Jump to content
Bubu

Dassault Rafale - discussione ufficiale

Recommended Posts

Entro pochi giorni, Dassault potrebbe annunciare la vendita di ulteriori 12 Rafale all'Egitto, in occasione della visita di Macron in Egitto tra il 27 e il 29 gennaio.

https://www.latribune.fr/entreprises-finance/industrie/aeronautique-defense/la-france-pres-de-vendre-12-rafale-supplementaires-a-l-egypte-804878.html

 

Dei 180 Rafale ordinati dalla Francia, 152 sono stati consegnati accumulando 270.000 ore di volo, di cui 40.000 in missioni operative in Afganistan, Libia, Mali, Iraq e Siria. L

https://www.latribune.fr/entreprises-finance/industrie/aeronautique-defense/la-france-lance-une-nouvelle-version-tres-connectee-du-rafale-803742.html


Pochi giorni fa 2 Rafale e un A330 MRTT Phénix sono decollati dall'isola di Reunion per una missione di attacco a bassa quota simulata veramente notevole di 12 ore e 9000 km (con 5 rifornimenti in volo per i Rafale), per lanciare in maniera simulata un missile ASMPA, con atterraggio finale in Francia.

http://www.air-cosmos.com/un-vol-marathon-pour-les-rafale-et-le-phenix-119383

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

La visita di Macron in Egitto si è conclusa senza la vendita dei 12 Rafale e delle corvette Gowind.

https://www.latribune.fr/entreprises-finance/industrie/aeronautique-defense/pourquoi-la-france-doit-poursuivre-son-partenariat-strategique-avec-l-egypte-805435.html


Egitto e Francia sono stretti da un legame diplomatico-militare sempre più stretto il cui obiettivo principale è il controllo della Libia. Probabilemte la vendita del materiale supplementare serve a cementare ulteriormente l'alleanza per conseguire la vittoria sui rivali italiani.

Altrimenti non mi spiego quello che è successo negli ultimi giorni.

1. il vice primo ministro Di Maio che supporta i gilet gialli contro Macron, senza alcuna apparente motivazione;

2. sempre il vice primo ministro Di Maio che attacca veementemente e frontalmente Macron accusandolo di colonialismo;

3. Minniti che alla trasmissione L'Agorà che dice "Sono molto preoccupato sulla Libia, temo che la comunità internazionale e l'Italia, per ragioni di carattere politico-propagandistico, stiano perdendo la Libia. E la Libia è questione cruciale per l'immigrazione, la lotta al terrorismo e problemi di approvvigionamento energetico. Prima di buttare a mare un lavoro fatto dall'Italia ci penserei cento volte".

https://cataniaoggi.it/libia-minniti-la-stiamo-perdendo-e-non-possiamo-permettercelo


Speriamo solo che in questo lungo braccio di ferro, il governo non soccomba per poi dichiarare "quante me ne hanno date.... ma quante niene ho dette!", e per poi soprattutto non dovere pagare il metano su bollette scritte in francese!

Vediamo come andrà avanti la vendita di questi velivoli.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il 29 gennaio un Rafale M F3-R ha condotto la prima missione operativa con l'ultimo standard di questo aereo. Il Rafale è decollato dalla portaerei Charles De Gaulle per una missione di ricognizione in Medio Oriente.

Il velivolo è qualificato per operare con:

  • l'ultima versione del pod RECO-NG,
  • bomba AASM Block 3 che permette delle regolazioni in tempo reale e l'ingaggio di target mobili,
  • il sistema anticollisione AGCAS [Automatic Ground Collision Avoidance System],
  • IFF compatibile con Modi 5 / S
  • miglioramenti vari al radar RBE2, al sistema di guerra elettronica SPECTRA e al sistema di comunicazione Link 16.

La qualificazione del missile Meteor e del nuovo pod Talios sarà condotta quest'anno.

http://www.opex360.com/2020/02/15/le-rafale-marine-porte-au-nouveau-standard-f3r-a-effectue-sa-premiere-mission-de-combat/

Share this post


Link to post
Share on other sites

Indovina chi viene in volo ...

