Jump to content
Sign in to follow this  
speedyGRUNF

BIKINI...

Recommended Posts

Non mi riferisco al costume da bagno a due pezzi portato dalle nostre signorine(Anche se lo apprezzo moltissimo :bleh::bleh::bleh: )ma all'arcipelago dove gli USA hanno fatto esperimenti atomici :(

Mi chiedevo:Quanti esperimenti(Esplosioni)sono stati fatti?

La zona è ancora radioattiva?

La zona è abitata? :blink::blink::blink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ame pare(e sottolineo pare)...ke avevo visto qualcosa su discovery...e che dicevano ke l'atollo(?) aveva mooolti abitanti..e furono fatti ''evadere''..kredo un ce ne siano piu...MA NON NE SONO SICURO... :unsure::ph34r:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dimenticavo.

 

A Bikini hanno fatto 23 test atomici, l'ultimo nel 1958.

 

La "popolazione" (167 persone) fu trasferita in altre isole e dopo decenni di vicende giudiziarie ha ottenuto un risarcimento di oltre mezzo miliardo di dollari.

 

L'atollo è ancora contaminato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
questo è uno dei vari test fatti a Bikini (sapevate che il nome del costume da mare deriva proprio da questi test?)

Nel senso che le nostre signorine diventano ATOMICHE? :woot::woot::woot:

 

Allora immagino che l'atollo sia interdetto alla navigazione e all'approdo...

Ma se per caso vi dovessi attraccare con la mia barca(Prima però mi servirebbe la barca... :rotfl: )poi ne vado via che sono fosforescente?

(Tradotto in linguaggio meno LOL,il livello di radiazioni è ancora pericoloso?E in quanto tempo si stima che le radiazioni decadranno?) :unsure:

 

Insomma,se non è un problema portare un bikini alla mia donna(Prima mi servirebbe una donna... :rotfl: )lo sarebbe il portare la mia donna a bikini? :unsure::unsure::unsure:

 

Mi pare di capire che per un bel po' di tempo le uniche donne che ci si possono portare sono le nostre suocere... :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Grazie" a questi test(ma non solo quelli di Bikini), il "livello di radioattività" dell'intero mondo è aumentato di parecchio, tanto che Chernobyl in confronto ha fatto pochissimo... :thumbdown::thumbdown::thumbdown:

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

questo è uno dei vari test fatti a Bikini (sapevate che il nome del costume da mare deriva proprio da questi test?)

Nel senso che le nostre signorine diventano ATOMICHE? :woot::woot::woot:

 

Allora immagino che l'atollo sia interdetto alla navigazione e all'approdo...

Ma se per caso vi dovessi attraccare con la mia barca(Prima però mi servirebbe la barca... :rotfl: )poi ne vado via che sono fosforescente?

(Tradotto in linguaggio meno LOL,il livello di radiazioni è ancora pericoloso?E in quanto tempo si stima che le radiazioni decadranno?) :unsure:

 

Insomma,se non è un problema portare un bikini alla mia donna(Prima mi servirebbe una donna... :rotfl: )lo sarebbe il portare la mia donna a bikini? :unsure::unsure::unsure:

 

Mi pare di capire che per un bel po' di tempo le uniche donne che ci si possono portare sono le nostre suocere... :rotfl:

speedy ma stavi fatto quando hai scritto questo posto oppure non riuscivi a prendere sonno?!?!

 

quello che mi chiedo io, ma le radiazioni non sono mai andate oltre? spesso si dice che cn il disastro di cernobil (so che non si scrive cosi ma non lo so come si scrive) le radiazioni arrivavano fino a contaminare noi...

 

e li a bikini che ne hanno fatte a quintali non hanno contaminato niente altro?! mare ecosistema solo l'atollo?!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si scrive Chernobyl....cmq...perché facevan sti test?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho sentito dire che ad un certo punto gli abitanti sono ritornati (con l'appoggio del governo naturalemnte) ma sono stati costretti alla fuga perchè il livello era ancora alto, purtroppo alcuni sono morti nell'attesa dell'evacuazione

 

i test francesi sono stati fatti a mururoa invece?

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

questo è uno dei vari test fatti a Bikini (sapevate che il nome del costume da mare deriva proprio da questi test?)

Nel senso che le nostre signorine diventano ATOMICHE? :woot::woot::woot:

 

Allora immagino che l'atollo sia interdetto alla navigazione e all'approdo...

Ma se per caso vi dovessi attraccare con la mia barca(Prima però mi servirebbe la barca... :rotfl: )poi ne vado via che sono fosforescente?

