Jump to content

Il medioevo prossimo venturo


Guest intruder
 Share

Recommended Posts

Guest intruder

http://www.newscientist.com/article/dn1640...ing-damage.html

 

Major solar storm could cause lasting damage

 

Our technologically dependent society could be brought to its knees the next time Earth is walloped by an extreme solar outburst, according to a new report.

 

Intense outbursts of plasma from the Sun, called coronal mass ejections, can create electromagnetic interference that plays havoc with technology. One nasty blast in 1989 knocked out the power grid in Quebec for several hours.

 

The effects could get much worse, according to a report by a US National Research Council committee led by Daniel Baker of the University of Colorado in Boulder and based on workshops held in May 2008 in Washington, DC.

 

The most powerful solar outburst on record happened in 1859. At that time, it merely disrupted telegraph communication. But if it happened today, it could cause lasting damage to electric power grids, with cascading effects on the supply of water, perishable food, medicine and other necessities, the report says.

 

Damaged transformers, which change the electricity's voltage, could be a particularly big problem. "If a large number of those were taken out, it could take quite a while to replace them," says Baker. "There's not a lot of stock of them, and they have to be built to order."

 

One recent study suggested the Sun may be on the verge of a decades-long quiet period, during which big outbursts would be less likely (New Scientist, 10 January 2009, p 11). But such predictions are fraught with uncertainty.

 

Fortunately, there are ways to reduce the risk of such a catastrophe. Relatively cheap modifications to transformer circuits could make them 60 to 70% less vulnerable to solar storm damage, for example, the report says.

 

 

 

 

Ecco come lo riporta un giornale italiano sul suo sito: http://www.leggo.it/articolo.php?id=17994#commenti

 

Tra circa tre anni la Terra potrebbe essere investita da una tempesta solare potentissima, in grado di distruggere le reti elettriche e di riportare il mondo, almeno per una ventina d'anni, all'età del Medio Evo. Secondo quanto riporta il settimanale britannico New Scientist, un rapporto finanziato dalla Nasa e pubblicato dalla National Academy of Sciences (Nas) americana a gennaio conclude che una tempesta solare potrebbe verificarsi a breve e avere gravi conseguenze per la società umana, totalmente dipendente dall'elettricità e dalla tecnologia. «Ci stiamo avvicinando sempre più ad un possibile disastro», ha dichiarato alla rivista britannica Daniel Baker, esperto di meteorologia spaziale dell'università del Colorado e presidente della commissione della Nas che ha redatto il rapporto. Secondo gli scienziati, in un anno di intensa attività del Sole, come si prevede potrà essere il 2012, potrebbero avvenire violente esplosioni della corona solare e la Terra potrebbe essere investita da un'ondata particolarmente violenta di vento solare. A contatto con la magnetosfera terrestre, il vento solare potrebbe causare una perturbazione geomagnetica tale, secondo l'esperto, da far saltare le linee elettriche.

L'ultima volta che si era verificata una tempesta solare particolarmente violenta, nel 1859, una gigante aurora boreale aveva investito la Terra fino ai Tropici. In California, un gruppo di minatori si era svegliato pensando fosse giorno ed invece erano le due del mattino. Ma il mondo non era ancora così industrializzato e dipendente dalla tecnologia e, a parte alcuni danni alle linee del telegrafo, le conseguenze di quella tempesta, chiamata perturbazione di Carrington, non erano state particolarmente gravi. Oggi invece le cose andrebbero in maniera molto diversa. Secondo il rapporto della Nas telefoni cellulari e internet potrebbero avere problemi di collegamento, così come la radio e potrebbero esserci problemi di approvvigionamento elettrico e di acqua. Senza elettricità le pompe di benzina non funzionerebbero così come le centrali nucleari e a carbone, e l'intero pianeta potrebbe trovarsi senza energia. Gli esperti hanno calcolato che per far ripartire il sistema sarebbero necessari almeno una ventina d'anni.

Edited by intruder
Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...
Guest intruder
Apparte le battute... ma... è certo che nel 2012 succederanno le cose descritte sopra?

 

 

In America si dice che di certo c'è solo la morte e le tasse.

