Jump to content
Sign in to follow this  
Washburn

Comanche

Recommended Posts

Ciao a tutti porgo un ramo di discussione, cona ne pensate del programma Comanche, per me era un bel elicottero, il salto di qualità, purtoppo hanno chiuso i finanziamneti e il programma non verrà portato avanti...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ne abbiamo già parlato da qualche parte...

 

Gianni ci ha spiegato che il comanche era un elicottero di "vecchia concezione" nel senso era stato progettato con la logica della guerra fredda...

il suo compito sarebbe stato quello di distruggere le divisioni corazzate sovietiche..

 

I nuovi "campi di battaglia" dove i nemici si nascondono praticando tattiche di guerriglia non sono adatti al comanche...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti.

 

Quello che serve oggi è un elicottero che non importa che sia troppo sofisticato o troppo veloce o invisibile al radar, ma che sia potente e pesantemente corazzato.

 

Una bestia in grado di resistere al colpo di un fucilone anticarro, o di un lanciarazzi, o persino di un missile terra-aria spalleggiabile, e in grado di spazzare il nemico con razzi, mitragliatrice e cannoni.

 

Un elicottero che possa essere una specie di carro armato volante, in grado di assicurare il supporto aereo ravvicinato alle truppe, e persino di combattere sopra ambienti urbani, volando tra le case.

Share this post


Link to post
Share on other sites

visto che mi sembra qualcosa di difficiletto da progettare c'è un progetto americano o una mezza idea?

Edited by dread

Share this post


Link to post
Share on other sites

praticamente serve un un A-10 sotto forma di elicottero..

ma come si fa a creare un elicottero che possa resistere ad un missile, ad un colpo di lanciarazzi? :blink:

Servirebbe tanto di quell'acciaio che dopo non so se riuscirebbe ad alzarsi in volo..

Share this post


Link to post
Share on other sites

magari una corazzatura all'uranio impoverito...

il prblema è proprio questo, come si fa a far volare un mostro del genere?

non puoi neanche dire ricorro alle leghe leggere

Share this post


Link to post
Share on other sites

senza contare inoltre che tutto l'armamentario più l'equipaggio (ma quest'ultimo non credo sia un grosso problema) rappresentano un ulteriore peso, e dunque ostacolo al volo di un tale colosso!

 

ma c'è qualche progetto? Di sicuro c'è, ma uno non coperto da segreto militare? accessibile a noi civili?

 

m quanto verrebbe a costare?! troppo! già che hanno tagliato i fondi alle FFAA (e per questo che ci sono ttt questi incidenti agli elicotteri, troppa poca manutenzione!), se poi dobbiamo pure fabbricare colossi indistruttibili rimaniamo senza un gello!

Share this post


Link to post
Share on other sites

sicuramente non sarà qualcosa a portata delle tasche italiane e non credo che ci sia qualche progetto serio, le difficoltà mi sembrano troppe, ma aspettiamo john

Share this post


Link to post
Share on other sites
non credo che ci sia qualche progetto serio, le difficoltà mi sembrano troppe, ma aspettiamo john

se dall'età della pietra siamo arrivati ai giorni d'oggi, possiamo creare anche questo colosso! :D

 

il problema è sempre quello.. fondi!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

non ne sarei così sicuro, se pesa troppo e non hai un motore abbastanza potente non ci sono soldi che tengono, non si può fare ameno che non lo vuoi far alzare un metro da terra e farlo procedere a 20 km/h

Edited by dread

Share this post


Link to post
Share on other sites

magari non si può fare con le tecnologie moderne.. ma prima o poi ci si arriverà (sempre che ci sia interesse da parte dei pezzi grossi)

Share this post


Link to post
Share on other sites

ci servirà anche tra un bel paio di annetti..

 

la guerra al terrorismo durerà per un bel pò, se non per sempre..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bhè, non è che bisogna poi andare troppo lontano.

 

Un AH-64 è già oggi in grado di resistere al tiro di cannoni fino al calibro di 23 mm, e può incassare un colpo di lanciarazzi.

 

Questo vale per la cellula.

 

Non però per gli ingranaggi del rotore, le pale delle turbine, il rotore stesso, il rotore anticoppia: questi sono progettati, in pratica, solo per resistere solo il tempo necessario ad un atterraggio in emergenza.

 

Quindi basta lasciare la cellula così com'è, e studiare protezioni adeguate per il resto.

 

Resterà sempre il problema del rotore, ma si può fare in modo che resista il tempo sufficiente a rientrare alla base, anzichè un atterraggio di emergenza in territorio nemico.

 

Ma tutta questa è teoria.

 

Veniamo alla pratica.

 

L'USARRMY sta lavorando su più fronti.

 

Innanzitutto il problema non riguarda solo gli elicotteri da combattimento, ma anche quelli da trasporto, che vanno giù ancor più facilmente, e con un carico umano ben maggiore.

 

I programmi in corso sono questi:

 

1) ASE. Si tratta di una suite composta da un jamming laser e da un avanzato sensore di allarme di missile in arrivo. Il laser ingaggia il missile e ne mette fuori uso il sensore termico. Questo sistema serve a eliminare la minaccia dei missili spalleggiabili.

 

2) Un nuovo tipo di protezione balistica, leggera ed elastica. Quando viene colpita da un proiettile, questa protezione si deforma, un po' come se date un pugno a un lenzuolo teso. Il proiettile cede progressivamente la propria energia, assorbita dalla deformazione della protezione (chiamata Ballistic Blanket) finchè si arresta.

