però si stava accumulando una massa di disperati provenienti dall'Africa nera che cercavano fortuna in Libia in quanto stato relativamente ricco e che li accoglieva senza necessità del visto. Addirittura, in accordo con la politica panafricana del Colonnello, erano state assegnati dei condomini a famiglie di immigrati africani. Tutto bello se non fosse che quelle abitazioni erano state precedentemente destinate a delle famiglie di libici che aveva anche già pagato la caparra. Ciò ha aumentato la già presente insofferenza verso questi immigrati ed è bastato un fatto spiacevole (si parla di molestie a delle ragazze libiche da parte di alcuni immigrati) perché si scatenasse un pogrom con decine di vittime e migliaia di rimpatri coatti. Questo è successo nel settembre del 2000 ma nulla o quasi è stato riportato dai media italiani. Fortunatamente però in quei giorni non c'ero.
×
×
  • Create New...