Jump to content
Sign in to follow this  
navigator

Tecniche di mascheramento

Recommended Posts

io uso lo stesso metodo di barone, applico il nastro alla buona, ricalco con una penna o una matita, stacco, taglio e riposiziono. certo, non è un metodo veloce... ma quale mascheratura lo è? :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prima di rispondere alla tua domanda, mi piacerebbe sapere se vernici a PENNELLO oppure ad AEROGRAFO, perché mi sebra alquanto strano il discorso dei bordi "non netti"... :huh::blink::huh:

 

Giuseppe

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie a tutti delle risposte. Sembra proprio che una "tecnica perfetta" non esiste... -_- ci vuole solo un po di pratica con quelle che avete descritto. ;)

 

Prima di rispondere alla tua domanda, mi piacerebbe sapere se vernici a PENNELLO oppure ad AEROGRAFO, perché mi sebra alquanto strano il discorso dei bordi "non netti"...

 

Giuseppe

 

Vernicio sempre ad aerografo il canopy. Il problema dei bordi non netti credevo dipendesse dalla tecnica di mascheratura, ma forse dipende dal fatto che non sono abbastanza preciso con il nastro <_<

Share this post


Link to post
Share on other sites

io uso lo stesso metodo di barone, applico il nastro alla buona, ricalco con una penna o una matita, stacco, taglio e riposiziono. certo, non è un metodo veloce... ma quale mascheratura lo è? :P

 

Salve a tutti,

io utilizzo lo stesso metodo di cui sopra con una variante, il Frisket.

Per chi non lo consce, il Frisket è un autoadesivo trasparente disponibile in fogli A4 utilizzato sopratutto per mascherature di superfici maggiori quali ali e fusoliere.

Il suo basso potere adesivo, inferiore a quello del natro Tamiya, è comunque sufficiente.

Io ne ritaglio dei pezzi di forma e dimensione un po' più grande del finestrino da mascherare, lo faccio aderire al finestrio stesso e con un pennarello indelebile a punta molto fine, ricalco la forma del finestrino stesso.

Poi applico il pezzo di Frisket ad un pezzo di nastro Tamiya di adeguate dimensioni e ritaglio il tutto seguendo la traccia fatta prima. Così facendo ottengo delle maschere simili alle Montex.

E' ancora più lungo ed elaborato, però la trasparenza del Frisket consente una maggior precisione.

Alberto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sino a qualche tempo fa,utilizzavo anch io le tecniche gia descritte,poi ho provato la gomma liquida e sinceramente mi trovo molto meglio.Prima usavo il Maskol,applicato con un pennello piatto tagliato ai lati(a mo di triangolo) dedicato,ma la tendenza a fare fastidiosi pallini mi ha costretto ad utilizzare un altra marca,precisamente il Liquid Mask della Mig.Steso con il medesimo pennello dedicato,lo lascio asciugare una notte e dopo ci posso fare quel che voglio,facendo solo un po di attenzione a maneggiare il canopy o il modello.Si toglie facilmente con uno stuzzicadenti sdentato.A parte la puzza terribile,mi trovo benissimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve a tutti.

Nei mesi scorsi, quando ero al mare, ho fatto venire un artigiano perchè mi reimbiancasse l'appartamento.

Al mio rientro ho scoperto un rotolo di nastro, dimenticato dall'artigiano stesso, di marca Storch.

 

Salvo il colore violetto, si tratta di un prodotto molto simile al Tamiya: stesso spessore (5/100), stessa consistenza, potere adesivo forse leggerissimamente superiore, eccetera.

 

Con tutto il rispetto per la qualità Tamiya, lo Storch, essendo un prodotto per artigiani, dovrebbe costare decisamente meno ed il che non è poco, visto l'uso che se ne fa in modellismo.

 

Quindi la mia domanda è: ne avete già sentitao parlare? l'avete utilizzato?

 

Per maggiori informazioni si può vedere il sito della Storch Italia

Cordilaità

Alberto

Share this post


Link to post
Share on other sites

io non sono un "modellista" esperto, però ho chiesto a un mio vicino che è malato di modellini ed ha detto che ne ha sentito parlare ma non sa niente di più.....

 

chiedi ad eugy78 che è esperto di modellini

 

ciao :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

PROVALO!! E FACCI SAPERE!!!!!! :lol::asd: fai prima!!! :okok:

 

quello Tamya ci impazzisco a metterlo... :lol: se fosse leggermente più spesso e malleabile sarebbe meglio..... :blink: purtroppo NOI europei non abbiamo le "manine con le ditina" degli asiatici :asd::asd:

Edited by eugy78

Share this post


Link to post
Share on other sites

PROVALO!! E FACCI SAPERE!!!!!! :lol::asd: fai prima!!! :okok:

 

...

 

Salve,

ho trovato qui a Milano, abbastanza vicino a casa mia, un magazzino che vende questo nastro.

 

Ho comperato un rotolo di quello alto 19 mm e l'ho pagato 5 Euro: più o meno il coto di quello Tamiya alto 18 mm, quindi, dove sta la convenienza?

Il rotolo che ho comperato è di 50 metri mentre non è facile capire quanto sia lungo il Tamiya, non credo più di 20 metri, quindi ...

