Jump to content

sostituto del dragunov


Guest Andrea29
 Share

Recommended Posts

Guest Andrea29

L'svd non era un fucile molto preciso per i cecchini e tiri da lunga distanze tant'è che è stato rimpiazzato dall'sv-98.

Girando nel web ho notato un fucile di produzione russa(made Lobaev)con delle caratteristiche molto particolari es il fusto in fibra di carbonio e non in polimeri e molti dettagli di produzione occidentale(nonostante i russi dicano sia fabbricato in russia praticamente a mano)questo fucile è usato da un gruppo speciale russo che effettua adestramenti molto proibitivi dal punto di vista fisico e di preparazione.tornando al discorso la caratterististica più particolare è senz'altro il calibro 6,5-284! rispetto ad un più congeniale 7,62 o 338 remington

 

 

ragazzi scusate la poca informazione riguardo al nome e al gruppo che l'utilizza però come avrete ben capito la mia domanda è proprio questa e cioè vorrei saper maggiori informazioni su questo fucile?

potrebbe essere il sostituto del dragunov nonostante sia BA e quindi evitare che i russi utillizzino l'sdv fino al 2050?(data scritta senza fonti attendibili ma solo per dare l'idea)

 

e sopratutto le vostre considerazioni riguardo a questo calibro(differenze rispetto hai più congeniali 7,62 o .338)e le caratteristiche di questo proiettile sulle lunghe distanze?

 

grazie a tutti andrea29

 

ps ho cercato se questo argomento fosse già stato trattato ma non ho trovato nulla di soddisfacente

Edited by Andrea29
Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
L'svd non era un fucile molto preciso per i cecchini e tiri da lunga distanze tant'è che è stato rimpiazzato dall'sv-98.

Girando nel web ho notato un fucile di produzione russa(made Lobaev)con delle caratteristiche molto particolari es il fusto in fibra di carbonio e non in polimeri e molti dettagli di produzione occidentale(nonostante i russi dicano sia fabbricato in russia praticamente a mano)questo fucile è usato da un gruppo speciale russo che effettua adestramenti molto proibitivi dal punto di vista fisico e di preparazione.tornando al discorso la caratterististica più particolare è senz'altro il calibro 6,5-284! rispetto ad un più congeniale 7,62 o 338 remington

ragazzi scusate la poca informazione riguardo al nome e al gruppo che l'utilizza però come avrete ben capito la mia domanda è proprio questa e cioè vorrei saper maggiori informazioni su questo fucile?

potrebbe essere il sostituto del dragunov nonostante sia BA e quindi evitare che i russi utillizzino l'sdv fino al 2050?(data scritta senza fonti attendibili ma solo per dare l'idea)

 

e sopratutto le vostre considerazioni riguardo a questo calibro(differenze rispetto hai più congeniali 7,62 o .338)e le caratteristiche di questo proiettile sulle lunghe distanze?

 

grazie a tutti andrea29

 

ps ho cercato se questo argomento fosse già stato trattato ma non ho trovato nulla di soddisfacente

 

 

Ho dato un'occhiata a un sito russo solitamente molto aggiornato e non ho trovato nulla. Lobaev, tramite la Tsar Cannon Ltd, costruisce armi sportive, mi pare di capire, quindi può presentare tutte le armi e i calibri che gli pare, i russi, come esercito intendo, non mi sembrano così delusi dei loro Dragonov. Cercherò meglio, ma non mi sembra una notizia tanto sconvolgente, negli States c'è chi usa ancora gli Sharp...

Link to comment
Share on other sites

Guest Andrea29

le truppe di fanteria non sono assolutamente delusi dei loro dragunov(purtroppo non mi sono spiegato bene)visto che lo utilizzano come supporto per le lunghe distanze i "delusi"sono i gruppi sf i quali non reputano il svd abbastanza preciso per i tiri dalle lunghe distanze nell'ordine dei 1500m ed è per questo che hanno deciso di adottare questo fucile dal calibro 6,5-284.

 

1500 sono tanti per un cal così piccolo ed è per questo che ho deciso di aprire quest topic

appunto per cercare nuove informazioni su questo fucile e le capacità del proiettile

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder

Probabilmente, ho letto male io. Se dovessi usare un fucile di precisione, ci metterei (e ci metto, per la caccia all'alce, negli States) una sana 375 H&H Magnum, ma probabilmente non è adatta alle esigenze militari se non altro per il rinculo.

 

Sul calibro da te indicato, ho trovato questo:

 

 

http://www.6mmbr.com/SixFive284.html (ottimo)

 

http://www.snipercentral.com/65x284.htm

 

http://en.wikipedia.org/wiki/6.5-284

 

 

Se conosci l'inglese non dovresti avere problemi, attenzione che "gr" non sono grammi, ma grains, un grain essendo 64,8 milligrammi.

Edited by intruder
Link to comment
Share on other sites

Guest Andrea29

ok grazie ottimo lavoro

 

i proiettili sono proprio questi :D infatti da quel che leggo sono adatti a tiri da lunghe distanze

 

ora non resta che trovare il fucile che li utilizza!

 

se non mi sbaglio viene utilizzato da un gruppo sf degli spetnaz

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
Guest intruder

Lasciamolo dire ai cecchini russi cosa gli serve, il proiettile per quanto ne sappiamo può essere all'altezza quanto i raggi della morte dei Klingon. Francamente, la cartuccia del Dragunov non mi sembra tanto debole.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
sostituire il dragunov? non penso che ciò avverrà se non ricamerarlo con un proiettile più performante

 

L'SVD è camerato per cartucce 7,62x54mmR (il cosiddetto "7,62 Russian", da non confondere col più popolare 7,62x39mm cd. "7,62 Soviet" dell'AK), conosciute per essere cartucce molto potenti e molto performanti sulle lunghe distanze, paragonabili al 30-06 Springfield per la potenza ed al .300 Winchester Magnum per l'alta energia residua.

