Jump to content

sidewinder89

Membri
  • Posts

    272
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Everything posted by sidewinder89

  1. Ottimo topic, devo dire che riesci sempre a fornire dei dati e degli aneddoti molto interessanti, come quello del MiG-19 Pur non essendo un'arma eccelsa (nessuna lo era a quel tempo) impiegata contro il bersaglio giusto (in questo caso un velivolo totalmente incapace di ingaggiare al di fuori della portata visiva come il Farmer) poteva offrire dei notevoli vantaggi Sarebbe interessante un confronto con l'impiego operativo delle prime versioni dello Sparrow nei cieli del Vietnam
  2. Qoto Kit, stai realizzando un'altra meraviglia Scusa la domanda indiscreta, ma il MiG-29 su seatejectcolor.com è il tuo, o sei un altro?
  3. Dell'ala del Concorde in particolare non so dirti nulla di preciso, tanto più che penso che le sue caratteristiche siano simili a quelle di altri aerei con questa configurazione. Per quanto riguarda le caratteristiche degli aerei con ala a delta in generale, il processo evolutivo, specialmente nei caccia, ha portato al superamento di problemi che questa inizilmente comportava La prima generazione di caccia con ala a delta (ovvero le prime serie di Mirage, tanto per intenderci) era caratterizzata da aerei che necessitavano di lunghe piste, sia per le procedure di decollo, sia per l'atterraggio, data l'alta velocità di avvicinamento che questa configurazione comporta. Oltretutto, pur fornendo un'ampia superficie portante, l'ala a delta nel combattimento aereo comportava un'elevata resistenza aerodinamica, e gli aerei tendevano a bruciare molta energia di manovra e a perdere bruscamente velocità in dogfight. Con il Mirage 2000 vengono introdotte radicali e importanti modifiche, pur con una cellula che apparentemente mostra una grande somiglianza con i tipi precedenti La possibilità, grazie alla tecnologia FBW (fly by wire) di ottenere una cellula intrinsecamente instabile, porta al superamento dei problemi di scarso mantenimento dell'energia di manovra in combattimento riscontrati con i modelli precedenti Sicuramente l'ala a delta offre grande robustezza e resistenza, oltre ad una maggiore capacità di carico, e la formula delta-canard quella prediletta negli ultimi caccia europei (vedi EFA, Rafale e Gripen) Spero di avere in parte chiarito e di non aver scritto cavolate, ma di sicuro in questa sezione del forum troverai qualcuno più competente di me e in grado di spiegarti in maniera più esauriente di quanto non abbia fatto io
  4. @Faber Mi hai frainteso...il mio non è un giudizio in termini assoluti...sto solo diceno che a livello avionico l'F-15C più aggiornato è ATTUALMENTE ad un livello superiore al Typhoon (e sarà così finchè il software dell'EFA non sarà completamente a punto, cosa per cui potrebbero volerci ancora diversi anni)...ciò che dico, quindi, non è che l'Eagle sia complessivamente migliore del nostro delta-canard (in dogfight, con piloti di pari capacità, sarebbe probabilmente spacciato) e non è nemmeno ciò che mi interessa affermare...l'unica cosa che voglio dire è che i suoi apparati si collocano per il momento ad un livello superiore (ciò è dovuto all'elevato sviluppo dell'industria aeronautica americana, sviluppo che si è creato sulle solide basi di un'ampia esperienza bellica e anche di batoste passate) e non vedo cosa ci sia di male a retrofittare tali apparati su aerei più anziani che però hanno sempre svolto il loro compito in maniera eccellente, anche in difficili teatri operativi, maturando una grande esperienza...l'EFA è un aereo meraviglioso, ma, come già detto anche in altri topic, troppo immaturo per poterne dare un giudizio definitivo e complessivo (e se la sogna, per il momento, l'esperienza e l'efficacia dimostrata in combattimento dai Falcon e degli Eagle americani e israeliani)
  5. Per 3 semplici motivi: -Sono americani e non acquisteranno un caccia europeo (orgoglio patriottico portato all'estremo ) -Il software dell'F-35 è sicuramente molto meglio integrato allo stato attuale rispetto a quello del Typhoon (il nostro EFA, per quanto abbia grandissime potenzialità, ha ancora tanta strada davanti a sè, e gli americani, soprattutto grazie al know-how che hanno in campo aeronautico, preferiscono sviluppare le cose in proprio e farle per bene) e anche se non può svolgere bene il ruolo della caccia, è più multiruolo (anche se indirizzato prevalentemente all'A-G) di quanto non lo sia il nostro campioncino -Hanno ripreso la prima linea divisa in componenti high e low (come prima era per F-15 ed F-16) ed è una struttura che funziona assai bene (l'F-22 svolge in misura maggiore la parte del caccia e l'F-35 il ruolo di attacco), con compiti ben equilibrati P.S. Non offendermi l'Eagle!!! No dai scherzo , tieni conto che comunque con la MSIP che continua ad andare avanti, gli F-15 più aggiornati hanno un software incredibile, per il momento molto superiore a quello dell'EFA (che mi piace comunque da matti) Se ho detto qualche cavolata segnalatemelo