(Tradotto in linguaggio meno LOL,il livello di radiazioni è ancora pericoloso?E in quanto tempo si stima che le radiazioni decadranno?) :unsure:

 

Insomma,se non è un problema portare un bikini alla mia donna(Prima mi servirebbe una donna... :rotfl: )lo sarebbe il portare la mia donna a bikini? :unsure::unsure::unsure:

 

Mi pare di capire che per un bel po' di tempo le uniche donne che ci si possono portare sono le nostre suocere... :rotfl:

speedy ma stavi fatto quando hai scritto questo posto oppure non riuscivi a prendere sonno?!?!

 

quello che mi chiedo io, ma le radiazioni non sono mai andate oltre? spesso si dice che cn il disastro di cernobil (so che non si scrive cosi ma non lo so come si scrive) le radiazioni arrivavano fino a contaminare noi...

 

e li a bikini che ne hanno fatte a quintali non hanno contaminato niente altro?! mare ecosistema solo l'atollo?!

Mi ero svegliato per andare in bagno e a vedere come stava il Mulo(Dormiva pure lui...)...E allora mi son detto"Perchè non andiamo a curiosare sul sito?Così mi venne in mente Bikini,seppure "IL"Bikini ce l'ho sempre fisso nella testa(Come mai? :o ).

 

Per dread:Non ho mai visto una signorina indossare un Mururoa... :rotfl::rotfl::rotfl:

 

(Va bene,Fabio,non spammo più...che?Mi vuoi prendere per il collo?Però non string...NON STRING...E.....REEEEEE!!!!!GHHHH-GGGHHHHH..... :rotfl::rotfl::rotfl: )

Share this post


Link to post
Share on other sites

potremmo aprirne un altra per i nuovi modelli estate 2005 non sarebbe una cattiva idea:rotfl:

 

Così quest'estate al mare incontriamo una ragazza e subito gli diciamo: tu hai un bikini modello xyz di Emporio Armani classe b 56 taglia 3, differisce dall classe a perchè il filo che porti al collo è spesso 25millimetri e non 23, 18 millimetri :rotfl::rotfl:

 

Schiaffone :rotfl::rotfl::rotfl::rotfl::rotfl::rotfl:

 

Ban? :rotfl::rotfl:

 

Dai scherzavo non spammo più. :okok:

Share this post


Link to post
Share on other sites

tutti questi test hanno scombussolato le isole intorno e tutto il pianeta...

 

ma gli usa non stanno sulla terra???

Share this post


Link to post
Share on other sites

no veramente io chiedevo sul serio...

 

è mai poxibile che non ci sn stati influssi sul mare e sull'intero ecosistema con tutti questi esperimenti?!

 

se qlc sa qlc cosa please risponda... non sto spammando chiedo seriamente...

 

 

VaLe

Share this post


Link to post
Share on other sites

Negli anni '50 tutti hanno fatto test nucleare nell'atmosfera a iosa.

 

Americani, russi, francesi e cinesi.

 

Gli effetti a lungo termine e a lunga distanza delle radiazioni non erano conosciuti, o erano ignorati o sottovalutati.

 

Poi si è passati ai test sotterranei, che non producono contaminazione, e infine americani e russi hanno deciso di sospenderli del tutto.

 

Certo resta il problema che non ci sono garanzie che le nuove testate funzionino.

Un conto è "simulare" al computer, un altro è provare dal vero.

 

Non mi risulta che gli abitanti di Bikini siano mai tornati a Bikini.

La zona è contaminata, è abitabile (del resto anche a Hiroshima e Nagasaki ci vivono) ma ovviamente il livello radioattivo non è accettabile per i moderni standard sanitari.

 

Credo poco che in un ecosistema così grande come quello terrestre, effettivamente le esplosioni nucleari abbiano innalzato il livello di radioattività della Terra (cioè, lo hanno innalzato di sicuro, ma in percentuali infinitesimali) però è una mia considerazione personale.

Gran parte degli scienziati afferma che l'innalzamento c'è stato.

 

Comunque questi test di solito venivano effettuati in condizioni ambientali tali (assenza di venti, ambiente marino) da evitare fall-out a grande distanza.

 

A Chernobyl è stato diverso, perchè le correnti atmosferiche hanno portato il materiale radioattivo a grandi distanze.

Inoltre, in un certo senso, potremmo dire che un'esplosione nucleare "brucia" le particelle radioattive, quindi si ha una forte emissione radioattiva e di calore in un raggio relativamente ristretto, e in un tempo molto ristretto, mentre una centrale nucleare che fonde il nocciolo immette nell'aria una gran quantità di polveri e particelle altamente radioattive che viaggiano per migliaia di chilometri trasportate dai venti, e questa emissione dura per settimane o mesi, finchè non si riesce a rimettere in sicurezza il nocciolo (a Chernobyl è stato ricoperto in un sarcofago di cemento).

