Jump to content
Raffy Leghziel

qual'è stata la battaglia aerea più grande della storia?

Recommended Posts

Beh credo prorpio sia sta la Battaglia di Inghilterra, anche se camapgne aree di grande rilevanze ce ne sono state molte altre

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest iscandar

secondo un sito che parla di navi militari shinano, la più grande battaglia aerea tra portaerei è stata quella delle Marianne

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dipende cosa intendi, per battaglia di inghilterra si intende tutta una serie di scontri durati per tutta l'estate del '41, e non un evento singolo, per il quale si potrebbe prendere in considerazione al massimo il "giorno dell'aquila".

Comunque penso che per estensione e complessità il "marianas turkey shot" fu più imponente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

la piu' celebrata: battaglia di Inghilterra. La piu' decisiva: 5 giugno 1967, 1. giorno della guerra dei 6 giorni . La piu' "numerosa" probabilmente " the Marianas turkey shot". La piu' particolare (forse) unico "perfect game": Bekaa 1982 . La piu' eroica: quella del pilota ignoto che non conosceremo mai. E' un opinione, la mia opinione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dipende cosa intendi, per battaglia di inghilterra si intende tutta una serie di scontri durati per tutta l'estate del '41, e non un evento singolo, per il quale si potrebbe prendere in considerazione al massimo il "giorno dell'aquila".

Comunque penso che per estensione e complessità il "marianas turkey shot" fu più imponente.

 

 

Non concordo, i "Millenium Raid" della RAF sulla Germania sia come dimensinoi che come complessità superarono di molto qualsiasi battaglia aeronavale.

 

In ogni missione fuorno coinvolti oltre a un migliaio di bombardieri centinaia di caccia di scorta, decine di aerei pilota, aerei per sopprimere le difese radar e qunat'altro, mentre i tedeschi madavano in volo molte centinaia di caccia lungo tutta la rotta sia contro le formazioni di bombradieri che conro gli aerei di supporto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

le penetrazioni dell'VIII USAAF. In genere 1100 bombardieri, 1000 caccia contro 5-600 caccia della jagdwaffe. Ve ne sono parecchie tra marzo e aprile 1944

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che dipende parecchio da quali parametri si adoperano,

se si sceglie che la dimensiona di una 'battaglia' va appresso alla quantità complessiva di macchine impegnate da entrambe le parti, quel dato giorno in una data missione, molto probabilmente nulla ha superato le missioni diurne dell'8th Air Force verso fine 1944 - questo però a prescindere da quanti aerei si impegnavano realmente in combattimento, bisogna chiarire. E' abbastanza ovvio che soltanto una parte di aerei vi si trovava.

 

In questo senso, gli scontri aerei del 2 Novembre 1944 potrebbero essere stati quelli di maggiori dimensioni. Quel giorno furono mandati in missione contro gli stabilimenti petroliferi di Leuna-Merseburg 1086 quadrimotori dell'8th Air Force (principalmente B-17) scortati da 873 caccia, virtualmente tutti P-51. I documenti da parte tedesca mostrano che la Luftwaffe mandò in volo 491 caccia provenienti da dieci 'Gruppen', quindi quella mattina qualcosa come 2.450 aeroplani si trovavano contemporaneamente in volo - una cosa pazzesca, forse non più replicata neppure nel 1945.

Quanti di questi avranno visto realmente il combattimento, è impossibile dirlo - i rapporti dichiarati dai tedeschi danno 120 tra FW-190 e Me-109 distrutti, assieme a 70 piloti morti e 28 feriti. Le perdite americane erano state di 16 P-51 e 26 B-17 abbattuti da caccia, più altri 14 B-17 eliminati dalla contraerea di Leuna. In tutto 176 aerei tra americani

e tedeschi erano andati perduti in modo definitivo, su 2.450 partecipanti in quell'operazione.