  6. Come configurazione aerodinamica la famiglia dei Flanker rimane imbattibile, se mettete in campo fattori come la riduzione dell'RCS ovviamente il discorso cambia, trattandosi anche di un punto fondamentale nella produzone dei caccia da 15 anni a questa parte Il topic parlava di un caccia puro, quindi senza requisiti AG, e che debba semplicemente muoversi bene e combattere in aria quindi: -Grande superficie alare, che consenta di mantenere basso il carico alare e offrire un'ampia superficie portante, utile al conseguimento di una buona manovrabilità (e gli americani ci erano già arrivati con l'Eagle) -Uso di materiali compositi, che offrono resistenza e leggerezza complessiva della struttura -Motori potenti, leggeri, affidabili e possibilmente di facile manutenzione (EJ-200?! -Con formula bideriva fusoliera larga che contribuisca ad aumentare la portanza (già fatto), con formula monoderiva il delta-canard penso sia la soluzione migliore, con una bella fusoliera stretta (anche se pure una struttura convenzionale tipo F-16 è sempre una bellacosa, e ha dimostrato la sua efficacia) -Elettonica al top (al momento mi vengono in mente gli ultimi radar americani AN/APG-77/79/81) -Le stive interne Io mi sono spremuto al massimo, ma non mi viene in mente di meglio
  7. Se ti interessa ho dato un'altra occhiata alle "fonti supersegrete" di cui mi avvalgo...giusto per correggere una mezza cacchiata detta precedentemente...durante l'Iraqi Freedom, gli F-15E non usavano i soliti serbatoi, comuni anche agli F-15 da superiorità aerea, ma serbatoi War Reserve Material (il tutto per ammortizzare i costi dell'operazione, visto che spesso durante le missioni vengono sganciati) di forma leggermente diversa (la parte posteriore è tronca, simile ai serbatoi sublari degli F-16) e di colore grigio chiaro (non il solito Gunship Grey)
  8. Così va già molto meglio...non fidarti mai ciecamente di quanto detto sulle istruzioni, fai sempre dei raffronti con le foto dei velivoli reali e vedrai che i risultati piano piano arrivano
  9. Questo batte tutti i precedenti...è veramente una meraviglia...e anche il racconto è molto interessante, ho sempre avuto anch'io un debole per gli aerei americani impegnati in quel conflitto, specie il Phantom e il Super Sabre
  10. No non ti allarmare...è che ho visto su un altro forum un interessante WIP sullo strike eagle della Revell in 1-48, tra l'altro realizzato benissimo...da quello che so è che gli strike eagle, fino all'enduring freedom in Afghanistan, usavano ancora i serbatoi originali (ancora colorati in gunship grey 36118 se non sbaglio, lo stesso colore dell'aereo) mentre dalla campagna in Iraq li hanno sostituiti con serbatoi nuovi per compatibilità con altri velivoli (quelli chiari da te rappresentati, consulta se proprio www.f-15estrikeeagle.com, ti dice tutte le combinazioni di armi e serbatoi usati nei vari teatri operativi)...la Revell fornisce quelli nuovi (ma non so se cambino nelle forme o solo nel colore) e l'autore aveva cannibalizzato quelli di uno strike eagle hasegawa...se vuoi mandarmi un mex privato sul profilo ti indico il forum n cui c'è questa discussione...in ogni caso il tuo modello è quanto di meglio abbia mai visto, e forse non c'è nulla da correggere
  11. Procede abbastanza bene...se però posso farti un appunto devi stare più attento alle giunzioni, come i portelli di carrelli, e anche ad aprire i buchi...quelli sui CFT sono parecchio larghi...in ultima anche l'aerofreno è un azzardo incollarlo così, prima di verniciare, se lo lasci aperto...sarà difficile mascherare in fase di verniciatura...cmq continua così, l'importante è divertirsi e modellare con entusiasmo, e andando avanti si migliora sempre di più!
  12. L'Eagle è uno degli aerei più belli in asoluto, e tu lo hai reso magistralmente...una curiosità...ho visto che i serbatoi ausiliari sono in grigio chiaro, quindi hai scelto l'ambientazione Iraqi Freedom? Dovrebbero in teoria essere leggermente diversi dai soliti usati dagli F-15E...ne esistono conversioni anche in scale più piccole (es. 1-48)? Ancora complimentoni per il modellone!!
