Jump to content
Sign in to follow this  
Guest fightingfalcon85

qual'è il vostro aereo preferito

il vostro aereo preferito  

34 members have voted

  1. 1. il vostro aereo preferito

    • F-15 eagle
      7
    • F-16 f.falcon
      7
    • F/A-18 tutti e 3 i tipi
      4
    • F-22 raptor
      6
    • F-35
      1
    • Su-25Flanker
      1
    • Su-27 Naval Flanker
      1
    • Su-35
      1
    • EF-2000 Thipion
      3
    • Yf-23
      0


Recommended Posts

Kome si puo votare 3 aerei contemporaneamente??a me piacciono 3....vabbe....ho segnato l'f-16 :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

ehi...ma non hai messo l'f-14...anche se ha poco di vita ancora è sempre un aereo...io lo avrei votato...cmq ho votato f-16

Share this post


Link to post
Share on other sites

a me piaccino tutti un casino....però se prorpio devo scegliere decido x l'F-16....

cmq EFA e F-18 sono degli aerei ok...

Share this post


Link to post
Share on other sites
ps comunque è SU-27 Flanker non 25

pero c'e il su-25 frogfoot B)

Share this post


Link to post
Share on other sites
nel sondaggio penso proprio ch si riferisse al 27

Molto probabile.... B) sikuramente...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come linee mi piace tantissimo l'F-35, però lo trovo molto noioso da pilotare, praticamente grazia alla tua invisibilità non hai competizione quindi ho votato in definitivaa l'F-15 per i suoi 2,5 mach a 10000 metri, per la sua autonomia, anche per le sue linee a dire il vero, ma soprattutto perchè è un caccia ( forse mi sbaglio) divertente da pilotare...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho votato l'F-15.

 

Ma in assoluto sono un grande ammiratore e nostalgico del mitico F-104...

F104S-10.jpg

 

Non morirà mai... :pianto:

Share this post


Link to post
Share on other sites

sarò scontato ma l'f-22 è il migliore

 

che problema c'è nell'essere Stealth? :asd::asd::asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest fightingfalcon85

Nessuno. Ma esistono anche altri stealt come yf-23.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest fightingfalcon85

Approposito la prossima volta aggiungo anche l'F-104 e l'f-14

Share this post


Link to post
Share on other sites

yf-23??? questa mi è nuova ma non è un antenato del f-35 e 22???? c'è non era un modello base???

 

Inoltre come si butta giù un caccia sthealt....io ho in mente parecchie idee ma più che realtà sono fantascienza :D:rotfl::rotfl:

 

Quindi????

Share this post


Link to post
Share on other sites
yf-23??? questa mi è nuova ma non è un antenato del f-35 e 22???? c'è non era un modello base???

 

Inoltre come si butta giù un caccia sthealt....io ho in mente parecchie idee ma più che realtà sono fantascienza :D:rotfl::rotfl:

 

Quindi????

Ma l'yf-23 e stealth???ma mi pare di no....boh....kmq un caccia stealth non lo si butta giu kn un missile????no?allora kon il kannone... :blink::blink::ph34r::ph34r:

Share this post


Link to post
Share on other sites

f-18 simply the best....

 

 

yf-35 era un prototipo di nuovo caccia bombardiere stealth che era la base del f-35

Share this post


Link to post
Share on other sites
f-18 simply the best....

 

 

yf-35 era un prototipo di nuovo caccia bombardiere stealth che era la base del f-35

yf-35??? allora l'yf-23 non era l'antenato del F-35?? :blink::blink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

è sthealt, i missili non lo edono...la sua traccia Ir è quesi nulla...andare con il cannone sigificherebbe andare a morte certa, vuoi farti un dogh fight con un F-22? cannoni contro missili????? proiettili contro supposte?

 

Credo che il cannone sia un ottimo modo per suicidarsi......:D

 

Io avevo pensato a diversi modi però sono o un po suicidi ( più suicidi del cannone :rotfl: ) o un po supidi...se ve li dico non smettete di ridere fino a domani...

 

Ma si dai ve ne dico 2 :D

 

1) ( Attacco Suicida) l'aereo si avvicina all' F-22 ci parte a tutta velocità contro di lui...prima dell' impatto si eietta e distrugge l'F22 mandandoci contro il proprio aereo.

quindi se vi va di culo avete distrutto un aereo moooooooooooooolllllllllto costoso e avete perso il vostro aereo veloce...ci avete guadagnato in termini economici

 

2) ( attacco improbabile) Si carica nella stiva dell' aereo un po di sporcizia...non so magari Titanio grattugiato o qualche altro materiale particolarmente visibile al radar...quindi si passa sopra l'f22 e si sgancia sopra il materiale visibile al radar...ora l'f22 praticamente sporco di questo materiale è visibile al radar e deve ingaggiare un combattimento doghfight senza poter contare sulle sue doti sthealt ( perchè esse sono tate compromesse dalla sporcizia :rotfl: ).

