Jump to content
Sign in to follow this  
Thunderalex

Il duro addestramento del Rugby Livorno con i parà della Folgore

Recommended Posts

Per tre giorni vivranno nel complesso addestrativo dei paracadutisti della Folgore, dormendo in tenda e sostenendo alcune delle prove che servono a formare i parà. Per la prima volta in Italia una struttura militare di eccellenza ospita infatti un gruppo di atleti selezionati mettendo a loro disposizione ponti tibetani, torri per il salto nel telo, piscina per il nuoto operativo e percorsi di ardimento.

Sono 40 i giocatori del Rugby Livorno che si alleneranno sotto la guida degli istruttori dei paracadutisti del complesso addestrativo multifunzione Lustrissimi di Livorno in un ‘intensive course’ che ha un duplice obiettivo: da una parte mettere gli atleti di fronte ai loro limiti psicofisici dando loro gli strumenti per superarli positivamente, dall’altra rafforzare lo spirito di sacrificio e di squadra, condizioni queste che sono alla base del gioco del rugby.

 

Si tratta infatti di una tecnica già sperimentata nei Paesi anglosassoni dove il collegamento tra forze armate e rugby è sempre stato molto intenso se è vero che proprio i sudafricani, vincitori della coppa del mondo 2007, poco prima dell’inizio del torneo hanno trascorso due settimane di sopravvivenza nel deserto assieme a un reparto di incursori delle Sas.

 

La giornata dei giocatori livornesi inizierà nel pomeriggio di venerdì 26 settembre con un rapido briefing che servirà a illustrare le attività – tutte per altro a sorpresa - per passare poi subito ai vari percorsi che si trovano all’interno della base. In piscina i giocatori impareranno a nuotare in condizioni di ‘appesantimento’ mentre prima del tramonto dovranno montare le loro tende e prepararsi la cena al campo.

 

Il giorno successivo paracadutisti e rugbisti si sposteranno nell’area addestrativa di valle Ugione, a sette chilometri dalla città, dove effettueranno passaggi in stretti tunnel sotterranei e in canali pieni di acqua e fango per finire con una marcia zavorrata di cinque chilometri e un percorso di orienteering.

 

Ma nemmeno la notte sarà di riposo. Proprio per testare la capacità di affrontare situazioni di stress prolungato, gli atleti si troveranno a dover smontare e rimontare le tende, correre, arrampicarsi e superare ostacoli nel buio.

 

Domenica mattina infine partita. Prima di ricevere dal comandante del Centro, il colonnello Maurizio Mazza, l’attestato di superamento del corso, i giocatori si affronteranno in un match a squadre contrapposte mentre la Lustrissimi sarà invasa da tutti gli atleti del Rugby Livorno in una festa che segnerà l’inizio della stagione agonistica e che metterà insieme tutte le categorie, dai bambini dell’under 7 fino agli Old.

Share this post


Link to post
Share on other sites
che sport ragazzi :okok: :okok:

 

Un vero sport da uomini e non d signorine come il calcio. Chissà perchè da noi non prende piede.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Un vero sport da uomini e non d signorine come il calcio. Chissà perchè da noi non prende piede.

Chissà qual è l'unica nazione non anglosassone, che primeggia in questo sport?!?!?!smilewlafranciaya0.gif :adorazione:

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'ultima volta che abbiamo fatto una partita con gli amici era in gita al parco nazionale a sabaudia fra i pini e i sassi con terreno sconnesso :asd: tre infortunati e io mi sono distorto la caviglia......sarebbe stato nulla ma la gita prevedeva ancora 5 km di cammino nel bosco alla ricerca di piante da catalogare e fotografare......potete immaginarvi le bestemmie :furioso:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una piccola testimonianza.....

 

Il CUS Siena Rugby è stato fondato anche da ufficiali del 186 rgt folgore (in particolare il col Bonifazzi)

e furiono tanti i ragazzi del rgt che si allenarono e giocarono nel Cus Siena....

 

Buona comunque l'dea del "quattro mori" di Livorno....

 

PS

Tengo a precisare che il CUS Siena ha (almeno ai miei tempi)

sempre battuto il "quattro mori" Livorno

 

PSS

Sulla bellezza di questo sport, inutile parlarne....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Direi che il connubio paracatudisti della Folgore - Rugby Livorno sia estremamente suggestivo.

Da consigliare anche agli atleti della nazionale.

Penso che per entrambe le parti ci sia molto da imparare :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest dottoressa

magari bastasse qualche salto con i parà a battere gli All Blacks...... :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Chissà qual è l'unica nazione non anglosassone, che primeggia in questo sport?!?!?!smilewlafranciaya0.gif :adorazione:

Non è forse la Francia!? :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest dottoressa

aggiornamento: L’Aquila rugby all’esordio travolge il Livorno........contro noi abruzzesi manco la folgore !!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×