Jump to content

Scramble Eurofighter


VittorioVeneto
 Share

Recommended Posts

http://iltirreno.repubblica.it/notizie-dal...one=EdRegionale

 

Li ho sentiti anch'io , è incredibile il boato che producono i velivoli quando superano Mach 1 , ora capisco perchè ci vuole l'autorizzazione a superare tali velocità ...

 

Non capisco però come abbiano fatto a farsi sentire in tutta la provincia di Firenze se sono decollati da Grosseto

 

http://lanazione.ilsole24ore.com/firenze/2...era_suono.shtml

Edited by VittorioVeneto
Link to comment
Share on other sites

http://iltirreno.repubblica.it/notizie-dal...one=EdRegionale

 

Li ho sentiti anch'io , è incredibile il boato che producono i velivoli quando superano Mach 1 , ora capisco perchè ci vuole l'autorizzazione a superare tali velocità ...

 

Non capisco però come abbiano fatto a farsi sentire in tutta la provincia di Firenze se sono decollati da Grosseto

 

http://lanazione.ilsole24ore.com/firenze/2...era_suono.shtml

ma come mai sono l'unico toscano a non aver sentito una mazza? :pianto:

Link to comment
Share on other sites

Ti eri eccitato Wing? :asd: :asd: :asd: :asd: :asd: :asd: :asd: :asd: :asd:

 

Adesso al pilota del 737 cosa succederà? Dovrà risanare i soldi spesi per il cherosene dei due EFA? Non volerà più come pilota? :blink: :blink: :blink:

Link to comment
Share on other sites

  • 8 months later...

DUE CACCIA EUROFIGHTER INTERCETTANO AEREO MILITARE MONTENEGRO

 

(AGI) - Roma, 27 mag. - Intercettato da due caccia Eurofighter del 4' Stormo di Grosseto un velivolo militare Cessna 551 del Montenegro in volo da Cannes (Francia) a Vienna (Austria) che attraversava lo spazio aereo italiano senza l'adeguata autorizzazione. Ne da' notizia l'Aeronautica Militare.

L'operazione e' scattata questa mattina alle 11,.49 e i due caccia sono decollati, su ordine di 'scramble' dal Comando Operativo delle Forze Aeree (COFA)/CAOC 5 di Poggio Renatico (Ferrara) e sotto il controllo del 21' Gruppo Radar A.M. di Poggio Ballone (Grosseto) e dell'11' Gruppo Radar A.M. di Poggio Renatico. Per raggiungere il velivolo in transito e' stato necessario percorrere dalle 11.55 alle 12.04 un tratto a volo supersonico tra la zona a sud di Firenze e Reggio Emilia.

L'intercettazione e' avvenuta alle ore 12.10 a 15 miglia ad ovest di Rovereto (Trento), dove il velivolo e' stato identificato. I caccia Eurofighter hanno scortato poi il velivolo fino al confine dello spazio aereo nazionale, a circa 30 miglia a nord di Belluno, per far successivamente rientro al 4' Stormo dove sono atterrati alle ore 13.03 locali. Lo 'scramble' e' in gergo tecnico il decollo immediato di caccia intercettori che sotto la guida dei controllori della difesa aerea si dirigono verso un velivolo 'sospetto' per accertare visivamente l'identita' e per scortarlo fino ai limiti dello spazio aereo italiano. Nella maggior parte dei casi, si tratta di aeromobili che non rispondono a prestabiliti requisiti, non hanno le previste autorizzazioni al sorvolo dello spazio aereo nazionale o perdono le comunicazioni con gli organi del controllo del traffico aereo o divergono dalla rotta prevista senza validi motivi. L'Aeronautica Militare assicura - dice il comunicato - la sorveglianza e la difesa dello spazio aereo nazionale per 365 giorni all'anno, 24 ore su 24, tramite un sistema di radar, velivoli e sistemi missilistici, integrato sin dal tempo di pace con quelli degli altri paesi appartenenti alla Nato. Oltre che dal 4' Stormo di Grosseto, il servizio di decollo immediato e di intercettazione nei casi di allarme e' svolto dal 36' Stormo di Gioia del Colle (Bari), pure equipaggiato con aerei Eurofighter, dal 5' Stormo di Cervia e dal 37' Stormo di Trapani, dotati invece di aerei F-16.

Link to comment
Share on other sites

Comunque è assurdo che per intercettare un velivolo al confine svizzero si debba partire da Grosseto... Volendo, se avesse avuto cattive intenzioni, avrebbe avuto tutto il tempo di metterle in atto. Va bee che la Svizzera non è un paese ostile, ma non è nè nella NATO nè nell'UE. Risultati delle ristrettezze di bilancio.

Link to comment
Share on other sites

Comunque è assurdo che per intercettare un velivolo al confine svizzero si debba partire da Grosseto... Volendo, se avesse avuto cattive intenzioni, avrebbe avuto tutto il tempo di metterle in atto. Va bee che la Svizzera non è un paese ostile, ma non è nè nella NATO nè nell'UE. Risultati delle ristrettezze di bilancio.

 

Ma sarebbe logisticamente troppo complesso e costoso tenere giusto un paio di EFA o di F-16 a Ghedi pronti al decollo su allarme, per coprire meglio la zona Nord?

Link to comment
Share on other sites

Comunque è assurdo che per intercettare un velivolo al confine svizzero si debba partire da Grosseto... Volendo, se avesse avuto cattive intenzioni, avrebbe avuto tutto il tempo di metterle in atto. Va bee che la Svizzera non è un paese ostile, ma non è nè nella NATO nè nell'UE. Risultati delle ristrettezze di bilancio.

Secondo me vengono valutate le potenziali possibilità di offesa e in base a quelle dislocherebbero le basi,siccome dalla Svizzera non è previsto nessun atto ostile non si vede la ragione di disporre basi vicine a quel confine...

Comunque i due botti li ho sentiti,abito 20 Km a nord di Reggio Emilia(Novellara per la precisione),ne ha dato notizia anche la TV locale riferendo che sono giunte decine di telefonate alle FFOO e ai Vigili urbani temendo un'esplosione.

Ma dico,siamo ormai arrivati al punto da non distinguere più un Bang sonico? :o :o :o

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...