Jump to content
Sign in to follow this  
eagle

Caccia in volo rovescio

Recommended Posts

Ho sentito dal commentatore della rai che un caccia trovandosi in volo rovescio attinge il carburante da un serbatoio secondario di capacità relativamente limitata che ne compromette la durata in volo rovescio.

 

Volevo da voi una conferma riguardo le modalità di funzionamento dei serbatoi in volo rovescio.

:huh::huh::huh::huh::huh:

Share this post


Link to post
Share on other sites

si non mi è chiara sta faccenda..sapevo ke anni fa gli aerei avevano problemi d alimentazione o con l'olio nel volo rovesciato ma ke ora pensavo potessero volare in volo rovesciato tranquillamente :huh::huh:

Edited by Gabu86

Share this post


Link to post
Share on other sites

x me non è cosi....almeno da quello che ho sempre saputo, il serbatoio è sempre quello, ma capace di alimentazione anche in volo rovescio.....se non sbaglio grazie a particolari iniettori/aspiratori....mah non ricordo la terminologia specifica :blushing:

 

@Gabu: si nella WWII, i primi aerei avevano questo problema....x essere specifici, gli aerei a carburatori e non ad iniezione (penso sia questa la differenza....)...

 

il volo rovesciato va cmq inteso come G negativi (- 1G), con manovre G negative, in alcuni vecchi aerei della WWII (i primi Spit, Hurricane, ecc....), vi era la mancanza del flusso di carburantre che causava lo spegnimento del motore....

 

oggi penso che il vero problema invece possano essere i vari sistemi idraulici.... o almeno mi pare sia cosi.... ma il volo rovesciato può essere tenuto per parecchio tempo (se il pilota regge :D )

Share this post


Link to post
Share on other sites

ok grazie AMVI_Mike

Share this post


Link to post
Share on other sites
ok grazie AMVI_Mike

di niente :) (p.s. chiamatemi pure col nick "Mike" ...AMVI è solo il gruppo di volo :DB-) )

va bon dai :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il volo rovescio è un problema di lubrificazione solo per i velivoli con propusore motoelica, infatti tra le varie caratteristiche che devono avere i velivoli elica acrobatici è il carter del motore chiuso, in modo che l'olio non esca e vada disperso quando ci si trova in volo rovescio.

 

Per quanto riguarda l'alimentazione le soluzioni trovate sono molteplici, come per esmpio mettere diverse prese di aspirazione dai serbatoi (sotto, sopra, di fianco, ai lati, ecc.) così da assicurare un flusso continuo.

 

Forse la spiegazione che dava il cronista era riferita a quella che sapevo essere la soluzione adottata dal 339, cioè un serbatoio ausiliario posto subito sotto a quello principale e a cui è collegato il tubo di aspirazione dei motori. il carburante viene trattenuto qui anche quando l'aereo va in volo rovescio e comincia a svuotarsi, per poi riempirsi immediatamente non appena si torna in condizione di volo dritto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il volo rovescio è un problema di lubrificazione solo per i velivoli con propusore motoelica, infatti tra le varie caratteristiche che devono avere i velivoli elica acrobatici è il carter del motore chiuso, in modo che l'olio non esca e vada disperso quando ci si trova in volo rovescio.

 

Per quanto riguarda l'alimentazione le soluzioni trovate sono molteplici, come per esmpio mettere diverse prese di aspirazione dai serbatoi (sotto, sopra, di fianco, ai lati, ecc.) così da assicurare un flusso continuo.

 

Forse la spiegazione che dava il cronista era riferita a quella che sapevo essere la soluzione adottata dal 339, cioè un serbatoio ausiliario posto subito sotto a quello principale e a cui è collegato il tubo di aspirazione dei motori. il carburante viene trattenuto qui anche quando l'aereo va in volo rovescio e comincia a svuotarsi, per poi riempirsi immediatamente non appena si torna in condizione di volo dritto.

