Jump to content
Sign in to follow this  
Dominus

Stay Behind

Recommended Posts

Da anni mi interesso alla rete Stay Behind in Italia e in Europa, ma quasi tutte le fonti di informazioni sono di parte o non complete e precise, quindi volevo sapere da Gianni, che pare essere informato su tutto ;) , cosa ne sa e ne pensa di queste reti segrete.

Ringrazio anticipatamente per tutte le informazioni, aggiungo che i fatti sostanziali li conosco in linea generale, solo non so dove finisca la verità e cominci la menzogna in una questione spinosa come questa, soggetta a pareri faziosi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualkuno mi spiegherebbe di ke kosa parlate??io ho letto il link di vezz ma n ho ancora finito.....

 

non ci kapisco molto ehh....??!?!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da quel link, ho capito poco anche io (apparte che mi sembra una storiella inventata).

 

Aspetto maggiori chiarimenti :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest batterfield

Idem per me cmq aspettiamo il saggio e sommo Gianni che e' come il sole in un buco nero (scusa Gianni per il paragone un po rozzo) ;):lol::lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora quella non è altro che una sotria inventata per quanto mi riguarda, o altamente romanzata comunque visto che sussiste qualche fatto giuridico del quale non riesco a comprendere le basi.

Stay Behind è una rete segreta NATO che aveva due principali scopi:

 

- L'attuazione di guerriglia contro le truppe sovietiche in caso di invasione in europa occidentale, al comando dell'ACC (allied clandestine command)

- Il contentenimento del comunismo in Europa Occidentale tramite azioni poco ortodosse, come alimentare la strategia della tensione.

 

In Italia la rete Stay Behind non è altro che la famosissima Gladio, oggetto di commissioni di inchiesta interminabili.

La misura in cui le azioni di questa abbiano influito sulla politica Italiana non è ancora stato valutato.

 

Un articolo piuttosto generale ma completo e abbastanza attendibile, poichè tratto dalla versione inglese, si può trovare su wikipedia a questo indirizzo

 

Se volete ulteriori informazioni non esitate a chiedere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La bomba scoppiò quando, a seguito delle indagini sulla strage di Plateano, un magistrato scoprì un deposito segreto di armi di Gladio, ne esistevano 165 circa similari sul territorio nazionale. Questo accadeva alla metà degli anni '80.

A seguito delle pressioni della magistratura nel 1990 l'allora premier, il sempiterno Giulietto, si ritrovò a dover ammettere l'esistenza di Gladio e a dover chiudere l'organizzazione segreta vista la sostanziale inutilità di questa alla fine della guerra fredda e il fattore destabilizzante che comportava il mantenimento di una branca dei servizi totalmente indipendente dal controllo parlamentare della commissione sui servizi segreti.

Lo scandalo scoppiò inevitabile, pompato anche dalle clamorose "picconate" dell'allora Presidente della Repubblica Cossiga, grande esperto "nell'argomento" (argomento picconate s'intende :D ), che definiva i membri di gladio patrioti e li difendeva ad oltranza.

La commissione stabilì legami tra Gladio, la loggia massonica P2 del "mitico" Lucio Gelli, e frange dell'eversione Neofascite come Ordine Nuovo e Avanguardia Nazionale, il cui fondatore Stefano delle Chiaie su cui ho svolto ricerche approfondite pare sia un membro di Gladio.

Inoltre i legami tra gladio e il SID, il servizio informazioni difesa, sono più che confermati vista l'appartenenza a Gladio dello stesso capo del SID, il generale Vito Miceli, altra personalità sporca fino al midollo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

hai detto ke se pol fa domande e kuindi...cioe questi gladio..erano un korpo di soldati...kiamiamoli kome vogliamo..ke dovevano andara dietro linee nemike x sabotare kose spionaggi ecc...?????

 

erano questo?

 

o forse sono kosi tum tum ke non ci kapisko molto.........?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Erano in parte un corpo militare, formato all'inzio principalmente da appartenenti alla decima mas o, in generale, da corpi speciali della RSI o anche del Regio Esercito addestrati dall'OSS (il predecessore della CIA), in parte civili e membri dell'intelligence.

Dei civili c'erano molte personalità influenti, lo stesso Gelli era un membro di Gladio pare.

 

 

quindi ora non esiste più?

 

 

Non esiste più dal 1990

Share this post


Link to post
Share on other sites
Erano in parte un corpo militare, formato all'inzio principalmente da appartenenti alla decima mas o, in generale, da corpi speciali della RSI o anche del Regio Esercito addestrati dall'OSS (il predecessore della CIA), in parte civili e membri dell'intelligence.

Dei civili c'erano molte personalità influenti, lo stesso Gelli era un membro di Gladio pare.

 

 

quindi ora non esiste più?

 

 

Non esiste più dal 1990

si ma qual' era il problema???

