Jump to content
Sign in to follow this  
ThunderFighter

Precipita B-2

Recommended Posts

figurati, su google ritoccano pure le piste di gioia del colle.....

 

Il ritocco sarebbero quei rettangoli bianco abbagliante appicicati sulle piste e un po dappertutto giusto?

Edited by Einherjar

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il ritocco sarebbero quei rettangoli bianco abbagliante appicicati sulle piste e un po dappertutto giusto?

 

 

:unsure::unsure::unsure:

 

Ciao a tutti, no le piste sono fatte di tanti blocchetti messi assieme,in caso che si rovina uno si cambia solo quello,no i ritocchi che intendo io sono tipo questo nella foro:

 

 

Guarda Foto

 

 

Come puoi vedere la foto una pista sembra che hanno usato un pennello per coprire qualcosa di non mostrabile, anche Area 51 se guardate bene vicino agli Hangar si usa lo stesso sistema ma fatto meglio.

 

 

Bye all. :unsure::unsure::unsure::unsure:

Edited by Ghost_Soldier

Share this post


Link to post
Share on other sites
Come puoi vedere la foto una pista sembra che hanno usato un pennello per coprire qualcosa di non mostrabile, anche Area 51 se guardate bene vicino agli Hangar si usa lo stesso sistema ma fatto meglio.

 

Se alludi alla pista sx è semplicemente in totale rifacimento....i mezzi da lavoro sono ben visibili verso destra.

Share this post


Link to post
Share on other sites

:unsure::unsure::unsure:

 

Sarà, comunque guardato cosa è rimasto del B2, clikkate sull'Immagine per vederla Full Sreen: :blink::blink::blink::blink:

 

3c3aa56577647.gif

 

 

La foto la ho ridimensionata io .

 

Bye all. :unsure::unsure::unsure:

Edited by Ghost_Soldier

Share this post


Link to post
Share on other sites

ecco come bruciare(nel vero senso della parola) 2 miliardi di dollari!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

"The onboard computer believed the bomber was pointed slightly downward on takeoff roll and rolling 10-12 knots faster than its actual speed.

 

These two errors set off a chain of events that caused the bomber to crash.

 

First, the faulty airspeed indication caused the bomber to depart the runway about 1,450ft sooner than normal. During the early rotation, the incorrect angle of attack data caused an uncommanded, 30-degree pitch-up. The bomber’s slow speed at this 1.6g-inducing angle caused the aircraft to stall, yawing until its left wingtip scraped the ground. "

quindi per un errore del computer di volo e caduto :o

specialmente sul b-2 dove FBW e avanzatissimo, un minimo errore porta all'incidente!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Intanto l'indagine ha fatto il suo corso e...beh, i sensori anemometrici non vanno d'accordo con l'umidità...

Comunque anche questo incidente conferma che è sempre opportuno aspettare i risultati dell'inchiesta...

In questo caso è stato l'aereo a tradire i piloti...

 

Non vorrei assolutamente essermi trovato nei panni dei piloti dopo l'incidente, avranno avuto sicuramente gli occhi di tutti puntati addosso fino a quando non si sono avuti i risultati dell'indagine! :(

Edited by Blue Sky

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder
Non vorrei assolutamente essermi trovato nei panni dei piloti dopo l'incidente, avranno avuto sicuramente gli occhi di tutti puntati addosso fino a quando non si sono avuti i risultati dell'indagine! :(

 

 

Non si può neanche avere una linea di assets vitali come i bombardieri strategici ridotti all'sso: l'USAF voleva 244 B1 e 132 B2, e cosa ha messo nella borsa (forse sarebbe meglio dire cosa le hanno messo in saccoccia)? 100 B1 e 20 o 21 B2, che con gli incidenti e la normale usura si sono ridotti a una sessantina i primi e a 18 i secondi! E adesso devono lanciare in fretta e furia il B3 per tappare i buchi. Forse sarebbe più oppurtuno riaprire le linee di montaggio del B1 (splendida macchina, per me coniuga il meglio in fatto di stealthness, carico, prestazioni e costo, almeno il meglio di quanto si può ragionevolmente ottenere salvo nuove tecnologie).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non si può neanche avere una linea di assets vitali come i bombardieri strategici ridotti all'sso: l'USAF voleva 244 B1 e 132 B2, e cosa ha messo nella borsa (forse sarebbe meglio dire cosa le hanno messo in saccoccia)? 100 B1 e 20 o 21 B2, che con gli incidenti e la normale usura si sono ridotti a una sessantina i primi e a 18 i secondi! E adesso devono lanciare in fretta e furia il B3 per tappare i buchi. Forse sarebbe più oppurtuno riaprire le linee di montaggio del B1 (splendida macchina, per me coniuga il meglio in fatto di stealthness, carico, prestazioni e costo, almeno il meglio di quanto si può ragionevolmente ottenere salvo nuove tecnologie).