Ovvero ... come un volo omaggio su un caccia ad alte prestazioni può trasformarsi in una sorta di commedia degli errori ... 😓

Quote

On March 20, 2019, a civilian passenger was accidentally ejected from a twin-seat Rafale B fighter jet as the aircraft was taking off from Saint-Dizier 113 airbase, eastern France. 
The final report of the French investigation bureau for State aviation safety (BEA-E) on the incident outlines a chain reaction of both human and technical failures, one of which unexpectedly prevented the fighter jet from crashing.

... aerotime.aero ... Fighter jet crash averted by defect in civil ejection incident ...

E qui trovate anche il rapporto ufficiale ... https://www.defense.gouv.fr/portail/ministere/organisation-du-ministere-des-armees/organisation-du-ministere-des-armees/organismes-dependant-du-ministre/les-bead/bea-e/2019/rapports-2019/a-2019-03-i ...

🇫🇷

Edited by TT-1 Pinto
***

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'aviazione indiana ha ricevuto i primi 5 Rafale. I velivoli indiani implementano 13 modifiche richieste espressamente dall'aviazione indiana e che quindi li rendono unici.

Quote
  • Radio Altimeter height measurement from 10,000 feet to 15,000 feet
  • Radar Warning receiver (RWR) frequency band from 2.5 -18 GHzto 10 18 GHz
  • Low Band Jammer (LBJ) pod with frequency band of 1- 4.5 gHz
  • Flight Data Recorder (FDR) recording time from 10 hours data to 16 hours data plus two hours of audio
  • High altitude engine start-up to 12,000 feet
  • Non Cooperative Target Recognition (NCTR) mode in Radar
  • Doppler Beam Sharpening (DBS) and Synthetic Aperture Radar (SAR) modes in Radar
  • Ground Moving Target Indicator and Ground Moving Target Track (GMTI/T) modes in Radar
  • Infra-Red Search and Track (IRST)
  • Helmet Mounted Display (HMD)
  • Training Mode in Missile Approach Warning System (MAWS)
  • Towed DecoysVery High Frequency Omni Range (VOR)

Link:

https://www.republicworld.com/india-news/general-news/here-are-the-13-india-specific-weapon-enhancements-of-iafs-rafale.html

Edited by zander

Share this post


Link to post
Share on other sites

L’articolo lo avevo postato io poco sopra...;)

Che dire, concordo su questo punto:

Quote

More important, as I’ve said before, is that any conflict between nuclear-armed nations like China and India would be small and carefully controlled to avoid escalation. Any battle between Rafales and J-20s would depend less on factors like aircraft maneuverability, and more on factors like pilot quality, and the presence of ground radar, anti-aircraft missiles, well-integrated command networks, aerial tankers to replenish fuel-hungry fighters, and how far each side’s airbases are from the battlefield.

…Che va al di là delle caratteristiche dei velivoli in questione, ma che probabilmente nel complesso favorisce gli arrembanti e determinati cinesi.

Riguardo alle caratteristiche, se proprio vogliamo parlarne (a modo mio perchè non amo i confronti a chi ce l'abbia più lungo), diciamo che dimensioni, configurazione stealth e prestazioni dell'armamento (PL-15) sono sulla carta a favore del velivolo cinese.

Il punto è che il diavolo si nasconde nella qualità dei dettagli e ho i miei dubbi che il velivolo cinese sia un vero stealth (estremamente probabile non lo sia se non lo guardi da davanti), che in futuro possa acquisire con motori decenti  lo “sprint” che la sua stazza e la sua configurazione non mostrano e soprattutto che la roboante portata di 200km del PL-15 (ma si legge anche 300 e più) sia quella efficace e non quella balistica con lancio ad alta quota, cui arriva senza spinta per colpire qualcosa che dubito seriamente possa essere un piccolo bersaglio poco collaborativo e imbottito di contromisure come un Rafale. Nelle stesse condizioni col cavolo che il Meteor arriva solo a 50 miglia…che poi sarebbero 54, da leggersi a sua volta non come dato preciso scolpito nella pietra, ma nella sua laconica e alquanto generica conversione in chilometri (“più di 100km”...).

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, Flaggy ha scritto:

Ci sarebbe anche un'offerta anche da parte degli Stati Uniti ...

... psk.blog.24heures.ch ... http://psk.blog.24heures.ch/archive/2020/09/01/la-grece-cherche-a-renforcer-sa-force-aerienne -869695.html ...

 🇺🇸 🇬🇷

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Flaggy ha scritto:

Si, ma loro non offrono Rafale, oggetto della discussione ... :lol:

E' vero !!!

