Jump to content
Sign in to follow this  
Maverick22

Il Tornado

Recommended Posts

Ciao a tutti. io mi sono appena iscrittto in questo sito, ed ho la passione degli aerei, quindi come primo mio discorso vorrei chiedervi qualche informazione sul Tornado...sia f3 o ids o egm

 

spero che rispondete presto :okok:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bè per cominciare.il tornado non ha la pedaliera...fa tutto il computer....inoltre il navigatore dietro è quasi coperto dalle prese d'aria e quindo la visuale non è ottima...tra qualche hanno toglieranno tutta l'attrezzatura e la sostituiranno con dei display touch-pad(non so se si scrive così) con su i tasti e basterà una sola pressione sullo schermo....e forse metteranno anche i comandi vocali.

Bè come sai il tornado ha le ali ''rotanti'' azionabili tramite il pilota con una leva, ha due motori di circa 3 tonnellate l'uno...e ha un radar mooooooooooooooooooooolto preciso pensa che se ti stabilizzi ad una altezza di 60 piedi questo non sgarra neanche di 1 cm...inoltre se davanti c'è una leggera elevazione della terra(collina) questo rimane a 60 sempre a 60 dalla collin...non so se sono stato chiaro..il radar/sensori rimangono sempre a 60 piedi in base all'altezza del terreno....se hai altre domande più specifiche...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Tornado è un caccia multiruolo ad ala media a geometria variabile, biposto, bimotore (due turbofan Turbo Union RB 199MK 103), capacità di rifornimento in volo.

 

Il velivolo è stato progettato e prodotto dal consorzio europeo Panavia congiuntamente dagli stati maggiori delle aeronautiche d'Italia, Inghilterra e Germania.

Il primo velivolo si chiamava MRCA 75 (Multi Role Combat Aircraft), poi ne vennero sviluppate una versione d'attacco convenzionale e strike (IDS) e una versione da difesa aerea (ADV).

 

L'AM ne acquistò 100 esemplari entrati in servizio nel 1982 per sostituire gli F-104 nel ruolo caccia-bombardieri. Un gruppo di 10 Tornado ha partecipato alle operazioni della missione Desert Storm nel 1991, dove fu abbattuto un velivolo e l'equipaggio (Magg. Gianmarco Bellini e Cap. Maurizio Cocciolone), ha dovuto subire una lunga prigionia.

 

I Tornado IDS sono in carico al 6° Stormo di Ghedi, 156° Gruppo CBC e 102° Gruppo CBC. Sugli IDS, grazie alla loro capacità di guida laser di armamento ottenuta dall'installazione di kit di guida e pod illuminatori, è stato possibile equipaggiare armamento di precisione quali bombe GBU 16.

 

A causa del ritardo del programma Eurofighter e dell'impossibilità di poter tenere in linea un numero adeguato di F-104 ASA-M per tutti i gruppi CIO, L'AM decise nel 1993 di acquistare in leasing decennale dalla RAF 24 Tornado ADV.

Le differenze principali dall'IDS sono il motore RB 199 MK 104 piu' potente, la fusoliera piu' lunga per poter equipaggiare una versione aggiornata del radar da ricerca e di tiro FOXHUNTER. L'armamento è costituito da missili Sky Flash e guida radar, AIM-9L Sidewinder a guida IR e un cannone Mauser da 27 mm.

 

Poi abbiamo il Tornado ECR (Electronic Combat Reconnissance) da adoperare per missioni SEAD (Suppression of Enemy Air Defence).

 

 

PS. BENVENUTO NEL FORUM!!! :okok:

Edited by fabiomania87

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque, Hollywood... hai le idee un po' confuse...

 

il Tornado ha la pedaliera.

le ali a geometria variabile sono a controllo automatico.

ecc... ecc...

 

In attesa di inserire le schede su questo sito, consiglio di dare un'occhiata almeno a questi siti in italiani:

 

http://it.wikipedia.org/wiki/Panavia_Tornado

 

http://www.aeronautica.difesa.it/SitoAM/De...rg=9&idente=122

 

http://web.tiscali.it/Falcon/italia/tornado.html

 

A proposito: il primo è meglio che ve lo memorizziate.

La wikipedia ha tante di quelle informazioni sui mezzi militari che nemmeno vi immaginate...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gianni, non per contraddirti perchè te ne sai di cose 10000000volte più di me.Quando siamo saliti sul tornado per vedere l'attrezzatura, lo specialista ha detto che non ha la pedaliera...e le ali, bè, lo decide il pilota quando aprirle o chiuderle....c'era la leva!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

e come azionavano il timone di coda? mi sembra strano che non abbia avuto la pedaliera. inoltre io mi ricordavo (ma mi posso sempre sbagliare) che le ali erano controllate dal computer che ne regolava l'angolo a seconda della velocità. la leva non è solo per i casi d'emergenza o per richiudere le ali a terra per mettere l'aereo nell' hangar?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per le ali potrebbe essere ma....bho :D:D ........ma per la pedaliera....sono sicuro..nelle virate fa tutto il pc.....sapete cosa potrebbe essere?quello era un tornado appena arrivato, ce l'ha detto lo specialista e...in effetti...era parecchio sporco....magari era un modello diverso....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Holly.... non esiste al mondo un aereo - con equipaggio umano - che non abbia una pedaliera...