Link to comment
Share on other sites

Apparte le battute... ma... è certo che nel 2012 succederanno le cose descritte sopra?

Stai tranquillo, il 1° Gennaio 2013, dopo una "notte di bagordi", ti risveglierai e dirai: "Porc.. miseria, non è successo niente!"

Se dovessimo dar retta a tutte queste "cazz... cavolate" ci dovremmo esser già "estinti" fin dall'anno 1000! I cosiddetti "pofeti di sventure" non sono altro che "pallonari" che per motivi vari mettono in giro queste notizie allarmistiche, quanto a John Titor penso sia la più grande "presa di c... fodelli" mai apparsa su Internet e chi l'ha inventata, sono sicuro, in questo momento se la starà facendo nei pantaloni dal gran ridere vedendo quante persone stanno abboccando alle sue "balle"! :rotfl::rotfl::rotfl:

 

Ciao

 

Alex da Livorno

Link to comment
Share on other sites

Guest caposkaw

allora, i testimoni di geova fecero dei calcoli (loro) e si immaginarono la fine del mondo nel 1895 (mi pare).

poi, durante la 1°gm erano arrapatissimi sperando in una conflagrazione universale (?)...

adesso , ogni tanto dicono che il mondo finirà domani, o se non domani , dopodomani....

 

....

 

diciamo che certe persone hanno bisogno di sperare che ci sia la fine del mondo.... :blink: :blink: :blink:

Link to comment
Share on other sites

allora, i testimoni di geova fecero dei calcoli (loro) e si immaginarono la fine del mondo nel 1895 (mi pare).

poi, durante la 1°gm erano arrapatissimi sperando in una conflagrazione universale (?)...

adesso , ogni tanto dicono che il mondo finirà domani, o se non domani , dopodomani....

 

Al mio paese un conoscente, seguace di questa religione, è piuttosto arrabbiato con i rappresentanti di quest'ultima perché, a furia di attendere una fine del mondo che non è mai arrivata, ha vissuto con la famiglia nella medesima casa in affitto per 40 anni mentre avrebbe potuto benissimo comprarsela in passato ad un prezzo bassissimo.

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
Al mio paese un conoscente, seguace di questa religione, è piuttosto arrabbiato con i rappresentanti di quest'ultima perché, a furia di attendere una fine del mondo che non è mai arrivata, ha vissuto con la famiglia nella medesima casa in affitto per 40 anni mentre avrebbe potuto benissimo comprarsela in passato ad un prezzo bassissimo.

 

 

Diventare agnostico, come me, non è mai troppo tardi.

Link to comment
Share on other sites

Al mio paese un conoscente, seguace di questa religione, è piuttosto arrabbiato con i rappresentanti di quest'ultima perché, a furia di attendere una fine del mondo che non è mai arrivata, ha vissuto con la famiglia nella medesima casa in affitto per 40 anni mentre avrebbe potuto benissimo comprarsela in passato ad un prezzo bassissimo.

Negli anni sessanta, in prossimità della fine del mondo, questi simpatici ometti si rifugiarono in massa sul monte Bianco e questo perché nelle scrittura sta scritto che solo chi sarà sul monte al momento della fine del mondo riuscirà a salvarsi...

Edited by gobbomaledetto
Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
johnny, ma il tuo conoscente è ancora testimone di geova?

ma allora è proprio un pistola (come si dice a milano)!

 

 

Saranno affari suoi. O no?

Link to comment
Share on other sites

johnny, ma il tuo conoscente è ancora testimone di geova?

ma allora è proprio un pistola (come si dice a milano)!

 

Non so se lo sia ancora. La moglie ogni tanto veniva a mettere le riviste nella buca delle lettere ma è un po' che non la vedo (tra l'altro ogni articolo de "la Torre di Guardia" è mooolto più scientifico di Voyager se si eccettuano le ultime tre righe).

 

Immagino che crisi del genere succedano anche a cattolici ferventi ai quali magari capita qualche disgrazia e dubitano della divina provvidenza.

 

In realtà ne ha passate anche di peggio, del genere operazioni chirurgiche serie a familiari che sono diventate pericolose a causa del rifiuto di trasfusioni.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...