Jump to content
Sign in to follow this  
paperinik

UAE acquista C-17 e C-130J

Recommended Posts

L'ultima edizione della IDEX 2009 sembra essere una continua esplosione di annunci da parte di UAE.

Dopo la -graditissima- rivelazione sull'M-346, UAE ha annunciato di aver siglato altri due contratti molto importanti nel campo del trasporto militare (tattico e strategico):

 

1)Il primo contratto riguarda Boeing per la fornitura 4 esemplari di C-17 per un valore di 1,3 miliardi di $

2)Il secondo contratto riguarda Lockheed Martin: 12 C-130J per un valore di 1,6 miliardi di $.

 

UAE si sta proponendo all'occidente come acquirente di primo piano e soprattutto sta assemblando una forza aerea di altissimo profilo:

-F-16E/F Desert Falcon

-Mirage 2000-9

-M-346

-C-17

-C-130J

...

Edited by paperinik

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giusto per curiosità, ma che ci fanno gli Emirati con i C-17? :blink: Non è un poco esagerato?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder
Giusto per curiosità, ma che ci fanno gli Emirati con i C-17? :blink: Non è un poco esagerato?

 

 

In attesa dei B-2... in effetti fanno la spesa alla grande da quelle parti, ma credo abbiano delle strabuone ragioni, e sono quei 70 od 80 milioni di scalmanati che stanno dall'altra parte del Golfo (so benissimo che il regime non sembra godere di gran consenso, ma una cosa è la simpatia un'altra il nazionalismo, come sanno tutti i dittatori da Stalin in poi). E perciò anche gli aerei da trasporto acquistano un senso, quello di disporre di una forza aerea di primo livello per far fronte all'emergenza, a qualunque emergenza. Da qualche parte ho letto che intendono acquistare pure AEW e cisterne...

Share this post


Link to post
Share on other sites
...E perciò anche gli aerei da trasporto acquistano un senso, quello di disporre di una forza aerea di primo livello per far fronte all'emergenza, a qualunque emergenza. Da qualche parte ho letto che intendono acquistare pure AEW e cisterne...

 

Posso capire benissimo AEW, C-130J e cisterne, tutti i caccia che vuoi, ma un trasporto strategico per un paese che nei due punti più lontani non arriva a 600 km... A meno che servano per fare la spesa altrove, boh? Oppure hanno truppe dispiegate in missioni di pace?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder
Posso capire benissimo AEW, C-130J e cisterne, tutti i caccia che vuoi, ma un trasporto strategico per un paese che nei due punti più lontani non arriva a 600 km... A meno che servano per fare la spesa altrove, boh? Oppure hanno truppe dispiegate in missioni di pace?

 

 

Non mi pare abbiano truppe impiegate all'estero. Credo sia solo saggezza latina, melius abundare quam deficere... in tutti i sensi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Poi qua ci lamentiamo quando mettiamo da parte 130 F-35, tutto il mondo è paese!!!!

 

Assolutamente vero Lego, Sono i controsensi del nostro paese! :angry:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giusto per curiosità, ma che ci fanno gli Emirati con i C-17? :blink: Non è un poco esagerato?

 

UAE vuole porsi come forza di riferimento per interventi multiforze o umanitari in Medio oriente, Asia e Africa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non a caso gli Emirati hanno acquistato cargo tattici/strategici, e a quanto dice Intruder, c'è anche il requisito e la volontà d'acquisto di awacs e aerocisterne... che pazzi questi Emirati!

 

EDIT

Come aerocisterne hanno già ordinato tre A330 MRTT.

Edited by Little_Bird

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sembrano tutt'altro che pazzi, stanno costruendo delle forze armate ben bilanciate ed armate e perfettamente addestrate, a differenza dei loro vicini sauditi che spendono e spandono senza criterio e pianificazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

se non sbaglio gli UAE hanno partecipato a diverse missioni ONU, quindi hanno comunque bisogno di aerei,anche grossi, per il trasporto...poi, visto che i soldi non gli mancano, hanno scelto di viaggiare comodi con il C-17 :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'inventario della flotta UAE è veramente di tutto rispetto...

 

Oltre agli aerei in ordine, che ricordo sono 48 m-346, 4 C-17, 3 A330 MRTT e 12 C-130/30J dispone di:

-80 F-16E/F Desert Falcon

-68 Mirage 2000-9 (di cui 32 aggiornati all'ultimo upgrade disponibile per i Mirage)

-18 C-130 (versioni J e H)

-11 CN-235

-46 BAe Hawk

-11 Pilatus PC-7

-5 Mb-339

-etc

 

Senza contare la flotta di elicotteri che vede la presenza di ben:

-30 Ah-64 Apache

-12 Ch-47 Chinook

-12 As-550 Fennec

-8 As-330/332 Puma-Super Puma

-16 As-565 Panther

-14 As-350 Ecureil

-10 Agusta-Bell 212/412

-etc

 

FRA QUELLI A REGISTRO E QUELLI ORDINATI FANNO 416 VELIVOLI!!!

E noi vogliamo tagliare gli F-35....(l'AMI attualmente dispone di 386 velivoli d'attacco, UAV inclusi!!!!).