Grazie per la spiegazione... :adorazione::adorazione::adorazione::adorazione:

Share this post


Link to post
Share on other sites
non è che cè qualcuno che gentilmente mi spiega come è fatta la tuta anti g e come funziona ?grazie

se non sbaglio la tuta anti-G, nelle manovre ad alte accellerazioni, esercita una pressione sulle gambe, e anche sulle braccia mi pare, che cerca di contrastare l'eccessivo afflusso/mancanza di sangue nelle varie parti del corpo (in particolare il cervello)

 

nelle manovre ad alti G positivi, infatti, il sangue tende a scorrere verso il basso, mancando dal cervello, e può verificarsi la famosa "visione nera" o annebbiamento della vista, che porta poi in seguito a uno svenimento...

 

quelle a G negativi invece (il corpo umano può sopportare meglio i G positivi, le accellerazioni negative se non sbaglio, max -3 o -4G...), il sangue va in gran quantità verso il cervello, un pò come quando si sta per un sacco di tempo a testa in giù....

 

bye B-)

Share this post


Link to post
Share on other sites
non è che cè qualcuno che gentilmente mi spiega come è fatta la tuta anti g e come funziona ?grazie

La tuta anti-G ha delle "sacche" che vengono gonfiate con aria per applicare la pressione di cui ha parlato AMVI.

 

Queste sacche normalmente sono situate intorno alle gambe e all'addome, e servono a comprimere quelle parti per spingere il sangue verso la testa, nelle manovre in cui la forza G opera in direzione testa>piedi (G positivi).

 

Purtroppo non è possibile comprimere la parte superiore del corpo, e in particolare la testa (per ovvie ragioni) per cui quando le forze G operano in direzione piedi>testa la tuta è sostanzialmente inefficace.

 

Questa è la ragione per cui i piloti possono sopportare carichi positivi anche fino a 9 G ma non possono superare carichi negativi di 3-4 G.

 

Le tute più avanzate sostituiscono l'aria con liquidi (acqua o altro) e sembrano in grado di spingere il fisico umano anche a valori superiori rispetto ai 9 G (positivi) canonici.

Share this post


Link to post
Share on other sites

quella dell'inefficienza della tuta coi G negativi non la sapevo, pensavo fosse principalmente un limite umano....

 

p.s. chiamatemi pure Mike ;) ... AMVI è solo una sigla di un "gruppo di volo" virtuale :P:rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

p.s. chiamatemi pure Mike ;) ... AMVI è solo una sigla di un "gruppo di volo" virtuale :P:rotfl:

kuante volet l'hai ripetuto??

 

 

nessuno t'askolta mai....poverino su su... :rotfl::rotfl::rotfl:

 

 

kiudo ot :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

:rotfl::rotfl: eheh lo so ma lo ripeterò finchè non imparate :lol::P

 

o forse faccio prima a cambiare nick solo in "Mike" ? :rotfl::rotfl:

 

dai dopotutto non penso di essere l'unico AMVI qua..... ( a parte ovviamente fabio che ne fa/faceva parte.... anche io non volo coi simulatori da parecchio :P ..causa poco tempo :pianto: )

 

[/OT]

Share this post


Link to post
Share on other sites

la tuta anti g dovrebbe tenere ferma la schiena x evitare lo schiacciamento delle vertebre alle forti accelerazioni

Share this post


Link to post
Share on other sites
la tuta anti g dovrebbe tenere ferma la schiena x evitare lo schiacciamento delle vertebre alle forti accelerazioni

mmm non penso che faccia anche questo....a questo ci pensano le cinture no?