 

Per fare degli esempi, si tenga conto di alcuni dati balistici:

 

- con la palla 7N1 da 9,7g (152 gr) FMJ [Full Metal Jacket], sviluppata appositamente per l'SVD, si ottiene una velocità alla volata di 850 m/s;

- con la palla 7N14 da 9,7g (151 gr) di piombo, sviluppata dalla 7N1, si ottiene la stessa velocità di 850 m/s, ma con una maggiore precisione;

- con la palla 12,0g (185 gr) FMJ, si conserva un'energia di circa 1000 J a 1000 m di distanza...

 

... chiaramente non si può avere tutto dalla vita... si consideri che il suo contraltare nella NATO è l'H&K PSG-1 (cal. 7,62x51mm NATO): anch'esso semi-auto, anch'esso "leggero" (pesano entrambi circa 5kg a vuoto con ottica montata), con calibro simile... i due differiscono per la meccanica (in quanto quella del SVD deriva dallo spartano AK e quella del PSG-1 dal più raffinato G-3 SG-1) e per la gittata - quella dell'SVD è di 1300m, quella del PSG-1 è di "soli" 1000m - con un guadagno del fucile NATO in velocità alla volata (868 m/s) e in precisione, con rosate molto inferiori ad 1 MOA (Minute Of Angle - 1' a 100yards / 25,4mm a 91,7m)...

 

Se poi i russi non si accontentano, allora si accollino il Barrett M-82A1, così avranno potenza, gittata e precisione!!! :okok:;)

 

[aperto OT]

P.S.: Qual'è il gruppo di cui si parlava??? Se si tratta degli Spetsnaz russi, allora potrebbero essere gli Al'fa, che si occupano di anti-terrorismo... non credo i Vympel, che invece sono impiegati in presidi armati di obiettivi sensibili (ad es. centrali nucleari). In particolare l'Al'fa è molto conosciuto e, aggiungo, tristemente conosciuto, in quanto protagonista delle stragi del teatro Dubrovka a Mosca e della scuola di Beslan.

[chiuso OT]

Link to comment
Share on other sites

Francamente, la cartuccia del Dragunov non mi sembra tanto debole.

 

si è hai ragione...per un uomo la cartuccia del dragunov è più che letale(ovviamente dipende dove si viene colpiti)

comunque per quanto ne so il dragunov non verrà sostituito...

Edited by F-14
Link to comment
Share on other sites

Guest intruder

In effetti mi piacerebbe sapere da dov'è uscita questa della sostituzione del Dragunov (anzi, Снайперская винтовка Драгунова, СвД, che diventa SVD, tutto maiuscolo, in caratteri latini): dalla lettura dei siti russi che ho consultato non risulta nulla del genere. Se serve una cartuccia anti-materiale il discorso è diverso, ma la validità anti personale del 7,62x54 russo è ancora immutata. Fino a prova contraria.

Link to comment
Share on other sites

Guest Andrea29

come sappiamo il ruolo dello sniper in russia è molto differente da quello occidentale infatti il cecchino nella fanteria russa sta insieme alla squadra e serve come supporto per le lunghe distanze in questo non c'è nulla da dire sull'svd in quanto svolge bene il suo compito.

 

io nel mio topic mi riferivo ad azioni "di cecchinaggio stile occidentale" per questi compiti l'svd è inadatto

perchè non è molto preciso per i tiri oltre 900-1000 metri infatti è stato sostituito dall 'sv 98.

 

questo nuovo fucile(creato da lobaev) camerato per munizioni 6,5 mm sembra essere molto preciso,è un BA e quindi cercavo maggiori informazioni sul fucile e se potrebbe essere il sostituto del dragunov.

 

grazie andrea

Link to comment
Share on other sites

come sappiamo il ruolo dello sniper in russia è molto differente da quello occidentale infatti il cecchino nella fanteria russa sta insieme alla squadra e serve come supporto per le lunghe distanze in questo non c'è nulla da dire sull'svd in quanto svolge bene il suo compito.

e allora non è un cecchino, ma un tiratore scelto...

 

in ogni caso non penso proprio che i russi non abbiamo i cecchini :D

Link to comment
Share on other sites

Il problema del dragunov è il sistema semiautomatico, che lo rende un ottima arma per tiratori scelti (è per questo che è stato pensato, ha addirittura l'attacco per la baionetta!), ma non certo per lo sniping vero e proprio.

Questo a causa della dottrina delle FFAA Sovietiche, che prevedeva grandi masse di soldati di leva, erano (e sono) composte da coscritti anche le file delle spetsnaz, e quindi necessitavano di armamenti non troppo complessi e "user friendly", come certamente non può essere un vero fucile di precisione bolt-action.

Per quello i Russi adottano diverse armi specifiche, tra cui la più in voga è l'SV98, un classico bolt action derivato da un fucile sportivo, oltre che armi di produzione straniera per le FS.

Quanto all'antimateriale hanno diverse armi dedicate, sono stati loro insieme ai sudafricani a riportare in voga questo tipo di fucile, camerate in 12,7 russian (più performante del BMG) e addirittura in 14.5 Russian, speriemntato anche questo dai sudafricani.

Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...