 

L'ho anche già usato senza problemi e non dimentichiamo l'uso improprio che si fa di questo nastro, ad esempio tenere insieme parti durante l'incollaggio, eccetera.

 

Se a qualcuno interessa l'indirizzo del negozio mi mandi un p.m.

 

Alberto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti, sono nuovo sia come apprendista modellista che come persona in questo sito. Vorrei chiedervi un aiuto, come si preparano le maschere in scotch per verniciare i montanti dei cupoloni? Avete un video per apprendere la tecnica? Finora ho provato a costruire 3 aerei, ma i cupoloni di tutti sono completamente trasparenti :(

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

è un operazione piuttosto semplice, basta sagomare il nastro adesivo in maniera adatta ed il gioco è fatto. per sagomare il nastro, basta azzeccarlo sulla parte da coprire e, con una penna a punta fine, disegnare il contorno aiutandosi con lo scalino presente tra il telaio del trasparente ed il trasparente stesso, staccare il nastro, ritagliarlo e posizionarlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In aggiunta, per quasi tutte le scatole in commercio (a parte quelle vecchissime) esistono dei set di maschere già pronte all'uso. Non si trovano in tutti i negozi, ma i distributori principali le hanno a magazzino e le spedicono. Costano qualche euro (tra 3 e 5) ma i bordi sono veramente netti e il materiale è perfettamente adatto all'uso, a differenza del normale scotch che dà molti problemi. Io le uso e ne sono soddisfatto, comunque se vuoi farle tu, come suggerito da Vorthex, adopera per questo scopo il nastro di mascheratura Tamiya. Buon lavoro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok, questa è la quarta volta che ci riprovo. Stendo il nastro Tamiya, ritaglio sfruttando lo scalino del finestrino, stendo il colore Tamiya e poi...... Lascio asciugare per bene ....... e ..... A parte le piccole sbavature, ma sul plexiglas il colore reagisce in modo diverso, non riesco a stenderlo bene. Le sbavature le riesco a levare con un po' di diluente, ma il risultato finale è pessimo.

Ciao grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

le sbavature non vanno tolte col diluente, altrimenti il trasparente si rovina... o si tengono (soprattutto non capisco come riesci a sbavare, se hai fatto le mascherature) o si procede con un lungo procedimento di cartavetro + dentifricio/future.

inoltre, che colore hai usato? il trasparente era stato lavato con acqua e sapone, come il resto delle stampate, prima di verniciarci su?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok, questa è la quarta volta che ci riprovo. Stendo il nastro Tamiya, ritaglio sfruttando lo scalino del finestrino, stendo il colore Tamiya e poi...... Lascio asciugare per bene ....... e ..... A parte le piccole sbavature, ma sul plexiglas il colore reagisce in modo diverso, non riesco a stenderlo bene. Le sbavature le riesco a levare con un po' di diluente, ma il risultato finale è pessimo.

Ciao grazie

Purtroppo capita, specialmente per capottine tonde, sulle quali è molto difficile far aderire perfettamente le mascherature. Se vernici col pennello è probabile che il colore si infili in qualche piccola increspatura delle maschere e vada a sporcare i trasparenti. Se è questa la causa, a parte la raccomandazione di curare a fondo l'aderenza delle mascherature, la soluzione migliore sarebbe di verniciare con l'aerografo, in modo da evitare qualunque colatura. D'accordo, bisogna avere l'aerografo e il compressore, però a mio avviso sono strumenti assolutamente indispensabili se vuoi continuare con questo hobby ottenendo buoni risultati. Senza voler scegliere attrezzi da professionista, il tutto si può trovare spendendo meno di 100 euro. Comunque non mollare!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok non mollo, oggi mi sono preso un barattolino di primer, provo con quello, inoltre sto aspettando il nastro tramiamo da 0,9 mm in modo da coprire in una sola volta il finestrino. Inoltre ho sverni iato il mio primo modellino, un mustang della air fil, rinizio da capo.

Grazie ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

poi dipende anche dalla scala del modello:se è quella piccola 1/72 basta avere "mano ferma" e pennello 0/15

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao necessito di un consiglio circa le modalità di mascheramento di un phanton f4e 1/72 in tre tonalità di colore, nastro o maskol? Grazie, saluti Denis

Share this post


Link to post
Share on other sites

come ti trovi meglio, non c'è una regola precisa in merito. sicuramente, una mimetica dai bordi curvi, è più facile da mascherare con un liquido. occhio solo che il maskol, a volte, rovina la pittura sotto. potresti usare anchel del patafix, fa una ricerca sul forum ;)

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

concordo con l'amico vorthex,io uso anche lo scotch tamiya,a volte rovina la vernice il maskol,è vero ma evita "sottomarche",io uso o l'humbrol o il Gunze,lascia comunque asciugare bene la vernice,anche se usi acrilici è meglio aspettare 24/36h prima di lavorare.marco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Devo fare la mimetica del mio Fw-190A di Eduard e visto che i contorni non sono netti mi consigliate il Pattafix ?

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

se non sono netti, devi andare a mano libera. il patfix serve per mimetiche "sinuose" ma dai bordi netti. in ogni caso, occhio ad usarlo: se non lo si padroneggia bene, accadono disastri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×