Jump to content

B-1


dread
 Share

Recommended Posts

Il B-1 è nato con la versione A, un bombardiere da Mach 2 concepito per penetrare le divese aeree sovietiche.

 

Affossato da Carter, fu ripescato da Reagan con la versione B-1B: meno veloce (Mach 1.2) ma con ottime doti stealth.

 

Riconvertito al ruolo convenzionale, è stato usato nei conflitti recenti.

 

Ha avuto un sacco di problemi, a causa dell'integrazione della suite elettronica, problemi in parte mai risolti (i sistemi ECM tendevano a disturbare anche il sistema avionico del velivolo...).

 

L'USAF ne ha in servizio una sessantina, su circa un centinaio costruiti.

Gli altri sono in riserva.

Link to comment
Share on other sites

Argonauta si riferisce al B-2, ovviamente.

 

Il B-2 è totalmente stealth e non è un'evoluzione del B-1.

 

Il B-1B è 25 volte meno "visibile" ai radar rispetto al B-1A, il quale a sua volta era già un centinaio di volte meno visibile rispetto al B-52.

 

 

Del B-1 se ne sente parlare poco perchè è impiegato poco e non fa poi tanta notizia.

 

Infatti il B-52 fa parlare di sè perchè è un classico, il B-2 perchè è stealth e ha una linea fantascientifica.

 

Il B-1 passa quasi inosservato.

 

Inoltre l'USAF non ama molto utilizzare il B-1B e addirittura in svariate occasioni ha cercato di radiarlo dal servizio.

 

I motivi di questa ostilità sono tanti.

 

Innanzitutto il B-1 è partito male, perchè i problemi all'avionica sono stati una tortura per l'USAF che ha speso davvero un mare di soldi nel tentativo di risolverli.

 

Poi il B-1 è molto particolare come aereo e per anni è stato tagliato fuori dalla partecipazione ai conflitti convenzionali.

Dalla sua entrata in servizio nel 1985, è stato impiegato per la prima volta solo nel 1998.

 

Questo perchè mentre i B-52 hanno sempre avuto ampie capacità convenzionali, per lungo tempo i B-1B sono rimasti bombardieri nucleari puri.

 

Il B-1B aveva un armamento tipico di 8-16 missili nucleari SRAM, a corta gittata, e bombe B-61 ed il suo compito era quello di penetrare le difese aeree sovietiche e colpire il bersaglio assegnato.

 

Per fare questo, il B-1B avrebbe usato una parte dei suoi missili SRAM per aprirsi un vero e proprio varco nella difesa aerea nemica.

 

Al contrario i B-52 ben difficilmente avrebbero potuto penetrare le difese aeree sovietiche, e pertanto essi furono adattati a impiegare i missili nucleari ALCM a lunga gittata (in ogni caso sia il B-52 che il B-1B sono perfettamente compatibili con entrambi i tipi di missile).

 

Con l'arrivo del costoso B-2, e con il venir meno delle esigenze di bombardamento nucleare strategico, l'USAF si ritrovò da un lato il grosso B-52 le cui capacità convenzionali erano ancora enormi, dall'altro il sofisticato B-2.

 

Il B-1B si trovava in mezzo: non trasportava l'impressionante carico bellico del B-52 e non era così fantascientifico come il B-2, per cui era sacrificabile.

 

Il Congresso americano non l'ha consentito e ha obbligato l'USAF a rivedere i suoi piani.

 

Meno male, perchè invece il B-1B, secondo me, è molto meglio sia del B-52 che del B-2.

 

Infatti il B-1 è un aereo in grado di penetrare a bassa quota con la medesima efficienza di un Tornado, è più veloce del B-52 e del B-2, le sue doti stealth sono comunque ottime, costa molto meno del B-2, e può trasportare la bellezza di 84 bombe da 250 kg o altrettante mine navali dello stesso peso (roba che un solo aereo ti blocca la navigazione di un porto o di uno stretto) oppure 24 delle modernissime JDAM da 1000 kg.

Non male direi... con un raggio di azione intercontinentale e senza necessità di rifornimento in volo.

 

La sua suite avionica, sebbene un po' "bizzosa", è ritenuta la più sofisticata mai installata su un aereo da combattimento, almeno prima dell' F-22.

Link to comment
Share on other sites

è già operativo

in 20 esemplari se non sbaglio dato l'elevato costo 2 miliardi di $

1^ volo: 17 luglio 1989

se non sbalgio è stato usato in Afghanistan irak balcani

tre giorni dopo sono nato io!!! che onore... :rotfl:

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

Comunque...il B-2, secondo me, è l'aereo esteticamente piu' affascinante che ci sia!!!

Tutto nero, quella forma un po bizzarra, visto da sotto è facilmente scambiabile per un disco volante.

Qualsiasi ingegnere aeronautico direbbe, a prima vista, che il B-2 non riuscirebbe mai volare, data la sua estetica poco aerodinamica. Per questo, so che il B-2 è definito un "computer volante": per un sistema di avionica che costantemente, tramite computers, regola il suo assetto milioni di volte al secondo.

La stessa tecnologia mi sembra che sia applicata anche sull' F-117.

 

 

b-2(1).jpg

 

b-2(4).jpg

 

b-2(8).jpg

 

b-2(9).jpg

 

b-1,b-2.jpg

Edited by Giovanni86
Link to comment
Share on other sites

Bhè... non è una novità a dire il vero...

 

Il "Fly by wire" è nato con l' F-16, che infatti era definito "Electric Jet".

 

Nel fly-by-wire è il computer che si occupa di rendere l'aereo governabile, senza che il pilota se ne renda conto. Senza di esso, l'aereo sarebbe del tutto ingovernabile perchè non è aerodinamicamente stabile.

 

Come disse qualcuno che ora non ricordo: con l' FBW potrei far volar anche la Statua della Libertà, se me lo chiedessero.

Link to comment
Share on other sites

cosa c'entra il FbW con la cellula? ;)

Allora:

 

i principi fisici per cui rendendo in determinati modi la cellula dell'aereo instabile lo renda più maneggevole non li conosco... per questo c'é sempre Gianni :P

 

Prendendo questo concetto come postulato però si può dire che essendo aerodinamicamente instabile ossia non capace con controlli tradizionale di mantenere il proprio assetto di volo "sicuro" si fa ricorso ad un controllo via Computer ossia esso compie una serie di continui cambiamenti sulle superfici di controllo rendendo così possibile il volo!!!

Questi cambiamenti sono impercettibili ma tali da rendere possibile al pilota di controllare l'aereo con tutta sicurezza avvantaggiandosi della migliore manegevolezza che questo sistema comporta ;)

Link to comment
Share on other sites

dread, non credo fosse Chuck.

 

-----

 

In ogni caso, un aereo normale è aerodinamicamente stabile.

Il suo baricentro è equilibrato, quindi con i comandi "azzerati" o "neutri" vola diritto.

 

Un aereo instabile ha il baricentro non equilibrato, di solito è "appoppato" ossia tende a sollevare il muso ed è ingovernabile.

Il computer provvedere a controllare l'assetto dell'aereo e a restituire al pilota la sensazione che tutto sia normale. Quindi il computer interpreta i comandi che il pilota fornisce attraverso la stick e agisce sulle superfici mobili per eseguire la manovra voluta.

Link to comment
Share on other sites

avevo letto di un esempio specifico sull'ef-2000, giudicato molto instabile

è come ceracre di tenere dritta una bicicletta davanti ad una macchina che va a 100 all'ora, con la ruota anteriore della bici verso il paraurti

Edited by dread
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...