E sappiamo tutto che se non fosse perchè è invisibile anche un 104 distruggerebbe l' F22 :D.

 

 

Ok ho detto abbastanza stronzate per oggi..... :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Muhahahahaha!!!!!! :rotfl::rotfl::rotfl::okok: ...Ma tu ci credi veramente alle stronzate ke dici????Muhahahahaha!!!! :asd::asd::asd::asd::asd::asd::asd:

a parte gli skerzi kredo ke la prima IN TEORIA si puo fare....pero poi te lo tolgono dallo stipendio il kosto dell'aereo!!!DEHIHIHOHO!!!!! :rotfl::rotfl::rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'YF-23 era il concorrente, perdente, del programma ATF. vinto dall'YF-22.

 

L'YF-23 prometteva di essere più veloce e più stealth rispetto all'F-22, ed avrebbe avuto anche un'autonomia maggiore.

 

L'YF-22 era invece più agile.

 

Il punto è che durante il programma l'YF-22 si dimostrò un aereo molto più maturo, molto più avanti nello sviluppo, e quindi di fronte a promesse incerte, l'USAF preferì un caccia che aveva già dimostrato cosa fosse in grado di fare.

E poichè l'YF-22 raggiungeva e superava tutti i requisiti, vinse la gara.

 

-----

 

Per quanto riguarda le probabilità di abbattere un aereo stealth, l'unica speranza è quella di tenere il radar spento e basarsi sulle informazioni del sensore IRST.

Poichè si presume che un aereo stealth cercherà di evitare l'uso del proprio radar per non tradire la propria presenza, in questo modo entrambi i caccia non potrebbero vedersi finchè non si trovano a portata visiva o dei sensori IRST, e quindi si potrebbe tentare un ingaggio con i missili IR o con il cannone.

 

Anche questa tattica però, troverebbe seri limiti: infatti un F-22, anche se "cieco", riceverebbe i dati sul bersaglio da un aereo AWACS, e quindi potrebbe tranquillamente portarsi in posizione di vantaggio nei confronti di un qualsiasi caccia nemico.

 

D'altro canto occorre tener presente che in situazioni di combattimento molto caotiche, quando ci sono decine di caccia amici e nemici in volo contemporaneamente sull'area di operazioni, le possibilità di arrivare abbastanza vicini a un aereo stealth, sia pure casualmente, esistono.

E' per questo che l'F-22 affida le sue capacità di combattimento non solo alle doti stealth, ma anche a altri fattori, quali una suite avionica avanzatissima, una manovrabilità superiore, una elevatissima velocità effettiva.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A proposito del sondaggio...

 

che significa "F/A-18" tutti e tre i tipi?

Di versioni operative dell'F-18 ce ne sono 5 (A-B-C-D-E-F-G)

 

Il SU-25 si chiama Frogfoot ed è un aereo d'attacco.

Il SU-27 si chiama Flanker ed è un caccia.

 

L'EF-2000 si chiama Typhoon.

Share this post


Link to post
Share on other sites
A proposito del sondaggio...

 

che significa "F/A-18" tutti e tre i tipi?

Di versioni operative dell'F-18 ce ne sono 5 (A-B-C-D-E-F-G)

Fight. intendeva:f-18 hornet,superhornet,e growler...a proposito del growler,gianni,mi spiegheresti un po meglio il suo ruolo ecome funzionano i pod elettronici????graziee... :ph34r::ph34r::ph34r:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ho votato l'F-15.

 

Ma in assoluto sono un grande ammiratore e nostalgico del mitico F-104...

F104S-10.jpg

 

Non morirà mai... :pianto:

Yessss! Vai Giovanni! meno male che stavolta qualcun altro ha nominato LUI, il cacciatore di stelle, sennò passavo per fissato! Se mettiamo anche il 104 voto...indovinate per quale???!!!

