Jump to content
Sign in to follow this  
Leviathan

IlGiornale delle mille e una balla

Recommended Posts

Il Giornale raccontaballe nacque quando Indro Montanelli lascio Il Giornale a causa delle pressioni dell'editore Silvio Berlusconi che lo voleva rendere un giornale di partito.

 

Già nel 1992 Berlusconi aveva chiesto che Il Giornale prendesse posizione contro il pool di Mani Pulite ma Montanelli l'ho impedi. La richiesta chiedeva di infangare il pool, denigrarlo ecc....

Nel 1993 Montanelli si dimette.

Nuovo direttore Vittorio Feltri.

 

La linea di Feltri chiaramente faziosa lo porta ad attaccare continuamente DiPietro, sostenendo che essi avrebbe continuamente preso tangenti per risparmiare nell'inchiesta di Mani Pulite gli ex comunisti e il PDS in particolare.

Le querele di Pietro assieme alla campagna contro di lui a reti mediaset unificati costarono una serie di querele.

Vedendosi spacciato al processo Feltri ammise di esserci inventato tutto.

Intanto solo in cassazione si vedrà assolto per una querela di Colombo sempre sulle sue fantasie di mandanti politici di Mani Pulite.

 

Berlusconi non approvo e lo caccio da “il Giornale” Feltri fu sospeso dall'ordine dei giornalisti e Paolo Berlusconi, nuovo editore mise Maurizio BelPietro al suo posto.

La linea rimase la stessa, si diede voce alle più grandi bufale degli ultimi dieci anni.

 

 

Ogni giorno articoli sulla Mitrokin, la telecom serbia tutte commissioni pagate dai contribuenti con lo scopo di accertare fatti mai esistiti, cose impossibili e diffamazioni verso l'opposizione, verso i giornalisti e conduttori scomodi cacciati dalla censura.

Durante il processo IMI/SIR il Giornale si invento due cose:

che a Lugano il pool si incontro per cercare un modo per incastrare Berlusconi (inutile dire che, con tanto di testimoni, tutti i magistrati erano in parti diverse tra cui la Boccassini in Spagna)

che affianco a una frase di Platone contro i tiranni era appesa una foto di Cesare previti. Pioggia di smentite

 

per ambo le notizie furono presi provvedimenti blandi da parte dell'ordine dei giornalisti.

Molte balle qui esposte furono persino appoggiate da panorama di Carlo Rossella, futuro direttore di TG5 che assieme a MIMUN, del TG1 accordava le notizie per farle sempre divenire filo berlusconiane.

 

Il 7 agosto 2007 Feltri è condannato assieme a Francobaldo Chiocci e alla società Europea di Edizioni spa dalla Corte di Cassazione a versare un risarcimento di 45mila euro in favore di Rosario Bentivegna, uno degli autori dell'attacco di via Rasella, per il reato di diffamazione. Il quotidiano Il Giornale aveva pubblicato alcuni articoli, tra i quali un editoriale di Feltri, nei quali partigiani e nazisti erano stati messi sullo stesso piano, e Bentivegna era stato paragonato a Erich Priebke.

Nel 2007 arriva Mario Giordano e il Giornale peggioro ancora la qualità dell'informazione rendendolo persino più fantasiosi e fazioso del TG4 del famoso Emilio Fede.

 

Si da credito a Brogli elettorali.

 

Nel giugno 2006 modifica fatti riguardanti un litigio tra Vincenzo Visco, vice ministro all'economia con delega alla Guardia di Finanza, e Roberto Speciale comandante della guardia di finanza.

La litigata si basa sull'avvicendamento di alti ufficiali della GDF a Milano.

La massacrante campagna a reti unificate sostiene che Visco li vuole spostare perché indagano su Unipol e la dirigenza DS.

Nei fatti soltanto uno indaga su Unipol e Visco li vuole spostare solo perché sono gli unici ufficiali che non sono stati spostati a rotazione come prevede il regolamento sulla GDF.

Spostare un ufficiale non ferma un indagine.

Successivamente la magistratura archivia il processo contro Visco dimostrando la fantasia delle accuse.

Nel dicembre 2007 il giornale dichiara che i malesiani non ne possono più dell'inviato italiano Piero Fassino ovviamente senza alcuna prova o testimonianza valida.

Nel marzo 2008 scrive che i tesori regalati all'Italia custoditi sotto Palazzo Chigi sono scomparsi e che la colpa sia di Romano Prodi.

Prodi querela e il TG1 mostra il tesoro scomparso regolarmente al suo posto.

Il giorno dopo il Giornale prova a rimediare ma riprese e registri parlano chiaro: nessuno ha toccato nulla.

 

a questo mio dossier segui una lunga discussione qua

 

http://www.p2pforum.it/forum/showthread.php?p=2437609

Share this post


Link to post
Share on other sites

no

 

questo è ecclatante

mai l'Unità o il manifesto hanno scritto una cosi lunga serie di balle

Share this post


Link to post
Share on other sites
no

 

questo è ecclatante

mai l'Unità o il manifesto hanno scritto una cosi lunga serie di balle

Perché tu sostieni quella parte! Ecco perché non te ne accorgi!

In politica la verità è rara...

Share this post


Link to post
Share on other sites
mai l'Unità o il manifesto hanno scritto una cosi lunga serie di balle

 

 

:rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

berkut l'unità non ha mai inventato storie strampalate senza prove o smentite il giorno dopo

Edited by Leviathan

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ogni volta che il Manifesto parla di spese militari scrive un sacco di cose false che distorcono la realtà, quando leggo un articolo (letto su internet) del Manifesto che parla di "cose militari" mi viene l'orticaria, indubbiamente è un giornale fazioso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho sbagliato... volevo dire lì'unità non so perchè mi veniva in mente il manifesto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Typhoon mi da un fastidio leggere di cose militari sul manifesto e/o su liberazione che tu non hai una idea; ma sono cose distorte dalla propaganda, non false campagne diffamatorie orchestrate ad arte come quelle che trovi sul Giornale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo che il giornale è paragonabile sicuramente al manifesto, e non solo per quello che dice sulle cose militari, avete mai letto gli articoli di economia? Di politica estera?

L'Unità ha almeno rispetto delle basi del giornalismo e basa i suoi articoli, normalmente, su prove.

In ogni caso rimane un giornale schierato.

Comunque non vedo le basi su cui fare polemica: nessuno ti obbliga a comprarlo il giornale!

Se la loro linea editoriale non ti piace puoi tranquillamente comprare l'unità, il manifeso o qualche altra testata più equilibrata, tipo il Corriere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

VAbbè Lev, ma mani pulite fu uno tal scossone per il nostro paese (anche se poi non cambiato un c :censura::censura::censura: o), con un susseguirsi di notizie, avvisi di garanzia ecc, che fu facile anche per i giornalisti, imbattersi in bufale.

Comunque, meglio scrivere notizie false o diffamatoriesui giudici, più tosto che rimuoverli ad altre sedi o metterli sotto inchesta!!!(Why not/de Magistris).

 

Su Via Rasella non mi esprimo, altrimenti mi arriva la DIGOS in casa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...