Share this post


Link to post
Share on other sites

ok thanks della spiegazione... :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma a chernobyl il nocciolo ancora è attivo e ho sentito che il cemento si sta crepando

Share this post


Link to post
Share on other sites

A Chenobyl i sovietici combinarono un casino, specialmente perchè non richiesero l'aiuto occidentale.

 

Per quanto possa sembrare assurdo, l'unica cosa da fare - se proprio non volevano chiedere l'aiuto occidentale - sarebbe stata quella di colpire la centrale con un piccolo ordigno nucleare o con una bella serie di bombe a guida laser, in maniera da distruggere il nocciolo (da separarlo, insomma, per privarlo della massa critica) e POI ricoprire tutto con il cemento.

 

Invece sono andati direttamente con il cemento, sono morte centinaia di persone addette alle operazioni (il numero esatto è ignoto) e il nocciolo è ancora attivo.

Credo che le crepe nel cemento, di cui si parla, siano essenzialmente esterne e non interne, e comunque basta stendere un altro mantello sopra e guadagnare un altro po' di anni, e poi ripetere l'operazione tutte le volte che servirà.

 

Adesso infatti non c'è altro da fare, e aspettare che quel maledetto nocciolo esaurisca il carburante e si spenga. Credo che al massimo possa durare altri 15-20 anni poi dovrà pur esaurirsi!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se ben ricordo,non era fatto di iodio 131?Ma ci mette così relativamente poco tempo a decadere?

Non mi intendo di questa cose,ma a volte si legge che certi isotopi impiegano centinaia,migliaia di anni... :unsure::unsure::unsure:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti.

 

Io non ho parlato di decadimento, ma di esaurimento.

 

L'incidente di Chernobyl è il tipo di incidente peggiore che possa capitare a una centrale nucleare.

 

In pratica in una centrale c'è un nocciolo, costituito da barre di uranio, le quali, messe tutte assieme, non sono sufficienti (sia per tipo di materiale che per la disposizione e la densità) a provocare una esplosione atomica ma raggiungono comunque una massa sufficiente a provocare una reazione nucleare.

In pratica, anzichè esplodere generano calore.

 

La reazione è controllata attraverso una serie di sistemi, ed in particolare attraverso una serie di "moderatori" (la grafite in barre è quello più elementare) che mantengono questa reazione a determinati livelli.

A sua volta l'acqua - oltre a poter fungere da moderatore essa stessa - provvede al raffreddamento (e attraverso il processo di riscaldamento e raffreddamento, il calore dell'acqua è convertito in energia).

 

Se il raffreddamento viene a mancare, un sistema di sicurezza dovrebbe intervenire azionando automaticamente i "moderatori" che vanno a spegnere la reazione, impedendo che la temperatura raggiunga livelli inaccettabili.

 

Se il sistema automatico non funziona, la temperatura raggiunge livelli tali che il nocciolo e il suo mantello fondono.

A quel punto la grafite viene distrutta, bruciata o comunque resa inutilizzabile e la reazione non può più essere controllata.

 

Onestamente i sistemi di sicurezza dovrebbero essere concepiti in maniera che persino nelle condizioni più imprevedibili essi entrano in funzione per un meccanismo fisico, sfruttando fattori (come il calore e la forza di gravità) che non possono essere compromessi da cause umane o naturali (come accadrebbe in un sistema azionato elettricamente, se venisse a mancare l'energia elettrica).

Inoltre nei reattori ultramoderni un secondo mantello dovrebbe comunque contenere la reazione, sia pure ormai incontrollata, impedendo che le radiazioni e le particelle nocive possano disperdersi.

Al massimo, il nocciolo in fusione penetrerebbe nel terreno.

 

Chernobyl era una vecchia centrale, e non aveva questi sistemi di sicurezza.

 

Una volta innescata una reazione incontrollata, sia pure non esplosiva, essa si fermerà in pratica solo per due ragioni: la carica combustibile si esaurisce spontaneamente (in una centrale nucleare normale, ciò avviene in circa 30 anni) oppure la carica combustibile viene separata e frammentata in maniera che la massa critica non ci sia più e la reazione si interrompe (e ciò può avvenire per introduzione di un moderatore, oppure per distruzione della massa critica).

 

Quindi l'esaurimento del "carburante", ossia della riserva di uranio, è cosa ben diversa dal decadimento dello stesso o dei prodotti della reazione.

Anche se "esaurito", comunque il nocciolo continua a irradiare fino al suo decadimento, ma è chiaro che una semplice irradiazione, per quanto fortissima, non è pericolosa come una reazione vera e propria.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...