 

A proposito di dogfight:

 

"Se c'e un aeromobile che ha sempre goduto dl cattiva stampa quello è stato certamente il Lockeed F-104 Starfighter, il "cacciatore di stelle". Intendiamoci: noi siamo stati tra i primi a parlare male dell'F104, soprattutto dell'F-104G come aereo da strike (bombardamento tattico nucleare), ma parlar male non vuol dire sparlare. L'F104 è stato concepito dal suo capo-progettista nel 1951 come intercettatore diurno e per superiorità area, relativamente leggero ed economico, ma con prestazioni elevatissime. E su queste prestazioni, riassumibili in una velocità di punta tra Mach 1.0 e 2.4 secondo le sltuazioni e le configurazioni, crediamo che non ci sia da discutere. Soprattutto, nel 1951, nessuno riuscì a "pensare" qualcosa di meglio. Anche per avionica ed armamento (direzione di tiro NA-SARR, cannone Vulcan da 6.000 colpi ai minuto e missili aria-aria ad autoguida) per molti anni ancora non si potè fare di più. Purtroppo, nel novembre 1952, quando fu definitivamente scelta la formula che ben conosciamo, il geniale progettista forse sbagliò, inconsapevolmente, data la scarsa conoscenza del fenomeno dell'"inertial coupling" (o accoppiamento inerziale) che colpì macchine per alcuni versi simili, come X-3, X-7, YF-100, XF-88, F-101, ecc, Il fatto, comunque, sarebbe stato ancora accettabile se l'F-104 avesse continuato a servire soltanto nel suo ruolo tipico, quetlo della "polizia aerea"; una rapidissirna "zoomata", nella quale ancora oggi la "spillone" ha pochi rivali, verso un bersaglio anche ad elevate prestazioni ma di scarsa maneggevolezza (come un bombardiere), l'identificazione e l'eventuale distruzione. Ma qui entra in ballo la politica (e, con una certa probabllltà, anche le famose "bustarelle"): in un'epoca di transizione durante la quale i veri Mach 2 non erano encora disponibili e giravano rnolti aerei dalle vocazioni non troppo precise, la Lockheed ebbe buon gioco e NATO, CENTO a SEATO aderirono abbastanza in massa al programrna di costruzione di questo che oggi si definirebbe "world fighter". Economico per l'USAF, lo Starfighter sembrò abbastanza caro per paesi che non erano andati più in là di F-84, T-33 ed F-86, per cui si pensò subito di far fare all'F-104 tutti i ruoli bellici e non solo la caccia pura per la quale era nato. Non bisogna poi dimenticare che quei diavoli degli "yankees" -il volo l'hanno nel sangue e, da sempre, hanno saputo volare su qualsiasi cosa avesse le ali (talvolta anche se le ali non le aveva) per cui l'F-104 "addomesticato" e migliorato della NATO era per loro una cavalcatura facilissima da domare, quasi divertente. La stessa cosa non potrá dirsi per alcune forze aeree che solo da pochissimi anni avevano potuto riprendere a volare dopo le pastoie del trattato di pace (leggi Giappone e Germania) o che, per motivi economici, avevano "saltato" una generazione di caccia: l'AM Italiana, ad esempio, passò dai "classe 80" che, diciamolo, erano poco píù che Mustang a reazione, ai 104, senza aver mai visto altri "classe 100", mentre, ad esempio, Francia, Grecia, Danimarca,Turchia, Taiwan, ebbero anche la generazione dei vari F-100, F-101 ed F-102. Si aggiunga poi un discorso che non piace perché sa un pò di razzismo, ma che ha un profondo senso di verità (come potrà confermare qualsiasi istruttore anziano italiano): anche se non si deve generalizzare, ci sono alcune forze aeree che soffrono di una certa "resistenza" allo studio approfondito della macchlna prima del volo e durante. Se si aggiungono poi alcune "magagne" tecniche non facilmente sradicate, si avrà un quadro del perché gli F-104 cadevano (e cadono) con preoccupante frequenza. Ma l'obiettività del cronista obbliga ad aggiungere altri parametri: in alcune forze aeree gli F104 erano numerosissimi e volavano molto e quindi era logico che avessero anche più perdite, mentre in altre erano numerosi ma volavano poco, non permettendo agli equipaggi una sufficiente confidenza, se poi si pensa che i poveri cacciatori di stelle venivano trasformati in "cacciatori di carri" e li si costringeva a volare a bassissima quota e con pesanti carichi esterni, in condizioni di visibilità non sempre ideali, ecco che cominciamo a guardare lo "Spillone" con una certa simpatia. Tra le leggende che girano più frequentemente nell'ambito dell'AM ce n'è una che non viene quasi mai messa in dubbio, tanto