A quel punto la protezione balistica - che è elastica - riprende la sua forma originaria. Questa protezione verrebbe utilizzata per la protezione nei confronti del fuoco di armi leggere, mitragliatrice, fuciloni e cannoni fino al calibro di 30 mm e oltre.

 

3) Un sistema di protezione attivo contro i razzi non guidati. Questo sistema avvista il razzo in arrivo e gli spara contro qualcosa (un raggio laser, un proiettile autoforgiante, un dardo cinetico) per distruggerlo. Sistemi del genere sono già stati sperimentati sui carri armati.

 

4) Lo sviluppo di un elicottero UCAV, senza piloti a bordo. L'elicottero sarebbe piccolo, ultraprotetto, ben armato e... se viene abbattuto non piange nessuno.

 

Come vedete, si tratta di linee di sviluppo che non comportano pesanti corazzature in acciaio.

 

Al momento, si pensa di integrare queste migliorie sugli Apache, per poi decidere - sulla base dei risultati ottenuti - come dovrà essere progettato il nuovo elicottero, e se dovrà ancora avere un equipaggio umano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Proiettile autoforgiante? :huh::huh::huh:

Cos'è? :blink:

A cosa serve? :blink:

Come funziga? :huh:

Edited by speedyGRUNF

Share this post


Link to post
Share on other sites
L'USARRMY sta lavorando su più fronti.

oltre alla domanda di speedy

 

hai messo una R di troppo oppure è un organo particolare dell'esercito?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho messo una R di troppo.

 

 

Il proietto autoforgiante (SFF: Self Forging Fragment) è un disco di rame/bronzo o altro tipo di materiale, molto sottile e compatto.

Immaginate una scatola di tonno.

Da una parte c'è il disco in metallo, dall'altra una carica di esplosivo opportunamente sagomata.

La carica di esplosivo esplode, ed è sagomata in maniera tale da generare un'esplosione che fonde il metallo (in tutto o parzialmente) e lo fa diventare un vero e proprio proiettile scagliato in una direzione ben determinata.

 

Questo proiettile, terminato l'effetto dell'esplosione, si presenterà solido e velocissimo (anche 8-10 km/sec).

 

Il vantaggio del sistema è che non hai bisogno di un cannone, nè di munizioni ingombranti: solo tante scatolette di tonno.

 

Infatti questo tipo di munizione è nata come sub-munizione anticarro per le bombe cluster, ed è stata inventata dagli americani e utilizzata largamente dall'USAF.

Una bomba cluster può trasportare decine e decine di queste scatolette di tonno, che scendono al suolo (a volte con paracadute, a volte no) ed hanno un piccolo sensore IR che individua il carro armato bersaglio e comanda l'esplosione che genera il proietto destinato a distruggerlo.

 

La tecnologia militare ha risorse infinite...

 

Giacchè ci sono ci metto il disegnino tecnico, questa è la CBU-97 con submunizioni SFF:

 

cbu97.jpg

 

cbu97.jpg

 

tenete conto che questi affari devono distruggere un carro armato, e pesano alcune centinaia di grammi ciascuna.

 

Per una funzione antimissile, si sono sperimentate SFF del diametro di 10 mm, pesanti pochissimi grammi e contenenti appena 6 grammi di esplosivo RDX, in grado di generare tre frammenti autoforgiati ad alta velocità.

Edited by Gianni065

Share this post


Link to post
Share on other sites
:lol: ke fiko!!!!!mi potresti spiegare la questione dei laser,non ne ho mai sentito parlare.-..... :pianto:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il laser ha molti utilizzi in campo militare.

 

I più diffusi sono due:

 

- Telemetro laser, che serve per calcolare con precisione la distanza di un bersaglio;

 

- Illuminazione laser, che è il sistema di guida utilizzato dalle bombe a guida laser.

 

Oltre a questi due, però, ce ne sono altri.

 

Ad esempio esiste una specie di radar che, anzichè utilizzare le onde radio, usa la luce laser (LIDAR anzichè RADAR), ed è capace di penetrare, in certa misura, anche sotto l'acqua.

 

Il laser è usato anche come sistema di comunicazione e data link.

 

Il laser è usato nelle spolette di prossimità.

 

Infine, il laser è usato anche come arma vera e propria: sono in sviluppo sistemi antimissile e non solo, basati sul laser, sulla sua potenza distruttiva.

I laser antimissile possono puntare alla distruzione fisica del bersaglio, oppure puntare a distruggerne i suoi sensori di guida o a provocare l'esplosione della testata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ke fiko!!!non lo sapevo grazie!!,comunque ho cercato info e ho letto che e' stato usato nella 2 guerra mondiale...non so come e dove ne tantomeno da chi (poiche la frase diceva<<... inoltre sono stati utilizzati nella 2 guerra mondiale...>>)

Share this post


Link to post
Share on other sites

visto ke parliamo d laser scusate l'ot...è in progetto 1 aereo (il boeing YAL-1A dell'USAF ke deriva da un 747) ke sul muso ha 1 laser ke permette l'abbattimento di missili balistici ne è stato parlato su 1-2 numeri d aeronautica e difesa dell'anno scorso

My Webpage

Edited by Gabu86

Share this post


Link to post
Share on other sites

appunto anke se non viene rilevato dai radar poi viene abbattuto da uno stinger e abbiamo ammucchiato un milione di dollari!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×