Jump to content
Sign in to follow this  
aperturasintetica

troppo costosi

Recommended Posts

ciao ragazzi come va...io mi sono preso il virus influenzale con febbre a 39 vomito e diarrea..peggio di cosi.E' devastante.comunque volevo aprire una discussione su quel centinaio di F22 che verranno messi in linea nell USAF.veramente pochi se pensiamo ai SU27 cinesi e ai caccia di loro creazione.poi ce l india ..altrettanti.come puo una nazione che si fa temere tanto e che vuole ripristinare l ordine mondiale ecc ecc.. riuscire a malapena a sfornare un centinaio di F22.capisco i costi proibitivi..lo sviluppo di tecnologie all avanguardia..Ma cosa e' successo veramente...??!!! :blink:

Share this post


Link to post
Share on other sites
io mi sono preso il virus influenzale con febbre a 39 vomito e diarrea..

 

Questo particolare potevi risparmiarcelo... :D:D:D

 

...

 

Passando alla domanda principale, beh, l'F22 è un concentrato di tecnologia all'avanguardia, è il caccia più potente costruito finora, è abbastanza ovvio che i costi siano un pò eccessivi.

 

Inoltre bisogna dire che il Su27 più che all'F22 andrebbe paragonato all'F15, che costituisce ancora l'ossatura dell'USAF, e lo fara ancora per un pò almeno finchè col tempo non si avranno abbastanza F22.

Share this post


Link to post
Share on other sites
io mi sono preso il virus influenzale con febbre a 39 vomito e diarrea..

 

Questo particolare potevi risparmiarcelo... :D:D:D

 

...

 

Passando alla domanda principale, beh, l'F22 è un concentrato di tecnologia all'avanguardia, è il caccia più potente costruito finora, è abbastanza ovvio che i costi siano un pò eccessivi.

 

Inoltre bisogna dire che il Su27 più che all'F22 andrebbe paragonato all'F15, che costituisce ancora l'ossatura dell'USAF, e lo fara ancora per un pò almeno finchè col tempo non si avranno abbastanza F22.

Toglitelo dalla testa, gli F 22 non saranno più di 120...piuttosto, molto più rilevante sarà il numero degli F 35 che tra US Navy, US air Force e Marines...dovrebbe arrivare a 2500 unità...dico dovrebbe perché sono sià in corso riduzioni (si era partiti da più di 3000)...ma sai quanti e quali aerei ovrà sostituire? Si va dagli F 16, (800 da sostituire) F 14 (500) F18 (1150)agli AV 8 Plus (150), agli A10(700) ed anche gli F 15 (500) perché non è pensabile che 120 F 22 possano supplire 500 F 15...il totale degli aerei che i 2500 scarsi F35 dovranno sostituire si aggira quindi attorno alle 3800 unità...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Costruire un aereo è roba di poche ore, se non minuti, specialmente per l'industria americana.

 

Progettarlo e svilupparlo è quello che richiede tempo.

 

Se mai gli USA dovessero trovarsi nella necessità di produrre 500 o 1000 F-22 per rispondere a una guerra di ampie proporzioni, lo farebbero e basta.

 

Ma la dottrina militare americana oggi prevede che in caso di conflitto l'aviazione nemica va distrutta al suolo nelle prime ore di guerra.

 

Gli aerei d'attacco con armi GPS ed i missili da crociera metterebbero fuori uso i centri di comando e controllo e le basi aeree del nemico nelle primissime ore di guerra.

I pochi aerei nemici che dovessero riuscire ad alzarsi in volo non avrebbero possibilità di affrontare le forze aeree americane che godrebbero di una piena copertura radar (AWACS ecc...).

 

Questo tipo di visione non tiene conto della possibilità di una guerra convenzionale contro la Cina o la Russia: questi due paesi sono potenze nucleari strategiche, e gli americani ritengono che non sia realistico immaginare uno scontro limitato alle armi convenzionali, per cui una guerra con questi due paesi è un evento da evitare ad ogni costo. (E Cina e Russia la pensano esattamente nello stesso modo).