  13. Sembrerebbe l'F-4E Tamiya in 1-32 modificato...giusto?
  14. Oddio, il video è un classico promo che dimostra in maniera esagerata le comunque eccellenti capacità che dovrebbe (forse, visto che l'integrazione dei sistemi è ben lungi dall'essere completa) l'EF-2000...dell'ASRAAM so che ha una notevolissima capacità di manovra e sensori IR comuni a quelli dell'AIM-9X americano, però certe fonti affermano che la sua manovrabilità è inferiore a quella dell'IRIS-T (in passato i tedeschi si erano ritirati dal programma ASRAAM perchè, dopo aver ricevuto alcuni esemplari di ARCHER dopo l'unificazione nel '90, ritenevano che nella specifica proposta per il nuovo missile fossero state sottovalutate o comunque tenute in poco conto le superiori prestazioni del missile russo)
  15. Aggiungerei anche il MiG-29A della KP...impossibile da montare per me (almeno all'epoca), pieno di sbavature e rientri, cockpit liscio e decals fragilissime...un'impresa da Barone! Blue, che ne diresti di aprire anche un Topic con le migliori esperienze? Una sorta di "Aprite quella scatola", così da offrire un aiuto ai giovanissimi che si avvicinano a questo hobby, senza che rimangano delusi da un kit che magari non sono riusciti a finire, decidendo di abbandonare il modellismo credendo, erratamente, che sia troppo difficile e di non esservi portati?
  16. Molto buono, Vorthex...forse, schiarendo quà e là, come ti aveva detto Girolamo, avrebbe acquisito maggiore profondità, ma va già benissimo così!
  17. Ottimo Mirage, un invecchiamento coi fiocchi, complimenti!!! Per quanto riguarda il nuovo modello, io andrei su'A-4...ma solo perchè adoro lo "Scooter"...sarà un 1-48 Hasegawa? Ormai ti stai abituando troppo bene , quand'è che torni all'1-72?
  18. Come sempre un cockpit meraviglioso (e anche il resto non è mai da meno)!
  19. Ciao a tutti Andate a vedere questa galleria di modelli su www.umm-usa.com (sono un impedito e non so pubblicare i link, mi dispiace) Sto asciugando il pavimento dopo aver sbavato per mezz'ora In particolare sono bestiali l'Eagle della Tamiya in 1-32 e lo Starfighter dell'Hasegawa in 1-72
  20. Beh insomma Simone...i mezzi della WWII richiedevano sicuramente un maggiore sforzo per le normali manovre di volo, ma a livello di accelerazioni non sono neanche lontanamente paragonabili ad un caccia moderno, di conseguenza i requisiti in fatto di resistenza fisica sono sicuramente più restrittivi...per farti un esempio, recentemente ho letto un'intervista al Cap. Michele Sbrilli del 37mo stormo di Trapani, il quale ha detto che alcuni piloti di buona esperienza che avevano accumulato diverse ore di volo sul '104 non avevano potuto accedere al programma di addestramento negli States per il passaggio sugli F-16 ADF, in quanto non erano riusciti a sostenere le durissime prove fisiche alle quali erano stati sottoposti per ottenere l'abilitazione...considerando le difficoltà di pilotaggio di uo Starfighter, questi non erano certo degli incapaci, eppure non sono stati abilitati al passaggio su un aereo ben più performante
  21. Ottima notizia...è quindi prevista l'integrazione completa di tutti i nuovi apparati entro tempi ragionevoli?
  22. I miei complimenti per il cockpit, e devo dire che stai procedendo assai bene anche con il resto...c'è una cosa che mi dispiace veramente di questo kit e di quello che sto facendo io, e cioè che il fitting non sia allo stesso livello dell'eccellente dettaglio di superficie e dei vari particolari...è veramente rognoso da montare
  23. Grazie Madd...in effetti la presa d'aria è proprio come dici tu...penso che se riesco a finirlo senza fare ca***te il risultato varrà comunque lo sforzo...certo come livello di difficoltà è ben diverso da altri modelli, come i phantom e gli F-16 in 1-72 della stessa marca...però da quanto vedo dal montaggio a secco del tuo, alla fine non c'è tanta differenza, il fratellino minore ha gli stessi pregi e gli stessi difetti del maggiore Tra l'altro sono indeciso sulla livrea...per stavolta eviterei il nostrano, e mi butterei su un tetesken con IRIS-T e meteor o su un inglese con ASRAAM (comunque armamento di ultima generazione, mi piace l'idea di un Typhoon cattivo al massimo delle potenzialità)
  24. Concordo con Kit...il lavaggio deve essere estremamente leggero, visto che buona parte dell'effetto è già data dal pre-shading
×
×
  • Create New...