 

cmq se non sbaglio, un pilota che tira la leva di espulsione, subisce un'accelerazione tra i 25-30 G!!! :blink::blink:

infatti dopo di questa sono sottoposti a rigidissimi controlli medici i piloti... :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

non era d 15 g? cmq fanno tanto stretching prima e dopo e fanno degli esercizi x allungare la schiena del tipo usare quella famosa panca delle televendite ke t mette a testa in giu e rilassa le vertrebe

Share this post


Link to post
Share on other sites
non era d 15 g? cmq fanno tanto stretching prima e dopo e fanno degli esercizi x allungare la schiena del tipo usare quella famosa panca delle televendite ke t mette a testa in giu e rilassa le vertrebe

a me un pilota ha detto tra i 25-30 g.... magari non ricorava bene, oppure varia da sedile a sedile... ;)

 

si i piloti fanno un sacco di ginnastica ed esercizi x il corpo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma non esageriamo 20-30 g, sono una follia. Il pacco razzi (candelotti di propellente) proietta il seggiolino verso l’alto con un’accelerazione compresa tra 12 e 15 g (al massimo qualche lesione alla colonna vertebrale e/o perdita dei sensi). Un pilota, allenato quanto gli pare, non regge oltre 2-3 eiezioni.

Edited by phoenix

Share this post


Link to post
Share on other sites

quindi se dopo la 3 volta viene eiettato non puo + pilotare?

quindi se ha problemi all'aereo deve cercare d atterrare in qualche maniera (oltre a salvare l'aereo) x evitare d eiettarsi troppe volte

Share this post


Link to post
Share on other sites
quindi se dopo la 3 volta viene eiettato non puo + pilotare?

I rischi ci sono sempre, dalla prima eiezione ad una seconda eiezione, è chiaro che il limite a 3 eiezione è un limite statistico, mediamente un pilota da caccia non potrebbe andare oltre tre, per cui è meglio che non si trovi nelle condizioni per cui si debba eiettare. Cmq l'eiezione è l'ultima cosa a cui un pilota pensa in caso di emergenza, non è certo una cosa piacevole oltre che dannosa.

 

quindi se ha problemi all'aereo deve cercare d atterrare in qualche maniera (oltre a salvare l'aereo) x evitare d eiettarsi troppe volte

 

Se ha gravi problemi non gli danno un aereo da caccia suppongo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

no intendevo se l'aereo ha 1 guasto non il pilota

Share this post


Link to post
Share on other sites
no intendevo se l'aereo ha 1 guasto non il pilota

se un pilota è nelle condizioni di mettere in sicurezza il velivolo nonostante un gusto si, e non esita certo a farlo. Altrimenti, dirige l'aereo verso un luogo disabitato è tira la leva...

Share this post


Link to post
Share on other sites

La tuta anti-G agisce soprattutto sulle gambe anke perchè, insieme ai piedi, sono una 2° pompa per il nostro sangue. Infatti il cuore distribuisce il sangue arterioso, mentre le gambe quello venoso (ke non è la stessa cosa) (grazie alle valvole e alle varie contrazioni muscolari volontarie e involontarie). Attraverso la pressione della tuta sulle gambe, si aiutano le valvole (ke pulsano e aiutano il sangue a risalire verso il cuore e la testa) presenti all'interno delle vene, ad avere pulsazioni più regolari in modo da contrastare la gravità ke può rallentare (G positivi) o accelerare (G negativi) il règime!

 

Quindi in realtà è importante la tuta, anke se è vero ke non agisce direttamente su petto e testa...

 

:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

ehm scusate se mi intrometto ma entrando in argomenti di medicina che mi interessano direttamente, mi viene da metterci bocca! :P;)

 

non conosco le funzioni esatte della tuta anti g ma in linea di massima mi fa pensare ad un supporto che serve a MANTENERE il sangue nel segmento superiore del corpo in quanto i g positivi tendono a spingere il sangue verso il basso quindi la tuta gonfiandosi non ostruisce il naturale flusso venoso (quindi in senso caudo craniale) ma tende a "trattenere" il sangue nella parte superiore...

scusate...magari sto anche dicendo una buffonata (e siete liberi di farmelo notare!) ma non credo che la tuta influisca sulle valvole delle vene...quelle non si attivano o cose del genere...sono solo presenti in tutti i vasi venosi per impedire che il sangue (a causa di qlc influenza esterna es g positivi) riscenda verso il basso...in linea di massima funziona cosi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...