 

Preso atto di ciò, il Congresso americano ha ritenuto che l' F-22 è esuberante rispetto alle esigenze, e ne ha limitato il numero di esemplari, anche per "punire" l'USAF di non aver saputo controllare i costi del programma.

 

Comunque, non è detta l'ultima parola sui numeri dell' F-22. La Lockheed ha detto che fino al 2009 c'è tempo per piazzare ulteriori ordini, poi dovrà chiudere le linee produttive.

Al momento sono finanziati circa 180 esemplari, ma tenete conto che da quest'anno gli F-22 iniziano a prendere il posto anche degli F-117 che si avviano alla radiazione.

 

Il fatto che l'F-22 vada a sostituire sia l' F-15 che l' F-117 potrebbe convincere il Congresso, entro il 2009, a piazzare qualche altro ordine.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Comunque, non è detta l'ultima parola sui numeri dell' F-22. La Lockheed ha detto che fino al 2009 c'è tempo per piazzare ulteriori ordini, poi dovrà chiudere le linee produttive.

Al momento sono finanziati circa 180 esemplari, ma tenete conto che da quest'anno gli F-22 iniziano a prendere il posto anche degli F-117 che si avviano alla radiazione.

 

Il fatto che l'F-22 vada a sostituire sia l' F-15 che l' F-117 potrebbe convincere il Congresso, entro il 2009, a piazzare qualche altro ordine.

Mi interessa questo punto; ciò vuol dire che dopo il 2009 non saranno prodotti ulteriori F-22?

Ciò significa quindi l'intera produzione di questi futuri caccia sarà assicurata da pochi anni di produzione?

Non lo sapevo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

E che vuoi che sia per la Lockheed produrre 180 caccia?

 

Se si mettono quelli te li sfornano in due mesi.

 

Hanno messo su una produzione a ritmo "ridotto" per tenere aperta la catena di montaggio il più possibile, ma se entro il 2009 non ci saranno altri ordini, la Lockheed non spenderà certo soldi per tenere aperta una linea produttiva a vuoto.

I macchinari di produzione saranno smantellati e il personale impiegato sarà destinato ad altri compiti e/o licenziato.

 

Solo per il B-2 l'USAF ha deciso, a suo tempo, di comprarsi i macchinari della catena di produzione e di accantonarli, caso mai dovessero servire in futuro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
E che vuoi che sia per la Lockheed produrre 180 caccia?

 

Se si mettono quelli te li sfornano in due mesi.

 

Hanno messo su una produzione a ritmo "ridotto" per tenere aperta la catena di montaggio il più possibile, ma se entro il 2009 non ci saranno altri ordini, la Lockheed non spenderà certo soldi per tenere aperta una linea produttiva a vuoto.

I macchinari di produzione saranno smantellati e il personale impiegato sarà destinato ad altri compiti e/o licenziato.

 

Solo per il B-2 l'USAF ha deciso, a suo tempo, di comprarsi i macchinari della catena di produzione e di accantonarli, caso mai dovessero servire in futuro.

Ah, ok ho capito.

 

Involontariamente poi hai risposto ad un altra domanda che mi facevo, ossia sulla possibilità di riaprire una catena di montaggio già chiusa...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Gianni ma l'F-22 quanto costa??Se l'Italia "soldi permettendo", lo vuole comprare c'è lo danno gli americani?????!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Impossibile....

Non abbiamo neanche i soldi per l'Eurofighter e per il più economico (rispetto all'F-22) F-35.

L'unico paese che, secondo me, può permetterselo (oltre agli U.S.A.) è il Giappone, ma forse anche israele.

 

Certo non sarà tanto facile sostituire gli F-15 dato che sono tutt'oggi ottimi caccia.