 

Il computer di missione del Tornado è in grado di pilotare l'aereo senza intervento umano, verissimo, ma NON PUO' SAPERE SE E QUANDO IL PILOTA DECIDE DI VIRARE, al di fuori del contesto di una missione prepianificata.

 

Sarò più chiaro con un esempio: se durante una missione controllata dal computer, arriva l'ordine che l'obiettivo va cambiato, o che bisogna rientrare subito alla base... il pilota che dovrebbe fare?

 

Lo "specialista" con cui hai parlato, evidentemente si occupa di un aspetto particolare della macchina (i motori ad esempio) e di tutto il resto non ci capisce... un'acca!

 

Lo stesso dicasi per le ali: in volo il Tornado ha una geometria alare controllata dal computer.

Solo in casi particolari (malfunzionamento del computer, esigenze a terra) il pilota può comandare manualmente la geometria delle ali.

Share this post


Link to post
Share on other sites

in effetti ha ragione gianni... un aereo senza pedaliera è un pò folle da pensare... :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora, adesso che ho qualche minuto in più, chiarisco il principio di funzionamento del sistema di attacco del Tornado.

 

La missione viene prepianificata a terra.

Pilota e navigatore tracciano la rotta di attacco, e inseriscono una serie di punti intermedi di controllo molto facili da identificare (castelli, montagne, laghi, ecc...) che serviranno per migliorare la precisione della navigazione.

Questa pianificazione viene fatta utilizzando un sistema computerizzato, che alla fine genera una specie di cassetta dati.

 

Questa cassetta va poi inserita nel computer di bordo del Tornado, il quale la legge ed è così in grado di pilotare da solo l'aereo per tutta la durata della missione.

 

Ogni volta che viene raggiunto un punto intermedio di controllo (ad esempio un castello) il navigatore "informa" il computer che in quel preciso istante l'aereo è sul punto intermedio.

Il computer fa questo ragionamento:

 

"Ah ecco, in questo istante stiamo sorvolando il castello. Per i miei calcoli, invece, avremmo dovuto trovarci ancora mezzo miglio a sud-est dal castello. Siccome stiamo volando da 45 minuti a 1000 km/h, significa che il sistema di navigazione INS presenta un errore medio di circa 1,2 metri ogni chilometro percorso. Quindi devo tener conto di questo errore medio"

 

Al successivo waypoint, il computer verifica nuovamente i suoi calcoli.

 

Con 2-3 waypoint di controllo, ci si assicura che l'aereo arriva sul bersaglio con la massima precisione.

 

Nei più recenti ammodernamenti (MLU) questo compito del navigatore (avvisare il computer che si è raggiunto un waypoint) non serve più, perchè grazie al sistema di navigazione satellitare GPS, il computer verifica da solo, costantemente, la corrispondenza tra i propri calcoli di posizione e la posizione reale dell'aereo, per cui la precisione è massima.

 

E' chiaro che quando si opera con questa modalità il Tornado vola senza necessità che il pilota tocchi i comandi.

 

Questo tipo di attacco è compatibile solo con l'utilizzo di bombe stupide o sistemi antipista non guidati o armi a traiettoria preprogrammata (come le JDAM).

 

Nondimeno, l'intervento del pilota è quasi sempre necessario nella fase finale di un attacco operato con armi a guida laser, così come è sempre necessario in fase di atterraggio (quasi nessun pilota sceglie un atterraggio completamente automatico con l'uso dell'ILS, ammesso che sia disponibile).

 

Esistono però numerose modalità di attacco nelle quali il computer di missione non serve affatto: si pensi a una missione di pattugliamento search and destroy, dove gli obiettivi non sono prepianificati, oppure a un pattugliamento SEAD, o a un attacco contro unità navali o colonne corazzate (le cui posizioni sono note solo approssimativamente e quindi il pilota deve individuarle e colpirle utilizzando i mezzi a propria disposizione: occhi, radar, sensori IR).

 

In tutti questi casi il pilota controlla totalmente la condotta del velivolo.

 

Questa è una foto dell'abitacolo del Tornado, posizione del pilota, con le pedaliere ben in evidenza...

 

TornadoCockpit.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per risponderti con precisione assoluta, dovrei verificare una a una la sorte di ogni singolo dei 100 Tornado consegnati, con il numero di matricola.

 

Invece, dando un occhio ai dati sugli incidenti, posso dirti che 10 velivoli di serie sono andati persi in vari incidenti, ed 1 è stato radiato in seguito ai danni riportati per un altro incidente.

 

In servizio restano quindi 89 velivoli.