Solo che il blogger elvetico parla anche del Rafale ... oggetto della discussione ...

;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, Flaggy ha scritto:

E allora metti l'articolo in "Il mercato dei caccia ...." :bleh:

OK ... passo e ... chiudo ... :bye:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dai che scherzo.

Sono io il primo a non essere così rigido nella collocazione dei post.

Guardando la composizione della linea greca non si può non notare la sproporzione rispetto alla dimensione (volendo geografica, ma soprattutto economica e demografica) del paese.

Considerato il contesto, a spiegare quei numeri sappiamo che contino relativamente le minacce esterne alla NATO e di più quella rappresentata dalla Turchia.

Siccome la situazione, causa sultano, non è destinata a migliorare, la vedo particolarmente dura per il Rafale.

In un’ottica di semplificazione logistica e di aumento delle capacità dell’aeronautica greca per di più con un aereo che i turchi non avranno (la Turchia non potrà far numero coi Lightning) la soluzione più logica credo sarebbe quella di ritirare Mirage e Phantom e di affiancare gli F-16 aggiornati a un certo numero di F-35, che nel lungo periodo potrebbero crescere nell’ottica di puntare alla monolinea.

Il Rafale non credo sia competitivo con l’F-35, ormai nemmeno dal punto di vista economico, e in effetti si pone come alternativa valida ai velivoli di quarta generazione aggiornati per quei paesi cui non è concesso l’F-35.

Se poi la frontiera NATO si spostasse a ovest, toccherebbe alla Grecia svolgere in parte più o meno grande il ruolo della Turchia e quindi credo sia nell’interesse americano che il paese abbia il meglio.

Se poi la Grecia vuole differenziare i fornitori “stile India o Egitto”per avere maggiore libertà d’azione nel contesto di pernenne tensione con la Turchia, allora il Rafale magari ha qualche speranza.

Tanti anni fa era già andata male all’EF-2000. Vedremo se ai francesi andrà meglio...

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Francia si aggiunge alla lista dei partecipanti al bando croato proponendo 8/12 Rafale d'occasione per sostituire i Mig-21.

In corsa ci sono anche Eurofighter d'occasione (Italia), Gripen (Svezia), F-16 (fonti USA, Norvegia, Grecia, Norvegia).

https://www.latribune.fr/entreprises-finance/industrie/aeronautique-defense/la-france-propose-du-rafale-d-occasion-a-la-croatie-856136.html

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un'offerta basata su Rafale nuovi da inserire nella programmazione costruttiva pliriennale credo non sarebbe stata competitiva con quella di F-35 sotto l'aspetto economico, prestazionale, logistico e dei tempi di consegna.

Il mix di dirottare gli aerei egiziani e cedere "gratis" quelli francesi ha evidentenente sparigliato le carte e fatto prevalere altre considerazioni rispetto a quelle logistiche e prestazionali, in particolare la fretta di dare una risposta all'aggressivitá turca nelle zone di interesse economico. Dirottare aerei nuovi già ordinati (dall'Egitto) e aerei usati (sono F-3...interessante) consente di contrarre costi e tempi di consegna rispetto a un ordine di aerei nuovi che parta da zero. Questo va a scapito delle forze aeree di Francia ed Egitto, ma probabilmente non di Francia ed Egitto intesi come paesi, che sono entrambi rivali della Turchia nella partita Libica.

Mentre gli F-16 verranno aggiornati a prescindere, non è chiaro il ruolo dell'offerta di F-35. Alternativa o complementare ai Rafale nel lungo periodo?

La Grecia sta alzando la posta e rischiando molto con l'economia che si ritrova(cui fanno comunque comodo i giacimenti contesi...), ma attenzione a Erdogan.

Visto che la produzione indigena di un caccia turco di quinta generazione è di là da venire e comunque vincolata all'assistenza estera, se le vendite di materiale occidentale si bloccano, la stessa fretta può indurre il sultano ad acquistare materiale russo. I Su-35 e i Su-57 di Putin sono lì che aspettano solo di finire il lavoro cominciato con S-400: far perdere pezzi alla NATO...

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque lo si rigiri ... un bel ginepraio ...

E il nostro impareggiabile governo che continua a ballare il minuetto con Turchia e Cina ...

:sm:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...