 

Se si guardano i numeri presenti in campo, probabilmente è stata la battaglia aerea più grande della storia. Se invece si guardano le perdire effettive forse il 'titolo' va alla battaglia del 19 Giugno 1944 ('the Great Marianas Turkey Shooting') quando da parte Giapponese le perdite furono di 371 aerei - praticamente tutti eliminati dagli F6F Hellcats - con perdite incredibilmente ridotte da parte dell'US Navy.

* è vero che quest'ultima ebbe ulteriori 80 aerei perduti in mare per mancanza di carburante al rientro dalla missione offensiva di quella stessa sera, ma non figurano tra le perdite per azione nemica.

Edited by Smersh

Share this post


Link to post
Share on other sites

La più grande battaglia aerea della storia probabilmente è quella avvenuta nei cieli sopra il "saliente di Kursk" nel 1943. Più di 2.000 aerei su entrambi i lati del fronte, con perdite enormi da entrambe la parti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sulle perdite aeree attorno a Kursk c'è incertezza a livelli quasi sconcertanti. Perdipiù rimane una serie di scontri durati alcuni giorni - personalmente credo che il termine 'battaglia' si adatti meglio ad un evento che si esaurisce nello spazio di alcune ore, mezza giornata al massimo..

..teniamo presente anche un'altra cosa, per molto tempo alcuni autori facevano confusione tra le parole 'aereo' e 'sortita'; quest'ultima ovviamente è un singolo volo effettuato da un singolo aereo. Per esempio tra la fine di Agosto e i primi di Settembre 1940 parecchi piloti del Fighter Command della RAF decollavano anche tre volte al giorno contro la Luftwaffe, e alcune fonti davano cifre di 400 tra Spitfire e Hurricane che quel dato giorno erano stati disponibili per la difesa - cosa ovviamente non possibile.

 

La battaglia del 2 Novembre 1944 intorno a Leuna-Merseburg in questo senso ha ottime possibilità di stare al n°1. Qualcosa come 2.450 aerei contemporaneamente impiegati quella mattinata: 491 caccia tedeschi, 1086 quadrimotori USAAF, e 873 Mustang che li scortavano.

Edited by Smersh

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rettifico un particolare, non erano tutti P-51 i caccia di scorta.

Ai primi di Novembre 1944 il Comando Caccia dell'8th Air Force aveva ancora due Groups - il 56th e il 78th - equipaggiati coi P-47 Thunderbolts della variante 'D-28'.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che dipende parecchio da quali parametri si adoperano,

se si sceglie che la dimensiona di una 'battaglia' va appresso alla quantità complessiva di macchine impegnate da entrambe le parti, quel dato giorno in una data missione, molto probabilmente nulla ha superato le missioni diurne dell'8th Air Force verso fine 1944 - questo però a prescindere da quanti aerei si impegnavano realmente in combattimento, bisogna chiarire. E' abbastanza ovvio che soltanto una parte di aerei vi si trovava.

 

In questo senso, gli scontri aerei del 2 Novembre 1944 potrebbero essere stati quelli di maggiori dimensioni. Quel giorno furono mandati in missione contro gli stabilimenti petroliferi di Leuna-Merseburg 1086 quadrimotori dell'8th Air Force (principalmente B-17) scortati da 873 caccia, virtualmente tutti P-51. I documenti da parte tedesca mostrano che la Luftwaffe mandò in volo 491 caccia provenienti da dieci 'Gruppen', quindi quella mattina qualcosa come 2.450 aeroplani si trovavano contemporaneamente in volo - una cosa pazzesca, forse non più replicata neppure nel 1945.

Quanti di questi avranno visto realmente il combattimento, è impossibile dirlo - i rapporti dichiarati dai tedeschi danno 120 tra FW-190 e Me-109 distrutti, assieme a 70 piloti morti e 28 feriti. Le perdite americane erano state di 16 P-51 e 26 B-17 abbattuti da caccia, più altri 14 B-17 eliminati dalla contraerea di Leuna. In tutto 176 aerei tra americani

e tedeschi erano andati perduti in modo definitivo, su 2.450 partecipanti in quell'operazione.