 

Erano militari giusto? Andare a combattere dietro le linee nemiche non mi sembra una cosa così strana, lavorare per l'inteligence neanche...

Share this post


Link to post
Share on other sites

No, qui il fatto è molto più grave.

Si tratta di un' unità completamente emancipata dal controllo del parlamento, al quale era peraltro sconosciuta, e per questo libera di agire incontrollata sotto ordini stranieri.

Gladio era inizialmente pensata per combattere dietro le linee nemiche, poi cominciò ad occuparsi di contenimento del comunismo anche finanziando l'eversione, pianificando attentati, coprendo gruppi eversivi di disparata origine (non solo neofascisti ma anche di estrema sinistra).

Inoltre pare che Gladio, in caso di invasione sovietica, dovesse giustiziare il maggior numero possibile personalità appartenenti agli alti ranghi del PCI o legate ad esso.

 

@Phoenix: io, come molti altri, credo che la lista dei 622 comprende una piccola parte degli appartenenti a Gladio, gli affiliati impegnati in azioni più sporche sono stati coperti.

Infatti visti i compiti dell'organizzazione i numeri non sono compatibili.

Edited by Dominus

Share this post


Link to post
Share on other sites
No, qui il fatto è molto più grave.

Si tratta di un' unità completamente emancipata dal controllo del parlamento, al quale era peraltro sconosciuta,  e per questo libera di agire incontrollata sotto ordini stranieri.

Gladio era inizialmente pensata per combattere dietro le linee nemiche, poi cominciò ad occuparsi di contenimento del comunismo anche finanziando l'eversione, pianificando attentati, coprendo gruppi eversivi di disparata origine (non solo neofascisti ma anche di estrema sinistra).

Inoltre pare che Gladio, in caso di invasione sovietica, dovesse giustiziare il maggior numero possibile personalità appartenenti agli alti ranghi del PCI o legate ad esso.

 

@Phoenix: io, come  molti altri, credo che la lista dei 622 comprende una piccola parte degli appartenenti a Gladio, gli affiliati impegnati in azioni più sporche sono stati coperti.

Infatti visti i compiti dell'organizzazione i numeri non sono compatibili.

Dominus cosa ne pensi riguardo alla figura del presunto agente segreto Antonino Arconte (G.71 VO 155 M - II° Centuria "LUPI" di Stay-Behind GLADIO) e delle sue rivelazioni?

 

Storia di Gladio di Arconte

Edited by phoenix

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che sia una storia molto romanzata e non so se sia una menzogna completa o c'è un fondo di verità.

Propendo per la seconda vista la mole di documenti mostrata dal signor arconte e le cause giuridiche da lui vinte, anche se le fonti sono unilaterali, cioè non ci sono dichiarazioni di terze parti (ma manco di seconde visto che è lui solo che parla!).

Comunque voglio spezzare una lancia nei confronti di quest'uomo: sa scrivere molto bene, il suo racconto è davvero avvincente :lol:

 

 

P.S. Ho letto molto di arconte, ci sono state interrogazioni parlamentari e articoli su più giornali, oltre al suo memoriale, ma purtroppo non c'è nessuna fonte accreditata che conferma o smentisca le sue affermazioni.

C'è solo il vecchio lupo di mare tirato in secca, parlo di Falco Accame di cui non ho personalmente un gran rispetto, che è un suo grande sostenitore.

Edited by Dominus

Share this post


Link to post
Share on other sites
Credo che sia una storia molto romanzata e non so se sia una menzogna completa o c'è un fondo di verità.

Propendo per la seconda vista la mole di documenti mostrata dal signor arconte e le cause giuridiche da lui vinte, anche se le fonti sono unilaterali, cioè non ci sono dichiarazioni di terze parti (ma manco di seconde visto che è lui solo che parla!).

Comunque voglio spezzare una lancia nei confronti di quest'uomo: sa scrivere molto bene, il suo racconto è davvero avvincente :lol:

Anch'io penso che in fondo qualcosa di vero vi sia nella sua storia, soprattutto per i fatti che lo riguardano direttamente, un po' meno nelle sue dietrologie, ma ciò che mi inquieta è il fatto che lui sostiene che la Gladio sapesse del rapimento di Moro! :blink:

sinceramente non ho mai voluto crederci. E chi la ritiene un ipotesi possibile che prove ha a riguardo?

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Si come romanziere è bravo, ho letto 'Operazione Tet' sono rimasto sbalordito dalle sue descrizioni estremamente dettagliate e realistiche!

Edited by phoenix

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh di certo a Gladio non andava a genio il compromesso storico, del quale moro era il massimo artefice, come non andava bene alle BR, ai neofasciti e alla P2, poi nella stessa organizzazione dell'operazione da parte delle BR sembra che ci fosse qualcuno all'interno, così si spiegherebbero molte cose.

 

P.S. Arconte potrebbe diventare il Clancy nostrano, io la sua storia ce l'ho stampata e la leggo spesso a mò di romanzo, ben scritta, trama intrigante...insomma tante belle cose.

