Jump to content
Sign in to follow this  
Maverick22

Python

Recommended Posts

potete darmi informazioni sul Python ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' un missile AA a corto raggio molto avanzato, il Phyton 5 lo metterei addirittura al primo posto tra gli IR a corto raggio, con una velocità di punta molto alta, oltre Mach 4, eccellente manovrabilità e una portata di 20 km.

Senz'altro al top tra questo tipo di armi, può essere lanciato, oltre che da piattaforme aeree, anche da terra e credo sia in programma una versione navalizzata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualcuno mi sa dare delle informazioni su questo nuovo missile aria-aria ed in particolare dettagli sul suo sistema di guida "visivo"?

 

Come si fa ad evadare da un missile dal genere? Ce ne sono altri che utilizzano questa tecnologia?

 

Ho trovato in rete questi due articoli, con l'inglese me la cavo ma vorrei ugualmente che chi ha voglia di parlarne scrivesse qualcosa in italiano, al riguardo!!! :)

 

Grazie! :)

 

http://en.wikipedia.org/wiki/Python_missile

 

http://www.israeli-weapons.com/weapons/mis...on/Python5.html

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho unito le dui discussioni perchè in quella nuova si riportavano domande interessanti alle quali la discussione già esistente non rispondeva...

 

LittleFrancy, la prossima volta comunque, usa la funzione ricerca del forum, prima di aprire una discussione

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ho unito le dui discussioni perchè in quella nuova si riportavano domande interessanti alle quali la discussione già esistente non rispondeva...

 

LittleFrancy, la prossima volta comunque, usa la funzione ricerca del forum, prima di aprire una discussione

 

ti ringrazio, mi è già stato detto, avevo cercato e non avevo trovato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il missile Python 5 è forse il migliore della categoria. L’approccio israeliano, nella progettazione di quest’arma, è diverso da quello dei concorrenti. I progettisti hanno ritenuto che l’unico modo per mantenere elevata l’energia di manovra di un missile a corto raggio sia dato dai seguenti elementi: peso elevato (relativamente), alta velocità, ampie superfici di governo. Missili d’altro tipo utilizzano il vettoramento della spinta per acquisire maggiore agilità, questo comporta però un precoce consumo del propellente! Come si desume dal grafico (quello sul secondo sito), dopo la spinta iniziale a mach 4 (!), il missile manovra con le estese superfici di controllo e riattiva progressivamente il motore man mano che si avvicina al bersaglio, compensando la decelerazione.

Al momento dell’impatto l’energia è ancora elevatissima. Collegato al casco di puntamento, il missile può attaccare ogni bersaglio in vista, ma anche bersagli in coda possono essere attaccati elaborando i dati ricevuti dai sensori passivi dei settori laterali e posteriori. La portata è senz’altro superiore ai 20 km. Il sensore è di ultima generazione, una sorta di “telecamera” infrarossa ad alta definizione, in grado di rilevare l’intero velivolo, in tutte le sue sfumature termiche, rispetto allo sfondo. Questo comporta non solo un’altissima resistenza alle esche ma la possibilità di selezionare le parti più vulnerabili del bersaglio, prima dell’impatto.

Il missile dispone ovviamente di modalità Loal (lock on after launch) e quindi può iniziare la manovra di attacco prima di aver “visto” col sensore il bersaglio. Non è l’unico missile con queste caratteristiche. Ma è il più pericoloso. Come si può scampare a questo missile? Solo manovrando, e piuttosto bene…

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il missile Python 5 è forse il migliore della categoria. L’approccio israeliano, nella progettazione di quest’arma, è diverso da quello dei concorrenti. I progettisti hanno ritenuto che l’unico modo per mantenere elevata l’energia di manovra di un missile a corto raggio sia dato dai seguenti elementi: peso elevato (relativamente), alta velocità, ampie superfici di governo. Missili d’altro tipo utilizzano il vettoramento della spinta per acquisire maggiore agilità, questo comporta però un precoce consumo del propellente! Come si desume dal grafico (quello sul secondo sito), dopo la spinta iniziale a mach 4 (!), il missile manovra con le estese superfici di controllo e riattiva progressivamente il motore man mano che si avvicina al bersaglio, compensando la decelerazione.

Al momento dell’impatto l’energia è ancora elevatissima. Collegato al casco di puntamento, il missile può attaccare ogni bersaglio in vista, ma anche bersagli in coda possono essere attaccati elaborando i dati ricevuti dai sensori passivi dei settori laterali e posteriori. La portata è senz’altro superiore ai 20 km. Il sensore è di ultima generazione, una sorta di “telecamera” infrarossa ad alta definizione, in grado di rilevare l’intero velivolo, in tutte le sue sfumature termiche, rispetto allo sfondo. Questo comporta non solo un’altissima resistenza alle esche ma la possibilità di selezionare le parti più vulnerabili del bersaglio, prima dell’impatto.

Il missile dispone ovviamente di modalità Loal (lock on after launch) e quindi può iniziare la manovra di attacco prima di aver “visto” col sensore il bersaglio. Non è l’unico missile con queste caratteristiche. Ma è il più pericoloso. Come si può scampare a questo missile? Solo manovrando, e piuttosto bene…

 

grande risposta

 

in sostanza quindi non è che il missile proprio "veda"...è, diciamo, una ricerca IR ancora + avanzata e molto meno sensibile alle esche

 

credo che i primi a fare le spese di questa tecnologia saranno i TomCat iraniani!!! :whistling:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riprendo questa vecchia discussione inerente la famiglia Python .... in quanto, in Israele, ci si pone la domanda se siano attualmente necessarie nuove generazioni di armi AA ....

 

Will air forces want new generations of air-to-air missiles?

 

Developers can come up with new generations of air-to-air missiles, but will air forces want them on their fighter aircraft?

This is more or less the dilemma faced by Rafael, the Israeli company that has developed some of the most advanced air-to-air missiles in the world.

As I reported in Flight International, Rafael is developing an advanced air-to-air missile.

 

Fonte .... http://www.flightglobal.com/blogs/ariel-view/2013/10/new-air-air-missiles-the-real-needs-and-the-available-technology/

 

"Rafael gets to work on next-generation air-to-air missile" .... http://www.flightglobal.com/news/articles/rafael-gets-to-work-on-next-generation-air-to-air-missile-380145/

 

"Rafael eyes 'dolphin head' nose design for air-to-air missiles" .... http://www.flightglobal.com/news/articles/rafael-eyes-dolphin-head-nose-design-for-air-to-air-missiles-362593/

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh nell'immediato forse no. Ma vale sempre lo stesso ragionamento: prima o poi si deve andare avanti, perchè la minaccia può variare in futuro. Attualmente da quelle parti ci sono pochi Stati che potrebbero impensierire Israele e la Heyl Ha'Avir.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...