 

Se si guardano i numeri presenti in campo, probabilmente è stata la battaglia aerea più grande della storia. Se invece si guardano le perdire effettive forse il 'titolo' va alla battaglia del 19 Giugno 1944 ('the Great Marianas Turkey Shooting') quando da parte Giapponese le perdite furono di 371 aerei - praticamente tutti eliminati dagli F6F Hellcats - con perdite incredibilmente ridotte da parte dell'US Navy.

* è vero che quest'ultima ebbe ulteriori 80 aerei perduti in mare per mancanza di carburante al rientro dalla missione offensiva di quella stessa sera, ma non figurano tra le perdite per azione nemica.

immaginate per chi era li sotto a tirar su la testa e vedere sta roba

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' vero, ma penso anche a chi era sui quadrimotori. La contraerea che proteggeva gli enormi impianti dedicati all'idrogenazione del carbone (per produrre nientemeno che la benzina sintetica) situati attorno a Merseburg era la più mortifera di tutta l'Europa - qualcosa di tremendo, che metteva comodamente in ombra quella di Berlino stessa o di Vienna.

Al suo apice nel tardo Novembre 1944 le strutture petrolifere nella zona di Lipsia erano difese da 1.070 cannoni della Flak pesante (88 mm. e 105 mm.) e di questi Merseburg ne possedeva 506 dislocati in 39 postazioni, che coprivano le raffinerie di Leuna e Buna.

 

* In una missione (30 Novembre 1944) la contraerea di Merseburg fu praticamente l'unico ostacolo che l'8th Air Force trovò sul suo cammino, in quanto i caccia tedeschi quel giorno quasi non si fecero vedere dopo le perdite terrificanti che avevano subìto durante cinque battaglie aeree in quel mese.

Per via di una concomitanza di fattori (errori in fase di pianificazione, errori di virata all 'initial point', ammassamento di alcune formazioni che non dovevano essere lì in quel momento, un fortissimo vento in quota che colpiva i bombardieri frontalmente rallentandoli in modo terribile, aria super-limpida che permetteva il tiro mirato otticamente e non via radar) ogni singolo stormo di B-17 della 3rd Division si trovò costretto a passare lungo una certa rotta che li espose, per 18 minuti, ad un infernale fuoco di intensità sbalorditiva.

 

Furono colpiti 322 B-17, di cui una trentina abbattuti nella zona di Merseburg e altri 27 fracassati in atterraggi d'emergenza nei territori già liberati. Danni meno gravi subirono i rimanenti 265 quadrimotori.

Share this post


Link to post
Share on other sites

immaginate per chi era li sotto a tirar su la testa e vedere sta roba

 

Mica è una manifestazione aerea, chi era lì sotto dubito tirasse su la testa..

 

E comunque io mi riferivo a più di 2.000 aerei per parte, non in tutto. Nella battaglia di Kursk furono coinvolti dai 4.000 ai 6.000 aerei. Però non si svolse in un giorno solo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bè, concediamo che almeno gli addetti alla Flak (artiglieri, serventi, puntatori, aiutanti, etc.) lavoravano 'head up'...

 

btw. una curiosità. Per sbalorditive che possano sembrare, le cifre del personale tedesco coinvolto nella contraerea della sola zona di Leuna (14° FlaKDivision) erano nell'autunno 1944 qualcosa come 62.550 persone: 28.000 militari veri e propri, 18.000 paramilitari del RAD, 9.050 ausiliari (6.000 maschi e 3.050 femmine) e 7.500 'volontari' tra Russi, Italiani, Ungheresi e altri ancora,

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Mica è una manifestazione aerea, chi era lì sotto dubito tirasse su la testa..

 

E comunque io mi riferivo a più di 2.000 aerei per parte, non in tutto. Nella battaglia di Kursk furono coinvolti dai 4.000 ai 6.000 aerei. Però non si svolse in un giorno solo.

 

Di regola ci sono anche soldati di sotto ,mentre gli aerei sopra combattono eh, e poi mica tutti c'avevano i bunker antibombardamento. Stavi in casa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×