che, tolti i nomi, i luoghi e le date, è ormai quasi storia ufficiale. Si parla di un finto combattimento fra un F-104 ed un F-4, nato per scommessa e finito con la perdita accidentale del Phantom. II protagonista da parte italiana sarebbe, secondo le varie fonti che abbiamo sentito, un F-104G o un TF-104G, nel primo caso dei 4° Stormo (o forse del 20° Gruppo), nel secondo caso esclusivamente del 20° Gruppo. La "vittima" sarebbe, invece, per parere unanime, un McDonnell-Douglas F-4B Phantom II dell'US Navy. La data dello scontro, per fortuna incruento, é di collocazione abbastanza incerta, per cui non ci sbilanceremo situandola, grosso modo, nella prima metà degli anni settanta. La località è invece indubbia, il Mar Tirreno e, secondo alcuni, più precisamente il Golfo di Napoli. Proviarno ad ipotizzare i contorni. Qualche vecchio manico (vecchio di F-104, ma non di età) del 20° Gruppo inviato a Grazzanise a ritirare, come talvolta avvenne, un F-104G monoposto del reparto locale ha incontrato alla mensa ufficiali un equipaggio di Phantom della 6° Fleet americana. Non é neppure da escludere che l'incontro sia avvenuto a Decimomannu in occasione di un'esercitazione. Ed ecco che la discussione si fa animata: "La nostra bestia tira quasi Mach 2 in cabrata", "Si, ma l'F-104 ha una Specific Excess Power più esuberante", "... Ma noi con il Phantom possiamo girarvi attomo…", per cui si decise, dalle parole al fatti, di addivenire ad un "dogfight in bianco" il giorno dopo, con la complice approvazione delle autorità militari delle due parti, sempre pronte ad attizzare lo spirito di corpo. Non ci é facile ricostruire cosa è successo, in quanto abbiamo avuto il racconto da personale non pilota che, di fronte ai termini tecnici più ostici, ha preferito "Interpretare". Ci vediamo una giornata serena sul Tirreno: l'F4 viene sparato dalla catapulta della sua unità, mentre il TF104G rulla sulla pista di Grazzanise. Il TF104G, con poco combustibile, ha un rapporto spinta-peso molto favorevole e "va su bene". La sua "linea rossa" è posta molto in alto sul Machometro per un aereo della sua anzianità: da Mach 1,14 (teorici ad altrettanto teorici 0 m) si arriva a 1,25 a 1.500 m, 1,37 a 3.050 m, 1,5 a 4.575 m; la giornata è calda, siamo sopra l'ISA (Internacional Standard Atmosphere) e a 17.500 piedi (5.340 m) il ' 104 fa Mach 1,57 (la sua massima assoluta è Mach 1.92 ma a 9.150 m può fare 2.2 seppure con un continuo aumento della temperature delle prese d'aria, mentre in picchiata si dice che si siano registrati Mach 2,4-2.6). Lo Starfighter ha anche la possibilità di usare i suoi armamenti a numeri di Mach molto alti, cosa che a non tutti i caccia è consentito, in genere tra 1,5 e 2, mentre i Sidewinder da esercitazione possono essere tirati fino a Mach 1,4. La traccia dell' F-4B è sullo schermo radar e tra poco gli aerei giungeranno a contatto visivo. il Phantom, pur poderoso, in certe configurazioni è un arrampicatore meno brillante, per cui la prima mossa è dell'F104 che arriva rispetto al "fantasma" in posizione migliore per il combattimento. Forte della migliore manovrabilità, i due marinai americani fanno di tutto per scrollarsi di dosso lo "One-O-Four". Ma a bordo di questo, come abbiamo visto, c'è un equipaggio che di ore di Starfighter ne ha abbastanza e sa sfruttare tutti i 6,4 g positivi e 2,7 g negativi che la macchina può raggiungere. Il pilota dell'US Navy é un grosso professionista ma l'euforia del combattimento Io spinge a mettercela tutta, a forzare un po' troppo. Quel maledetto "Spaghetti fighter" é sempre a ore sei e lo tiene sotto il tiro della cinefotomitragliatrice del Vulcan. Ancora uno strappo sulla "cloche" e... i cicalini si mettono a suonare, il bireattore sussulta e la superficie del Tirreno, ora meno amichevole, sta diventando troppo vicina. Il caccia americano è finito in un cosiddetto "assetto inusuale", prossimo allo stallo e con un preoccupante calo di potenza nei motori. Non rimane che saltare, ed ecco che mentre l'F-104G compie un victory roll (tonneau della vittoria) si aprono i due paracadute dell'equipaggio dell'F-4. Quel giorno I'US Navy ha perso tre milioni di dollari e un po' del suo orgoglio. (testo di Nico Sgarlato)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella storia kuella dell'f-104 e f-4... :P:P

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...