Jump to content

AV-8B Harrier II - discussione ufficiale


Recommended Posts

  • Replies 137
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Non penso che L'Harrier possa essere definito un buon dogfighter, perchè in questo contesto è opportuno avere si una buona manovrabilità, ma anche la capacità di non perdere energia durante le manovre

Penso che S939 sappia perfettamente che tutti gli aerei stallano. Il fatto che l'Harrier possa perdere anche tutta l'energia cinetica e rimanere letteralmente appeso al motore, non significa però che

Penso che F-16 e Mirage 2000 siano già scesi alle basse quote e che abbiano sfruttato i loro ratei di virata e le loro accelerazioni brucianti per dimostrare di essere ai vertici della categoria, cosa

Ooo, vediamo un pò che c'è qua...uchebbello un nuovo topic, vediamo vediamo...bello, ahh..belle foto..ma che bravo, però l'inglese di sti piloti...come si scrive Nightmare al plurale??

 

Chi è che ha scritto quella cosa in inglese maccaronico :D

 

meno male che hanno correggiuto a metà ... ma cosè una "e"...una "i"...bhò :huh:

Link to post
Share on other sites

Ormai il mercato dei velivoli da combattimento V/STOL è limitatissimo.

 

Gli USA portano avanti i loro programmi MV-22 Osprey (che è un aereo utility con rotori basculanti, sarà operativo nel 2006) e l' F-35B JSF (che sostituirà gli Harrier II dei Marines).

 

La Russia ci aveva provato con lo YAK-41 (o YAK-141) Freestyle, ma questo programma è rimasto fermo allo stadio dei prototipi sin dal 1991, e dubito che la Russia abbia ancora interesse a rispolverarlo.

Infatti la Marina Russa ha di fatto radiato o venduto tutte le portaerei V/STOL e l'unica portaerei rimasta in servizio utilizza velivoli a decollo convenzionale.

 

Credo quindi che non ci siano molte speranze di vedere altri progetti in questi senso.

Link to post
Share on other sites
no sapevo che la russia avesse una sola portaerei, è proprio messa male

 

ma l'harrier è STOL o VTOL?

L'Harrier è nato come VTOL.

 

Ovviamente qualsiasi aereo VTOL può comunque decollare in maniera convenzionale, solo che richiede la stessa pista di un aereo normale.

 

Le caratteristiche VTOL si pagano molto in termini di autonomia e carico bellico: un Harrier o Harrier II che volesse decollare in VTOL, dovrebbe farlo con un minimo di carburante e con un armamento striminzito (ossia un paio di missili aria-aria e basta, o un paio di lanciarazzi).

 

Per questo si è preferita la via del decollo corto, ossia STOL (che prevede una piccola corsa o l'utilizzo di una rampa angolata) e dell'atterraggio verticale (al rientro l'aereo è molto più leggero e può atterrare in verticale).

 

Quindi gli Harrier sono chiamati V/STOL o STO/VL per sottolineare che le capacità VTOL in decollo sono solo teoriche.

Link to post
Share on other sites
ultimamente credo ke gli aeri sperimentali siano solo americani o europei ( sperando che paesi come la corea del nord non stiano progettando di gran segreto veivoli o altro!!)

perchè dubiti della corea del nord e non di altri stati?

Link to post
Share on other sites

Comunque nessun paese al mondo ha oggi la possibilità di progettare e sviluppare in segreto un aereo da combattimento, con la sola eccezione degli USA (ma l'ultimo è stato l'F-117).

 

Chi si ricorda i tempi in cui i satelliti USA fotografavano i nuovi caccia sovietici non appena effettuavano il roll-out, assegnando le denominazioni RAM seguite da una lettera? (RAM stava per RAMENSKOYE, l'aeroporto dove i sovietici facevano volare i prototipi dei futuri caccia).