Inoltre l'U.S.A. ha rapporti più tesi con i terroristi di Al Queda rispetto a Russia e Cina.

 

Ricordiamo inoltre che in occidente oltre al F-22 cè anche un altro caccia molto più potente del SU-27: l'Eurofighter.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eh, già l'F-22 costerebbe un po' troppo per l'Italia, ma francamente sarebbe anche eccessivo per le nostre esigenze...

Comunque, anche senza considerare l'F-22, quello dei costi è un grave problema per le aeronautiche di tutto il mondo...Ci sono tanti motivi per cui i prezzi schizzano alle stelle.

Certamente gli aerei di oggi sono estremamente piu' complessi e sofisticati di quelli del passato, ma cio' non basta a spiegare il perchè di costi così alti...

Senza dubbio spesso si instaurano circoli viziosi terrificanti: l'aereo costa, ne compro meno e in più tempo, col risultato che l'aereo mi costa di piu' produrlo e devo spalmare i costi di sviluppo e di industrializzazione(mostruosi) su meno aerei ...così siamo da capo...

Rompere questa catena perversa è difficilissimo, anche se si stà cercando di affrontare il problema.

Un modo è quello di utilizzare il più possibile componentistica già disponibile sul mercato (anche commerciale) evitando di sviluppare elementi specifici, quando il valore aggiunto sarebbe limitato (ma i costi di sviluppo certo non altrettanto).

Un altro è comunque tenere ben a mente che spesso è quel 5% in più di prestazione di punta che comporta scelte progettuali e tecnologiche che si pagano care. L'F-22, pensato in clima di Guerra Fredda, è forse l'ultimo esempio di "non plus ultra" ad ogni costo. F-35 già nasce con altre idee in mente, cercando di armonizzare i requisiti con i costi. Forse, non sarà impressionante come F-22, ma è un aereo geniale...Parliamoci chiaro, l' F-35 non è certo regalato, e se si continua a ridurre i numeri e accumulare ritardi, rischia anche questo di costare troppo...

I costi di sviluppo son comunque stratosferici e le attrezzature per mettere in piedi una catena di montaggio costosissime. Riguardo a queste ultime c'è poi da dire che attrezzature pensate per tanti aerei mal si adattano a produrne pochi, perchè gli investimenti sono maggiori e presuppongono tanti pezzi per diluirne il costo...

Quindi è meglio pensar bene a quanti F-35 produrre, e poi produrli effettivamente con le tecnologie più adatte...

Share this post


Link to post
Share on other sites
L'unico paese che, secondo me, può permetterselo (oltre agli U.S.A.) è il Giappone, ma forse anche israele.

 

Anche l'Arabia Saudita.

 

Comunque sono daccordo con Flaggy, pensandoci un pò l'F22 forse è un pò eccessivo per le necessità attuali.

Edited by Wolfman

Share this post


Link to post
Share on other sites
Anche l'Arabia Saudita.

 

Sono d'accordo. Sicuramente, l'Arabia Saudita si potrebbe permettere l'F-22 e, visto che già impiega l'F-15, sarebbe un "degno sostituto".

Sull'opportunità politica di venderglielo avrei più di qualche remora...

Non dimentichiamoci che il mondo islamico è in fermento e agli USA non è andato molto giù il fatto che molti dei terroristi dell'11 settembre erano sauditi, nè che molti finanziatori di Al-Qaeda vengano da là...

Forse si sono accorti di questo risentimento anche in Arabia, viste le trattative in atto per l'EF-2000 (meglio avere due fonti di approvigionamento...).

Gli Stati Uniti son già stati scottati una volta dalla vendita degli F-14 alla Persia...prima che diventasse la Repubblica Islamica dell'Iran...

Comunque sarei proprio curioso di sentire la risposta di Washington, se in Arabia qualcuno offrisse palate di milioni per tener aperta la linea di montaggio del supercaccia...

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...