 

In realtà, alcuni di questi sono stati ritirati per varie ragioni, e al momento risultano in carico (comprese le riserve) circa 50 IDS, 16 ECR e 11 IDS-IT (doppio comando).

Share this post


Link to post
Share on other sites

solitamente le riserve a quanto dovrebbero ammontare? se non ricordo male ogni gruppo ha in dotazione 18 macchine circa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma infatti anche a me sorgeva strano.....un aereo senza pedaliera...perchè lo specialista ha tirato fuori l'argomento: Virata a COLTELLO.....quindi io ho detto......:

 

Allora quando il pilota vira con la cloche usa lapedaliera se no come farebbe?

 

P.S. la virata l'ho buttata li alla svelta...non c'ho voglia di stare li a spiegare tutti, tanto, sapete tutti cosè!!!!!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
solitamente le riserve a quanto dovrebbero ammontare? se non ricordo male ogni gruppo ha in dotazione 18 macchine circa

In realtà gli organici prevedono 12 velivoli a gruppo.

 

Ci sono 4 gruppi operativi (compreso quello OCU) per cui il totale è pari a 48 aerei in linea volo.

 

Chiaramente per assicurare un buon numero di velivoli sempre disponibili è necessario che ci sia una certa riserva di velivoli, in maniera da garantire la rotazione per la manutenzione ed il ripianamento delle perdite.

 

Un'idea di quanti aerei siano effettivamente utilizzati in questa "rotazione", ci viene dal numero di velivoli previsto inizialmente per l'aggiornamento MLU: si parlava di 57 velivoli tra IDS ed ECR. Aggiungendo la dozzina di IDS-IT si arriva quindi a poco meno di 70 velivoli.

 

Fra i 48 operativi ed i 70 in totale, c'è quindi una differenza di 22 macchine, circa il 50 % della forza, il che rappresenta un valore ottimale di "riserva".

 

Le macchine che mancano all'appello (una quindicina circa) sono probabilmente stoccate non in condizioni di volo, per fungere da fonte di pezzi di ricambio o in previsione di un (improbabile) reimpiego in caso di necessità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

i velivoli sottoposti a MLU sono 18, se non mi sbaglio l'organico di 12 aerei è per i gruppi caccia non da attacco al suolo, su questo ho una vaga memoria di una discussione con Tillo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusa hollywood ma ank'io sono stata a cameri ma nessuno mi ha detto che il tornado non avesse pedaliera...e poi se vi hanno salire su quella specie di simulatore si vedono e si sentono!!e anke su quelli veri...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bo....è moooooooooooooooolto possibile che abbia capito male...ma....mi sembra di avere capito giusto!!!!!!!!ma........

Share this post


Link to post
Share on other sites
i velivoli sottoposti a MLU sono 18, se non mi sbaglio l'organico di 12 aerei è per i gruppi caccia non da attacco al suolo, su questo ho una vaga memoria di una discussione con Tillo.

C' è stato un tempo in cui erano 18... in effetti.

 

Oggi sono 12, che poi in realtà non sono mai 12, qualcuno in più c'è quasi sempre. Ma a 18 non si arriva... anche perchè 18x4 fa 72 e non ci sarebbe spazio sufficiente per le riserve e la rotazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

capito, cmq per esempio il 50° stormo ha in carico 16 Tornado ECR e 2/3 IDS Harm

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì infatti è il reparto che ha in carico il maggior numero di velivoli rispetto a tutti gli altri. Ma quello che conta non è tanto il numero di velivoli, che è variabile, ma il numero di equipaggi effettivamente assegnati al gruppo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie a tutti per le risposte che avete dato.anke se alcune sigle non ho ankora kapito ke cosa vogliono significare....wabbè però ho solo 15anniquindi col tempo imparerò molte cose sugli aerei(la mia passione...)

 

beati hollywood e gianni...siete saliti sul tornado :drool: ...per ora io posso solo vedere gli harrier all'aeroporto della marina militeredato che ci lavora mio padre.

 

grazie ankora :okok:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho avuto la possibilità di vivere una giornata al 6°Stormo di Ghedi assieme ai piloti di tornado è stata una esperienza bellissima, ho fatto il briefing di missione, tracciato rotte, analizato fotografie scattate dai tornato ricognitori, pranzato in mensa ufficiali, e sono salito su due tornadi IDS con un pilota che mi spiegava tutti i componenti. Ho avuto l'opportunità di visitare tutta la base (è immensa) e tutti i reparti, officina, bunker.... è stato stupendo..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Veramente Maverick non ricordo di aver mai detto di essere salito su un Tornado... però ammetto di averlo fatto... e la pedaliera c'era... ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Veramente Maverick non ricordo di aver mai detto di essere salito su un Tornado... però ammetto di averlo fatto... e la pedaliera c'era... ;)

anke tu sei salito sul tornado?????

non è giusto...ank'io voglio salirci!!ma davvero però, non solo quando è fermo.....:-(

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×