Comunque alle operazioni di Gladio in Vietnam non ci credo manco se le vedo.

Edited by Dominus

Share this post


Link to post
Share on other sites
Beh di certo a Gladio non andava a genio il compromesso storico, del quale moro era il massimo artefice, come non andava bene alle BR, ai neofasciti e alla P2, poi nella stessa organizzazione dell'operazione da parte delle BR sembra che ci fosse qualcuno all'interno, così si spiegherebbero molte cose.

Sulle BR in Gladio cosa si sà di certo? Hai documenti, articoli?

 

...scusa la curiosità, ma è un argomento che mi affascina tantissimo e di cui ho sempre voluto capirci qualcosa in più (perlarne ai prof. era inutile.. <_< ) ed arrivare a delle conclusioni (ma questo è impossibile)! Come per i casi Calvi, P2 (tessera n°625 :ph34r: ), Golpe Borghese, Golpe De Lorenzo e altre schifezze simili...

Edited by phoenix

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo si hanno solo prove circostanziali e una sostanziale coincidendenza di intenti, sia pure per perseguire obbiettivi diametralmente opposti.

Personalmente credo che la strategia della tensione sia stata accuratamente manipolata e che entrambe le parti, pur agendo per obbiettivi opposti, erano guidate dalla stessa mano, di cui gladio era solo una branca.

Di certo la strategia della tensione non fece comodo alla bassa manovalanza, i gruppi eversivi neofascisti e di estrema sinistra che furono infine sgominati senza riuscire in qualsiasi loro intento, ma ad una terza parte.

Di questo si accorse il membro di Avanguardia Nazionale Vincenzo Vinciguerra, reo confesso della strage di Peteano, che cominciò a collaborare quando capì di essere usato, non dimentichiamoci che anche i fascisti sono fondamentalmente socialisti e anticapitalisti* (almeno quelli estremi, non parlo dell'MSI).

 

 

 

*io considero il fascismo come un movimento di sinistra estrema nazionalista e, secondo i parametri che designano le forze politiche in altri paesi europei, dove la scena politica non è inquinata da partiti populisti che poggiano sulla massa come in Italia dove si ha una situazione politica del tutto particolare, possiamo affermare senz'altro che quest'affermazione si avvicina molto alla verità

Share this post


Link to post
Share on other sites

se così fosse questa "mano" presumibilmente ha la stessa origine di quella che ha fermato anche il golpe borghese! Peccato che questo fatto fu classificato come "golpe da operetta", e non fu approffondito a dovere!

 

Credo comuque che il fine di queste vicende era evitare che l'Italia potesse cadere sotto l'ombra sovietica.

 

Per cui le BR non le includerei in questo gioco. Piuttosto esse perseguivano il fine opposto.

 

Purchè quello di evitare che l'Italia diventasse rossa fosse il vero fine di questa "mano"!

 

Non oso immaginare quale sia un fine unico, che includerebbe sia le attività delle BR che quelle dell'estrema destra, come dalle tue considerazioni di potrebbe intuire!

 

Personalmente credo che la strategia della tensione sia stata accuratamente manipolata e che entrambe le parti, pur agendo per obbiettivi opposti, erano guidate dalla stessa mano

 

A che scopo allora, se non quello anticomunista?

 

...mafioso? :ph34r:

Edited by phoenix

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allo scopo del contenimento del comunismo, infatti le BR non avevano nessuna possibilità di riuscita nei loro intenti rivoluzionari ma ostacolarono fortemente la modernizzazione del PCI in un partito socialdemocratico e il compromesso storico, con il quale il PCI sarebbe finalmente andato al governo.

L'uccisione Moro fece più male al PCI che, paradossalmente, alla DC.

Ricordatevi che il PCI fu colpito più volte dalle BR ed era capofila del "Fronte della Fermezza" che era contro qualsiasi compromesso con i terroristi.

 

 

P.S. Ricordati il luogo in cui fu trovato il corpo di Moro, quello è un segno che le BR vollero dare.

 

 

Quanto al Golpe dei Forestali era una cosa terribilmente serio, sappiamo che fu abortito in fase avanzata a causa del mancato appoggio di qualcuno, non si sa chi, a Borghese all'ultimo minuto.

Infatti pare che il Principe ricevette una telefonata e da lì decise di abortire il golpe.

Io credo che Borghese sia stato usato per dare un segno e poi mandato in malora perchè non c'era la reale volontà di avere un governo di ispirazione Fascista in Italia, visto che questa corrente politica è tendezialmente contraria alla NATO.

Edited by Dominus

Share this post


Link to post
Share on other sites
P.S. Ricordati il luogo in cui fu trovato il corpo di Moro, quello è un segno che le BR vollero dare.

tra la sede della DC e quella del PCI, in via Caetani, giusto? Come a voler dire no al compromesso? Questo sarebbe il segno?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...