Jump to content

Elicotteri Russi....


Dominus
 Share

Recommended Posts

Innanzi tutto vorrei ulteriori informazioni sui nuovi ANSAT2 e ANSAT3, soprattutto sul secondo, di cui ho appreso l'esistenza sul nuovo numero di RID, poi volevo fare una considerazione: secondo voi nelle situazioni di combattimento urbano non potrebbe essere utile una soluzione stile Mi24? Magari con 4 posti per la squadra e una maggiore corazzatura potrebbe essere utile nei conflitti a bassa intensità

Link to comment
Share on other sites

Per gli ANSAT scarica questo: c'è tutto e di più

 

http://www.kazanhelicopters.com/upload/Ansat_Angl.pdf

 

Per quanto riguarda gli elicotteri e il combattimento urbano, secondo me l'elicottero è troppo vulnerabile in questo contesto, specialmente se non si limita a fornire fuoco di copertura.

 

E in ogni caso, continuo a pensare che il combattimento urbano non è questione di mezzi, ma di procedure.

Link to comment
Share on other sites

Sul fatto che sia una questione di procedure non c'è dubbio, il rischio è quello di concentrarsi troppo su questo tipo di conflitti, come molti auspicano, e trovarsi impreparati ad un conflitto ad alta intensità. Però si rischia comunque di creare un esercito composto da due diverse anime, una di manovra e una per i conflitti a bassa intensità, che credo che comporterebbe molti problemi. Sull'argomento c'è un bell'articolo sul nuovo RiD che condivido diciamo al 40-50%, comunque molto interessante.

In ogni caso anche i mezzi hanno una certa importanza, io continuo a pensare che serva un elicottero "ignorante", quindi non troppo sofisticato ma molto resistente e bene armato, solo che bisognerebbe avere un apparato propulsore molto potente.

Io mi chiedevo se fosse fattibile un elicottero da combattimento con una squadra di fucilieri che dovrebbe funzionare, all'incirca, come un IFV aereo, insomma la filosofia del Mi24

 

 

P.S. Su quel documento non accenna all'elicottero da ricognizione armata ANSAT-2R a cui mi riferivo io, ne sono rimasto colpito perchè sembra proprio uscito da uno dei bozzetti preliminari del mangusta

Edited by Dominus
Link to comment
Share on other sites

Per il 2R, c'è un articoletto su Flight International qui:

 

http://www.flightinternational.com/Article...T+unveiled.html

 

nonchè su questa rivista rumena a pagina 11 (fortunamente il pezzo è in inglese):

 

http://www.ato.ru/observer/show2005-3.pdf

 

--------

 

Per quanto riguarda gli elicotteri con annessa squadra di fanteria, se vogliamo il Black Hawk nasce per questo compito, e può essere anche ben armato e corazzato.

 

Il problema è che negli scontri urbani tutto avviene in maniera rapida e incontrollabile, e di solito si è esposti al fuoco nemico improvviso, per cui serve la capacità di incassare e di reagire.

Questo è molto difficile, l'elicottero affida la sua sopravvivenza alla possibilità di muoversi velocemente a bassissima quota, offrendo scarsissima esposizione al fuoco nemico mirato.

Ma un conto è muoversi tra colline e praterie, fermandosi quei pochi secondi necessari a inquadrare un bersaglio e a colpirlo, è un conto è farlo in ambiente urbano, dove il nemico ti spara dalle finestre e dalle viuzze e se ti muovi è vero che non vieni colpito ma è anche vero che non capisci un accidente di niente su chi ti sta sparando e da dove.

 

In questo caso sarebbe più utile che gli elicotteri si limitino a girare fuori tiro dal fuoco delle armi leggere (a 2000 metri già sei fuori tiro praticamente da tutto quello che può usare un guerrigliero urbano, tranne i missili antiaerei portatili ma questi non sono diffusi come gli RPG e le mitragliatrici) utilizzando un potente visore stabilizzato per individuare i nemici e le sorgenti di fuoco, in stretto collegamento con le unità di terra che provvederanno alla loro soppressione.

 

Si tratta di implementare queste tattiche con opportuni addestramenti.

 

Ancora oggi la "connessione" tra elicotteri e squadre a terra è del tutto improvvisata e inefficiente.

Link to comment
Share on other sites

Tieni conto che un elicottero a 2000 metri di altezza quasi non lo vedi, e in ogni caso con fucili e mitragliatrici non lo becchi, e nemmeno con un RPG.

Devi proprio tirargli un missile portatile aria-aria, ma è un'altra storia.

 

Se tra elicottero e truppe a terra c'è un collegamento reale, in maniera tale che la fanteria può indicare all'elicottero le sorgenti di fuoco nemiche, e se l'elicottero è in grado di mirare e puntare con la massima precisione anche un bersaglio umano da quella quota, allora sì che l'elicottero sarebbe davvero utilissimo in contesto urbano.