 

Gli USA hanno ancora questa possibilità solo grazie al fatto che dispongono di vaste aree desertiche (prima fra tutte Groom Lake) e che la Russia non ha soldi per mandare satelliti spia in orbita con lo stesso ritmo di un tempo.

Link to post
Share on other sites

sono d'accordo

 

ma non penso che abbia accesso a quelle informazioni

 

a meno che..........

no, non può essere...........il kgb :ph34r:

 

se invece fosse della cia ci direbbe che non ci sono naturalmente

o forse ci potrebbe dire che ci sono, così noi pensiamo che sia una cavolata, si copre la copertura e non ci dice niente di vero :hmm:

 

o forse lui pensa che noi pensiamo.............................................

 

 

aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaargh :incazz:

Link to post
Share on other sites

Innanzitutto voglio precisare che quando ho detto che l'ultimo progetto segreto americano è stato l'F-117, intendevo "ultimo" in ordine di tempo.

Non significa che qualcosa non possa bollire in pentola.

 

:rolleyes:

 

Quanto alla Russia... nell'economia comunista l' URSS possedeva tutte le industrie militari, ed i migliori ingegneri erano pagati con uno stipendio che in occidente sarebbe considerato "da fame", un'automobile e un appartamento di 4 stanze (sì... nell'ex URSS auto e appartamenti erano concessi dallo Stato).

 

Quindi i costi dei prodotti militari erano ridottissimi.

 

Quando l'economia comunista è fallita e la Russia ha dovuto fare i conti con il libero mercato, e le industrie sono diventate proprietà privata, le cose sono cambiate e non è stato possibile mantenere in piedi quel gigantesco apparato militare.

Link to post
Share on other sites

La Russia ha attualmente un trend di crescita economica pari al 6,4 % nel 2004, che è certamente uno dei più elevati nel mondo, tenuto conto della difficile congiuntura economica.

 

Va detto però che per la Russia è stato calcolato che - per evitare la povertà - il trend non deve mai scendere al di sotto del 5 % (mentre questo problema non esiste negli altri paesi, dove anche con crescita economica 0 il paese resta ricco o comunque non si impoverisce).

 

Putin infatti mira a realizzare un trend minimo del 7 % annuo.

 

Di certo ci vorranno dai 10 ai 20 anni prima che la Russia possa dire di essersi tirata fuori dal baratro del fallimento economico.

 

Per realizzare questa crescita, però, la Russia sta puntando sulle sue grandi risorse naturali, e sta quindi investendo principalmente nell'industria del petrolio e del gas naturale.

 

I proventi dovranno essere riutilizzati per dotare il paese di moderne infrastrutture e per consentire lo sviluppo delle piccole e medie imprese.

 

Ciò significa che soldi per gli armamenti non ce ne saranno per il futuro, a breve e medio termine.

Link to post
Share on other sites
Innanzitutto voglio precisare che quando ho detto che l'ultimo progetto segreto americano è stato l'F-117, intendevo "ultimo" in ordine di tempo.

Non significa che qualcosa non possa bollire in pentola.

 

:rolleyes:

:D Gianni usa poco le faccine, ma quando le usa è eloquente!

Link to post
Share on other sites
ultimamente credo ke gli aeri sperimentali siano solo americani o europei ( sperando che paesi come la corea del nord non stiano progettando di gran segreto veivoli o altro!!)

perchè dubiti della corea del nord e non di altri stati?

a mio parere difficilmente tutti gli stati del mondo stanno a gurdare buoni buoni la sempre più marcata supremazia militare americana, qualcosa, come dice gianni, deve bollire in pentola...! pensate che nessun paese abbia preso segretamente delle precauzioni? oppure tutti rinunciano ai propri arsenali per essere protetti proprio dall'America? non so perchè ma qualcosa non mi quadra... :hmm:

Link to post
Share on other sites

sicuramente molti paesi puntano sull'atomica che è in saldo sui mercati russi,

 

ma non ci pensare che altri paesi al di fuori dell'europa e degli stati uniti possano permettersi di progettare aerei segreti

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...