Edited by paperinik

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non dimentichiamo che loro ancora non hanno praticamente la voce "marina" sul bilancio della difesa.

Tra l'altro si parlava di un interesse per i sottomarini Italo-Russi, che sarebbero perfetti per le loro esigenze.

Share this post


Link to post
Share on other sites
L'inventario della flotta UAE è veramente di tutto rispetto...

 

...

 

FRA QUELLI A REGISTRO E QUELLI ORDINATI FANNO 416 VELIVOLI!!!

E noi vogliamo tagliare gli F-35....(l'AMI attualmente dispone di 386 velivoli d'attacco, UAV inclusi!!!!).

 

Per capire meglio la proporzione, aggiungerei, se Wikipedia non sbaglia grossolanamente, che hanno una popolazione di circa 4.6 milioni di abitanti, meno di un decimo dei nostri! Quando si dice che i soldi non contano... Ma avranno abbastanza piloti o si comperano pure quelli?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh da loro sono arruolabili, se non proprio coscritti (questo non riesco a capirlo), anche gli innumerevoli stranieri residenti, non dimentichiamo che si tratta di paesi dove una piccola elite araba comanda ma la forza lavoro è composta da pakistani, indiani, africani ecc.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Pilotare un aereo è una specie di onore per i beduini in genere, in Arabia ne ho conosciuto diversi che sono passati direttamente dal cammello all'F15. In genere i mercenari vengono usati per le forze di terra (vorrei ricordare che gli unici che diedero del reale filo da torcere agli scherani di Saddam, nel 1990, in Kuwait, furono i mercenari pachistani).

Share this post


Link to post
Share on other sites
L'inventario della flotta UAE è veramente di tutto rispetto...

 

Oltre agli aerei in ordine, che ricordo sono 48 m-346, 4 C-17, 3 A330 MRTT e 12 C-130/30J dispone di:

-80 F-16E/F Desert Falcon

-68 Mirage 2000-9 (di cui 32 aggiornati all'ultimo upgrade disponibile per i Mirage)

-18 C-130 (versioni J e H)

-11 CN-235

-46 BAe Hawk

-11 Pilatus PC-7

-5 Mb-339

-etc

 

Senza contare la flotta di elicotteri che vede la presenza di ben:

-30 Ah-64 Apache

-12 Ch-47 Chinook

-12 As-550 Fennec

-8 As-330/332 Puma-Super Puma

-16 As-565 Panther

-14 As-350 Ecureil

-10 Agusta-Bell 212/412

-etc

 

FRA QUELLI A REGISTRO E QUELLI ORDINATI FANNO 416 VELIVOLI!!!

E noi vogliamo tagliare gli F-35....(l'AMI attualmente dispone di 386 velivoli d'attacco, UAV inclusi!!!!).

 

Già, infatti la loro è una forza equilibrata (o in parte lo sarà), è questa la differenza, non il numero di velivoli.

 

Loro che hanno probabilità più alte di usarli i loro caccia di quante ne abbiamo noi ne hanno "solo" 148.

Ma vabbè non ri-apriamo discorsi già affrontati in altra sede.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Già, infatti la loro è una forza equilibrata (o in parte lo sarà), è questa la differenza, non il numero di velivoli.

 

Loro che hanno probabilità più alte di usarli i loro caccia di quante ne abbiamo noi ne hanno "solo" 148.

Ma vabbè non ri-apriamo discorsi già affrontati in altra sede.

 

Loro non hanno una forza marittima da finanziare, loro non hanno F-104 da aggiornare, loro non hanno costosi leasing da estinguere, loro non sono una potenza industriale....loro hanno i petrodollari.

 

La semplificazione evidenzia tre concetti molto semplici:

1)partire da zero facilita molto le scelte, poichè non ci sono situazioni pregresse che ti impongono determinate strategie. Non ci sono inoltre tutta una serie di costi (spesso molto onerosi) che gravano sui bilanci e che hanno spesso strani acronimi (ASA, MLU) per indicare sempre la stessa cosa: aereo vecchio che deve essere adeguato ad esigenze nuove.

 

2)allestire una forza aerea di primo piano è relativamente semplcie se il tuo bilancio non implica altre voci di spesa per la difesa, come la Marina o la Guardia Costiera (per fare un esempio)

 

3)La forza aerea di una potenza industriale non può rinunciare a confrontarsi -sì, anche numericamente- con uno staterello medio orientale che gode dei soli benefici del petrolio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per favore basta con l'F-104, io stesso lo ritengo una vergogna che si sia andato per 40 anni avanti con quel velivolo e chi lo aclama quì dentro non sono certo io! :rolleyes:

 

Per il resto son d'accordo ma:

 

La forza aerea di una potenza industriale non può rinunciare a confrontarsi -sì, anche numericamente- con uno staterello medio orientale che gode dei soli benefici del petrolio.