 

I moderni elicotteri da combattimento non hanno alcun problema a operare da 2000 metri di altezza, quello che manca è un collegamento costante e affidabile e pratico con le truppe di terra.

Link to comment
Share on other sites

Quindi tu proponi di usare usare un apache in overing a quota media per sopprimere i concentramenti di fuoco, in effetti può garantire un' ottimo CAS in ambiente urbano ed evitare danni collaterali, ma il cannone può essere usato con precisione da quell'altezza oppure lo si può rendere compatibile con illuminatori usati dalle forze di terra?

Link to comment
Share on other sites

E' difficile invece.

 

Pechè non devi considerare la situazione di UNA squadra a terra e un paio di elicotteri in volo, ma di decine di squadre che si muovono in una città e quindi la cui posizione è scarsamente visibile dall'alto, e parecchi elicotteri in volo.

 

Come si fa a capire subito che chi sta parlando è la squadra B e non la A o la C o la D o la E... ecc... e come si fa essere certi di dove si trovi la squadra B... e come si fa a essere certi che se sparo contro il palazzo indicatomi non colpisco per errore la squadra H che nel frattempo vi è penetrata...

 

E lo stesso dicasi per le squadre a terre: come faccio a essere certo che l'elicottero con cui sto parlando è quello che volteggia sopra i palazzi che vedo là in fondo, e non quello che è passato due secondi fa alla mia sinistra, o quell'altro che staziona alla mia destra... ecc...

 

Dovete immaginare il caos di un combattimento urbano, per comprendere che coordinare un casino del genere non è semplice.

 

Ci vogliono sistemi di comunicazione sicuri e affidabili e un unico centro di controllo che abbia un quadro completo della situazione e sia in grado di coordinare tutte le azioni senza possibilità di errori (che provocherebbero morti tra i civili e tra le truppe amiche).

 

L'USArmy sta lavorando in questa direzione, in maniera da garantire che ognuno conosca perfettamente la posizione precisa di ogni singolo soldato sul campo di battaglia, ma ci vorrà ancora tempo per rendere il sistema operativo.

 

----

 

Per Dominus: in via teorica un cannone da 30 mm come quello dell'Apache è efficace e preciso da 2000 metri di quota (in questo caso la quota aiuta perchè si spara dall'alto verso il basso e non viceversa) e può tranquillamente essere interfacciato con un sensore laser.

 

Ma questo non è risolutivo: se una squadra a terra è in grado di illuminare con il laser il bersaglio, a questo punto quella stessa squadra può sparare contro il bersaglio.

Non c'è poi la necessità di chiedere l'intervento di un Apache se puoi tirare una granata da un lanciarazzi per i fatti tuoi.

 

Invece il ruolo dell'elicottero dev'essere attivo: deve individuare e colpire da sè i bersagli, al massimo intervenire se una squadra è sotto il fuoco nemico.

E' fondamentale che il nemico sia sotto pressione, che non riesca nemmeno a mettere la faccia fuori dalla finestra o quasi.

 

L'elicottero potrà utilizzare i suoi sistemi di visione per fare zoomate enormi, sia nel campo visibile che in quello termico, per vedere ciò che la squadra di terra non può vedere senza esporsi, e colpire con il cannone o con razzi iperveloci a anche con una piccola bomba a guida GPS.

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

Non vedo rotori in coda

 

E' logico, un rotore gira in un senso, uno nell'altro, le due forze centrifughe si annullano, l'elicottero non tende a girare su se stesso e il rotore di coda non serve.

 

ka-50.jpg

Edited by typhoon
Link to comment
Share on other sites

Il sistema NO.TA.R è la sigla inglese che indica le parole "NO TAil Rotor"(senza rotore di coda).

E' un sistema sviluppato dalla McDonnell Douglas.Questo sistema si basa sull'eliminazione del rotore di coda,con un getto d'aria opportunamente dosato.

L'elicottero si avvale di una ventola a basso rapporto di compressione attraverso la quale passa il getto proveniente dalla presa d'aria sopra la cabina;tale getto segue quindi due strade,una parte passa attraverso tutto il braccio di coda,uscendo poi all'estremità dove era posizionato il vecchio rotore,mentre l'altra parte viene immediatamente deviata a valle uscendo da fessure ricavate nella sezione di coda in modo da interagire con la scia del rotore principale costringendola a seguire il profilo della sezione.Tale effetto,noto come "Effetto Coanda" ,fa si che si generi una circolazione di aria intorno alla coda in modo da creare una forza portante.Questa unita al getto precedente consente un adeguato controllo intorno all'asse verticale.

 

mh-90-notar-fly.gif

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...