Il B-1 è un aereo che come concetto ha 40 anni...e gli attuali B-1B sono il frutto di un ordine per 100 velivoli risalente al 1982...e di un rimaneggiamento del progetto originario (B-1A), come soluzione tampone in attesa del bombardiere definitivo che avrebbe dovuto essere il B-2...

Già questo potrebbe bastare a dire che il B-1 può ancora andar bene come tappabuchi, ma non è certo un aereo concettualmente moderno...

Blandamente supersonico ad alta quota (velocità alle quali non osa andare), sfrutta una complicata ala a geometria variabile (assolutamente inutile nel ridotto campo di velocità in cui opera - prima almeno andava a mach 2), e controproducente per la stealthness (che è solo ridotta traccia radar nel suo caso...), ha dei motori con postbruciatore (che nessuno metterebbe oggi in un bombardiere con quel campo di velocità operative), ha un'elettronica datata, complessa e mai messa completamente a punto (ci sarebbe da spenderci un bel po' per rinnovarla...).

 

Le linea di montaggio è chiusa da un pezzo e l'attuale numero di velivoli è così basso perché l'aereo non ha mai soddisfatto completamente l'USAF e molti aerei sono stati tolti dalla prima linea...preferendogli il B-2 per le missioni più delicate e i decrepiti B-52 come "camion di bombe".

Il B-1, frutto delle indecisioni e dei ripensamenti in campo strategico dell'USAF, non è ideale né per l'uno né per l'altro ruolo, ragion per cui, con le poche (si fa per dire) risorse disponibili si è preferito averne qualcuno in meno.

Se son così pochi non è quindi a causa di incidenti (pochi) o usura, ma da una precisa scelta (non necessariamente condivisibile e in effetti non mi convince de tutto...).

Se si volessero più B-1, non servirebbe quindi riaprire le linee (cosa ormai impossibile), ma "basterebbe"riattivare quelli in naftalina...

Il fatto che non si faccia nemmeno quello è indicativo...

 

Per tutte queste ragioni, se si vogliono nuovi bombardieri da mettere in catena di montaggio e affrontare con essi le esigenze future, la scelta a lungo termine non può essere il B-1...

 

In ogni caso, l'attuale conformazione della prima linea di bombardieri dell'USAF è una vera sciagura logistico-operativa...

Le cause di questa situazione sono complesse, affondano le radici molto indietro nel tempo e ci si potrebbero riempire 100 pagine di discussione, ma qui sono decisamente OT.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Allora dobbiamo pregare dio (anche gli atei come me) che non succeda nulla di veramente drammatico fino alla entrata in servizio prossima futura (se mai avverrà) del fantomatico B3 di cui si parla ormai da un paio d'anni, senza contare che un camion bombe che sostituisca i B52 (concettualmewnte una evoluzione del B29) bisogna parimenti metterlo in cantiere, o ci ritroveremo come l'aeronautica pachistana, a caricare gli Herkies con Mk82 e a scarrellarle dalla rampa posteriore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Allora dobbiamo pregare dio (anche gli atei come me) che non succeda nulla di veramente drammatico fino alla entrata in servizio prossima futura (se mai avverrà) del fantomatico B3 di cui si parla ormai da un paio d'anni, senza contare che un camion bombe che sostituisca i B52 (concettualmewnte una evoluzione del B29) bisogna parimenti metterlo in cantiere, o ci ritroveremo come l'aeronautica pachistana, a caricare gli Herkies con Mk82 e a scarrellarle dalla rampa posteriore.

 

Effettivamente, viste le ultime difficoltà l'ipotesi del B-3 diventa sempre più probabile, altrimenti bisognerà assolutamente ricorrere ad un Gap Filler, in quanto Il BUFF (Purtoppo) ha fatto ormai più di quello che gli era (e gli è tutt'oggi) stato chiesto!!! :(

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder
Effettivamente, viste le ultime difficoltà l'ipotesi del B-3 diventa sempre più probabile, altrimenti bisognerà assolutamente ricorrere ad un Gap Filler, in quanto Il BUFF (Purtoppo) ha fatto ormai più di quello che gli era (e gli è tutt'oggi) stato chiesto!!! :(

 

 

Vorrei far sommessamente notare che l'ultimo BUFF è uscito di fabbrica nel 1962... Barack Obama che si accinge, spero, a diventare Presidente degli Stati Uniti, aveva appena un anno...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

 

 

Ecco le ultime sull'incidente al B2:

 

 

y David Noland

Published on: July 2, 2008

 

 

 

 

The spectacular crash of a B-2 stealth bomber in February could have been prevented by a simple, unofficial “bootleg” maintenance procedure that some ground crews have used for years.