 

Appunto, infatti dovremmo paragonarci con Germania, Francia, Spagna e Inghilterra, che sono le nazioni a cui faccio di solito riferimento, ma anche paragonandoci a loro c'è sempre qualcosa che non torna.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Per favore basta con l'F-104, io stesso lo ritengo una vergogna che si sia andato per 40 anni avanti con quel velivolo e chi lo aclama quì dentro non sono certo io! :rolleyes:

 

Per il resto son d'accordo ma:

Appunto, infatti dovremmo paragonarci con Germania, Francia, Spagna e Inghilterra, che sono le nazioni a cui faccio di solito riferimento, ma anche paragonandoci a loro c'è sempre qualcosa che non torna.

 

Il riferimento all'F-104 era solo per rendere lampante il fatto che avere determinate situazioni sul groppone spesso determina che le scelte siano obbligate...o quantomeno limitate. In UAE si partiva praticamente da zero: quindi fissato il budget (per altro enorme) si sono potuti archiviare una miriade di contratti, non essendoci (praticamente) il peso di altre situazioni precedenti.

In Italia, con tutto quello che è stato fatto in passato e che continua a gravere oggi, si poteva a)avere meno esemplari di tutto e -forse- avere un pochino di tutto (aerei, awacs, elint), oppure b)si poteva avere tutto ma con la calma nel tempo (oggi gli aerei, domani gli awacs, passato gli elint). E' stato preferito B...io concordo.

 

Se Spagna o Germania hanno scelto l'opzione A buon per loro....sinceramente non credo che la nostra situazione geo-politica, così come l'assetto delle forze armate (marina in primis), sia simile alla loro.

Edited by paperinik

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gli Emirati Arabi Uniti sono, dal punto di vista militare, uno dei più grandi misteri esistenti (o forse no..).

 

E' un paese di 4,7 mil di abitanti, di cui le donne sono2,7 per ogni uomo (dai 15 ai 65 anni) e il 74% e' composto da non-cittadini (solo il 19% e' degli emirati).

 

Il che, viste le dimensioni delle forze armate, pone leciti dubbi sulla loro efficenza.

 

Prendiamo appunto ad esempio l'Air Force: viene stimata per ca. 1800 (milleottocento) uomini (le FFAA della UAE sono poco più di 60000 complessivamente) e deve dare piloti (appunto, almeno 500, visto il numeri di aerei) oltre agli specialisti (vogliamo fare almeno 2 (due) per aereo?). Abbiamo gia' superato l'organico.

 

E' evidente che una forza del genere non potrà mai funzionare.

 

Stesso discorso per l'esercito: una forza di poche decine di migliaia di uomini, che opera con (tanto per citarce solo 2....) circa 400 carri Leclerc (non esattamente un T34 in quanto a manutenzione..) e circa 600 BMP3.

 

Insomma, pare evidente che ci sia la volonta' di ammassare mezzi (tanto i petrodollari non mancano..) accontentando un poco tutti i paesi del mondo esportatori di armi (che guarda caso, sono comunque o importatori di petrolio, come la Francia, o i superprotettori, come gli Usa, e i Russi tanto per non scontentare nessuno).

 

Sull'efficacia di questo strumento militare, e' lecito qualche dubbio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Si ritenevano leciti gli stessi dubbi sulle forze saudite, prima di Desert Storm. Invece si sono comportate agregiamente, anche se immagino siamo lontani dagli israeliani.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah..

cito testualmente da "Land Power - The coalition and Iraqi Armies", Desert Storm Special (il primo che ho preso in mano..):

 

pag 56-57: Le forze Saudite erano equipaggiate con quanto di meglio i dollari potessero comperare, incluso carri francesi e americani, veicoli corazzat, artiglieria, missili anticarro, armi leggere. Una mancanza di uomini, tuttavia, significava che gran parte dell'arsenale era in deposito (mothballed). Nell'agosto 1990, una brigata pakistana di 8000 uomini venne inviata in Arabia Saudita per attivare equipaggiamento posizionato a difesa del confine con lo Yemen

 

Le forze Saudite furono esclusivamente utilizzate (4, 8, 20a brigata) sulla frontiera Kuwaitiana per fornire una linea di difesa per le forze della coalizione.

 

la Battle of Khafji fu in pratica l'unica vera battaglia a cui i sauditi parteciparono, con forze delle dimensioni di due battaglioni della Guardia Nazionale (questa si l'unica forza realmente efficace, e non per caso..) oltre a due compagnie carri del Qatar, con appoggio aereo e di artiglieria Usa. Considerando che ci furono 43 morti da una parte, e ca 300 dall'altra, non un test particolamente probante.

 

maggiori info qui (prima ricerca che ho fatto):

http://en.wikipedia.org/wiki/Battle_of_Khafji

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder
Mah..

cito testualmente da "Land Power - The coalition and Iraqi Armies", Desert Storm Special (il primo che ho preso in mano..):

 

 

Parlavo di forze aeree, non terrestri. A el Khafji la presero in saccoccia anche gli americani, comunque, e non mi interessa cosa scrivono i libri, io ero a Ras as Tanura in quel periodo, cinquanta chilometri in linea d'aria dal fronte, ho avuto qualche notizia di prima mano, stavamo impaccando tutto per darcela a gambe, fra l'altro.

Edited by intruder

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...