 

Small errors, it now turns out, caused a large accident. A B-2 has four computers, called the flight control system (FCS), that translate the pilot’s cockpit inputs into movement of the plane’s control surfaces. The $1.4 billion warplane was brought down by a few drops of water in three of the 24 air-pressure sensors that feed data to the FCS. The moisture distorted the plane’s air-pressure readings and confused the FCS badly enough to cause the crash, the first one of the B-2’s career.

 

February’s crash was caused by maintenance crews trying to do the right thing: They saw the wrong data and recalibrated the sensors. However, once the moisture evaporated, the sensors “fixed” by the crew were actually set incorrectly and were feeding the flight computer false data on airspeed and air pressure, which is used to measure altitude. “The pressure differences were miniscule, but they were enough to confuse the FCS, ” Maj. Gen. Floyd Carpenter, who headed the Air Force’s investigation, tells PM.

 

The FCS then took control; triggering a premature takeoff, automatically driving the airplane into a 30-degree, nose-up pitch and overruling the pilot’s efforts to regain control. Fortunately, the pilot and commander were able to eject safely just before the B-2, the Spirit of Kansas, crashed in flames.

 

The accident might have been avoided­ if the crew that readied the B-2 for?takeoff knew of an unofficial fix that had been used by maintenance personnel for at least two years. During the occasional, temporary B-2 deployments to rainy, humid Guam, where the planes were often stored outside, some B-2 ground crewmen noticed that air data calibration was required much more often.? In 2006, a Air Force engineer based in the United States suggested turning on the heat before the calibration to boil off any water in the system before adjusting the sensors.

 

The procedure worked, and some ground crewmen adopted it,? but it was never formalized into a technical order change or captured in any after-action reports. Unfortunately, the Spirit of Kansas’ pilots and ground crew were out of the loop.

 

Even those ground crewman who used the bootleg procedure had no inkling of the potential dangers of a slight miscalibration. Before the crash, air data calibrations were considered a benign way to double-check the altimeters.? Apparently no one made the connection that the air data sensors also fed info to the FCS computers about airspeed, angle of attack, and sideslip—and that the FCS flew the plane based largely on those numbers.

 

The B-2’s computerized fly-by-wire wizardry is a supreme technical achievement, but the Guam crash—the only one in the stealth bomber’s 19-year flying history—underlines the vulnerability of even sophisticated computer systems to mundane glitches. And it doesn’t matter how sophisticated a military system is if the people taking care of it can’t communicate.

 

 

http://www.popularmechanics.com/science/wo...os/4271563.html

 

stealth_bomber_crash_0708_630.jpg

 

 

Avevo già letto in giro qualcosa del genere, ma solo ora ho trovato la storia completa e l'ho postata sperando di fare qualcosa di utile.

Edited by intruder

Share this post


Link to post
Share on other sites

:ban?:

Per chi di voi viaggia nei mezzi pubblici le seguenti foto potrebbero essere vagamente famigliari :lollollol:

 

Joe Pappalardo got some crisp, high quality military close-ups of the Spirit of Kansas, the $1.2 billion stealth B-2 bomber that crashed in Guam last February. We published other images of the crash scene before (because we like to see a billion dollars burning), but all the mess was cleaned up then. Here you can see the carnage right after it happened, including Air Force personnel trying to deactivate explosives in the ejected pilot seats:

deadb2.jpg

stealth-lede-630-0708.jpg

stealth-470-a-0708-1.jpg

Edited by enrr

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusatemi ma i bombardieri strategici servono ancora, nessuno lo mette in dubbio, ma non nei numeri da guerra fredda che l'USAF aveva previsto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

diciamo che andrebbero rivisti i ruoli: il b2 è nato proprio come vettore per armamenti nucleari da trasportare nel cuore dell'URSS e il b52 è frutto di una concezione di bombardiere (il classico bombardamento a tappeto) risalente alla II GM.

Più che ridurre semplicemente il numero di bombardieri sarebbe più indicato realizzare un nuovo aereo che rispecchi la situazione geopolitica attuale

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×